04462 - STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente è introdotto alla lettura critica di fonti primarie e secondarie concernenti la storia della scienza e della tecnica, in relazione alla cultura filosofica e letteraria, e al contesto politico, sociale ed istituzionale del loro tempo.

Programma/Contenuti

Natura e tecnica nel mondo antico. Origini e sviluppo dell’arte medica dall’Antichità al primo Medioevo

È possibile rintracciare nell’Antichità alcuni elementi su cui si basa il dibattito moderno sui rapporti tra scienza e tecnologia, tra ricerca scientifica e sua applicazione pratica? Gli stessi termini della questione richiamano parole antiche, come scientia e ars in latino, o technē e logos in greco, parole che furono diversamente interpretate dai pensatori greci e latini. In che modo, di fatto, gli antichi concepirono e teorizzarono i rapporti tra scienza e tecnica, tra prassi, empiria e teoria, tra naturale ed artificiale?

Il corso si prefigge di esplorare questi temi focalizzandosi sulla storia di una disciplina specifica: la medicina. Si ripercorreranno le origini e lo sviluppo della medicina antica dall’antichità classica fino al primo Medioevo. Particolare attenzione sarà rivolta ai rapporti tra scienza, filosofia e magia, tra pratica medica e filosofia naturale. L’arte medica sarà inquadrata nel più ampio dibattito antico sui concetti di technē/ars e di 'natura'.

I temi del corso saranno:

Il concetto di technē/ars nell’antichità (circa 10 ore)

La nascita della medicina greca (circa 5 ore)

La medicina di Ippocrate (c. 10 ore)

La medicina in età ellenistica (c. 10 ore)

L’ingresso della medicina a Roma (c. 5 ore)

Galeno di Pergamo (c. 10 ore)

La ricezione della medicina greca a Bisanzio e nella tradizione siriaca e araba (c. 10 ore)

Le lezioni cominceranno il 24 settembre (I semestre)

lunedì 9-11 (aula A, Via Centotrecento),

martedì 9-11 (aula A, Via Centotrecento),

mercoledì 9-11 (aula C, Via Centotrecento)

 

Testi/Bibliografia

(A) Mirko D. Grmek (a cura di), Storia del pensiero medico occidentale. 1. Antichità e Medioevo (Bari: Laterza, 1993), pp. 1-216 + 349-369

Capitoli: Introduzione (Mirko D. Grmek); La nascita dell'arte medica occidentale (Jacques Jouanna); Tra il sapere e la pratica: la medicina ellenistica (Mario Vegetti); Le vie della conoscenza: la medicina nel mondo romano (Danielle Gourevitch); La ricezione e la tradizione: la medicina nel mondo bizantino e arabo (Gotthard Stohmaier) + Strategie terapeutiche: i farmaci (Alain Touwaide). 

(B) Un saggio a scelta tra (letture alternative potranno essere concordate col docente):

(1) Mario Vegetti, "Technai e filosofia nel Peri technes pseudo-ippocratico", Atti dell'Accademia delle Scienze di Torino, vol. 98 (1964), pp. 1-73.

(2) Margherita Isnardi Parente,Techne. Momenti del pensiero greco da Platone a Epicuro (Firenze: La Nuova Italia, 1966), cap. I ('Le idee degli oggetti fabbricati'), pp. 1-97.

(3) Margherita Isnardi Parente,Techne. Momenti del pensiero greco da Platone a Epicuro (Firenze: La Nuova Italia, 1966), cap. II ('Techne e ontologia'), pp. 97-202.

(4) Mario Vegetti, "L'immagine del medico e lo statuto epistemologico della medicina" in Aufstieg und Niedergang der römischen Welt II 37.2, pp. 1672-1717.

(C) Inoltre, gli studenti frequentanti dovranno leggere per intero (in traduzione) un'opera scelta dalla lista che segue; gli studenti non frequentanti dovranno leggere due opere (in traduzione) della medesima lista:

(1) Ippocrate, Sull'antica medicina (De prisca medicina). Traduzione consigliata: Ippocrate, Antica medicina, Giuramento, traduzione, introduzione e note di Mario Vegetti (Milano: Rusconi, 1998).

(2) Ippocrate, Sul morbo sacro (De morbo sacro). Traduzione consigliata: Ippocrate, La malattia sacra, a cura di Amneris Roselli (Venezia: Marsilio, 1996).

(3) Ippocrate, Sulla natura dell'uomo (De natura hominis) + Sull'arte (De arte). I due scritti valgono come un'opera singola. Traduzione consigliata: Ippocrate, Opere scelte, a cura di Mario Vegetti (UTET, 1965) pp. 407-452.

(4) Galeno, Esortazione alla medicina (Exhortatio ad medicinam). Traduzione consigliata: Galeno, Sull'ottima maniera di insegnare, Esortazione alla medicina, testo e traduzione di Adelmo Barigazzi (Berlino: Akademie Verlag, 1991), pp. 93-151.

(5) Galeno, A Patrofilo, Sulla costituzione dell'arte medica (De costitutione artis medicae ad Patrophilum). Traduzione consigliata: Galeno, A Patrofilo, Sulla costituzione dell'arte medica, testo e traduzione di Stefania Fortuna (Berlino: Akademie Verlag, 1997).

Metodi didattici

Lezioni frontali sulle tematiche del corso.

Lettura commentata di passi scelti dalle opere di medici e filosofi antichi, che saranno discussi e commentati con gli studenti.

Gli studenti, inoltre, saranno incoraggiati ad approfondire argomenti specifici con ricerche mirate che potranno presentare durante il corso (sia individualmente sia in gruppo).

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova orale consiste in un colloquio che ha lo scopo di valutare le competenze e le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente a partire dai testi in programma. Il raggiungimento da parte dello studente di una visione ampia e sistematica dei temi affrontati a lezione e delle letture indicate in bibliografia, congiunta alla loro rielaborazione critica, e alla padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza (28-30). La conoscenza per lo più mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete (23-27). Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni sufficienti o poco più che sufficienti (18-22). Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici indicati non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Utilizzo di diapositive e materiale multimediale

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Matteo Martelli