40136 - AFPG - LABORATORIO DI DIAGNOSTICA STRUTTURALE I

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

L'attività consiste nell'analisi di caratteristiche meccaniche di alcuni materiali da costruzione mediante Pacometro, Rivelatore Ultrasonoro digitale e Sclerometro. Tali prove non distruttive, che potranno anche essere sviluppate presso un cantiere, hanno lo scopo di determinare alcuni parametri necessari alla definizione del materiale dal punto di vista meccanico. Lo studente dovrà acquisire la necessaria esperienza nell'utilizzo della strumentazione, al fine di effettuare misure ultrasoniche e sclerometriche su alcuni provini o su elementi strutturali in situ.

Programma/Contenuti

  • Definizione di Diagnostica Strutturale.
  • Scopo della Diagnostica Strutturale non distruttiva sulle strutture in cemento armato.
  • Cenni sulle Norme Europee e Normativa Italiana in ambito di Diagnostica Strutturale, metodologie NDT e microdistruttive sul c.a.
  • Metodo SonReb.
  • Interpretazione dei parametri necessari alla definizione delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo.

Testi/Bibliografia

Non è necessario l'acquisto di testi specifici. Durante lo svolgimento del corso viene fornito a lezione materiale didattico aggiornato, reperibile anche tramite username e password presso AMS Campus - AlmaDL - Università di Bologna.

Testi di approfondimento (facoltativo):

  • J.H. Bungey, "Non-destructive Testing in Civil Engineering", The British Institute NDT, 1993;
  • G. Menditto, S. Menditto, "Indagini semidistruttive e non distruttive nell'ingegneria civile: disciplina tecnica, applicativa e normativa", Pitagora, Bologna, 2008.

Metodi didattici

L’insegnamento si compone di 2CFU di cui 1CFU, corrispondente a 15 ore, di lezioni frontali ed 1CFU, corrispondente a 15 ore, di esercitazioni pratiche in laboratorio. Le esercitazioni pratiche vengono svolte nel Laboratorio di Diagnostica Strutturale (Corso di Laurea in Architettura) dotato di strumentazione per prove non distruttive sul calcestruzzo come Pacometro, Sclerometro e Rilevatore Ultrasonoro digitale.

L’obiettivo delle lezioni pratiche è duplice:
- Far acquisire allo studente dimestichezza con la strumentazione del laboratorio di diagnostica strutturale;
- Sviluppare nello studente la capacità di riconoscere ed individuare i paramenti non distuttivi necessari alla definizione delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo, legate al suo stato di conservazione e/o degrado, descritte durante le lezioni frontali

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’idoneità di fine corso mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici:

  • Conoscere le principali nozioni di Diagnostica Strutturale non distruttiva (NDT);
  • Conoscere l'iter diagnostico per condurre un'indagine NDT con il metodo SonReb;
  • Conoscere il significato e l'interpretazione dei parametri necessari alla definizione delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo.

L'idoneità del Corso di AFPG - Laboratorio di Diagnostica Strutturale I viene conseguita, mediante una prova orale, sul superamento di tre quesiti specifici su argomenti inerenti i principali obiettivi del Corso.

Strumenti a supporto della didattica

Materiale didattico: il materiale didattico presentato a lezione verrà messo a disposizione dello studente in formato elettronico
tramite internet.
Per ottenere il materiale didattico: http://campus.unibo.it/
Username e password sono riservati a studenti iscritti all'Università di Bologna.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Mario Bonagura