Foto del docente

Silvia Demozzi

Professoressa associata

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Settore scientifico disciplinare: M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE

Curriculum vitae

Silvia Demozzi è dottore di ricerca in Pedagogia e Professoressa Associata in Pedagogia generale, sociale e Filosofia dell'educazione presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna.

E' docente di Filosofia dell'Educazione, Pedagogia dell'Infanzia, Educazione alle relazioni di coppia e Pedagogia Oncologica presso la Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione e la Scuola di Medicina e Chirurgia.

Le sue ricerche riguardano, sul fronte della riflessione teoretica, le teorie della complessità e, in particolare, la costruzione della conoscenza e il pensiero di Gregory Bateson (su cui ha scritto la monografia "La struttura che connette.Gregory Bateson in educazione" ETS, 2011, vincitore del primo premio italiano della società di Pedagogia SIPED). E', inoltre, studiosa di Pedagogia dell'Infanzia con particolare interesse al tema della tutela e salvaguardia dei diritti dell'infanzia, ai rischi connessi al fenomeno dell'adultizzazione e all'uso delle pratiche filosofiche per la formazione dei bambini al pensiero critico, creativo ed etico. Sul fronte della ricerca sul campo, i suoi interessi si sono concentrati attorno ai temi della cura educativa e sanitaria all'infanzia, dell'alleanza tra scuola e famiglie e, attualmente, ai temi legati all'esposizione mediatica di minori da parte dei genitori (spettacolarizzazione, vetrinizzazione, sharenting). Su questi temi, nel 2013 ha realizzato, insieme a Mariagrazia Contini, il video-documentario "Corpi Bambini/Sprechi di Infanzia" (www.corpibambini.wordpress.it) e nel 2016, per i tipi di FrancoAngeli, ha pubblicato (sempre assieme a Mariagrazia Contini) un volume con lo stesso titolo. Nel 2016, inoltre, ha pubblicato la monografia "L'infanzia inattuale. Perché le bambine e i bambini hanno diritto al rispetto".

Si interessa, più recentemente, di pedagogia oncologica e di comunicazione centrata sul paziente.

Ha partecipato a ricerche finanziate dalla Comunità Europea. I progetti cui ha preso partesono:

- GOETE, Governance of Educational Trajectories in Europe, realizzato all'interno del 7° Programma Quadro: focalizzato sulle transizioni educative dei giovani studenti europei Il progetto si è concluso nel marzo del 2013 (www.goete.eu).

- PARTISPACE - spaces and styles of participation (2015-2018), finanziato all'interno del programma Horizon 2020 (www.partispace.eu).

E' membro del comitato scientifico del Centro di Ricerche Educative su Infanzie e Famiglie (CREIF) e del Centro di ricerche su Etica, Culture, Epistemologia e Linguaggi (CRECEL) del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna e del Centro Studi Medical Humanities del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica.

E' Principal Investigator del Progetto di ricerca Farfilò (finanziato dal Programma Almaidea) sulle pratiche filosofiche con infanzia e adolescenza.

E' membro della redazione della Rivista Ricerche di Pedagogia e Didattica. Journal of Theories and Research in Education (RPD Journal) e fa parte del Comitato Scientifico della Collana "Nuovi Paradigmi" - Junior Editore.