12986 - NUMISMATICA (1)

Scheda insegnamento

  • Docente Anna Morelli

  • Crediti formativi 6

  • SSD L-ANT/04

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea in Lettere (cod. 8850)

    Valido anche per Laurea in Storia (cod. 0962)

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente sa utilizzare le molteplici notizie fornite dalla fonte numismatica, inquadrandola correttamente nella lettura storica del territorio e nell'interpretazione del contesto archeologico. Possiede le basi critiche per la lettura dell'iconografia monetale come fonte primaria relativa a fenomeni politici, religiosi ed artistici. Sa applicare le metodiche di identificazione, di datazione dei materiali e di informatizzazione dei dati relativi; possiede competenze relative alla realizzazione di censimenti di dati, alla loro organizzazione e interpretazione e alla creazione di repertori e database.

Contenuti

Il corso si propone di tracciare le linee fondamentali della storia della moneta nel mondo greco e romano, ponendo particolare attenzione agli aspetti iconografici che caratterizzano il documento monetale nei diversi periodi storici. Alcune lezioni saranno dedicate alla catalogazione di monete romane di epoca repubblicana e imperiale, utilizzando esemplari autentici.

Durante il corso saranno trattati i seguenti argomenti:

  • Definizione della disciplina e dei materiali di cui si occupa. 
  • La moneta nel mondo antico: caratteristiche e funzioni.
  • Lineamenti di numismatica greca e romana.
  • Approfondimento: "La monetazione romana nell'età delle guerre civili".

Testi/Bibliografia

Testi obbligatori per la preparazione dell'esame

Studenti frequentanti:

Manuale

  • F. Barello, Archeologia della moneta. Produzione e utilizzo nell'antichità, Roma, 2006.

Articoli

  • R. Laignoux, Frapper monnaie entre 49 et 31 av. J.-C. : les guerres civiles romaines comme laboratoire d’unification monétaire, in J. Dubouloz, S. Pittia, G. Sabatini (dir.), L’imperium romanum en perspective. Les savoirs d’empire dans la République romaine et leur héritage dans l’Europe médiévale et moderne, Besançon, 2014, pp. 147-169. [per una lettura alternativa, contattare la docente tramite email]
  • R. Mangiameli, La competizione propagandistica dei viri militares negli anni del II triumvirato tra storiografia e numismatica, in T.M. Lucchelli, F. Rohr Vio (a cura di), VIRI MILITARES. Rappresentazione e propaganda tra Repubblica e Principato, Trieste, 2015, pp. 115-129 (URI: http://hdl.handle.net/10077/10840).
  • A.L. Morelli, Fulvia, icona di vittoria nella monetazione di Marco Antonio: le emissioni di quinari RRC 489/5-6, in S. Magnani (a cura di), Domi forisque. Omaggio a Giovanni Brizzi, Bologna, 2018, pp. 221-232.

Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere alla bibliografia indicata sopra il seguente testo:

  • F. Rohr Vio, Publio Ventidio tra Ottaviano e Antonio ne prodromi del II triumvirato: la celebrazione di un intervento di mediazione politica nel denarius di Basso, in "Rivista Italiana di Numismatica", 109, 2008, pp. 199-234.

Tutto il materiale bibliografico è disponibile presso la Biblioteca della Sezione di Storia Antica del Dipartimento di Storia Culture Civiltà (Bologna, via Zamboni 38, 4° piano).

Metodi didattici

  • Lezioni frontali.
  • Esame autoptico di materiali di epoca romana.
  • Esercitazioni di lettura, identificazione e catalogazione dei materiali.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame finale consiste in un colloquio orale sui contenuti del programma e dei materiali bibliografici indicati sopra, in cui si tenderà ad accertare le capacità critiche e metodologiche maturate durante il corso.

Sarà dunque richiesta una visione organica dei temi affrontati a lezione e specificati nel programma, all'interno dei quali gli studenti dovranno effettuare collegamenti, mostrando capacità di analisi ed interpretazione dei dati acquisiti.

  • Sarà valutata con voti di eccellenza la proprietà del linguaggio tecnico e la capacità di utilizzare la documentazione numismatica come fonte per la ricostruzione storica.
  • Una conoscenza mnemonica della materia, unitamente alla capacità di esporre gli argomenti in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porterà ad una valutazione discreta.
  • La conoscenza superficiale degli argomenti e della bibliografia indicata nel programma, combinata ad una scarsa capacità di comprensione ed analisi degli argomenti trattati durante il corso, porterà ad una valutazione appena sufficiente o poco più.
  • Lacune formative, linguaggio inappropriato e conoscenza parziale e inadeguata dei materiali bibliografici porteranno a valutazione negative (candidato respinto).

Non saranno ammessi al colloquio orale gli studenti che si presenteranno all'appello d'esame senza avere preparato tutto il materiale bibliografico indicato nel programma.

Strumenti a supporto della didattica

  • Lezioni frontali con presentazioni PowerPoint.
  • Attività pratiche di esercitazione su materiali numismatici di epoca romana.
  • Utilizzo di repertori bibliografici e di risorse elettroniche per lo studio della Numismatica.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Anna Morelli