00223 - DIRITTO COSTITUZIONALE ITALIANO E COMPARATO

Scheda insegnamento

  • Docente Lucio Pegoraro

  • Crediti formativi 10

  • SSD IUS/21

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 24/09/2018 al 12/12/2018

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - conosce i fondamenti della comparazione giuridica - conosce le principali nozioni in tema di fonti del diritto di ordinamenti stranieri, imparando a collegarne le dinamiche alle forme di governo - si orienta tra le classificazioni e i modelli delle "forme di stato" e delle "forme di governo", cogliendo la loro evoluzione - sa ricostruire e ordinare, anche alla luce della giurisprudenza costituzionale, le regole relative al riparto di competenze negli stati regionali e federali - conosce i principali modelli di giustizia costituzionale, legando il ruolo di quest'ultima tanto alla forma di governo quanto alla tutela dei diritti. - conosce nozioni su problematiche attuali in materia di diritti (libertà di associazione e partiti antisistema; diritti umani e stati d'emergenza) - conosce le disposizioni della Costituzione italiana rilevanti per le relazioni internazionali, avendone approfondito gli aspetti più problematici.

Programma/Contenuti

Parte generale

1. Scienza e metodo del diritto comparato. 2. Costituzioni e costituzionalismo. 3. Le fonti del diritto. 4. Famiglie giuridiche, forme di Stato, tipo di Stato. 5. Forme di governo. 6. Gli organi costituzionali. 7. Giustizia costituzionale e garanzie costituzionali. 8. Le libertà.

Parte speciale

Tematiche specifiche (metodo comparativo, decentramento territoriale, forme di governo, giustizia costituzionale, revisione costituzionale, minoranze e identità rom, India, Africa australe).

Testi/Bibliografia

Parte generale

L. Pegoraro, A. Rinella, Sistemi costituzionali comparati, Giappichelli, Torino, 2017

Parte speciale

Lettura di uno dei seguenti testi a scelta dello studente:

G. Tusseau, Modelli di giustizia costituzionale. Saggio di critica metodologica, B.U.P., Bologna, 2009

A.-G. Gagnon, Oltre la “nazione unificatrice” (in difesa del federalismo multinazionale), B.U.P., Bologna, 2008

S. Baldin, Le minoranze rom fra esclusione sociale e debole riconoscimento giuridico, B.U.P., Bologna, 2013

S. Ragone, I controlli giurisdizionali sulle revisioni costituzionali, B.U.P., Bologna, 2011

S. Bagni, Giustizia costituzionale comparata. Proposte classificatorie a confronto, B.U.P., Bologna, 2014

D. Amirante, Lo Stato multiculturale. Contributo alla teoria dello Stato dalla prospettiva dell’Unione indiana, B.U.P., Bologna, 2014

M. Nicolini, L’altraLaw of the Land. La famiglia giuridica “mista” dell’Africa australe, B.U.P., Bologna, 2016

Per la preparazione dell'esame

Per il test scritto, gli items che comporranno il test saranno tratti dal volume di L. Pegoraro, Diritto pubblico e sistemi costituzionali comparati. Itinerari di apprendimento e di verifica, Giappichelli, Torino, 2018. La prova scritta verterà sui quesiti ivi contenuti.

Metodi didattici

Il corso si svolgerà con lezioni normali e con dibattiti settimanali svolti sulla base di relazioni di studenti. Saranno valorizzati interventi di docenti esterni, soprattutto stranieri.

La frequenza ai seminari, le relazioni e gli interventi nei dibattiti saranno riconosciuti in sede di esame, secondo le modalità indicate dal docente a lezione.

Saranno raccolte alle lezioni e ai seminari le firme degli studenti frequentanti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Studenti non frequentanti:

L'esame di profitto consisterà in una prova scritta il cui superamento condizionerà l'ammissione alla prova orale. La prova di ammissione consisterà in un test a risposte multiple, predisposto dal docente e da questi corretto sulla base di risposte predefinite. Il test ha per oggetto la sola parte generale.

La correzione seguirà immediatamente il test, dopo di che si passerà seduta stante alla prova orale per gli studenti che hanno superato il test.

La prova orale verterà sul testo adottato per la parte generale e sul testo scelto dallo studente per la parte speciale.

Studenti frequentanti

Verso metà corso, gli studenti frequentanti che lo desiderano potranno svolgere un breve tema per iscritto sul libro prescelto relativo alla parte speciale, che sostituirà la corrispondente parte speciale dell'esame finale. Della valutazione positiva sarà tenuto conto ai fini del punteggio dell'esame finale. Pertanto, restando ferme le modalità di svolgimento dell'esame sopra indicate (test) la prova orale non riguarderà la parte speciale qualora lo studente abbia svolto il tema scritto con esito positivo.

Inoltre, al voto saranno sommate le valutazioni positive dovute alla partecipazione alle attività sopra indicate (seminari, relazioni, interventi).

Studenti Erasmus e stranieri

Il programma per gli studenti Erasmus e stranieri è lo stesso degli studenti italiani, salvo particolari adattamenti concordati col docente relativi alla parte speciale.

Gli studenti Erasmus e stranieri sono esentati, a richiesta, dal test scritto.

Strumenti a supporto della didattica

Il corso si svolgerà con lezioni, seminari e dibattiti settimanali svolti sulla base di relazioni di studenti.

Saranno valorizzati interventi di docenti esterni, soprattutto stranieri

Link ad altre eventuali informazioni

http://www.dsps.unibo.it/it/servizi-e-strutture/centri-di-ricerca/centro-di-studi-sullamerica-latina

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Lucio Pegoraro