Sponsorizzazioni all’Ateneo e alle sue Strutture (Dipartimenti, Scuole) e articolazioni organizzative (Campus)

Il ricorso al contratto di sponsorizzazione è ammesso per il perseguimento delle finalità istituzionali dell’Ateneo, ove sono escluse forme di conflitto di interesse tra l’attività istituzionale dell’Ateneo e l’attività dello/degli sponsor e per il conseguimento di risparmi di spesa e/o nuove entrate per l’Ateneo.

L’Ateneo e/o le Strutture e articolazioni organizzative con il contratto di sponsorizzazione associano la propria immagine a quella di Soggetti terzi (sponsor) per sostenere:

  • iniziative culturali organizzate dall’Ateneo e/o dalle sue Strutture;
  • l’esecuzione di lavori, le forniture di prodotti, le prestazioni di servizi, come definite dal codice dei Contratti Pubblici (Dlgs. 163/2006);
  • servizi erogati dall’Ateneo ai propri utenti interni ed esterni nell’ambito della propria attività istituzionale.

I contratti di sponsorizzazione possono essere conclusi con uno o più Soggetti privati e pubblici, operatori economici, fondazioni, associazioni senza fini di lucro.

È ammessa la visibilità dello/degli sponsor esclusivamente nell’ambito dell’iniziativa sponsorizzata.

La valutazione delle proposte di sponsorizzazione è presidiata dalla Commissione Marchio di Ateneo e Sponsorizzazioni.

Le proposte di sponsorizzazione devono essere inviate all’Area Rapporti Imprese, Terza Missione e Comunicazione – Settore Comunicazione.