Foto del docente

Felix San Vicente Santiago

Professore ordinario

Dipartimento di Interpretazione e Traduzione

Settore scientifico disciplinare: L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA

Curriculum vitae

 Félix San Vicente Santiago, laureato in Filologia Romanza presso l’Università di Deusto (Bilbao 1974) e in Lettere Moderne presso l’Università di Bologna (1977), ha svolto la sua attività docente come Lettore di scambio, Ricercatore e Prof. Associato presso l’Università di Bologna. Attualmente è Professore ordinario, insegna Lingua spagnola presso la Scuola di Scienze Politiche ed è membro del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione presso il Campus di Forlì.

•Docente presso l'Univ. del Molise (1992-1993), la ex-SSLIMIT di Forlì (1997-2003), l'Univ. di Pisa (1999) e visiting professor presso l'Univ. di Santiago di Compostela (E) nel 2008 .

•Membro del Collegio docente dei dottorati di Pisa e Bologna.

•Membro di Commissioni di dottorato presso le università di Lleida, Genova, Venezia e Salamanca.

•Coordinatore del Dottorato in Traduzione, Interpretazione e Interculturalità (Università di Bologna, 2012-2015).

•Responsabile del Centro Linguistico Universitario di Forlì (CLIFO), dal 1995 al 2002.

•Direttore del Centro Linguistico CLIRO dell'Università di Bologna, dal 2002 al 2012.

•Membro di diverse associazioni internazionali, è autore di numerose pubblicazioni nell'ambito della linguistica spagnola, la lessicografia e le didattiche delle lingue, per la cui rilevanza risulta come Ricercatore di Categoria A per gli Anni Accademici in cui è stato fatto il rilevamento presso UNIBO.

•Conferenziere in università nazionali e estere e coordinatore di ricerche internazionali, ha organizzato numerosi convegni e seminari riguardanti la lingua spagnola e la didattica delle lingue.

•Responsabile Locale del PRIN (2008-2010) di Lessicografia e ideologia “Le marche nella lessicografia bilingue italo spagnola”.

•Responsabile Locale del PRIN (2010-2012) “Entro e oltre i confini: uso e norma nelle lingue dell’Europa occidentale”.

•Coordinatore del Progetto di lessicografia Hesperia: http://www.portalehesperia.it/index.asp

•Coordinatore del Progetto di grammatica Contrastiva.it: http://www.contrastiva.it/

•Direttore e coordinatore del Progetto GREIT (2010-2015) Gramática de referencia de español para italófonos, 3 voll. (1559 pp.), Bologna, Clueb, 2013-2015.

•Cordinatore del Progetto FARB di UNIBO: “Per una grammatica contrastiva dell’oralità: nuove prospettive di ricerca finalizzate all’alta formazione nell’ambito della mediazione linguistica” (2013-2015).

•Membro del progetto europeo (2014-2018) “Preterito perfecto simple y preterito perfecto compuesto: historiografia, gramatizacion y estado actual de la oposicion en el español europeo”, coordinato dal Prof. J.J. Gómez Asencio (Università di Salamanca).

•Responsabile del progetto europeo Erasmus + “SHIFT in Orality - SHaping the Interpreters of the Future and of Today” (2015-2018).

•Direttore del Centro Interuniversitario di Ricerca sulla Storia degli Insegnamenti Linguistici: CIRSIL (2016-...) https://cirsil.it/

•Membro della Giunta della Sociedad Española de lexicografia (2011-2013).

•Membro della Giunta della Sociedad Española de Historiografía Lingüística (2015-).

•Membro del board di diverse riviste di linguistica (Sintagma, Cuadernos Aispi, Orillas, Quaderni del CIRSIL, etc.).

•Responsabile del gruppo di Ricerca in linguistica contrastiva LICEI.

•Direttore della Collana Contesti di CLUEB.

•Ha ricoperto diversi incarichi istituzionali (Membro di Giunta di Dipartimento di Lingue e Lett. Straniere); Componente della commissione per la policy linguistica di Ateneo (2009), rappresentante di Ateneo presso il Consiglio Generale della Fondazione Cassa del Risparmi di Forlì 2009-2012. Presidente del Polo Scientifico Didattico di Forlì (2010-2012).

- Presidente del Polo Scientifico-Didattico di Forlì 2010-2012

- Coordinatore del Campus di Forlì (2012-2017).

- Presidente Campus di Forlì (2017-...)

Titoli scientifici: aree di ricerca

Laureato presso l’Università di Deusto con una tesi su El sistema verbal en el epistolario de F. de Quevedo con Sancho de Sandoval (1974), diretta dalla Prof.ssa L. López Grijera, laureato presso l’Università di Bologna con una tesi su Las ideas lingüísticas en la gramática española de B. Felíu de San Pedro (1767), diretta dal Prof. L. Heilmann (1977) .

Fra le linee prioritarie della ricerca si è occupato di storiografia linguistica in epoca classica ed in particolare della lessicografia settecentesca con delle indagini sul vocabolario della DRAE e su autori, allora poco noti, come E. Terreros e aprendo nuovi campi di ricerca nella lessicografia settecentesca spagnola, occupandosi dell'identificazione delle numerose traduzioni in spagnolo di opere lessicografiche straniere nella Bibliografía de la lexicografía española del siglo XVIII (1995). Negli ultimi anni ha sviluppato un’ampia ricognizione della storia della lessicografia bilingue ispano-italiana dal settecento fino ai nostri giorni e ha pubblicato diversi lavori e coordinato e diretto gruppi di ricerca che hanno portato ad una completa revisione del panorama storiografico. Servano, fra gli altri, come riferimento: Perfiles para la historia y crítica de la lexicografía bilingüe del español (2006) e i quattro volumi di Textos fundamentales de la lexicografía italoespañola (2008-2010). Per una panoramica dell’insieme si veda: http://hesperia.cliro.unibo.it [http://hesperia.cliro.unibo.it/] .

Un’altra linea prioritaria di ricerca è costituita dal settore grammaticografico per il quale si è occupato di grammatiche di spagnolo per italofoni con studi via via approfonditi su autori del seicento e settecento fino ad arrivare alla sintesi in Gramáticas de español para italófonos (siglos XVI-XVIII) in collaborazione con H. Lombardini. Ricoprono lo stesso settore altri lavori destinati allo studio della grammatica della RAE. Per lo stato della ricerca si veda il portale : http://contrastiva.it [http://contrastiva.it/] che presenta un repertorio di autori e opere grammaticale dall’inizio fino ai gironi nostri, nonché un repertorio di testi e una bibliografia con circa 1500 records.

In stretto rapporto con l'insegnamento della lingua spagnola svolto in diversi sedi umanistiche, ha portato avanti un continuo aggiornamento degli studi descrittivi sulla lingua spagnola, con particolare attenzione all'insieme delle istanze culturali ed istituzionali che intervengono sullo stato attuale. Utilizzando le esperienze realizzate in questo campo e tenendo conto del nuovo quadro socioculturale e politico delineatosi in Spagna, si è soffermato sullo spagnolo a partire dalla transizione democratica; si è anche occupato del linguaggio giovanile e del linguaggio politico nel dibattito parlamentare e continua ad indagare con procedure della linguistica computazionale. Aspetti rilevanti risultano quelli generati dai neologismi, prestiti e dalle soluzioni morfologiche che ne derivano per la formazione delle parole. Sul piano grammaticale si è occupato delle forme nominali e della combinatoria pronominale anche sul piano contrastivo con l’italiano. Servano di riferimento, fra gli altri, per questo settore alcune sintesi come: La lengua de los nuevos españoles (2001), Actual. Gramática para comunicar en español (2006), e Contrastiva. Grammatica della lingua spagnola (2010). Ha coordinato e diretto la Gramatica de referencia de español para italofonos (2013-2015) in tre volumi (24 autori e 49 capitoli con un totale di 1559 pp.) edita da CLUEB e Universidad de Salamanca.

Altre esperienze legate strettamente alla didattica sono state maturate in relazione a quanto descritto nel precedente paragrafo in diversi momenti della carriera universitaria di FSV come partecipante a diversi progetti europei che hanno avuto come oggetto la produzione di materiali multimediali per l’autoapprendimento della lingua spagnola in diversi settori (Economico, Politico, Sociale, Belle Arti) . Come direttore del CLIRO, Centro Linguistico dell’Università di Bologna, oltre a curare tutti gli aspetti derivanti dalla teledidattica assistita sulla pagina Web con numerose proposte di test ed esercizi per l'autoapprendimento: http://www.clifo.unibo.it, ha svolto e concluso il coordinamento di una quindicina di manuali multimediali in rete e in CD per l’autoapprendimento di diverse lingue: russo, arabo, giapponese, portoghese, francese e inglese. Sono di particolare interesse la sperimentazione sulla validità delle piattaforme e-learning e sull’utilizzo della web quest per l’insegnamento dello spagnolo a italofoni. http://www.cliro.unibo.it