03718 - COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA I (B)

Scheda insegnamento

  • Docente Antje Freiesleben

  • Crediti formativi 8

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 24/09/2018 al 07/05/2019

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del modulo, lo studente acquisisce i diversi modi di sperimentare il progetto di architettura come intervento e trasformazione nella città di medie dimensioni, in particolare riflettendo sul rapporto tra antico e moderno e cercando di riconoscere e di rendere espliciti nella configurazione architettonica quegli elementi del progetto che posseggono un significato generale

Programma/Contenuti

Il Laboratorio Progettazione Architettonica III (C.I.), 12 CFU, 168 ore è costituito dai moduli integrati di Composizione architettonica I (8 CFU, 120 ore) e Teorie della composizione architettonica (4 CFU, 48 ore).

Il corsi di Composizione Architettonica I prevede la progettazione di un edificio pubblico collocato nel centro storico di una città italiana, in un contesto di alto valore architettonico.

Lo studente sarà guidato nell'assunzione dei principi secondo cui la città esistente è stata costruita, il progetto tenderà ad inserirsi nel tessuto urbano circostante integrandosi con esso. Obiettivo è un'architettura che attende alle aspettative odierne, secondo le trasformazioni imposte dal nostro tempo, ma che convive e dialoga con quella preesistente. Focalizzeremo l'interesse sugli aspetti tipologici, morfologici, sulla tettonica, sull'uso dei materiali. Lo scopo sarà giungere ad una sostanza edilizia equivalente se non superiore a quella tramandata, in continuità con la tradizione della città italiana ed europea.
Dovrà privilegiarsi l’analisi dell’edificato, dello spazio pubblico e della città, facendo in modo che ciascuno studente, attraverso la sua proposta, reinterpreti il luogo, trasformandolo in continuità. La relazione architettonica tra nuovo e antico, tra ciò che si propone e la preesistenza, così come la relazione tra linguaggio architettonico e sistemi costruttivi, saranno oggetto di riflessione durante le diverse fasi di sviluppo del lavoro pratico.

Così lo studente andrà costruendo una proposta che dovrà risultare da un processo in cui la conoscenza del luogo e la propria capacità critica e creativa, rivelino un progressivo arricchimento nelle motivazioni della proposta e nel suo disegno. Parallelamente, attraverso il ricorso sistematico a esempi e metodologie di progetto diversificate ma circoscritte al tema di studio, come pure attraverso l’addensarsi progressivo della problematica, potranno aprirsi allo studente altre prospettive con possibilità di scelta, fondamentale nell’atto progettuale.

Testi/Bibliografia

- BOHIGAS, Oriol; Contro l'incontinenza urbana: riconsiderazione morale sull'architettura e la città, Gangemi 2008

- CALVINO Italo; Lezioni americane: sei proposte per il nuovo millennio, Mondadori 1993

- CAMPO BAEZA Alberto; L' idea costruita, LetteraVentidue 2012

- FORTIER, Bruno; Amate città, Electa 1995

- FRAMPTON, Kenneth; Storia dell'architettura moderna, Zanichelli 1982

- GEHL, Jan; Vita in città: spazio urbano e relazioni sociali, Maggioli 1991

- GRASSI, Giorgio; Architettura, lingua morta, Electa 1988

- GREGOTTI, Vittorio; Diciassette lettere sull'architettura, Laterza 2001

- KAHN, Louis; Forma y Diseño, Nueva Vision 1965

- LYNCH Kevin; Progettare la città: la qualità della forma urbana, ETAS libri 1990

- MARTÍ ARÍS, Carlos; Le variazioni dell’identità, Clup 1994.

- MEISS, Pierre von; Dalla forma al luogo: un'introduzione allo studio dell'architettura, Hoepli 1992

- MONEO, Rafael; La solitudine degli edifici e altri scritti, Allemandi

- MONTANER, Josep Maria; Las formas del siglo 20, Gustavo Gili 2002

- PANERAI, Philippe, CASTEX Jean, DEPAULE Jean Charles; Isolato urbano e città contemporanea, Città Studi 1981

- PEREC, George; Specie di spazi, Bollati Boringhieri 1989

- QUARONI, Ludovico; Progettare un edificio: otto lezioni di architettura, Mazzotta 1977

- SOLÀ-MORALES Ignasi de; Territorios, Gustavo Gili 2002

- SOLÀ-MORALES Manuel de; De cosas urbanas, Gustavo Gili 20..

- ROGERS Ernesto Nathan; Gli elementi del fenomeno architettonico, Laterza 1961

- TÁVORA, Fernando; Da Organização do Espaço, Porto, Edições do Curso de Arquitectura da ESBAP 1982

Metodi didattici

Il corso sarà costituito da una serie di lezioni ex-cathedra e dalla redazione di un progetto da parte degli studenti.
Il corso prevede degli approfondimenti teorici e critici sull'architettura contemporanea, in particolare sulle relazioni che essa stabilisce con il tema della memoria.
Le lezioni riguarderanno sia argomenti legati all'apprendimento dei temi dell'architettura del passato sia questioni teoriche e progettuali di architetti le cui riflessioni e opere possono essere considerate paradigmatiche per il modo di pensare e costruire l'architettura.
I seminari progettuali si concentreranno sui progetti degli studenti valutandone i temi progettuali e indirizzandone lo sviluppo.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il Laboratorio Progettazione Architettonica III (C.I.), 12 CFU, 168 ore, è costituito dai moduli integrati di Composizione architettonica I(8 CFU, 120 ore) e Teorie della composizione architettonica (4 CFU, 48 ore).

L'esame del Laboratorio si compone di differenti momenti di verifica attraverso prove intermedie ed esame finale. Tali verifiche assicurano l'acquisizione di conoscenze e competenze previsto.

La prova orale consiste in una discussione sul progetto.

Il giudizio sarà considerato unico per l'anno accademico e basato sul continuo lavoro degli studenti durante i semestri e prenderà in considerazione il lavoro svolto nelle varie fasi del corso di studio, con una particolare attenzione a:

- La ricerca e lo studio personale degli studenti;

- L'integrazione nel progetto delle conoscenze tecnologiche e culturali;

- La qualità del processo di progettazione, la definizione e la soluzione di problemi;

- Il miglioramento del lavoro durante i semestri;

- L'attenzione ed il rigore nella grafica, nell'esposizione verbale e scritta del lavoro.

Sarà concesso sostenere l'esame agli studenti che dimostrano padronanza e capacità operativa in relazione ai concetti chiave discussi nella didattica, e in particolare alla progettazione architettonica in relazione al contesto storico. Un punteggio più alto sarà assegnato agli studenti che dimostrano di aver compreso ed essere in grado di utilizzare tutti i contenuti dell'insegnamento: in particolar modo in riferimento alla composizione architettonica.

Strumenti a supporto della didattica

Il Laboratorio si avvale della strumentazione disponibile nelle aule messe a disposizione dalla Scuola. Ciascuno studente è dotato di un tavolo personale completo, a richiesta, di lampada e paralleli neo, nonché di un armadietto personale. L’aula per le lezioni frontali è dotata di proiettore e impianto di amplificazione.

Il materiale didattico presentato a lezione viene messo a disposizione dello studente in formato elettronico tramite internet secondo le modalità che verranno indicate all'inizio del laboratorio.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Antje Freiesleben