Foto del docente

Silvia Demozzi

Ricercatrice a tempo determinato tipo b) (senior)

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Settore scientifico disciplinare: M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE

Temi di ricerca

Parole chiave: Diritti dei bambini Adultizzazione dei bambini Pedagogia oncologica Alleanza scuola-famiglia Gregory Bateson Medical Humanities Giovani e educazione Bambini e malattia Infanzia e Pratiche filosofiche

- Infanzia e Pratiche filosofiche

- "Medical Humanities e pedagogia oncologica"

- “Pedagogia generale e sociale: prospettive educative per l'infanzia e tutela dei diritti”.

Corpi bambini: tracce di rimozioni tra spettacolarizzazione e dolore”.

- “Istruzione formale e famiglie: quale ruolo nelle traiettorie educative dei giovani in Europa?”.

“Infanzie globalizzate nei servizi educativi 0-6 anni”.

- “Alleanza educativa tra famiglie e servizi per l'infanzia”

- “Pazienti pediatrici malati: aspetti educativi”

- "Le rappresentazioni e l'immaginario del corpo"



Pedagogia dell'Infanzia: storia dell'infanzia e sua evoluzione come categoria socio-culturale; i bambini e le bambine oggi: piccoli adulti in miniatura; quali sono i segnali sempre più evidenti del fenomeno dell'adultizzazione dell'infanzia? Bambini come merce, spettacolo, business; bambini con l'agenda piena e l'ansia della performance; bambini ipercurati, iperprotetti, con la paura di sporcarsi, farsi male e confrontarsi con i pari. Bambini "invisibili": vittime delle nuove povertà, costretti a lavorare, abbandonati oppure malati in un letto d'ospedale. Bambini "sregolati" e adulti incapaci di ascoltarli. Bambini senza infanzia e una società che non si prende cura dei loro bisogni e dei loro diritti.  Pedagogia e Medicina: bambini e malattia; pedagogia oncologica; medical humanities.
Filosofia dell'Educazione: il pensiero di Gregory Bateson in prospettiva educativa e le sue connessioni con la filosofia educativa del problematicismo della scuola di Giovanni Maria Bertin. Le pratiche di scrittura e narrazione di sé come dispositivi di riflessività e autoformazione all'interno dell'intreccio pensiero-rappresentazioni-azioni. Filosofia e infanzia: pratiche filosofiche a partire dal metodo della Philosophy for children.
Pedagogia sociale: le competenze comunicative e relazionali all'interno dei contesti educativi; il metodo del Teatro dell'Oppresso come strumento di formazione per i professionisti dell'educazione e come dispositivo riflessivo nel campo delle connessioni mente-corpo-contesti e della gestione dei conflitti.