31176 - LINGUA E LINGUISTICA RUSSA 2

Scheda insegnamento

  • Docente Simona Berardi

  • Crediti formativi 9

  • SSD L-LIN/21

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 02/10/2018 al 11/12/2018

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede una conoscenza più approfondita delle strutture linguistiche ed è competente nelle quattro abilità comunicative secondo il livello A2 dei parametri fissati dal Consiglio d’Europa.

Programma/Contenuti

Approfondimento del sistema morfo-sintattico della lingua russa.

Principali verbi di moto transitivi e intransitivi imperfettivi senza prefisso: идти-ходить, ехать-ездить, бежать-бегать, лететь-летать, плыть-плавать; нести-носить, вести-водить, везти-возить. Uso e coniugazione.

Principali verbi di moto transitivi e intransitivi perfettivi con il prefisso по- .
I verbi perfettivi сходить е заходить.

Uso dei verbi unidirezionali al passato. Confronti con l'italiano.

I verbi di moto senza prefisso in senso figurato.

Coppie aspettuali e coniugazione dei principali verbi di moto con i prefissi.
Significati dei prefissi при-/у- .

Significati dei prefissi в-/вы-, под-/от-, пере-, до-. Approfondimento degli aspetti verbali legati ai verbi di moto con i prefissi: подходить – отходить, относить – подвозить -  довозить.

Significati dei prefissi за-, про-, oб-.

Significati dei prefissi раз-сь/с-сь.

Aspetti verbali: imperfettivo e perfettivo; principali significati temporali. Formazione degli aspetti verbali: tramite prefissi per indicare compiutezza dell'azione, cambiamenti di stato o di azione, inizio dell'azione, limitatezza temporale, singolarità dell'azione; i suffissi –ыва- , -ива- ,  -ва-  , -а- , -я- per la formazione di verbi imperfettivi.

Uso dell'aspetto imperfettivo all'infinito dopo verbi che indicano inizio, durata e termine di un'azione. Perfettivo ed imperfettivo all'infinito dopo espressioni indicanti necessità, possibilità e opportunità. L'imperfettivo dopo i verbi “amare, piacere, abituarsi, stancarsi, imparare”; il perfettivo dopo i verbi perfettivi “dimenticare, fare in tempo, riuscire, essere in grado, potere”.  Uso degli aspetti verbali all'infinito con la negazione. Particolarità nell'uso degli aspetti.

I verbi riferiti allo studio e all'apprendimento.

Formazione ed uso dell'imperativo. Significati dell'imperativo imperfettivo e perfettivo.
Forma смотри не + imperativo perfettivo per esprimere un ammonimento o avvertimento.
Formazione dell'imperativo: con давай! seguito dall'infinito imperfettivo o dalla prima persona plurale del perfettivo.
Situazioni comunicative con uso dell'imperativo.

Aggettivi qualificativi e di relazione. Forma piena e forma breve degli aggettivi qualificativi: formazione e funzione nella proposizione.

I gradi comparativi dell'aggettivo qualificativo (forma semplice e composta) e il secondo termine di paragone. Casi particolari. Alternanza consonantica e troncamento dei suffissi.

Nozioni sul grado superlativo dell'aggettivo qualificativo (forma semplice e composta). Superlativo relativo e superlativo assoluto.

Formazione del comparativo di uguaglianza.

Pronomi: i pronomi indefiniti: formazione ed uso. Le particelle invariabili –to, -nibud', -libo, кое -.

Pronomi negativi.

Sintassi:

Discorso diretto ed indiretto. Trasformazione del discorso diretto in indiretto di frasi enunciative, esortative, interrogative introdotte dai pronomi interrogativi (usati come parole sintattiche) e non. 

Frasi coordinate: la congiunzione copulativa "и" (e), le congiunzioni avversative "а" (e, ma) e "но" (ma).

Frasi complesse condizionali introdotte dalla congiunzione "если".

Frasi complesse dubitative introdotte da "ли" (se).

Frasi subordinate causali.

Subordinate consecutive introdotte da "поэтому" (perciò).

Subordinate concessive introdotte da "хотя" (sebbene).

Frasi secondarie complementari e proposizioni dichiarative. Utilizzo delle congiunzioni "что" (dichiarativo), "чтобы" .

Testi/Bibliografia

- Kapitonova T.I. i dr., Zhivem i uchimsja v RossiiRabochaja tetrad' po grammatike, Zlatoust, SPb, 2003.

- Berardi S., Buglakova L., Kraski A2. Nuova edizione aggiornata. Corso comunicativo multimediale per l'autoapprendimento della lingua russa di livello A2, Bologna, Clueb, 2012.

- Nikitina N., Freda Piredda E., Grammatica d'uso della lingua russa. Teoria ed esercizi. Livello A1, Hoepli, Milano, 2017.

Testi di supporto:

- Chernyshov S.I., Chernyshova A.V., Poekhali! 2.1, 2.2 (2 volumi) Bazovyj kurs, Zlatoust, St. Petersburg, 2007. UTILIZZATO ALLE ESERCITAZIONI (dispensa)

- Magnati D., Legittimo F., Comunicare in russo. Corso di lingua e cultura russa. 2 volume, Hoepli, Milano, 2017.

- Cadorin E., Kukushkina I., Verbo e sintassi russa in pratica. Hoepli, Milano, 2017.

- Pul'kina I., Zachava-Nekrasova E., Il Russo. Grammatica pratica con esercizi, Edest, Genova, 1991.

- Il Kovalev, Dizionario russo-italiano italiano-russo di Vladimir Kovalev, Bologna, Zanichelli, 2014 (Quarta edizione).

Metodi didattici

L'insegnamento è articolato in 30 ore di lezione frontale, in cui vengono sviluppate le competenze teoriche linguistiche e comunicative. Le esercitazioni orali e scritte relative al programma del corso teorico verranno svolte all'interno del lettorato e del tutorato. Il lettorato e il tutorato sono parte integrante del programma d'insegnamento e del programma dell'esame.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Gli studenti sono tenuti a superare un esame scritto ed una prova orale. Il risultato positivo della prova scritta è valido quattro sessioni d'esame, compresa la sessione in cui viene sostenuto l'esame ed è indispensabile per accedere all'esame orale.  

La prova scritta, della durata massima di 4 ore, prevede la verifica delle competenze linguistiche, in particolare elementi di morfologia e lessico, nonché la verifica dell'abilità di comprensione scritta. Il test deve essere scritto in CORSIVO e in maniera ordinata.

La prova orale si concentra sulla competenza comunicativa, valutando l'abilità di espressione orale su temi relativi alle aree di studio sviluppate durante il corso. Una prima parte della prova è in lingua russa e viene tenuta dal lettore sotto forma di accertamento linguistico per verificare le conoscenze lessicali relative agli aspetti storico-culturali e geo-sociali del paese, l'abilità di descrivere in modo articolato esperienze, avvenimenti, emozioni, sogni, speranze, ambizioni e progetti; motivare le proprie scelte ed di esprimere le proprie opinioni; comprendere testi autentici (giornali, riviste, libri) di tipo informativo e descrittivo; interagire in maniera abbastanza disinvolta con il proprio interlocutore e reagire adeguatamente alla situazione.

La seconda parte della prova orale, tenuta dal docente titolare del corso, verifica i contenuti teorici di linguistica introdotti a lezione e dettagliatamente esposti nel programma del corso. 

Il voto finale che verrà verbalizzato sarà dato dalla media del voto dell'esame scritto e del risultato di tutte le prove orali.

NB: Per poter sostenere l'esame di Lingua e linguistica russa 2, si deve avere già sostenuto sia Lingua e linguistica russa 1 che Letteratura russa 1.

Strumenti a supporto della didattica

PC; laboratorio informatico con connessione Internet; videoregistratore; videoproiettore.

Link ad altre eventuali informazioni

http://www.torfl.it

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Simona Berardi