40060 - CENTRALI ELETTRICHE E GENERAZIONE DISTRIBUITA M

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Energia pulita e accessibile

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di approfondire temi connessi con l’esercizio delle centrali elettriche, con particolare riferimento alla connessione degli impianti alle reti, ai circuiti elettrici delle centrali e loro protezione, ai modelli dinamici dei vari tipi d’impianto per l’analisi dei transitori elettromeccanici, alle regolazioni di frequenza e tensione, nonché quelli connessi con l'esercizio delle reti elettriche di media e bassa tensione dotate di generazione distribuita.

Contenuti

  1. Modello dinamico degli alternatori. 
  2. Sistemi di eccitazione e regolazione della tensione. 
  3. Comportamento dinamico di un gruppo idroelettrico e regolazione di velocità. Propagazione delle onde di portata e pressione nelle condotte forzate degli impianti idroelettrici. Pozzi piezometrici e comportamento dinamico del sistema pozzo-galleria-serbatoio.
  4. Comportamento dinamico di una turbina a vapore e dei generatori di vapore. Modi di regolazione pressione-carico. Regolazioni di un gruppo turbogas e di un gruppo a ciclo combinato gas-vapore.
  5. Connessione delle centrali alla rete e schemi dell' impianto elettrico di centrale. Generazione distribuita.

Testi/Bibliografia

Le dispense delle lezioni sono disponibili per gli studenti del corso nel sito https://iol.unibo.it/.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale. Le date degli appelli sono riportate nel sito https://almaesami.unibo.it. L'esame di fine corso valuta il raggiungimento degli obiettivi didattici. Il voto finale è definito dai voti parziali riportati in tre quesiti specifici su argomenti inerenti il contenuto del corso.

Il raggiungimento da parte dello studente di una comprensione completa dei contenuti del corso e della capacità della loro utilizzazione, insieme alla dimostrazione del possesso del linguaggio tecnico specifico, sono valutati con voti di eccellenza. La conoscenza mnemonica della materia, con capacità di sintesi e di analisi non articolate, e un linguaggio non sempre appropriato portano a valutazioni discrete. Lacune formative e/o linguaggio inappropriato giustificano valutazioni negative o appena sufficienti.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Alberto Borghetti