57802 - DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA

Scheda insegnamento

  • Docente Pietro Manzini

  • Crediti formativi 10

  • SSD IUS/14

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente: - possiede una conoscenza di base del complesso ordinamento europeo, con riferimento sia alla componente comunitaria, sia a quella intergovernativa, che caratterizza il secondo ed il terzo pilastro dell'Unione. - conosce le funzioni svolte, nelle rispettive aree di competenza, dalla Comunità e dall'Unione e i rapporti tra il livello sovranazionale ed i sistemi giuridici degli Stati membri (con particolare attenzione per quello italiano) - conosce e sa utilizzare gli strumenti giuridici della Comunità e dell'Unione nonché la giurisprudenza della Corte di Giustizia e del Tribunale di primo grado. - conosce il funzionamento del mercato interno, ed in particolare il regime applicabile alla libera circolazione di merci, persone e servizi.

Contenuti

L'ESAME DI DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA PRESUPPONE LA CAPACITA' DI ANALIZZARE QUESTIONI GIURIDICHE COMPLESSE RELATIVE, OLTRE CHE ALLE ISTITUZIONI POLITICHE DELL'UNIONE,ANCHE AI RAPPORTI TRA ORDINAMENTI E ALLE DINAMICHE PROCESSUALI DELLA CORTE DI GIUSTIZIA.

Il corso intende coprire in maniera equilibrata tutti i temi più significativi del diritto dell'Unione europea, tenendo conto degli sviluppi più recenti. Verrà anzitutto esaminato il profilo istituzionale dell'Unione, in particolare per quanto riguarda le funzioni di orientamento politico e legislativo. Si analizzerà poi la funzione giudiziaria attraverso l'analisi della composizione e dei poteri della Corte di giustizia. In questo quadro verrà esaminata la tutela europea di taluni diritti fondamentali consacrati nella Carta dei Diritti UE, facendo riferimento agli aspetti sostanziali e processuali.

Testi/Bibliografia

  STUDENTI ISCRITTI ALLA SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE:

Per la parte generale: R. Adam, A. Tizzano, Lineamenti di Diritto dell'Unione Europea, Giappichelli, 2016.

Per la parte materiale: G. Strozzi, Diritto dell’Unione europea – Parte speciale, Giappichelli, 2017 oppure, in alternativa, L. Daniele, Diritto del mercato unico europeo e dello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, Giuffrè, 2016.

                                        *      *       *

STUDENTI ISCRITTI ALLA SCUOLA DI GIURISPRUDENZA 

Per la parte generale: R. Adam, A. Tizzano, Lineamenti di Diritto dell'Unione Europea, Giappichelli, 2016.

Per la parte materiale: P. Manzini - A. Lollini; Diritti fondamentali in Europa, IL mulino 2015.

 

Studenti di Giurisprudenza frequentanti.

Sono studenti frequentanti coloro che hanno apposto almeno 5 firme di frequenza nei giorni di raccolta individuati dal docente. 

Gli studenti frequentanti possono non presentare all'esame le seguenti parti del programma: 

- Testo: Adam - Tizzano:

Parte Seconda, capp. II e VI

Parte Terza, cap. IV, parr. 7-11;

Testo: Manzini-Lollini:

capp. VI, VII, X e XI. 

 

Studenti di ritorno da programma ERASMUS o altro programma internazionale che necessitano di integrazione da 3 CFU

Testo: Manzini-Lollini (v. sopra, completo) 

 

Metodi didattici

Lezione frontale e discussione in classe della materia, con metodo casistico. 

La frequentazione del corso è vivamente consigliata in quanto consente un apprendimento più approfondito e completo della materia. La frequentazione consente pertanto la riduzione del materiale di studio, come sopra precisata.

Sono considerati frequentanti gli studenti che, al termine del corso, risultano aver ottenuto almeno 5 firme raccolte dal docente in giorni scelti stocasticamente. 

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'apprendimento sarà verificato costantemente mediante discussioni e dibattiti in aula. L'esame finale consisterà in una interrogazione orale sul programma. Il colloquio verterà sulle tematiche attinenti a quelle indicate nella sezione “Programma e contenuti”. Ai fini della preparazione gli studenti frequentanti e non frequentanti possono fare riferimento ai libri di testo adottati. Non esiste materiale integrativo ai fini dell'esame (slides, sentenze, articoli, ecc.).

Il corso si tiene nel primo semestre e pertanto coloro che maturano l'attestazione di frequenza nell'A.A. corrente potranno sostenere l'esame a partire dal mese di gennaio.

Strumenti a supporto della didattica

Le lezioni sono tenute dal docente mediante il supporto di power point. 

Le slides del docente non saranno però rese disposnibili perchè la preparazione dell'esame va effettuata sui testi consigliati e sugli appunti presi direttamnte a lezione.  

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Pietro Manzini