81573 - TEORIE E PRATICHE DEL RESTAURO (1) (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Luca Ciancabilla

  • Crediti formativi 6

  • SSD L-ART/04

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 24/09/2018 al 09/11/2018

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce la teoria del restauro, da quella formulata da Cesare Brandi all’attuale restauro virtuale. In particolare lo studente sviluppa una sensibilità e un senso critico attraverso lo studio approfondito delle caratteristiche delle opere mobili e acquisisce gli strumenti metodologici della disciplina.

Programma/Contenuti

Scopo del corso è fornire agli studenti i lineamenti fondamentali della disciplina attraverso l'indagine delle differenti teorie e pratiche che hanno segnato la storia del restauro e della conservazione dei monumenti e delle opere d'arte dal Rinascimento ai nostri giorni. Le lezioni in aula verteranno all'unisono su un tema decisamente attuale come quello della conservazione e salvaguardia dell'arte contemporanea, con un particolare interesse per l’Urban Art. Da qualche tempo infatti, discipline come il writing e la street art, sono oggetto delle attenzioni degli specialisti del restauro e dei restauratori che con il loro lavoro stanno contribuendo alla formulazione di una teoria appropriata alla conservazione di queste testimonianze dell'arte pittorica contemporanea. A questo proposito verranno presi in esame i fatti che nel 2015 hanno determinato il distacco e successiva musealizzazione di alcune pitture murali contemporanee bolognesi.

Testi/Bibliografia

Istituzionale: A. CONTI, Storia del restauro e della conservazione delle opere d'arte, Milano 1988 o in alternativa M. CIATTI, Appunti per un manuale di storia e di teoria del restauro. Dispense per gli studenti, con la collaborazione di F. Martusciello, Firenze 2009; H. JEDRZEJEWSKA, Principi di restauro, Opus, 1983; L. CIANCABILLA, Per una prima mostra storica degli estrattisti in L’incanto dell’affresco. Capolavori strappati da Pompei a Giotto, da Correggio a Tiepolo, catalogo della mostra, Vol. I, a cura di L. CIANCABILLA, C. SPADONI, Silvane editore, Cinisello Balsamo, 2014, pp. 29-72; C. BRANDI, Teoria del restauro, Einaudi, Torino, 1961 (o edizioni seguenti); L. CIANCABILLA, Il distacco dei graffiti in Street art. Banksy & co. L'arte allo stato urbano, catalogo della mostra, a cura di L. CIANCABILLA, C. OMODEO, Bup, Bologna 2016, pp. 17-25.

Monografico: L. CIANCABILLA, The sight gallery. Salvaguardia e conservazione della pittura murale urbana contemporanea a Bologna, BUP, Bologna, 2015;

un testo a scelta fra: H. ALTHOFER, Il restauro delle opere d'arte moderne e contemporanee, Nardini, Firenze 1991; O. CHIANTORE, A. RAVA, Conservare l’arte contemporanea, Electa, Milano, 2005

Metodi didattici

Il corso si svolgerà tramite l'utilizzo di slides grazie alle quali sarà possibile introdurre gli studenti alla conoscenza visiva di opere ed interventi del passato e del presente in un riferimento e confronto continuo fra la teoria e la prassi, dalle origini ai nostri giorni. In ragione di uno degli scopi del corso, di abituare all'esame visivo diretto di opere d'arte e manufatti artistici, sono da ritenere parte integrante delle trenta ore visite a musei, edifici sacri, collezioni pubbliche e private e a cantieri di restauro.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale per il corso monografico che per la parte istituzionale, anche attraverso l’uso di immagini.

Strumenti a supporto della didattica

 
  • Slides a colori e in bianco e nero
  • Visite a musei e collezioni pubbliche
  • Visite in laboratori di restauro pubblici e privati
  • Visite a cantieri di restauro

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Luca Ciancabilla