Foto del docente

Michele Caianiello

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Giuridiche

Settore scientifico disciplinare: IUS/16 DIRITTO PROCESSUALE PENALE

Direttore Dipartimento di Scienze Giuridiche

Direttore Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali "Enrico Redenti"

Curriculum vitae

Michele Caianiello, nato a Bologna il 21 agosto 1970.
Laureato in giurisprudenza in data 7 luglio 1994, con la valutazione di 110 e lode, con tesi in Procedura penale, La riparazione dell'ingiusta detenzione.
Diploma del Corso di perfezionamento in Diritto tributario “A. Berliri”, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna, in data 22 luglio 1996;
Dottore di ricerca in Procedura penale presso la Facoltà di Giurisprudenza, Università di Bologna, XII ciclo, con tesi su Azione penale e sistemi di giustizia internazionale; ha conseguito il titolo di dottore il 2 marzo 2000.
Ricercatore nella Università di Bologna – IUS/16 – Procedura penale, Facoltà di Giurisprudenza, dal 2006.
Professore Associato – IUS/16 – Procedura penale dal 2007.

Professore ordinario nella Università di Bologna, Dipartimento di Scienze giuridiche – IUS/16 – Procedura penale, dal 2016.

Avvocato dal 1998, ha esercitato la pratica forense nell'ambito del diritto penale sino al 2006. Nel 2015 è stato ammesso alla lista degli Assistants to Counsel della Corte penale internazionale.
Titolare dal 2006 al 2009 del Corso di Diritto processuale penale Facoltà di Giurisprudenza, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma (L.U.I.S.S.). Nel 2009-2010 è stato titolare presso la medesima Università del Corso di Diritto processuale penale internazionale e comunitario, mentre nel 2012 è stato docente, sempre alla L.U.IS.S., di Procedura penale europea.

Dal 2014 fa parte del collegio docenti del dottorato di ricerca in Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bologna.

Nel corso della sua carriera si è occupato di azione penale, di diritto delle prove, e di giustizia penale internazionale ed europea. Più in generale, lavora da diversi anni sui temi riguardanti il rapporto tra legalità e processo penale e gli effetti sul processo penale della globalizzazione e della internazionalizzazione dei sistemi. E' autore di tre monografie (Poteri dei privati nell'esercizio dell'azione penale, Giappichelli, Torino, 2003; Ammissione della prova e contraddittorio nelle giurisdizioni penali internazionali, Giappichelli, Torino, 2008; Premesse per una teoria del pregiudizio effettivo nelle invalidità processuali penali, BUP, Bologna, 2012), e di oltre 100 pubblicazioni su riviste, enciclopedie e volumi collettanei.

È nell'editorial board delle riviste European Journal of Crime, Criminal Law and Criminal Justice, Revista Brasileira de Direito Processual Penal, Kazan University Law Review. Fa parte del comitato scientifico delle seguenti riviste italiane:  Diritto Penale Contemporaneo - Rivista Trimestrale, Sistema penale, Archivio giuridico Filippo Serafini. È membro del comitato editoriale della Collana Procedura penale, Sez. Commenti e Nuovi itinerari, Giappichelli, nonché associate editor nella Collana "Comparative, European and International Criminal Justice" di Springer/Giappichelli.

Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali, a partire dal 2005. Tra questi si menzionano:

  • Suspects in Europe. Procedural Rights at the Investigative Stage of the Criminal Process in the Europen Union , coordinated by Ties Prakken e Taru Spronken, Università di Maastricht, AGIS 2005
  • Rethinking European Criminal Justice , coordinated by Ulrich Sieberg, Max-Planck Institut fur Auslandische-und-Internationale Strafrecht, Freiburg, AGIS 2006
  • L'armonizzazione della prova dichiarativa nell'Unione Europea, coordinated by Giulio Illuminati, PRIN 2005;
  • Effective defence rights in the EU and access to justice, coordinated by Taru Spronken, Università di Maastricht, Commissione europea, 2007.

È stato inoltre stato co-leader nel coordinamento delle seguenti ricerche finanziate da OLAF:

  • Criminal and administrative investigations in the field of VAT and Custom Duties, from national practices to an EU integrated system of information and Evidence Exchange”;
  • "Investigations and Sanctions for VAT frauds: Fundamental Principles and Comparison across EU Member States” in the frame of the Hercule III program";
  •  "Devices" - Digital forensic EVIdence: towards CommonEuropean Standards in antifraud administrative and criminal investigations. — DEVICES: https://site.unibo.it/devices/en);
  • E-Procedure: Evidence in Time of Increased Use of Technology and Digitalization (The International Nuremberg Principles Academy: https://www.nurembergacademy.org/projects/detail/45ed2d129b0e19459764c4684e317a95/digital-evidence-23/)

E' Principal Investigator nel progetto di ricerca (UST-JACC-AG-2018 Program) CrossJustice (Knowledge, Advisory and Capacity Building Information Tool for Criminal Procedural Rights in Judicial Cooperation: https://crossjustice.eu/en/index.html).

Assieme a studiosi di altre Università - la University of North Carolina, la University of Warwick e la Università di Basilea - ha dato vita a un gruppo di ricerca sul tema del futuro dei sistemi processuali ("The Future of Adversarial and Inquisitorial Systems"), con il quale organizza conferenze e cura la pubblicazione di volumi e articoli in materia di giustizia penale comparata. Tra le pubblicazioni in questo ambito si ricorda Preventing Danger. New Paradigms in Criminal Justice , Carolina Academic Press, Durham, North Carolina, USA, 2013.    

Dal maggio 2018 è Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.