02529 - ECONOMIA AZIENDALE

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Obiettivo del corso è l’apprendimento di conoscenze di base della disciplina Economico-Aziendale, con riferimento ai diversi concetti di azienda e ai suoi equilibri generali di funzionamento. In particolare, l’obiettivo finale è: - l’analisi delle principali funzioni aziendali e dell'equilibrio reddituale, patrimoniale e finanziario; - l'apprendimento di competenze ragionieristiche rivolte alle determinazioni quantitative, valutazione, analisi e utilizzo di dati, anche con riferimento alla normativa vigente.

Programma/Contenuti

Parte I
1. Le persone, l'attività economica, l'economia aziendale
L'attività economica, le persone e i gruppi di persone, l'economia aziendale.

2. Gli istituti, le aziende, la specializzazione economica
Gli istituti, le aziende ordine economico degli istituti, la specializzazione economica.

3. Le combinazioni economiche
Il sistema delle combinazioni economiche, l'articolazione delle combinazioni economiche delle aziende non profit.

4. Gli assetti istituzionali
Un modello generale, i sistemi di interessi convergenti negli istituti, l'integrazione dei contributi: il soggetto economico ed il soggetto giuridico.

5. L'equilibrio dinamico

L'equilibrio dinamico delle imprese e delle aziende non-profit.

6. La valutazione dell'economicità e la rilevazione
Il capitale economico: il valore economico del patrimonio. Il modello del bilancio di esercizio. I sistemi di rilevazione d'azienda.

Parte II
1. L'amministrazione e le rilevazioni quantitative d'impresa

L'amministrazione dell'impresa e la sua articolazione per classi di operazioni. I circuiti gestionali.

2. Le rilevazioni quantitative, le rilevazioni contabili, il metodo e il sistema contabile
Le rilevazioni quantitative d'impresa. Le rilevazioni contabili. Il metodo e il sistema contabile. La rilevazione: proposizioni generali.

3. Il metodo e gli strumenti di rilevazione contabile
Il metodo di rilevazione. Il metodo della partita doppia: principi e corollari. Gli strumenti di rilevazione sistematica. La nozione e gli obiettivi della contabilità generale.

4. Il sistema del reddito nelle aziende di produzione
Il reddito totale d'impresa. Il reddito di esercizio. I caratteri del reddito e la relazione tra reddito e capitale. Il patrimonio numerario. La teorica del sistema del reddito: il fine del sistema; l'oggetto delle scritture; gli aspetti di analisi del fenomeno oggetto di rilevazione. Il metodo contabile e il sistema del reddito nelle aziende di produzione.

5. Il reddito di esercizio e il capitale di funzionamento
Il reddito di esercizio economico-aziendale: concetto e elementi essenziali. Le proprietà del reddito di esercizio economico-aziendale. I principi di determinazione del reddito di esercizio economico-aziendale. I tipici componenti del reddito di esercizio. I principi di determinazione del capitale di funzionamento.

6. I collegamenti contabilità- bilancio ai fini civilistici e gestionali:

. la rappresentazione dei valori a livello patrimoniale;

. la rappresentazione a livello reddituale


Testi/Bibliografia

-  L. Marchi (a cura di), 2010, Contabilità d'impresa e valori di bilancio, IV edizione, Giappichelli Editore, Torino.    -  M.G. Baldarelli, P. Berlini, N. Carlini Cuttin, L. Semprini, S. Vignini, 2016, Manuale di ragioneria, Maggioli Editore, Rimini.
Ulteriori testi consigliati:S. Vignini, 2003, Il controllo di gestione nelle ODV. Alcuni elementi per il controllo dell'efficacia, Clueb, Bologna.
Materiale integrativo fornito durante il periodo di svolgimento delle lezioni.

Metodi didattici

Lezioni frontali per un complessivo di 12 crediti formativi.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova d'esame mira a verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

· conoscenza approfondita degli strumenti aziendali presentati durante le lezioni frontali

· capacità di impiegare tali strumenti per analizzare i fenomeni economico-aziendali

La prova d'esame è svolta in forma scritta e prevede una valutazione in trentesimi. Oltre a rispondere ad una domanda che verte sul metodo (nel linguaggio comune “domande di teoria”), gli studenti dovranno svolgere esercizi in cui dimostrano di saper applicare gli strumenti acquisiti per analizzare la situazione di un'impresa.

Durante la prova non è ammesso l'uso di materiale di supporto quale libri di testo o appunti.

Per sostenere la prova d'esame è necessaria l'iscrizione tramite bacheca elettronica, nel rispetto inderogabile delle scadenze previste. Coloro che non riuscissero ad iscriversi entro la data prevista, sono tenuti a comunicare tempestivamente (e comunque prima della chiusura ufficiale delle liste di iscrizione) il problema alla segreteria didattica. Sarà facoltà del docente ammetterli a sostenere la prova.

La verbalizzazione della valutazione conseguita avviene nella data fissata ed indicata in Almaesami. E' possibile prendere visione del compito e chiedere chiarimenti in occasione della data di verbalizzazione immediatamente successiva all'appello in cui si è sostenuto l'esame. La possibilità di utilizzare orari alternativi di ricevimento per prendere visione del compito è riservata a casi eccezionali, con una valida motivazione. La verbalizzazione può avvenire in assenza dello studente.

Gli studenti laureandi che superano l'esame e necessitano di verbalizzare il voto in anticipo rispetto alla data prevista, sono invitati a comunicarlo al docente mediante un messaggio di posta elettronica da inviare subito dopo aver sostenuto la prova.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Stefania Vignini