78853 - EPIDEMIOLOGIA AMBIENTALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente è in grado di utilizzare strumenti statistici adeguati per lo studio delle relazioni fra lo stato di salute delle popolazioni e le loro modalità di esposizione ad agenti inquinanti. In particolare, lo studente è in grado di: - descrivere e modellare dati geostatistici e dati areali; - effettuare previsioni spaziali degli agenti inquinanti, tipicamente disponibili sotto forma di dati geostatistici; - produrre mappe di mortalità affidabili per cause di morte rare in piccole aree; - studiare la relazione tra qualità dell’ambiente e salute attraverso opportuni modelli di regressione spaziale; - utilizzare pacchetti dedicati all’analisi spaziale implementati nel software statistico R.

Programma/Contenuti

Modulo I

Introduzione all'epidemiologia spaziale. Dati spaziali e loro formato. Mappe di rischi areali, tassi e proporzioni. Cenni sui metodi di standardizzazione.

Modelli statistici per il disease mapping: Binomiale e Poisson. Stima di massima verosimiglianza dei rischi areali. Standardized Mortality Ratio (SMR); proprietà campionarie dell'SMR. Metodi di smoothing per le mappe di rischio: medie locali; massima verosimiglianza pesata, approccio Bayesiano empirico. Misure di associazione spaziale per dati areali: indice di Moran. LAB disease mapping: esercizi con R su gestione dati spaziali; smoothing.

Modelli per dati geostatistici. Processi stocastici spaziali e condizioni di regolarità: stazionarietà e isotropia. Il variogramma e la covarianza spaziale. I modelli teorici di correlazione spaziale: la classe Matern. Cenni sulla stima di massima verosimiglianza di modelli geostatistici. La previsione spaziale. LAB Geostatistica: introduzione ai pacchetti R per l’analisi di dati geostatistici.

Modulo II

Introduzione alla epidemiologia ambientale.

Disegni di studio.

Valutazione della esposizione.

Valutazione degli effetti sanitari.

Relazioni dose risposta.

Revisione critica della letteratura

Casi di studio. In particolare verranno approfonditi gli studi di serie temporali riguardanti gli effetti a breve termine dell’inquinamento ambientale sulla salute.



Testi/Bibliografia

Applied Spatial Statistics for Public Health Data (2004). Lance A. Waller, Carol A. Gotway. Wiley

Model-based Geostatistics (2007). Peter Diggle, Paulo Ribeiro. Springer

Statistical Methods for Environmental Epidemiology with R. A Case Study in Air Pollution and Health (2008). Peng, R. D., Dominici, F.

 

Metodi didattici

Lezioni frontali

Esercitazioni in laboratorio con il software R

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame di Epidemiologia ambientale mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti, relativi alla conoscenza degli strumenti di base per l'analisi delle relazioni fra lo stato di salute delle popolazioni e le loro modalità di esposizione ad agenti inquinanti.

La prova di esame è svolta in laboratorio per entrambi i moduli.

Il voto finale è la media delle valutazioni ricevute nella prova di esame relativa ai due moduli.

Tuttavia, il voto finale del corso potrà essere attribuito solo se sarà stata raggiunta la sufficienza in ciascuno dei due moduli.

Strumenti a supporto della didattica

Slide, lavagna, laptop (analisi dati col software R).

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Massimo Ventrucci

Consulta il sito web di Andrea Ranzi