32110 - DIAGNOSI FUNZIONALE E DISABILITÀ IN AMBITO SCOLASTICO E DI COMUNITÀ

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Istruzione di qualità Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine dell'attività formativa, lo studente: - conosce i principi di valutazione diagnostica e di trattamento integrato delle principali disabilità di sviluppo e delle condizioni di disagio scolastico; - è in grado di condurre una valutazione funzionale delle abilità residue e delle abilità potenziali; - è in grado di integrare i propri interventi con altri professionisti in ambito scolastico e di comunità.

Programma/Contenuti

Programma/Contenuti

Programma insegnamento

“Diagnosi funzionale e disabilità in ambito scolastico e di comunità” MED/39

Modulo 1 ( Costa) – 40 ore

  1. diagnosi clinica e nosografica - strumenti di diagnosi (osservazione, colloquio, test) - documentazione clinica (la cartella)
  2. disabilità intellettiva
  3. disturbi della condotta
  4. disturbi d'ansia
  5. disturbi depressivi
  6. scompenso psicotico
  7. autostima - difficoltà di studio (BES)
  8. minori stranieri
  9. ritiro (hikikomori)
  10. elementi di storia della psichiatria infantile – elementi continuità e discontinuità età evolutiva-adulta

Modulo 2 (Giamboni) – 20 ore

  1. autismo,
  2. dca,
  3. disturbi di personalità,
  4. autolesione e tentato suicidio,
  5. adhd,
  6. uso/abuso di sostanze, intervento scolastico (prevenzione e peer education)
  7. disturbi neurologici (epilessia et al) segni clinici e disturbi collegati all'apprendimento

Testi/Bibliografia

 

Per la preparazione dell’esame sono da leggere i seguenti testi/articoli:

  1. Testo: Psichiatria dell’adolescente Aspetti clinici e metodologici della transizione, Rigon G., Diavoletto A., Aracne Editore, 2017

    http://www.aracneeditrice.it/index.php/pubblicazione.html?item=9788825503531

    Pagine da 15 a 23, da 77 a 84, da 89 a 105,  da 115 a 123 e da 181 a 190.

  2. Articolo (da leggere per intero):Dimensione clinica ed esistenziale nel percorso diagnostico in psichiatria dell’età evolutiva, Giancarlo Rigon, Congresso Nazionale Sezione Psichiatria SINPIA, 2010.

    Gior Neuropsich Età Evol 2011;31 (Suppl.1):9-16

  3. http://iacapap.org/wp-content/uploads/C.1-Intellectual-Disability.pdf - Pagine 2 – 5,6,7 (prima metà), da 15 a 21
  4. http://iacapap.org/wp-content/uploads/D.3-CONDUCT-DISORDER-072012.pdf - Pagine da 2 a 7, da 17 a 23
  5. http://iacapap.org/wp-content/uploads/F.1-ANXIETY-DISORDERS-072012.pdf - Pagine da 2 a 6, da9 a14.
  6. http://iacapap.org/wp-content/uploads/E.1-Depression-2015-update.pdf - Pagine da 2 a 7, pag 9, 11 e 12, da 16 a 18
  7. http://www.jpsychopathol.it/issues/2013/vol19-3/01b-Suwa.pdf - articolo intero

    NOTA: GLI ARTICOLI NEI PUNTI 2-7 SONO STATI CARICATI COME MATERIALE PER GLI STUDENTI SUL SITO

    Nei rispettivi siti WEB leggere seguenti articoli (per intero):

  8. http://www.prevenzionesuicidio.it/Introduzione2.html

    http://www.prevenzionesuicidio.it/psicopatologiaTS2.html

    http://www.prevenzionesuicidio.it/comprensionefenomeno2.html

    http://www.prevenzionesuicidio.it/prevenzioneTS2.html con attenzione alla scuola

  9. http://www.autismando.it/autsito/aut_class_tratt/AutismoTrattamenti1.htm#teacch
  10. http://salute.regione.emilia-romagna.it/dipendenze/servizi/formazione-e-documentazione/formazione/lo-skills-training-della-dbt-terapia-dialettico-comportamentale-nel-trattamento-integrato-del-disturbo-borderline-di-personalita/sanza_febbraio2011_1.pdf
  11. FACOLTATIVO PER APPROFONDIMENTO CASO CLINICO: http://www.psychiatryonline.it/node/1076

Metodi didattici

Lezioni frontali

Presentazione casi clinici e strumenti

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame scritto.

L'esame consiste nell'analisi di un caso clinico che presenta una delle patologie trattate nel programma del corso.

A partire dal materiale didattico presentato per il corso, nell'analisi del caso viene richiesto lo sviluppo di seguenti punti:

  1. DIAGNOSI: quali attenzioni vanno in generale mantenute, elementi di diagnosi differenziale, quali elementi individuali ed ambientali raccogliere.
  2. IPOTESI PROGETTO DI LAVORO: quali elementi concreti lo psicologo può indicare a educatori/insegnanti/genitori
  3. LAVORO DI RETE: quali altre azioni possono essere messe in atto dai diversi altri attori (medico NPI, dirigente scolastico/responsabile comunità).

CRITERI DI VALUTAZIONE:

  1. conoscenza della patologia presentata nel caso clinico

    Punti:

    0-5 conoscenze insufficienti

    6-7conoscenze superficiali

    8-9 buone conoscenze specifiche

    10 ottima conoscenza specifica

  2. competenze diagnostiche (elementi generali e aspetti specifici legati alla singola patologia)

    Punti:

    0-5 conoscenze insufficienti

    6-7conoscenze superficiali

    8-9 buone conoscenze specifiche

    10 ottima conoscenza specifica

  3. capacità di richiamare concetti derivati dal materiale di studio del corso rielaborandoli in indicazioni concrete(ipotesi progetto d'intervento)

Punti:

0-5 conoscenze insufficienti

6-7conoscenze superficiali

8-9 buone conoscenze specifiche

10 ottima conoscenza specifica

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Stefano Costa

Consulta il sito web di Lorenzo Giamboni