Foto del docente

Beatrice Borghi

Ricercatrice confermata

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Settore scientifico disciplinare: M-STO/01 STORIA MEDIEVALE

Temi di ricerca

Parole chiave: Storia Fonti Intercultura Educazione alla Cittadinanza Statuti Educazione al Patrimonio Agiografia Pellegrinaggio Didattica museale Didattica della storia Insegnamento Storia del mediterraneo Reliquia

L'attività scientifica dal 2006 al 2016 è stata condotta sia nell'ambito disciplinare della Storia Medievale sia in quello delle teorie, delle metodologie, delle strategie e delle procedure relative alla Didattica della Storia e del Patrimonio con particolare riferimento all'educazione alla cittadinanza attiva.

1. Storia medievale

Le ricerche di ambito medievale si sono articolate in tre filoni principali: quello relativo agli studi sul tema dei pellegrinaggi nel bacino euromediterraneo; quello sulla promulgazione e sull'evoluzione delle fonti normative emanate nelle diverse realtà politico-territoriali italiane durante il Medioevo; e quello di rilevazione e censimento dei toponimi e dei microtoponimi della città e del territorio di Bologna.

2. Didattica della storia medievale e del patrimonio

I campi di indagine sopra descritti sono stati utilizzati anche in chiave didattica. Tuttavia nell'ambito della Didattica della Storia medievale e del Patrimonio ho svolto attività specifiche, fruendo fra l'altro dell'afferenza al progetto Marco Polo (a.a. 2008-2009) promosso dall'Università di Bologna per consentire ai suoi ricercatori di attivare rapporti internazionali, col quale ho potuto approfondire diversi aspetti disciplinari attraverso un confronto in orizzonti europei.

Il progetto ha permesso di promuovere attività di ricerca sulle forme più avanzate di Didattica della Storia e di educazione al patrimonio culturale, storico e artistico europeo e di allacciare rapporti di collaborazione con le principali università spagnole e con alcune cattedre e centri di studi di altre nazioni europee.

A coronamento e a ulteriore impulso di tutte queste attività si è giunti alla istituzione presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin", già Facoltà di Scienze della Formazione, del Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio che ha visto la sua apertura il 14 ottobre 2008.

Ciò ha fra l'altro consentito di istituire presso tale Centro il Premio internazionale intitolato e dedicato a Jacques Le Goff (il “Portico d'Oro”).

Le ricerche si sono poi rivolte al tema dell'educazione alla cittadinanza attiva, in particolare alla formazione iniziale degli insegnanti di scuola primaria, attraverso la partecipazione ai seguenti progetti di ricerca europei:

- "Estrategias de formación del profesorado para educar en la participación ciudadana" (EDU2011-23213).

- STEP - School Territory Environment Pedagogy citizenship pedagogy and teacher education, referente del gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze dell'Educazione. "Pedagogia della cittadinanza e formazione degli insegnanti:un’alleanza tra scuola e territorio" - ERASMUS PLUS.

- "Educacion Patrimonial para la inteligencia territorial y emocional de la ciudadanía. Análisis de buenas prácticas, diseño e intervención en la enseñanza obligatoria (código EDU2015-67953-P)", Secretaría de Estado de Investigación, Desarrollo e Innovación (Ministerio de Economía y Competitividad, España).

[1] La raccolta di statuti dei comuni e delle corporazioni cittadine dal medioevo alla fine del secolo XVIII, posseduta dalla Biblioteca del Senato, costituisce da oltre un secolo un punto di riferimento necessario sia per gli storici del diritto, i medievisti, i linguisti, i cultori della storia locale, sia per gli stessi rappresentanti politici, istituzionalmente legati alla realtà delle città e comunità di cui sono espressione.