Sei in: Home > Ricerca > Cyberbullismo

Cyberbullismo in adolescenza

Data e luogo del convegno
8-9 Febbraio 2012
Aula Magna - Dipartimento di Psicologia
Viale Berti Pichat 5 - Bologna


Il convegno è confermato. In caso di cancellazione gli iscritti riceveranno comunicazione via mail e l'informazione sarà inserita su questa pagina web entro la giornata di oggi. 

Registrazioni chiuse 
La partecipazione al convegno è gratuita previa registrazione.

Ai fini dell’esonero dal servizio l’iniziativa è riconosciuta come attività di formazione promossa dall’Amministrazione scolastica. Sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Programma

Il cyberbullismo è una forma di aggressività che negli ultimi anni è diventata più evidente tra gli adolescenti anche in conseguenza dell’aumento della disponibilità di computer e di telefoni cellulari nella popolazione giovanile. Il presente convegno, frutto di un progetto Europeo DAPHNE III, è diretto a studiosi, insegnanti, educatori e genitori con l’obiettivo di descrivere le caratteristiche di questo nuovo fenomeno di aggressione, indicando alcune possibili strategie di intervento e di prevenzione.

Nella prima giornata saranno descritte alcune esperienze italiane mirate all’utilizzo di buone pratiche sul territorio e nella seconda giornata verranno analizzate e messe a confronto ricerche e strategie di intervento in un panorama europeo.

Per la giornata del 9 Febbraio è previsto un servizio di interpretariato inglese-italiano.

Il progetto
ECIP (European Cyberbullying Intervention Project)
Cyberbullying in adolescence: investigation and intervention in six European Countries

Il progetto rappresenta un approfondimento ed estensione delle attività proposte nell'ambito del DAPHNE Programme II ("An investigation into forms of peer-peer bullying at school in pre-adolescent and adolescent groups: new instruments and preventing strategies").

Il primo obiettivo del progetto è studiare le caratteristiche e la diffusione del cyberbullismo (cyberbullying) in Europa (Italia - Emilia Romagna e Calabria - , Spagna, Inghilterra, Grecia, Germania e Polonia) tra adolescenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Partendo dai risultati ottenuti il secondo obiettivo del progetto è la pianificazione di interventi su adolescenti a rischio di violenza, con lo scopo di promuovere lo sviluppo di comportamenti pro-sociali, riducendo comportamenti antisociali e il coinvolgimento degli adolescenti nel cyberbullismo (cyberbullying). Infine, l’ultimo obiettivo dello progetto è la disseminazione dei risultati ottenuti con la creazione di linee guida per l’Europa.

Il programma di riferimento è il Daphne Programme III 2009-2010 (To prevent and combat violence against children, young people and women and to protect victims and groups at risk). Lo scopo del Programma è il supporto di organizzazioni che si occupano di sviluppare misure di indagine e strumenti di azione per prevenire e combattere tutte le forme di violenza verso i bambini, gli adolescenti e le donne.

http://ec.europa.eu/justice/index_en.htm

COMITATO SCIENTIFICO
Prof. Maria Luisa Genta
Dott. Antonella Brighi
Dott. Annalisa Guarini
Dipartimento di Psicologia, Università di Bologna

Dott. Stefano Versari
Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna

Accesso diretto

Argomenti correlati

Contatti

Vai alla struttura Area Ricerca e Trasferimento Tecnologico
Settore Comunicazione per la Ricerca
telefono +39.051.2098601
Scrivi al responsabile Scrivi una mail [comunicazione.aric@unibo.it]