73141 - TEORIE E STRUMENTI DELLA MEDIAZIONE DIDATTICA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - conosce e comprende i principali modelli di mediazione didattica con riferimento particolare al ruolo delle educatrici e degli educatori dei servizi per la prima infanzia; - conosce le tipologie dei servizi per l'infanzia ed è in grado di confrontare la loro evoluzione in ambito locale, nazionale, europeo; - conosce i modi di gestire il lavoro di sezione e di plesso e di coordinare il proprio lavoro con quello delle colleghe di sezione, di plesso e con altri operatori; - è capace di costruire progetti di continuità con la scuola dell'infanzia (sezioni ponte/primavera) e con altre agenzie del territorio; - è in grado di utilizzare linguaggi verbali e non verbali per comunicare alle famiglie, ad altri operatori educativi italiani e stranieri le proprie strategie didattiche; - è capace di individuare problemi didattici relativi allo svolgimento della propria professionalità ed a promuovere esperienze di formazione in servizi - conosce le categorie generali della didattica considerata nei diversi campi dell'educazione sociale e culturale extrascolastica; - è capace di interpretare le caratteristiche dei diversi contesti e di ipotizzare strategie didattiche di soluzione dei problemi; - è in grado di riflettere sulle proprie competenze di educatore e di modificare i propri comportamenti e ruoli in contesti sociali e culturali diversi; - conosce le principali tecniche relative al lavoro di gruppo ed al funzionamento dei gruppi di lavoro; - è in grado di svolgere in gruppo discussioni, di elaborare progetti, di costruire strumenti di interpretazione di casi; - è capace di scegliere le strategie di comportamento più adeguate per promuovere la collaborazione tra soggetti/enti diversi, individuando sinergie e punti di incontro.

Programma/Contenuti

  • Individuazione delle principali teorie e fasi di sviluppo della mediazione didattica: dai contesti formali a quelli informali verso i sistemi integrati.
  • Conoscenza delle caratteristiche del sistema dei servizi educativi formali/informali e dei diversi aspetti della progettazione didattica.
  • Elaborazione di analisi complesse sui principali metodi e strumenti della mediazione didattica in relazione a modelli teorici differenti.
  • Presentazione delle linee teoriche interpretative dei nuovi setting formativi.
  • Realizzazione di progetti relativi alla gestione di setting formativi innovativi integrati agli ambienti tradizionali.
  • Sviluppo di autonome riflessioni per favorire le comunicazioni con i diversi professionisti che operano nei contesti educativi, in particolare musei e scuole.

Testi/Bibliografia

Testi obbligatori per gli studenti frequentanti

Bonaiuti G., Calvani A., Ranieri M., Fondamenti di didattica. Teorie e prassi dei dispositivi formativi, Carocci, Roma, 2016, capp. 1,2,4

Panciroli C., Le professionalità educative tra scuola e musei: esperienze e metodi nell'arte, Guerini, 2016, capp. 1,3,4,6

Testi obbligatori per gli studenti non frequentanti

Bonaiuti G., Calvani A., Ranieri M., Fondamenti di didattica. Teorie e prassi dei dispositivi formativi, Carocci, Roma, 2016, capp. 1,2,4

Panciroli C., E-learning e formazione degli insegnanti, Edizioni Junior, Azzano S.Paolo, 2007, capp.1,2,3,4,7,8

Panciroli C., Le professionalità educative tra scuola e musei: esperienze e metodi nell'arte, Guerini, 2016, capp. 1,3,4,6

Metodi didattici

Lezioni in modalità mista (blended learning): lezione frontale con supporto della piattaforma, lavori di gruppo, studio di casi, attività di autoapprendimento https://elearning-cds.unibo.it/

Modalità di verifica dell'apprendimento

Valutazione con prova scritta

Strumenti a supporto della didattica

  • Testi
  • Materiali illustrativi
  • Lavagna luminosa
  • Computer e proiettore video

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Chiara Panciroli