13180 - TEORIA DEI PROCESSI DI SOCIALIZZAZIONE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Pace, giustizia e istituzioni forti

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente: - conosce le problematiche generali dei processi di socializzazione considerate da un punto di vista sociologico; - comprende e sa applicare il concetto di socializzazione, sulle sue accezioni, sui soggetti individuali e collettivi, a partire dagli schemi teorici messi a punto in particolare dalla sociologia classica.

Programma/Contenuti

Il corso intende fornire un inquadramento sulle problematiche generali dei processi di socializzazione considerati da un punto di vista sociologico. Una prima tematizzazione sarà effettuata sul concetto stesso di socializzazione, sulle sue accezioni e sui soggetti individuali e collettivi, a partire dagli schemi teorici messi a punto in particolare dalla sociologia classica (Pareto, Durkheim, Weber, Parsons). Verranno inoltre presentati e commentati alcuni esempi concreti di processi di socializzazione, esempi tratti dai testi in bibliografia.

 

 

Testi/Bibliografia

- N. Bottura, S. Bovi, G. Pieretti, Comunità terapeutica e comunità locale. Dalla vulnerabilità alla condivisione, Angeli, Milano, 2016.

- N. Bottura, G. Pieretti (a cura di),  Si scrive lavoro, si legge uomo. Umanesimo e impresa, Angeli, Milano, 2018.

- G. Pieretti (a cura di), Democrazia e cittadinanza attiva. Le Case del Popolo nella società contemporanea, Angeli, Milano, 2016.

Metodi didattici

Lezioni frontali e seminari.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale su tutti i testi indicati in bibliografia, volto a valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente. Saranno particolarmente valutate le capacità di muoversi all'interno delle fonti e del materiale bibliografico al fine di individuare le informazioni utili che permettano di illustrare gli aspetti ed ambiti culturali propri della disciplina. Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati congiunta alla loro utilizzazione critica, la dimostrazione del possesso di una padronanza espressiva e di un linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza. La conoscenza per lo più meccanica e/o mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non articolate e/o un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete; lacune formative e/o un linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame - condurranno a voti che non supereranno la sufficienza. Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Ulteriore materiale sarà messo a disposizione durante il corso nella pagina web del docente.  

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Giovanni Pieretti