78458 - MALATTIE DELL'APPARATO LOCOMOTORE E MEDICINA FISICA

Scheda insegnamento

  • Docente Francesco Pegreffi

  • Moduli Francesco Pegreffi (Modulo 1)
    Elisabetta Magni (Modulo 2)

  • Crediti formativi 9

  • SSD MED/33

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Rimini

  • Corso Laurea Magistrale in Scienze e tecniche dell'attivita' motoria preventiva e adattata (cod. 9215)

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso ha lo scopo di fornire le nozioni di base sulle più comuni affezioni dell'apparato muscolo scheletrico, la loro eziopatogenesi, la loro diagnosi ed il loro trattamento. In particolare lo studente: - conosce i principi di fisiologia articolare e patomeccanica delle lesioni traumatiche dell'apparato muscolo-scheletrico; - conosce le principali malformazioni congenite; - conosce le principali alterazioni dell'accrescimento; - conosce le principali alterazione degenerative; - conosce gli elementi fondamentali della traumatologia e del primo soccorso. Al termine del corso lo studente conosce inoltre: - gli obiettivi e l'organizzazione della Medicina Fisica e Riabilitativa; - l'ambito medico e sociale in cui si realizzano le attività della Medicina Fisica e Riabilitativa; - i principali metodi di valutazione della funzione motoria, della disabilità e delle sue conseguenze; - i mezzi fisici e le principali tecniche riabilitative. Lo studente inoltre apprende i criteri che guidano le fasi della riabilitazione in generale e in particolare in alcune patologie di interesse della disciplina sportiva.

Contenuti

  • Il concetto di Team Interdisciplinare: il Dottore in Scienze Motorie, il Fisiatra, l’Ortopedico.
  • Terminologia comune, protocolli nella valutazione del Paziente, Attività motoria integrata al trattamento medico conservativo/chirurgico
  • Patologie dell'accrescimento (scoliosi, spondilolisi/spondilolistesi, epifisiolisi, apofisiolisi, dismetrie degli arti, ginocchia vare e valghe, piede piatto e piede cavo)
  • Patologie croniche/degenerative dell’adulto e dell’anziano. Alterazioni articolari, tendinee, capsulo-legamentose acute e croniche (artrosi, lesioni tendinee degenerative, algie di origine discale: cervicali e lombari).
  • Patologie acute/traumatiche dell’adulto e dell’anziano. Fratture, lesioni tendinee e capsulo-legamentose, lesioni muscolari. Principi generali e terapia, fratture diafisarie, fratture del collo del femore, fratture e lussazioni vertebrali, lesione della cuffia dei rotatori, lesione dei menischi e dei legamenti del ginocchio)
  • Alterazioni infettive: osteomieliti
  • Alterazioni endocrine e metaboliche (iperparatiroidismo, rachitismo, osteoporosi, osteomalacia, gotta, m. di Paget)
  • Alterazioni su base circolatoria (osteonecrosi, algodistrofia)
  • Patologie reumatiche (artrite reumatoide, spondiloartrite anchilosante)
  • Tumori e lesioni pseudotumorali (principi generali)
  • Principi generali di terapia fisica e riabilitazione
  • Stili di vita come prevenzione nelle malattie cerebro e cardiovascolari
  • Programmazione degli interventi riabilitativi: diagnosi e progetti in riabilitazione

 

 

Lo studio e l’apprendimento dei contenuti del corso di “Malattie dell’Apparato Locomotore e Medicina Fisica” si colloca nell’ambito delle discipline mediche e pone ai futuri laureati in Scienze Motorie l’obiettivo generale di acquisire conoscenze sulle patologie a carico dell'apparato locomotore e di comprendere l’iter diagnostico, clinico, terapeutico svolto dagli specialisti di area medica nell’gestire tali patologie. Il raggiungimento di tali obiettivi consentirà l’acquisizione delle competenze necessarie al fine di collaborare e interagire con gli specialisti medici negli ambiti pratici della propria professionalità quali la programmazione di attività motorie in soggetti affetti da patologie acute o croniche a carico del sistema muscolo-scheletrico.

 

 

 

Obiettivi formativi

 

Conoscenza e capacità di comprensione

Obiettivo del corso è consentire allo Studente la maturazione, anche attraverso un congruo tempo dedicato allo studio individuale, di competenze e capacità di comprensione tali da permettergli di includere nel proprio bagaglio di conoscenze le tematiche relative alle patologie a carico dell'apparato locomotore necessarie alla comprensione e all’approfondimento degli aspetti clinici in relazione ai quali programmare idonei percorsi di attività motoria specifica.

Lo Studente, al termine del corso, avrà conoscenza delle problematiche inerenti i sovraccarichi funzionali, le patologie acute e croniche al fine di programmare in sicurezza l’attività motoria specifica nel soggetto in fase di accrescimento, nell’adulto, nell’anziano, nello sportivo, nel sedentario e nel Paziente con esiti di patologia ortopedica o patologia internistica che riduce la capacità motoria.

Al raggiungimento delle capacità di apprendimento contribuiranno, in varia misura, tutte le attività didattiche, nel cui ambito un ruolo rilevante viene ricoperto sia dalle ore di studio individuale per quanto concerne l'acquisizione intrinseca di tali capacità, sia dalle attività formative che implicano un confronto (tra Studente e docente, di Studenti tra loro, ecc.) per quanto concerne la loro corretta estrinsecazione. Le capacità di apprendimento saranno conseguite in particolare attraverso lo studio individuale previsto, e l'attività svolta per la preparazione degli esami, attraverso la cui valutazione sarà verificato il raggiungimento delle suddette capacità.

Conoscenza e capacità di comprensione applicate

Lo Studente sarà in grado di utilizzare le conoscenze acquisite riguardo le patologie a carico dell’apparato locomotore per comprendere e facilitare i protocolli diagnostici, terapeutici e riabilitativi al fine di integrarli con programmi di attività motoria progettati.

Lo studente sarà in grado di applicare quanto appreso lavorando in modo interdisciplinare con personale medico e paramedico in modo tale da effettuare le scelte più adeguate per ogni specifica applicazione pratica, sia in fase di progettazione che di verifica.

Abilità comunicative

Lo studente acquisirà la capacità di comunicare ed esprimere problematiche inerenti l’oggetto del corso. In particolare, sarà in grado di sostenere conversazioni su tematiche relative agli aspetti fondamentali della disciplina (si veda programma dettagliato).

 

Testi/Bibliografia

  1. Clinica Ortopedica, Mario Campanacci, Ed. Patron
  2. Appunti delle Lezioni
  3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/
  4. https://scholar.google.it/

 

Metodi didattici

  • Lezioni frontali con supporto audio/video per l'apprendimento dei concetti alla base dell'ortopedia e della fisiatria.
  • Workshop: casi clinici specifici di particolare interesse per lo Studente in Scienze Motorie.
  • Prove pratiche: Terminologia Ortopedica/Fisiatrica, Tests Ortopedici, l'Ecografo, l'Elettromiografo.

Strumenti a supporto della didattica

  • Materiale audio/video
  • Modelli/manichini anatomici
  • Ecografo portatile
  • Elettromiografo portatile

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Francesco Pegreffi

Consulta il sito web di Elisabetta Magni