91209 - STORIA DELLE ISTITUZIONI EUROPEE

Course Unit Page

SDGs

This teaching activity contributes to the achievement of the Sustainable Development Goals of the UN 2030 Agenda.

Peace, justice and strong institutions

Academic Year 2021/2022

Learning outcomes

Alla fine del corso, lo studente dovrà conoscere il funzionamento delle istituzioni europee (in particolare il triangolo istituzionale Parlamento/Commissione/Consiglio), collocando nel tempo le evoluzioni delle stesse. Saprà inoltre identificare i temi attualmente al centro del dibattito politico ed analizzare criticamente i vari punti di vista sui progetti di riforma delle istituzioni europee.

Course contents

Il corso ripercorre cronologicamente le varie fasi della storia delle istituzioni europee, prendendo le mosse dalla creazione della Comunità europea del carbone dell’acciaio (Ceca), dal fallimento della Comunità europea di difesa (Ced) e della Comunità politica europea (Cpe) e dalla conseguente nascita del Mercato comune europeo e dell’Euratom. Si esamineranno, poi, gli effetti del « rilancio europeo » avvenuto durante gli anni delle Commissioni Delors (Atto Unico, Comitato Delors sulla moneta unica, Trattato di Maastricht) e le evoluzioni istituzionali degli ultimi anni, nel periodo che va dal trattato di Nizza (2000) a quello di Lisbona (2007) fino ai giorni nostri.

Readings/Bibliography

INSTITUTIONAL PART:

  1. Bino Olivi, Roberto Santaniello, Storia dell’integrazione europea, Bologna, Il Mulino, 2015.
  2. Paolo Cacace, Giuseppe Mammarella, Storia e politica dell’Unione europea, Roma-Bari, Laterza, 2009.

MONOGRAPHIES:

Students will chose a monography amongst these. Books in English and French are for Erasmus students.

  1. AAVV, The European Commission 1958-1972, History and memories of an institution, Bruxelles, European Commission, 2007.
  2. AAVV, The European Commission 1958-1972, History and memories of an institution, Bruxelles, European Commission, 2011. I pdf dei i volumi sono disponibili sul sito: https://publications.europa.eu/en/publication-detail/-/publication/ebec8b45-1aab-4d57-887f-0da73489b19e/language-en
  3. Sante Cruciani (a cura di), Il socialismo europeo e il processo di integrazione. Dai Trattati di Roma alla crisi politica dell’Unione (1957-2016), Milano, FrancoAngeli, 2016.
  4. Sante Cruciani (a cura di), L’Ue e il Mediterraneo : relazioni internazionali, crisi politiche e regionali (1947-2016), Milano, Franco Angeli, 2017.
  5. Valerio Castronovo, L’avventura dell’unità europea, Torino, Einaudi, 2004.
  6. Jacques Delors, Dominique Wolton, L’unité d’un homme, Paris, Odile Jacob, 1994.
  7. Jacques Delors, Memorie, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2009.
  8. Kenneth Dyson, Kevin Featherstone, The Road To Maastricht: Negotiating Economic and Monetary Union, Oxford University Press, 1999.
  9. Hans Magnus Enzensberger, Le doux monstre de Bruxelles ou L'Europe sous tutelle, Paris, Gallimard, 2011.
  10. Yves Dutriaux, Christian Lequesne, Les institutions de l'Union européenne après la crise de l’euro, Paris, La Documentation française, 2013.
  11. Jean Monnet, Mémoires, Parigi, Livre de Poche, 2007.
  12. Rinaldo Merlone, L’unificazione europea nel pensiero e nell’azione di Carlo Sforza, Bologna, Il Mulino, 2009.
  13. Luuk van Midelaar, Quand l'Europe improvise : Dix ans de crises politiques, Paris, Gallimard, 2018.
  14. Luuk van Midelaar, The Passage to Europe: How a Continent Became a Union, London and New Haven, Yale University Press, 2014.
  15. Daniela Preda, Alcide De Gasperi federalista europeo, Bologna, Il Mulino, 2004.
  16. Altiero Spinelli, Come ho cercato di diventare saggio, Bologna, Il Mulino, 1984.
  17. Antonio Varsori, La Cenerentola d’Europa. L’Italia e l’integrazione europea dal 1946 ad oggi. Soveria Mannelli, Rubbettino, 2010.

Teaching methods

Courses will be in-person. In case of pandemic resurgency, it will be held online on Teams.

Assessment methods

Oral exams (questions on the institutional part and the monographic part)

Teaching tools

Powerpoint presentations, films.

Office hours

See the website of Alessandro Giacone