Foto del docente

Silvia Demozzi

Senior assistant professor (fixed-term)

Department of Education Studies "Giovanni Maria Bertin"

Academic discipline: M-PED/01 Pedagogy, Theories of Education and Social Education

Useful contents

Linee guida Prova finale dei Corsi triennali

 Prova finale 

La Prova finale dei CdS triennali è un elaborato scritto costituito da un numero minimo non inferiore a 40 pagine (ogni cartella sarà di 2500 caratteri spazi inclusi), pari a 4 CFU.

Lo Studente sceglie, di norma, l’argomento della Prova finale sotto la guida di un Relatore in un settore scientifico disciplinare tra quelli previsti dal piano didattico del Corso di studio (CdS). Si consiglia di orientarsi preferibilmente verso una disciplina di cui si siano frequentate con assiduità le lezioni e/o laboratori e si sia acquisita una buona conoscenza di base teorica e metodologica.

Lo Studente deve mettersi in contatto con il docente Relatore per concordare la supervisione del lavoro ai fini della prova finale, almeno sei mesi prima della conclusione del proprio percorso di studi. Lo studente deve consegnare al Relatore l'elaborato nella sua versione definitiva almeno 15 giorni prima della data indicata per l’upload della prova finale, in modo che possa essere visionato e approvato dal relatore prima di essere caricato on line.

La prova finale dei CdS triennale si qualifica per:

  • la stretta relazione con il profilo professionale corrispondente;
  • la stretta congruenza tra il tema prescelto e il settore scientifico disciplinare di appartenenza del Docente, Relatore;
  • la correttezza (ortografica e sintattica) del testo finale.

Lo Studente propone al Relatore il tema della prova finale. Nella fase di costruzione e redazione della prova finale, lo Studente è tenuto a mantenere un contatto costante con il proprio Relatore, usufruendo dell’orario di ricevimento o mediante e-mail.

Lo Studente è tenuto a conoscere ed avvalersi delle risorse bibliografiche presenti sia presso la Scuola/Dipartimento che in Ateneo e degli ausili che il servizio bibliotecario mette a disposizione nel rispetto del Regolamento della biblioteca, attivandosi autonomamente. Lo Studente è tenuto a leggere tutte le indicazioni utili alla realizzazione e redazione della prova finale presenti nella pagina web di facoltà e/o del suo Corso di Studi. 

Dematerializzazione della Prova finale

La consegna della prova finale avviene esclusivamente in forma digitale caricando l’elaborato come file in formato .pdf, mediante il servizio ‘Studenti Online’, entro la scadenza stabilita dalla Scuola. Sarà inoltre necessario caricare anche un abstract, le parole chiave e l’indicazione della lingua dell’elaborato, il quale dovrà essere successivamente approvato dal Relatore.

 Valutazione della prova finale

La Commissione valuta il candidato, collegialmente, con riguardo al curriculum degli studi e allo svolgimento della Prova finale:

  •  al curriculum degli studi viene attribuito un punteggio che corrisponde alla media dei voti degli esami sostenuti (media ponderata sui CFU acquisiti) trasformata in centodecimi, così come da documentazione ufficiale pervenuta alla Commissione da parte della Segreteria Studenti;
  • la prova finale delle lauree triennali sarà valutata con un punteggio compreso fra 0 e 3:

0 punti (Ammissibile)la prova finale non aggiunge nulla al punteggio conseguito con la carriera accademica.

1 punto (Sufficiente): chiarezza dell’esposizione, correttezza dell’impostazione e del contenuto.

2 punti (Buono): pertinenza al tema trattato e capacità di discutere con i principali elementi della letteratura scientifica di riferimento; pertinenza e capacità di elaborazione, in dialogo con la letteratura scientifica di riferimento, di un project work o nella riflessività critica su un’esperienza concreta in collegamento con l’attività di tirocinio.

3 punti (Ottimo): presenza di una riflessione critica argomentata e di contributi di sintesi originali.

Al punteggio della Prova finale possono essere aggiunti fino ad un massimo di 1 punto per elaborati particolarmente originali e innovativi; il Relatore, d’accordo con il Correlatore, manda apposito avviso alla Commissione e deposita presso la Segreteria una settimana prima della sessione di laurea, l’elaborato in modo che la Commissione possa prenderne visione.

La valutazione della Commissione è espressa in centodecimi. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110.