79889 - ESTETICA DEL PAESAGGIO

Scheda insegnamento

  • Docente Andrea Borsari

  • Crediti formativi 2

  • SSD M-FIL/04

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

La lettura dell'evoluzione del concetto di paesaggio è studiata attraverso l'analisi del pensiero e dell'opera di filosofi e artisti delle discipline affini all'architettura. L'obiettivo formativo dell'insegnamento è indirizzare gli studenti nella ricerca di tematiche di riflessione e di critica sul rapporto tra architettura costruita e natura.

Programma/Contenuti

Il Laboratorio di Laurea: Progetto, Storia e Restauro (C.I.16 CFU, ore 192) è costituito oltre al modulo/insegnamento caratterizzante di Restauro (6 CFU,72 ore) da un modulo/insegnamento di:

- Nuove tecnologie per il rilievo del costruito (2CFU, 24 ore);

- Estetica del Paesaggio (2CFU, 24 ore);

- Consolidamento dell'edilizia storica (2CFU, 24 ore);

- Progetto e conservazione attiva di paesaggi e spazi aperti storici (2CFU, 24 ore);

- Composizione architettonica/museografia (2CFU, 24 ore);

Il corso di Estetica del paesaggio prenderà in esame le linee principali della filosofia del paesaggio che ha riflettuto sul ruolo delle rovine all’interno del paesaggio e procederà poi alla ricostruzione di una possibile estetica delle rovine, tra natura e storia, memoria e oblio. Si cercherà di mettere a fuoco la peculiare modalità di relazione percettivo-sensibile e di valorizzazione artistica che si stabilisce con l’ambiente grazie alla presenza dei relitti dell’opera umana di costruzione sullo sfondo dei processi naturali che tendono a reinglobarli. A tal scopo si farà ricorso anche a fonti narrative e di cultura visuale (pittura, fotografia, cinema ecc.).

Testi/Bibliografia

G. Simmel, Le rovine (1907), in Id., La moda e altri saggi di cultura filosofica (1911), Milano, Longanesi, 1985, pp. 101-114, e Id., Filosofia del paesaggio  (1913), in Id., Il volto e il ritratto. Saggi sull'arte, Bologna, Il Mulino, 1985, pp. 71-83.

W. Benjamin, , trad. it. Il dramma barocco tedesco (1928), Torino, Einaudi, 1999 (in particolare Allegoria e dramma barocco (I)) e Id., Über den Begriff der Geschichte , trad. it. Sul concetto di storia (1940), Torino, Einaudi, 1997.

G. Didi-Huberman, Scorze (2011), Roma, Nottetempo, 2014.

M. Augé, Rovine e macerie. Il senso del tempo, Torino, Bollati Boringhieri, 2004

N. Pethes, J. Ruchatz, a cura di, Dizionario della memoria e del ricordo, Milano, Bruno Mondadori, 20042 (passim).

P. D'Angelo, a cura di, Estetica e paesaggio, Bologna, Il Mulino, 2009.


Metodi didattici

il corso comprende 24 ore di lezioni

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il Laboratorio di Laurea: Progetto, Storia e Restauro (C.I.16 CFU, ore 192) è costituito oltre al modulo/insegnamento caratterizzante di Restauro (6 CFU,72 ore) da un modulo/insegnamento di:

- Nuove tecnologie per il rilievo del costruito (2CFU, 24 ore);

- Estetica del Paesaggio (2CFU, 24 ore);

- Consolidamento dell'edilizia storica (2CFU, 24 ore);

- Progetto e conservazione attiva di paesaggi e spazi aperti storici (2CFU, 24 ore);

- Composizione architettonica/museografia (2CFU, 24 ore);

L'esame del Laboratorio di Laurea: Progetto, Storia e Restauro comprende la verifica dell'apprendimento dei contenuti di tutti i moduli/insegnamenti che compongono il Corso Integrato e si svolge in una unica prova di esame.

La valutazione sarà effettuata sulla base del lavoro svolto nel corso del laboratorio presentata nella esposizione finale del progetto.

Conversazioni. Brevi testi scritti o discussi dagli studenti saranno i benvenuti. In dettaglio:

- l'apprendimento dell'analisi del pensiero e dell'opera di filosofi e artisti delle discipline affini all'architettura sulla nozione di paesaggio verrà verificato tramite brevi testi individuali che ne ricapitolino i contenuti e ne leggano i temi in rapporto al proprio percorso di ricerca;

- il raggiungimento dell'obiettivo formativo di indirizzare gli studenti nella ricerca di tematiche di riflessione e di critica sul rapporto tra architettura costruita e natura verrà verificato tramite un colloquio individuale di analisi dell'intreccio tra tali tematiche e il risultato dei singoli progetti di ricerca.


Strumenti a supporto della didattica

Bibliografie specifiche per i diversi indirizzi di ricerca realizzati nel laboratorio verranno elaborate nel corso delle varie lezioni, a partire dagli strumenti disponibili nei testi indicati nel programma, per passare a banche dati specializzate e fondi documentari locali. Il materiale didattico presentato nel corso delle lezioni viene messo a disposizione dello studente in formato cartaceo o elettronico tramite internet, a seconda delle limitazioni di accesso, in base alle modalità che verranno indicate all’inizio del laboratorio.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Borsari