32112 - METODI DI VALUTAZIONE ED INTERVENTI IN PSICOLOGIA CLINICA DELLO SVILUPPO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine dell'attività formativa, lo studente: - conosce le modalità di inquadramento teorico del disagio psicologico; - conosce e utilizza i principali metodi di valutazione del disagio psicologico; - conosce le tipologie di trattamento psicologico in età evolutiva.

Programma/Contenuti

Il corso si svolge nel II semestre da fine febbraio a fine maggio 2019 ed e' rivolto agli studenti del II anno di corso (Laurea Magistrale). Le lezioni si tengono presso la sede di Cesena (FC) della Scuola di Psicologia e Scienze della formazione.

Una prima parte del Corso verrà dedicata alla presentazione esaustiva (pregi e limiti) del Manuale Diagnostico Psicodinamico (second edition): la valutazione dimensionale delle capacità mentali di base e del funzionamento complessivo di personalità, con particolare attenzione alle risorse del paziente e all'approfondimento di categorie e profili specifici per i disturbi dell'infanzia e dell'adolescenza. Nella seconda parte del Corso verranno approfonditi gli aspetti pratico/applicativi dell'intervento col/sul paziente, tenendo in considerazione i diversi approcci teorici di riferimento.

Il programma prevede anche la comprensione dei processi di sviluppo normali come prerequisito nella differenziazione tra un comportamento e uno sviluppo disfunzionale e non disfunzionale e per la comprensione dei fattori di sviluppo così come si collegano alla valutazione e all’intervento. Nel dettaglio: i processi di sviluppo normali incluso l’impatto di questi sulle dinamiche familiari, sul funzionamento familiare e sulle pratiche di accudimento nello sviluppo di problematiche cliniche.

In particolare:

-Classificazione dei disturbi mentali di bambini e adolescenti secondo il Manuale Diagnostico psicodinamico (PDM-2)

-Profilo del funzionamento mentale di bambini e adolescenti, Asse MA e MC

-Pattern e disturbi di personalita' di bambini e adolescenti, Asse PA e PC

-Pattern sintomatici di bambini e adolescenti: l'esperienza soggettiva, Asse SA e SC

-Esemplificazioni cliniche. Applicazione del profilo PDM-2 ai disturbi mentali dell' infanzia e dell'adolescenza

-L'esame del bambino e dell’adolescente: il colloquio clinico e i test psicologici

-Inquadramento e uso del test

-I test strutturali, tematici e grafici

-Il bambino nella famiglia: carenza affettiva, relazioni patologiche bambino-genitori, famiglie incomplete o dissociate, l'abbandono e l'adozione

-Alterazioni comportamentali : la menzogna, il furto, la fuga

-Clinica del gioco: l'apporto psicoanalitico, gioco e livello intellettuale, gioco ed espressione pulsionale, variazioni strutturali del gioco, clinica dell'oggetto transizionale

-Il disegno infantile: espressivita' e diagnostica

Testi/Bibliografia

Testi obbligatori:

Adriana Lis (1993). Psicologia clinica. Problemi diagnostici ed elementi di psicoterapia. Ed. Giunti.

PDM-2; Manuale Diagnostico Psicodinamico (Seconda Edizione, 2017). Sezione II, Adolescenti, pp. 283-491; Sezione III, Infanzia, pp.495-660. Milano: Raffaello Cortina Editore.

Bruno Bettelheim (2010). Dialoghi con le madri. PGRECO Edizioni.

Fondamentale sarà l'utilizzo di materiale distribuito dal docente reso disponibile in rete e degli appunti di lezione.

 

Testi di approfondimento consigliati (non obbligatori):

Stefano Cirillo (2005). Cattivi genitori. Raffaello Cortina Editore.

Anna Freud (1993). Normalità e patologia del bambino. Ed Feltrinelli.

Paola Venuti (2007). Percorsi evolutivi. Forme tipiche e atipiche. Carocci Editore.

J.De Ajuriaguerra, D. Marcelli (2000). Psicopatologia del bambino. Ed Masson.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Durante il corso, verranno proposte numerose esemplificazioni pratico-cliniche e incoraggiata la discussione di gruppo.

Verranno proiettati cortometraggi o parti di Film particolarmente adatti a chiarire e approfondire complessi aspetti teorici o clinici.

Saranno proposte e commentate letture mirate di articoli e brani esemplificativi.

 

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale. Verranno proposte tre domande, un quesito per ogni testo obbligatorio.

Il voto finale sarà espresso in trentesimi e sarà il risultato della media dei tre singoli voti presi alle singole domande.

Verranno valutate le competenze teoriche, le capacità critiche e metodologiche maturate complessivamente dallo studente. 

Particolarmente importante sarà il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiunta alla loro utilizzazione critica, insieme alla dimostrazione del possesso di una padronanza espressiva e di un linguaggio appropriato ad esemplificare i concetti appresi.

Per sostenere l’esame è necessaria l’iscrizione alla bacheca elettronica ALMAESAMI, nel rispetto delle scadenze previste. Coloro che non riuscissero a iscriversi per problemi tecnici entro la data prevista, sono tenuti a contattare il docente via email.

Strumenti a supporto della didattica

PC e videoproiettore.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Ornella Montebarocci