72879 - SISTEMI IDRAULICI URBANI M

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Con il conseguimento dei crediti formativi, lo studente è in grado di svolgere la progettazione avanzata di sistemi idraulici in ambito urbano, con particolare riguardo agli aspetti ambientali, inclusi gli aspetti costruttivi e di cantiere.

Programma/Contenuti

Prerequisiti/Propedeuticità consigliate

Per seguire l'insegnamento con profitto lo studente deve possedere robuste conoscenze di idraulica e di idrologia ed in particolare il moto delle correnti sia in pressione sia a pelo libero, le misure idro-meteorologiche e l’analisi statistica degli eventi estremi. Tali conoscenze sono acquisite, di norma, superando l'esame di Costruzioni idrauliche M. E’ inoltre necessario saper utilizzare fogli di calcolo e/o macrolinguaggi di programmazione (Matlab o R). Tutte le lezioni, a parte i seminari, saranno tenute in Italiano. È quindi necessaria la comprensione della lingua italiana per seguire con profitto il corso e per poter utilizzare il materiale didattico fornito.

 

Programma

SISTEMI ACQUEDOTTTISTICI

Componenti impiantistiche dei sistemi di distribuzione idrica. Schemi impiantistici di un sistema di distribuzione idrica. Tubazioni: caratteristiche dei materiali, criteri progettuali. Pompe: caratteristiche costruttive, regolazione mediante inverter, criteri di installazione. Organi idraulici: caratteristiche costruttive, modalità di controllo, criteri progettuali.

Modelli numerici di simulazione dei sistemi di distribuzione idrica. Raccolta delle informazioni per la costituzione di un modello. Modelli numerico di moto permanente per la simulazione idraulica su periodo singolo e su periodo esteso. Rappresentazione nel modello degli organi idraulici e delle perdite idriche. Analisi della qualità dell'acqua distribuita mediante simulazione numerica. Progetto ottimale della rete di adduzione e di distribuzione.

Gestione efficiente dei sistemi di distribuzione idrica. Il problema delle perdite idriche: stima, controllo e strategie di riduzione. La distrettualizzazione delle reti: finalità e criteri di progetto. Il controllo della pressione: valvole riduttrici di pressione e applicazioni mini-idro nei sistemi di distribuzione idrica. Qualità dell'acqua distribuita.

La protezione dei sistemi di distribuzione idrica dai transitori di moto vario. Concetti alla base della modellazione numerica dei transitori di moto vario. Organi idraulici di protezione e criteri di dimensionamento.

La regolazione del Servizio Idrico integrato. Il Servizio Idrico integrato. Il metodo tariffario. Piani d'Ambito. Indicatori per la misura della qualità tecnica.

 

SISTEMI FOGNARI 

Generalità: scopo e tipi di rete. Calcolo delle acque reflue: portate medie annue e di punta. Il ciclo idrologico in ambito urbano. Osservazioni pluviometriche e cenni sull'elaborazione statistica dei dati pluviometrici. Curve segnalatrici di possibilità pluviometrica. Calcolo delle portate di origine meteorica: metodo cinematico. Dimensionamento idraulico dei collettori: sezioni tipiche, pendenze e velocità adottabili. Caditoie stradali. Pozzetti di ispezione e manufatti di raccordo. Scaricatori di piena. Vasche di laminazione e di prima pioggia. Modellazione numerica delle reti fognarie in condizioni di moto vario. Tecniche di riabilitazione e ispezione dei collettori. Smaltimento delle acque dagli edifici. Gestione sostenibile delle acque meteoriche (SUD). Dimensionamento di sistemi di riuso delle acque meteoriche.

Testi/Bibliografia

ACQUEDOTTI L. Da Deppo, C. Datei, V. Fiorotto. Editore: Cortina (Padova), 2003, ISBN: 887784230X

ACQUEDOTTI V. Milano. Editore: Hoepli, 1996, ISBN-10: 8820322927

SISTEMI DI FOGNATURA. MANUALE DI PROGETTAZIONE S. Artina, G. Calenda, F. Calomino, G. La Loggia, C. Modica, A. Paoletti, S. Papiri, G. Rasulo, P. Veltri (a cura di). CSDU - HOEPLI, Milano, 199, ISBN 13: 9788820324421

L. Da Deppo, C. Datei, "Fognature", Ed. Cortina.

G. Becciu, A. Paoletti, "Fondamenti di Costruzioni Idrauliche", UTET.

Metodi didattici

Didattica frontale; visite tecniche e seminari di esperti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avviene attraverso: i) un esame finale scritto dove lo studente è chiamato a rispondere a domande sui temi trattati a lezione (gli studenti dovrebbero frequentare tutte le lezioni oppure acquisire gli appunti dai colleghi quando assenti) senza l'aiuto di appunti o libri; ii) un colloquio orale in cui lo studente discute il risultato dell'esame scritto e risponde ad alcune ulteriori domande.

Strumenti a supporto della didattica

Oltre ai testi di riferimento, sono a disposizione le presentazioni o dispense relative agli argomenti trattati duranti il corso, pubblicate in “Insegnamenti On Line” dell'Università di Bologna (iol.unibo.it).
Tale materiale didattico è in parte in Italiano e in parte in lingua Inglese.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Cristiana Bragalli

Consulta il sito web di Marco Maglionico