73347 - LABORATORIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER L'EDUCATORE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA I (G.A)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del laboratorio lo studente: - è capace di muoversi autonomamente nell'applicare le tecniche specifiche apprese in modo autonomo o all'interno di progettazioni organizzate dalle istituzioni; - sa confrontarsi con altri soggetti sulle modalità d'uso e di documentazione delle tecniche apprese; - sa collocare il sapere specifico appreso in differenti tipologie di servizio; - sa valutare i limiti e i pregi delle strumentazioni tecniche apprese; - sa trasferire le tecnologie apprese in contesti differenziati apportandovi modificazioni e integrazioni personali.

Contenuti

La profonda trasformazione sociale, avvenuta negli ultimi vent’anni, sollecita chi lavora in ambito educativo ad interrogarsi in merito al ruolo, alle forme e ai contenuti del proprio lavoro. La semplice coesistenza di aspetti culturali diversi e di individui che ne sono portatori non implica, automaticamente, “relazione” ed è quindi necessario cercare modalità più adeguate alla elaborazione di un modello pedagogico rivolto all’inclusione, intesa come “relazione senza sradicamento”.

Fare “educazione interculturale” significa riconoscere ai contesti educativi che accolgono l’infanzia e le loro famiglie un ruolo particolarmente importante nel favorire la relazione, il dialogo e la costruzione di “zone di reciproca comprensione”.

Lavorare in un’ottica interculturale al Nido, richiede di “saper tradurre” in pratiche e gesti quotidiani, le finalità principali dell’interculturalità: conoscenza e valorizzazione del sé e dell’altro, ascolto e dialogo, cooperazione, reciprocità, gestione del conflitto.

Testi/Bibliografia

G. Favaro, I bambini migranti, Giunti, Firenze, 2001

I. Bolognesi; A. Di Rienzo, S. Lorenzini, A. Pileri, Di Cultura in culture. Esperienze e percorsi interculturali nei nidi d’infanzia, Franco Angeli, Milano,2006

C. Silva, Intercultura e cura educativa nel Nido e nella scuola dell’infanzia, Junior, Milano, 2011

Metodi didattici

Nel laboratorio si privilegeranno metodologie attive con particolare riferimento ai seguenti approcci: narrativo, autobiografico, cooperativo. Attraverso la proposta di lavori individuali, di coppia e di piccolo gruppo:

  • si raccoglieranno i saperi e le esperienze pratiche degli studenti;
  • si solleciterà con tecniche diverse un confronto sui bisogni reali e/o percepiti nei contesti educativi e si “ri-cercherà” il senso delle scelte;
  • si orienterà il gruppo a “sintesi” e“riflessioni”, se possibili, comuni e condivise.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Produzione di un ipotesi di percorso educativo, concordato dal terzo incontro di laboratorio con la docente. L'elaborazione può essere   individuale e/o di piccolo gruppo.

Strumenti a supporto della didattica

Filmati, documentazioni cartacee, visita eventuale a nidi con utenza multiculturale, testimonianza di un'educatrice.  

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Adriana Di Rienzo