72869 - OPERE INFRASTRUTTURALI M

Scheda insegnamento

  • Docente Raffaele Poluzzi

  • Crediti formativi 6

  • SSD ICAR/09

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 21/02/2019 al 06/06/2019

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Con il conseguimento dei crediti formativi, lo studente conosce i criteri di calcolo e di progetti di opere strutturali civili per la protezione del territorio, nonché di opere, anche complesse, di sostegno di rilevati e per lo scavo.

Programma/Contenuti

Il programma inizia con richiami delle opere di sostegno di scavi e rilevati, presentandone le tipologie ricorrenti ed innovative, le azioni da considerare, i calcoli, fino a dettagli costruttivi. In tale contesto trovano collocazione le “Gallerie artificiali” e questioni connesse alla presenza di falde idriche.

Con riferimento al trasporto ferroviario vengono presentati i “Monoliti spinti” per i quali sono prevalenti l’aspetto costruttivo e le modalità di inserimento sotto linee ferroviarie senza interruzione dell’esercizio.

Quanto al trasporto stradale si fanno opportuni riferimenti e richiami teorici alle tipologie di ponti con particolare riguardo alla progettazione delle opere di appoggio a terra (pile) e al collegamento ai corpi stradali (spalle).

Il Corso si conclude con cenni ai problemi sismici specie in riguardo alle strutture oggetto del programma.

Testi/Bibliografia

Sono i testi essenziali dalla “Tecnica delle Costruzioni” e della “Geotecnica”. Si citano:

Piero Pozzati: Teoria e Tecnica delle Strutture (ed. UTET)

Odone Belluzzi: Scienza delle Costruzioni (ed. Zanichelli)

Renato Lancellotta: Geotecnica (ed. Zanichelli)

Pietro Colombo – Francesco Colleselli: Elementi di Geotecnica (ed. Zanichelli)

H.G. Poulos – E.H. Davis: Analisi e Progettazione di Fondazioni su PALI. (ed. DF)

M.P. Petrangeli: Costruzione di ponti (ed. ESA)

Metodi didattici

La didattica viene svolta per lezioni frontali con ausilio di proiezioni relative prevalentemente ad opere realizzate o a documentazioni progettuali, senza tralasciare lavagna e gesso. Durante il corso viene assegnato agli studenti un progetto da sviluppare e che deve essere presentato poi all’esame.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso un esame finale che accerta l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità attese tramite lo svolgimento di una prova orale.

La prova orale prevede dapprima la presentazione del progetto svolto durante il corso per articolarsi poi in due domande che mirano a stabilire le conoscenze e le abilità raggiunte dallo studente oltre che a valutare la sua proprietà di linguaggio con riferimento agli argomenti discussi.

Il superamento dell’esame sarà garantito agli studenti che dimostreranno padronanza e capacità operativa in relazione ai concetti chiave illustrati nell’insegnamento, mostrando in particolare di aver appreso le nozioni teoriche fondamentali, di saper argomentare in maniera esaustiva e autonoma le varie fasi che portano alla definizione dei principali risultati pratico/applicativi.

Un punteggio più elevato sarà attribuito agli studenti che dimostreranno di aver compreso con ampiezza di contenuti e adeguata capacità di linguaggio gli argomenti spiegati e mostreranno di essere capaci di applicare tutti i contenuti dell’insegnamento in autonomia operativa anche ai casi più complessi. Il mancato superamento dell’esame potrà essere dovuto invece all’insufficiente conoscenza dei concetti chiave (quali ad esempio le regole dell'equilibrio statico), alla mancata padronanza del linguaggio tecnico, alla insufficiente autonomia operativa mostrata nello svolgimento della prova orale.

Strumenti a supporto della didattica

Vengono distribuiti agli studenti sintesi di lezioni e documentazioni grafiche e fotografiche su supporto informatico.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Raffaele Poluzzi