88094 - Political Theories Of Peace And War

Course Unit Page

SDGs

This teaching activity contributes to the achievement of the Sustainable Development Goals of the UN 2030 Agenda.

Reduced inequalities Sustainable cities Peace, justice and strong institutions

Academic Year 2018/2019

Learning outcomes

The course will focus on the political, military and economic reflections on peace and war of some of the most important thinkers of modernity. At the end of the course students will also know the most important “isms” of contemporary and modern political debate on peace and war.

Course contents

The course will be based on the analysis of history of modern and contemporary political thought from the perspective of the political concept of peace and war.

The course will not only focus on the texts based on the political concept of peace and war by the main Western political thinkers: from Machiavelli to More, from Erasmus to Grotius, from Vitoria to Gentili, from Hobbes to Locke, from Montesquieu to Rousseau, from Kant to Hegel, from Constant to Tocqueville, from Clausewitz to Saint-Simon, from Comte to Marx,  from Nietzsche to Weber, from Lenin to Schumpeter, from Schmitt to Kelsen, from Morgenthau to Wight, from Aron to Foucault.

Readings/Bibliography

STUDENTS ATTENDING THE COURSE

R. Aron, La guerra nel Ventesimo secolo, Bologna, Il Mulino, 2003;

One of these texts:

1- N. Machiavelli, Il Principe, qualunque edizione purché integrale, capp.12, 13, 14, 15, 17, 20; N. Machiavelli, Discorsi sopra la prima Deca di Tito Livio (qualunque edizione purché integrale), Libro II, cap. 6-21; T. Moro, Utopia, Laterza, 1993, pp. 97-115; A. Gentili, Il diritto di guerra, Milano, Giuffré, 2008, Libro I, capp. I-VII (pp. 3-51); Libro III, capp. I-V, pp. 427-454; U. Grozio, Prolegomeni a De iure belli ac pacis libri tres, Zanichelli, Bologna, 1949, capp. 16-29; T. Hobbes, Leviatano (qualunque edizione purché integrale), Prima parte cap. XIII; Seconda parte, capp. XVII, XVIII, XXI, XXIX, XXX; J. Locke, Il secondo trattato sul governo(qualunque edizione purché integrale), II (Dello Stato di natura), III (Dello stato di guerra).

2 - F. de Vitoria, De iure belli, Laterza 2005 e F. Suarez, Sulla guerra, Quodlibet, 2014;

3 - I. Kant, Idea per una storia universale dal punto di vista cosmopolitico;Risposta alla domanda che cos'è l'illuminismo; Sul detto comune: questo può essere giusto in teoria, ma non vale per la prassi; Per la pace perpetua, in I. Kant, Scritti di storia, politica e diritto (anche introduzione di F. Gonnelli), Roma-Bari, Laterza, 1995, pp. VII-XXXV, 29-44,45-52, 123-162, 163-207 e B. Constant, Lo spirito di conquista e l'usurpazione, Macerata, Liberilibri, 2009 (con anche l'introduzione di M. Barberis e G. Paoletti);

4 - J.J. Rousseau, Scritti politici, Laterza, 1994. Volume 2:Scritti sull'Abate di Saint-Pierre (319-408); Volume 3: Progetto di Costituzione per la Corsica (pp. 117-172) e Considerazioni sul governo della Polonia (pp. 177-273) e B. Constant, La libertà degli antichi paragonata alla libertà dei moderni, Macerata, Liberilibri, 2001 (2018) (con anche l'introduzione di L. Arnaudo);

5 - Montesquieu, Lo spirito delle leggi, qualunque edizione purché integrale: libro IX, libro X e libro XX; A. Hamilton, J. Jay, Madison, Federalista, qualunque edizione purché integrale, n. 6, 8, 14; W. Hegel, Lineamenti di filosofia del diritto, Roma-Bari, Laterza, 1994, 257-360 Sezione Terza: Lo Stato; A. de Tocqueville, La democrazia in America, qualunque edizione purché integrale: Libro II, parte III, capp. 21-26;

6 - C. von Clausewitz, Della guerra, Mondadori, 2017 (libro I e libro VIII) e N. Angell, The Great Illusion (edizione integrale in inglese o nella traduzione italiana del 1913).

One of these texts:

1 - R. Aron, Pace e guerra tra le nazioni, Edizioni di Comunità, 1970 (I parte, Teoria, pp. 7-221 e IV parte, Prasseologia, 655-895);

2 - H. Bull, La società anarchica. L'ordine nella politica mondiale, Vita & Pensiero, 2009;

3 - M. Wight, Teoria internazionale. Le tre tradizioni, a cura di M. Chiaruzzi, Casa Editrice il Ponte, 2011;

4 - H. Kelsen, La pace attraverso il diritto, Giappichelli, 1990 e C. Schmitt, Le categorie del politico, Mulino, 2014 (pp. 101-165, pp. 167-183, 193-203);

5 - C. Schmitt, Il Nomos della terra, Adelphi, 1991;

6- M. Walzer, Guerre giuste e ingiuste. Un discorso morale con esemplificazioni storiche, Roma-Bari, Laterza, 2009.

One of these texts:

1 - A. Loretoni, Teorie della guerra. Teorie della pace, Pisa, Edizioni ETS 2005 e M. Howard, L'invenzione della pace, Mulino, 2002;

2 - G. Gozzi, Diritti e civiltà. Storia e filosofia del diritto internazionale, Il Mulino, 2010;

3 - L. Scuccimarra, I confini del mondo. Storia del cosmopolitismo dall'antichità al Settecento, Il Mulino 2006 (da pp. 173 alla fine del libro) e L. Scuccimarra, Proteggere l'umanità, Mulino, 2016, pp. 167-205;

4 - M. Mori, La pace e la ragione. Kant e le relazioni internazionali: diritto politica storia, Il Mulino, 2009;

I SEGUENTI ARTICOLI:

A. Panebianco, Guerra, in Enciclopledia delle scienze sociali, Vol.IV, 1994, pp.465-478; anche online al seguente indirizzo: http://www.treccani.it/enciclopedia/guerra_%28Enciclopedia-delle-scienze-sociali%29/

M. Cesa, Pace, in Enciclopedia delle scienze sociali, vol. , 1996, pp. ; anche online al seguente indirizzo:(http://www.treccani.it/enciclopedia/pace_%28Enciclopedia-delle-scienze-sociali%29/)

 

STUDENTS NOT ATTENDING THE COURSE

The readings to be prepared by students who choose not to attend the course are partially different from those to be prepared by the attending ones. For this reason non-attending students are kindly requested to contact and meet the instructor in due time and at least once before the exam.

Teaching methods

20 lectures of 2 hours each


Assessment methods

In-class exam. The exam is aimed at assessing the student’s level of knowledge of some of the most important topics addressed by the course, as well as her/his ability to critically analyse and verbally articulate them and her/his level of understanding of the texts.The ability of the student to achieve a coherent and comprehensive understanding of the topics addressed by the course, to critically assess them and to use an appropriate language will be evaluated with the highest grades. Gaps and deficiencies in one or more of those components will result in lower grades. The absence of a minimum level of knowledge of the contents of the course, combined with inadequate language and lack of critical abilities will result in a fail grading.


Office hours

See the website of Francesco Raschi