Accordo integrativo in materia di telelavoro per il Personale tecnico-amministrativo

La Delegazione di Parte pubblica e le Parti sindacali in data 29 ottobre 2020 hanno sottoscritto un accordo in materia di telelavoro per il Personale tecnico amministrativo, ai sensi della Legge n. 191 del 16/06/1998, del DPR n. 70 dell’8/03/1999, della Legge n. 53 del 08/03/2000, dell’Accordo Quadro del 23/03/2000 sul telelavoro nella PA, dell’art.23 del CCNL Comparto Università del 16/10/2008, dell’art.28 del CCIL del 2016, della direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica n°3 del 2017.

Piano per l'utilizzo del telelavoro

Il D.L. 179 del 18 ottobre 2012 all'art. 9 comma 7, convertito con L. 221 del 17 dicembre 2012, stabilisce che tutte le Pubbliche Amministrazioni debbano pubblicare nel proprio sito web entro il 31 marzo di ogni anno "lo stato di attuazione del piano per l'utilizzo del telelavoro nella propria organizzazione”.

Come previsto dall’Accordo integrativo in materia di telelavoro stipulato in data 6 novembre 2017, l’Amministrazione ha attivato, in via sperimentale, un bando ogni semestre per n. 20 posizioni di telelavoro domiciliare per un totale di n. 40 posizioni all'anno fino al 29/10/2020 data in cui è stato sottoscritto il nuovo Accordo integrativo in materia di Telelavoro.

A seguito della sottoscrizione del nuovo Accordo in materia di telelavoro è stato pubblicato, in data 11 novembre 2020, un bando di accesso al telelavoro per n. 500 posizioni.

Dati relativi ai progetti di telelavoro domiciliare attivi, per anno di attivazione: 

  • Anno 2018: 15
  • Anno 2019: 33
  • Anno 2020: 36
  • Al 31/03/2021: 151