Iscrizioni e tasse per gli esami di Stato

L'iscrizione agli esami di Stato per l'abilitazione alle professioni è esclusivamente telematica e si effettua su Studenti Online.

I passi da compiere per iscriversi

  1. Consultare le modalità di iscrizione nel bando pubblicato nel box allegati nella pagina web di ciascuna professione.
  2. Effettuare la domanda di iscrizione su Studenti Online.
  3. Versare i due contributi di ammissione: 
    - contributo universitario (da effettuarsi mediante una delle modalità indicate in Studenti Online);
    - tassa governativa di euro 49,58 (da effettuarsi sul c/c 1016, intestato a Agenzia Delle Entrate - Tasse Scolastiche - Centro Operativo Di Pescara; il bollettino prestampato è disponibile presso gli uffici postali).
  4. Durante la procedura di iscrizione online allegare la domanda di partecipazione, le attestazioni dei versamenti e gli eventuali altri documenti in formato pdf se previsti dal bando.

Scadenze

Scadenziario riassuntivo:

 

Evento

I sessione 2021

II sessione 2021

Apertura delle iscrizioni  

19 aprile 2021 ore 12:00

20 settembre 2021 ore 12:00

Scadenza consegna documentazione per ausili  

25 maggio 2021 ore 23:59 

19 ottobre 2021 ore 23:59 

Scadenza presentazione domande  

25 maggio 2021 ore 23:59 

19 ottobre 2021 ore 23:59 

Scadenza per il conseguimento del titolo - sez. A / unica

15 giugno 2021 

16 novembre 2021 

Scadenza per il conseguimento del titolo - sez. B 

22 giugno 2021 

23 novembre 2021 

Inizio esami per la sezione A / unica 

16 giugno 2021  

17 novembre 2021  

Inizio esami per la sezione B  

23 giugno 2021 

24 novembre 2021 

Definizione importi contributi per gli assenti

L'importo del contributo di ammissione alle prove per la prima e la seconda sessione 2021 è stato confermato in € 200, comprensivo dei costi assicurativi (se dovuti) e di tutti gli ulteriori costi a carico dell’Ateneo. Coloro che chiedono di partecipare alle prove integrative ai fini dell'iscrizione al registro dei Revisori Legali, di cui all'art. 11, commi 1 e 2, del decreto ministeriale 19 gennaio 2016 n. 63, devono versare il contributo per le spese d’esame nella misura di € 100 previsto ai sensi dell’art. 3, comma 6 del suddetto D.M. 63/2016. I candidati devono inoltre allegare alla candidatura la ricevuta del pagamento della tassa governativa di € 49,58.
Il candidato che, non presentandosi alla prova in una sessione d'esame, risulti assente, mantiene la validità dei contributi versati. Può pertanto partecipare a una qualunque sessione successiva, producendo apposita nuova domanda entro la scadenza stabilita, ma senza ripetere il versamento delle tasse, facendo riferimento alla documentazione allegata alla domanda precedente, salvo eventuale conguaglio legato a modifiche dell'importo. Non può, invece, avere diritto ad alcun rimborso.
La tassa governativa di € 49,58 rimane sempre valida.

Esito negativo

Chi non supera l'esame (compresi coloro che si ritirano da una prova) deve ripetere il pagamento delle due tasse e tutte le prove d'esame eventualmente superate.