Naviga Bacheca per data

Caricamento eventi

Energythink, il futuro del Pianeta, gli scenari dell’energia

Il progetto di Eni e Legambiente fa tappa a Bologna, riunendo relatori internazionali e nazionali per discutere di Chimica Verde. Opportunità per assegnisti di ricerca, dottorandi, studenti in tesi di presentare un poster sulle proprie ricerche.

27 novembre 2013

Aula Magna Santa Lucia, Via Castiglione 36 Bologna

Chimica verde

Sarà l'Università di Bologna a ospitare la prossima tappa di Energythink, organizzando insieme a Eni e Legambiente una conferenza dal titolo “Green Chemistry , a first step towards Bioeconomy”.

Il progetto di Eni e Legambiente è nato per discutere il grande tema delle sfide energetiche di oggi e di domani legate all’ambiente: la riduzione degli impatti sul clima, l’inquinamento atmosferico, la sicurezza degli approvvigionamenti, la necessità di stabilire nuove relazioni a livello mondiale.

All’Alma Mater, si parlerà di Chimica Verde, indicando le strade possibili, i temi più impegnativi, le sfide da affrontare e risolvere. Durante la conferenza ci sarà anche uno spazio per i giovani per esporre le loro ricerche. Studenti dell'ultimo anno (tesisti), dottorandi, assegnisti di ricerca e personale non strutturato impegnato in attività di ricerca nell’ambito del tema chimica verde, bioraffinerie e biobased economy di tutte le università italiane, delle istituzioni di ricerca pubbliche e private del Paese, potranno partecipare inviando un abstract. I lavori migliori avranno l’opportunità di presentare un poster durante l’iniziativa.

Energythink nasce dalla convinzione - condivisa dalla prima impresa energetica italiana e da una delle maggiori associazioni ambientaliste - che la ricerca sia un elemento essenziale per lo sviluppo del sistema energetico globale futuro basato su fonti pulite, economiche, non esauribili. L’università italiana diventa così lo spazio ideale per sviluppare questo progetto perché rappresenta al contempo luogo della formazione di eccellenza per i ricercatori di domani, opportunità di divulgazione scientifica indipendente, agorà di confronto e crescita delle classi dirigenti di domani.

La partecipazione alla conferenza è gratuita. Sarà disponibile un servizio di traduzione simultanea.