00675 - MATEMATICA FINANZIARIA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente conosce i fondamenti della matematica finanziaria. In particolare, lo studente è in grado di: - possedere gli elementi per il calcolo finanziario di base; - valutare le operazioni finanziarie comuni in condizioni di certezza e nei casi più semplici di incertezza

Programma/Contenuti

Regimi finanziari. Leggi finanziarie di capitalizzazione e di attualizzazione, montante e valore attuale, interesse e sconto. Regime dell'interesse semplice. Capitalizzazione degli interessi e regime dell'interesse composto. Tassi equivalenti. Tassi annui nominali ed effettivi. Capitalizzazione continua. Regime esponenziale.

Rendite e ammortamenti. Rendite posticipate e anticipate. Valore attuale e montante delle rendite periodiche a rata costante. Rendite illimitate. Attualizzazione di flussi di cassa continui. Ammortamento italiano, ammortamento francese. Debito residuo, piano di ammortamento. Ammortamenti a tasso variabile. Cenni su altri tipi di ammortamento.

Valutazione di operazioni finanziarie in condizioni di certezza. Criteri di valutazione e scelta. Risultato economico attualizzato (REA) e tasso interno (TIR): definizioni, proprietà e significato finanziario. TAEG e TAN.

Valutazione dei titoli obbligazionari e curva dei rendimenti. Struttura per scadenza dei tassi di interesse. Tassi a pronti e tassi a termine. Rendimento a scadenza. Durata media finanziaria.

Cenni alla valutazione di investimenti rischiosi e alla Teoria del Portafoglio. Scelte in condizioni di incertezza, valore atteso, utilità attesa, dominanza stocastica. Il criterio media-varianza. Rischio e volatilità. Value at Risk. Modello di Selezione del Portafoglio di Markowitz. Modelli a indice singolo. Capital Asset Pricing Model (CAPM).

Testi/Bibliografia

Testi adottati:

Giacomo Scandolo, Matematica Finanziaria. AMON Edizioni, 2013.
Giacomo Scandolo, Matematica Finanziaria. Esercizi svolti. AMON Edizioni, 2013.


Altri utili testi:

Riccardo Cesari. Introduzione alla Finanza Matematica - Concetti di base, tassi, obbligazioni (2 Ed.), McGraw-Hill, 2012;

Riccardo Cesari. Introduzione alla Finanza Matematica – Mercati Azionari, Rischi e Portafogli (2 Ed.), McGraw-Hill, 2012;

D.G. Luenberger. Introduzione alla matematica finanziaria. Apogeo - Maggioli Editore, 2015.

Metodi didattici

Lezione frontale. Durante le lezioni ogni argomento verrà puntualmente illustrato attraverso esempi ed esercizi svolti. Ulteriori esempi ed esercizi verranno proposti durante le esercitazioni. Gli esercizi e problemi presentati durante il corso sono essenziali per la comprensione di tutti i punti del programma.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Prova scritta della durata di due ore.

Gli esercizi della prova scritta richiedono la capacità di inquadrare e formulare in modo appropriato il problema finanziario in oggetto e di applicare correttamente ed efficacemente le tecniche finanziarie di base e le tecniche più avanzate apprese durante il corso.

La prova scritta consiste di un certo numero di brevi esercizi e problemi su concetti e calcoli finanziari di base, nonchè di uno o due problemi di riepilogo più articolati, che possono spaziare su diverse parti del programma ed includono quesiti con differenti livelli di difficoltà.

La prova scritta della prima sessione d'esame dovrà essere sostenuta in due distinte prove parziali, ciascuna delle quali influirà per il 50% del voto finale.

Durante le prove d'esame, gli studenti potranno utilizzare una calcolatrice scientifica tascabile, ma non potranno utilizzare libri di testo nè altro materiale didattico. Computer portatili, tablet, smartphone e simili dovranno restare spenti.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Roberto Dieci

Consulta il sito web di Marco Antonio Boschetti