75834 - STORIA DELLA FILOSOFIA UMANISTICA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Attraverso testi e autori giudicati emblematici, il corso si propone l'acquisizione di conoscenze di base in ordine alla filosofia tra la seconda metà del XIV secolo e la fine del Cinquecento. Gli studenti saranno guidati a riconoscere i principali motivi dell'umanesimo italiano e a cogliere relazioni e intersezioni tra pensiero speculativo, filologia e teoria delle arti. Tra gli obiettivi del corso, quello di mettere gli studenti nella condizione di padroneggiare il lessico (latino e italiano) della filosofia umanistica e di muoversi tra le principali interpretazioni storiografiche in ordine ai movimenti rinascimentali.

Contenuti

               Vedere - conoscere - mostrare l’invisibile
                 Tra Nicola Cusano e Leonardo da Vinci

              Programma da 12 cfu e Programma da 6 cfu 

 

Programma da 12 cfu
L in Lettere e Laurea in Filosofia curriculum 1
Il corso analizza una svolta decisiva del pensiero umanistico. All’idealismo di ascendenza platonica e alle concezioni astrattive di matrice aristotelica e scolastica, si affianca e talora si sostituisce una concezione produttiva della conoscenza fondata sul potere della mente umana di concepire enti e forme mentali (o razionali) come modelli e criteri di rappresentazione, misurazione e interpretazione della realtà, tanto di quella ideale quanto di quella sensibile.
Una concezione, questa, che nasce da un confronto serrato tra una filosofia che cerca di rinnovarsi rispetto alla tradizione medievale, una teoria delle arti che si afferma con la precisa intenzione di emancipare la produzione artistica da un’intenzione mimetica e riproduttiva, e una matematica che individua nella propria dimensione simbolica un’alternativa rispetto all’idealismo e all’astrazionismo.

Punti centrali in questa riflessione saranno:

- Cusano: mente e ragione; le immagini mentali nel De mente e nel De sapientia; numero e visione dell’infinito nel De filiazione dei

- l’invenzione della prospettiva centrale tra Brunelleschi, Alberti, Piero della Francesca: la terza dimensione sul piano, il “punto all’infinito”

- Leonardo: l’ombra più potente della luce, l’effigie dell’idea, l’ingegno oltre l’intelletto e la sensibilità

 

Programma da 6 cfu CdL in Filosofia curriculum "contesti e applicazioni"
c.i. 
Il corso analizza una svolta decisiva del pensiero umanistico destinata a esiti significativi nel pensiero contemporaneo: l'affermarsi di una concezione produttiva della conoscenza fondata sul potere della mente umana di concepire enti e forme mentali (o razionali) come modelli e criteri di rappresentazione, misurazione e interpretazione della realtà, tanto di quella ideale quanto di quella sensibile.
Una concezione, questa, che nasce da un confronto serrato tra filosofia, teoria delle arti e una matematica che individua nella propria dimensione simbolica un’alternativa rispetto all’idealismo e all’astrazionismo.

Punti centrali in questa riflessione saranno:
- Cusano: mente e ragione; numero e visione dell’infinito nel De filiazione dei
- l’invenzione della prospettiva centrale tra Brunelleschi, Alberti, Piero della Francesca: la terza dimensione sul piano, il “punto all’infinito”
- Leonardo: l’ombra più potente della luce, l’effigie dell’idea


Testi/Bibliografia

Programma da 12 cfu

Tutti gli studenti sono tenuti
a) alla conoscenza delle seguenti opere:- Nicola Cusano, La sapienza, oppure La mente, in Opere filosofiche, teologiche e matematiche, Torino, Bompiani, 2017, pp. 787-845; pp849-975
- Nicola Cusano, La filiazione di Dio, in Opere filosofiche, teologiche e matematiche, Torino, Bompiani, 2017, pp. 576-615
- Leonardo: Trattato della Pittura,Roma, Unione Cooperativa Editrice,1890 (qualunque edizione e/o ristampa successiva; accessibile anche on-line) Parte Prima
- Leonardo, Scritti scelti. Frammenti letterari e filosofici, a cura di L. Solmi, Firenze, Giunti, 2006

b)
alla lettura di due tra i seguenti saggi
-E. Panofsky, La prospettiva come forma simbolica, tr. it. di E. Filippini con uno scritto di M. Dalai Emiliani, Milano, Abscondita, 2007 (o diverse edizioni)
- C. Flasch, Niccolò Cusano nel suo tempo, Pisa, ETS, 2004 (accessibile anche on-line)
- M. Kemp, Immagine e verità. Per una storia dei rapporti tra scienza e arte, Milano, Il Saggiatore, 1999

c) alla lettura di uno dei seguenti studi (tre per gli studenti non-frequentanto
- K. Flasch, Niccolò Cusano. Lezioni introduttive a un’analisi genetica del suo pensiero, Torino, Aragno, 2010 (pp. 1-197, 277-319; 429-495)
- G. Cuozzo, Raffigurare l’invisibile. Cusano e l’arte del tempo, Milano, Mimesis, 2012
- M. Kemp, Leonardo nella mente del genio, Torino, Einaudi, 2004
- C. Pedretti, L’anatomia di Leonardo da Vinci fra Mondino e Berengario, Firenze, Cartei e Becagli, 2005
- A. Angelini, Matematica e immaginazione nel Rinascimento, Milano, Editrice Bibliografica, 2001

d) tutti gli studenti sono tenuti alla conoscenza della storia della filosofia dei secoli XV e XVI da acquisire su un manuale

fu
- Nicola Cusano, La filiazione di Dio, in Opere filosofiche, teologiche e matematiche, Torino, Bompiani, 2017, pp. 576-615
- Leonardo: Trattato della Pittura,Roma, Unione Cooperativa Editrice,1890 (qualunque edizione e/o ristampa successiva; accessibile anche on-line) Parte Prima

b) alla lettura di due dei seguenti studi:
- E. Panofsky, La prospettiva come forma simbolica, tr. it. di E. Filippini con uno scritto di M. Dalai Emiliani, Milano, Abscondita, 2007 (o diverse edizioni)
- M. Kemp, Immagine e verità. Per una storia dei rapporti tra scienza e arte, Milano, Il Saggiatore, 1999

c) inoltre, un testo a scelta (due per i non frequentanti) tra:
- K. Flasch, Niccolò Cusano. Lezioni introduttive a un’analisi genetica del suo pensiero, Torino, Aragno, 2010 (pp. 1-197, 277-319; 429-495)
- G. Cuozzo, Raffigurare l’invisibile. Cusano e l’arte del tempo, Milano, Mimesis, 2012
- M. Kemp, Leonardo nella mente del genio, Torino, Einaudi, 2004
- C. Pedretti, L’anatomia di Leonardo da Vinci fra Mondino e Berengario, Firenze, Cartei e Becagli, 2005
- A. Angelini, Matematica e immaginazione nel Rinascimento, Milano, Editrice Bibliografica, 2001

d) tutti gli studenti sono tenuti alla conoscenza della storia della filosofia dei secoli XV e XVI da acquisire su un manuale

Metodi didattici

I nuclei tematici principali, contenuti nei testi di Cusano e Leonardo saranno analizzati e commentati a lezione. Gli studenti sono tenuti a procurarsi i testi prima dell'inizio del corso.
Le sintesi delle lezioni saranno periodicamente caricate in Alma Digital Library.
Gli studenti frequentanti sono tenuti a iscriversi alla lista di distribuzione, identificativo annarita.angelini.umanesimo, password: umanesimo.
Si raccomanda di controllare recolarmente la pagina web della docente sulla quale saranno riportate informazioni ed eventuali avvisi utili ai frequentanti.
Gli studenti frequentanti possono sostituire in parte i testi indicati con programmi personalizzati che andranno concordati con la docente entro la fine del corso.

Modalità di verifica dell'apprendimento

.Esame orale. Si raccomanda di avere con sé i testi in sede di esame. La prova verte principalmente sull'analisi e l'interpretazione critica delle fonti.
Gli studenti che hanno frequentato le lezioni potranno concordare lavori individualizzati (scritti o orali) su autori e tematiche relative al corso.

Criteri di verifica e soglie di valutazione:

30 e lode - prova eccellente: pienamente acquisite e ottima articolazione critica ed espressiva.

30 - prova ottima: conoscenze complete, ben articolate ed espresse correttamente, non prive spunti critici.

27-29 -prova buona: conoscenze esaurienti e adeguatamente contestualizzate, esposizione corretta.

24-26 - prova discreta, conoscenze essenziali acquisite, ma non esaurienti e non sempre articolate in maniera corretta.

21-23 - prova sufficiente, conoscenze presenti anche se superficiali ed ellittiche; esposizione e articolazione lacunose e spesso non appropriate.

18-21- prova appena sufficiente, conoscenze presenti ma superficiali e decontestualizzate. L'esposizione presenta lacune anche rilevanti.

Esame non superato - Lo studente è invitato a presentarsi a un successivo appello quando le conoscenze essenziali non risultano acquisite e manca la comprensione del contesto storico-filosofico entro il quale sono collocate

Strumenti a supporto della didattica

Il testo di Pico indicati in bibliografia è strumento essenziale per potere partecipare attivamente alle lezioni. Si consiglia quindi di entrare in possesso del testo prima dell'inizio delle lezionidel corso.
A conclusione di ogni "capitolo" del corso (ogni 3-6 lezioni) verranno sintetizzati e schematizzati gli argomenti e le questioni affrontate attraverso brevi presentazioni, depositate in AlmaDigital Library e accessibili on-line previa iscrizione alla Lista di distribuzione annarita.angelini.umanesimo, password:umanesimo

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Annarita Angelini