00224 - DIRITTO DEL LAVORO

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Lavoro dignitoso e crescita economica

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso ha l'obiettivo di illustrare le nozioni fondamentali della disciplina del rapporto individuale di lavoro, alla luce dei principi costituzionali e delle recenti e significative modifiche legislative cha hanno interessato la materia. Al termine del corso lo studente conosce le principali forme di tutela in materia di rapporto individuale di lavoro previste dalla legislazione e contrattazione collettiva vigente.

Programma/Contenuti

Distinzione tra lavoro subordinato e lavoro autonomo

Le fonti del diritto del lavoro

L'evoluzione delle relazioni sindacali in Italia

La contrattazione collettiva: contenuti, procedure, soggetti

La disciplina del mercato del lavoro

Il lavoro tramite agenzia

L'oggetto del contratto di lavoro: le mansioni e lo jus variandi

I limiti all'orario di lavoro

Il potere direttivo, disciplinare e di controllo del datore di lavoro

I doveri del lavoratore: diligenza, obbedienza, fedeltà

La retribuzione

La cessazione del rapporto di lavoro: il licenziamento individuale, i licenziamenti collettivi

La tutela dei lavoratori nelle vicende traslative dell'impresa

I contratti di lavoro flessibile

Testi/Bibliografia

Per gli studenti frequentanti la preparazione dell’esame potrà avvenire sul materiale didattico fornito nel sito dedicato e sugli appunti presi a lezione.

Per gli studenti NON frequentanti la preparazione dell’esame dovrà avvenire su entrambi i testi di seguito indicati, con le limitazioni segnalate:

F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro, 1, Il diritto sindacale, Utet, Torino, ultima edizione, 2016, SOLO CAPITOLI 2, 4, 5, 6, 9, 10

E. Ghera, A. Garilli, D. Garofalo, Lineamenti di diritto del lavoro, Giappichelli, Torino, 2018, ESCLUSI CAPITOLI 9 E 10.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale su entrambi i moduli didattici, che non possono essere scissi in momenti di verifica separati fra loro, finalizzato a valutare le conoscenze acquisite dallo studente durante il corso. In particolare, sarà valutato il raggiungimento da parte dello studente di una visione complessiva dell'ordinamento lavoristico italiano e la capacità di esporre in modo sintetico e compiuto le specifiche tematiche, con alcuni spunti di analisi critica e attraverso un linguaggio giuridico adeguato.

L’insegnamento di Diritto del lavoro fa parte del Corso integrato in Diritto del lavoro e Diritto della sicurezza sociale, nel curriculum in Sociologia e ricerca sociale.

Ciascuno dei due Insegnamenti di cui si compone il Corso Integrato ha un proprio programma, un proprio ciclo di lezioni ed una propria prova di esame con una valutazione espressa in trentesimi.

Il voto finale del Corso Integrato è unico, viene verbalizzato dal docente titolare dell’insegnamento di Diritto della sicurezza sociale ed è dato dalla media dei voti ottenuti nelle due singole prove di esame (arrotondata per difetto per frazioni di voto comprese tra 0,1 e 0,4 e arrotondata per eccesso per frazioni di voto comprese tra 0,5 e 0,9).

I voti relativi ai singoli insegnamenti del corso integrato vengono conservati per due anni accademici.

Strumenti a supporto della didattica

Materiale didattico fornito nel sito dedicato

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Anna Montanari

Consulta il sito web di Iacopo Senatori