Foto del docente

Elena Malaguti

Professoressa associata

Dipartimento di Scienze Dell'Educazione "Giovanni Maria Bertin"

Settore scientifico disciplinare: M-PED/03 DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

Curriculum vitae

ELENA MALAGUTI, PHD Professore associato in Didattica e Pedagogia Speciale - Scuola di Psicologa e Scienze della Formazione - Univeristà degli Studi di Bologna. Pedagogista, psicologa e psicoterapeuta iscritta all'Albo degli Psicologi della Regione Emilia Romagna. La sua attività principale è inerente lo studio delle teorie e dei modelli sottesi alla prospettiva dell'educazione inclusiva e dei diritti secondo un modello ecologico sociale ed umano. Membro dell’Associazione internazionale Resilio, della SIPES (Società Italiana di Pedagogia Speciale) del Centro Studi sul Genere e l’Educazione (CSGE) e del CEDEI (Centro Studi e Ricerche Disabilità, Educazione, Inclusione) del Dipartimento di Scienze dell’Educazione- Università di Bologna. E’ consulente e supervisore di centri che operano a favore del miglioramento della qualità di vita di persone con disabilità. Partecipa a numerosi progetti europei volti a ridurre gli ostacoli alla partecipazione verso la promozione di processi di advocacy, empowerment, resilienza, di formazione al lavoro, ad una vita autonoma ed indipendente.  La sua attività di ricerca è inerente lo studio dei processi di resilienza, advocacy, empowerment, autodeterminazione e qualità di vita delle persone con disabilità o che vivono condizioni di marginalità e devianza. Si occupa di progettazione e riorganizzazione dei contesti educativi e didattici secondo la prospettiva dell’emancipazione e dell’accessibilità didattica e culturale.  Le sue ricerche focalizzano l'attenzione anche sulla promozione di progetti di sostegno alla genotorialità e alla prima infanzia. Collabora stabilmente con il gruppo di ricerca internazionale "Identità Culture e Resilienza" con sede a Parigi.

Attività scientifica:
La ricerca approfondita in questo triennio è collegata alla disciplina della pedagogia, didattica speciale ed educazione inclusiva. In particolare l'interesse scientifico che anima il lavoro di ricerca mira a riflettere sui nuovi orizzonti e prospettive di sviluppo della disciplina stessa in relazione alle sfide dell'odierna società (processi migratori e disabilità, nuove povertà, nuove schiavitù, guerre, calamità, disabilità e identità di genere, situazioni di emergenza in ambito scolastico, processi di deistituzionalizzazione…). Nello specifico l'attività di ricerca, attraverso l'utilizzo di metodi qualitativi (studio di caso, narrazioni, storie di vita, interviste) e in parte anche quantitativi, si propone di definire modelli interdisciplinari e multifattoriali alla presa in carico e cura delle persone che vivono situazioni di disabilità e vulnerabilità volti all'inclusione scolastica e sociale nei contesti di vita secondo un modello di umanizzazione dei servizi.
La ricerca ha focalizzato la sua attenzione, inoltre, sulla costruzione di sistemi di aiuto secondo la prospettiva dell'inclusione verso la progettazione di servizi rivolti a gruppi vulnerabili e non e alla definizione di percorsi di educazione, rieducazione e riabilitazione secondo un modello ecologico - biopsico-sociale ed educativo allo studio dell'uomo e del suo ambiente..
Il lavoro di ricerca su campo secondo l'approccio della - ricerca azione – realizzato in molteplici contesti (scolastici ed extrascolastici) e luoghi di cura (cliniche ospedaliere, centri specializzati…) italiani ed internazionali scaturito anche dalla collaborazione attiva con i servizi e gli operatori del territorio, è stato finalizzato alla costruzione di modelli e strategie di miglioramento delle risorse e competenze per il singolo, il gruppo e la comunità di appartenenza (strategie di cooping e empowerment e resilienza). Questa impostazione metodologica ha continuato a caratterizzare gli interessi e le ricerche successive che hanno focalizzato l'attenzione principalmente sui processi di resilienza e sui possibili indicatori di ricostruzione data la presenza di eventi traumatici (guerre, calamità, incidenti, lutti…) e situazioni di emergenza considerando anche la dimensione multiculturale della società.
Lo studio dei processi sottesi alla dimensione della vulnerabilità, delle possibili relazioni di aiuto e dei processi di resilienza (individuale, di gruppo e comunitaria) secondo il modello ecologico- sociale ed umano (individuale, di gruppo, comunitario) che caratterizza le ricerche di cui si occupa si orienta secondo alcuni ambiti principali

  • La presenza di disabilità congenite e i processi di integrazione scolastica, inclusione sociale e miglioramento della qualità di vita.

  • La presenza di disabilità acquisite e i processi di integrazione scolastica, inclusione sociale e miglioramento della qualità di vita.

  • La presenza di eventi traumatici (guerre, calamità, malattie, lutti, abbandoni, adozioni…) e i processi di riorganizzazione dell'evento secondo un modello ecologico – sociale ed umano.

  • Le relazioni di genere in presenza di disabilità e/o bisogni educativi speciali, condizioni di vulnerabilità e violenza.

  • I processi di resilienza e di miglioramento della qualità della vita di minori (che vivono fuori famiglia) e famiglie che vivono condizioni di vulnerabilità.

  • La presenza di condizioni e situazioni di svantaggio sociale e i processi di inclusione.

Attività didattica

2017: Direttrice del Master in Didattica e Psicopedagogia per gli allievi con Disturbo dello Spettro Autistico promosso dal MIUR. Dipartimento di Scienze dell'Educazione "G.Bertin" – Alma Mater Università - Docente di Pedagogia Speciale e di Educazione e Riabilitazione - CDS Educatore nei servizi per l'infanzia e Magistrale di Progettazione e Gestione dell'Intervento Educativo nel Diagio Sociale - sede di Rimini

2016: Docente di Pedagogia Speciale e di Educazione e Riabilitazione - Scuola di Psicologia e Scienze dell'Educazione – Alma Mater Università - CDS Educatore nei servizi per l'infanzia e Magistrale di Progettazione e Gestione dell'Intervento Educativo nel Diagio Sociale -. Docente al Master in Counsellor Sanitario - Università di Bologna -

2015: Docente di Pedagogia Speciale - Scuola di Psicologia e Scienze dell'Educazione– Alma Mater Università - sede di Bologna e sede di Rimini. CDS Educatore nei servizi per l'infanzia e CDS Educatore sociale e culturale sede di Rimini. Docente al Master in Counsellor Sanitario - Università di Bologna -

2014 - 2012: Docente di Pedagogia Speciale - Scuola di Psicologia e Scienze dell'Educazione – Alma Mater Università - sede di Bologna e sede di Rimini. CDS Educatore nei servizi per l'infanzia e CDS Educatore sociale e culturale sede di Rimini
2010/ 2011: Docente di Pedagogia Speciale - Facoltà di Scienze della Formazione – Alma Mater Università - sede di Bologna e sede di Rimini. CDS Educatore nei servizi per l'infanzia e CDS Educatore sociale e culturale sede di Rimini
2008/2009: Docente di " Educazione e Riabilitazione" – Laurea Magistrale Progettazione e Gestione dell'intervento educativo nel disagio sociale – Facoltà di Scienze della Formazione – Alma Mater Università di Bologna -.
Docente al Master sulla Dimensione Educativa della Cooperazione Internazionale – Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Alma Mater Università di Bologna. Svolge attività istituzionale, di ricerca e formazione all'interno della Facoltà di Scienze della Formazione e del Dipartimento di Scienze dell'Educazione Università di Bologna. Partecipa a progetti di ricerca, attività di formazione e convegni nazionali ed internazionali sui temi dell'integrazione, inclusione, cooperazione internazionale, marginalità e devianza.
2005 - 2006 - 2007: Docente di Pedagogia Speciale - Facoltà di Scienze della Formazione – Alma Mater Università di Bologna – corso aggiuntivo di sostegno – corso educatore nido e comunità infantile -
2004: Docente di Pedagogia Speciale - Facoltà di Scienze della Formazione – Alma Mater Università di Bologna – corso aggiuntivo di sostegno -
2002 -2008: Professore a contratto presso la Libera Università di Bolzano e Bressanone - Facoltà di Scienze della Formazione Primaria - corso aggiuntivo di sostegno – insegnamento: "Comunicazione I in situazioni difficili"2004: Professore a contratto presso la Libera Università di Bolzano Bressanone - Facoltà di Scienze della Formazione - SISS - Pedagogia Speciale -
2002 - 2003 - 2004: Docente al Master "Relazione d'aiuto e empowerment nella scuola e nei servizi socio - educativi e socio - sanitari" - Università di Firenze - Facoltà di Scienze della Formazione – Dipartimento di Scienze dell'Educazione e dei Processi Culturali e Formativi
2001/2002: Professore a contratto presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria - Università degli Studi di Reggio Emilia e Modena – corso aggiuntivo di sostegno - insegnamento : "Pedagogia Speciale"

Affiliazioni
Membro del Comitato tecnico scientifico della Rivista "L'integrazione scolastica e sociale " Centro Studi Erickson
Membro Società Italiana di Pedagogia Speciale (SIPES)
Membro dell'Osservatorio Internazionale sulla Resilienza dell'Associazione Internazionale Resilio
Membro del Centro Studi sul Genere e L'Educazione ( CSGE) -

Membro del Centro Studi Disabilità ed Inclusione (CEDEI)

2012: Steering committee - 1st World Congress on Resilience

2014: Steering committee - 2st World Congress on Resilience

2016: Steering committee - 3st World Congress on Resilience

Per approfondire
Titoli di studio
1987: Diploma di Liceo Scientifico
1991: Diploma di Proficiency - "Johns Hopkins University"
1993: Laurea in Pedagogia con lode con una tesi dal titolo "Una comunità per minori a rischio" -Facoltà di Pedagogia- Università degli Studi di Bologna -
1998: Diploma di specializzazione quadriennale in Psicotearapia Biosistemica - Società Italiana di Biosistemica. Diviene Psicologa e psicoterapeuta - Iscritta all'Albo degli Psicologi e alla lista degli Psicoterapeuti della Regione Emilia Romagna.
1999: Master in Dirtti Umani e Intervento Umanitario promosso dalla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Bologna in collaborazione con le Università di Banja Luka, Coventry, Frankfurt am Main, Strasbourg, Saarbrucken, Tunis III, Tuzla.
2000 - 2003 : XV ciclo Dottorato di Ricerca presso l'Università di Bologna. Titolo della tesi :"Vulnerabilità, resilienza e relazione di aiuto: nuovi scenari e prospettive di ricerca nella pedagogia speciale"
Lingue estere
Inglese: Buona conoscenza sia scritta che parlata
Francese: Buona conoscenza sia scritta che parlata

Titoli di studio
1987: Diploma di Liceo Scientifico
1991: Diploma di Proficiency - "Johns Hopkins University"
1993: Laurea in Pedagogia con lode  con una tesi dal titolo "Una comunità per minori a rischio" -Facoltà di Pedagogia- Università degli Studi di Bologna -
1998: Diploma di specializzazione quadriennale in Psicotearapia Biosistemica - Società Italiana di Biosistemica. Diviene Psicologa e psicoterapeuta - Iscritta all'Albo degli Psicologi e alla lista degli Psicoterapeuti della Regione Emilia Romagna.
1999: Master in Dirtti Umani e Intervento Umanitario promosso dalla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Bologna in collaborazione con le Università di Banja Luka, Coventry, Frankfurt am Main, Strasbourg, Saarbrucken, Tunis III, Tuzla.
2000 - 2003 : XV ciclo Dottorato di Ricerca presso l'Università di Bologna. Titolo della tesi :"Vulnerabilità, resilienza e relazione di aiuto: nuovi scenari e prospettive di ricerca nella pedagogia speciale"
Lingue estere
Inglese: Buona conoscenza sia scritta che parlata
Francese: Buona conoscenza sia scritta che parlata
Sintesi delle principali ricerche e progetti Nazionali ed Internazionali:

2015 / 2016/ 2017: Erasmus Plus OMO AIPD – Inclusive education, Work and Intellectual Disabilities- People with Down syndrome at work.

2013: International programme on Social and School Inclusive Education in Kosovo: Department of Educational Science “G.M. Bertin”- University of Bologna and Save the Children International Association

2011 – 2012 Children living outside the family: models for taking charge and resilient perspectives
A study in the Italian context to promote resilience process and social inclusion - Bologna University and San Giuseppe Foundation Rimini

2007 – 2008: Member of European Daphne II project “An investigation into forms of peer-peer bullying at school in pre-adolescent and adolescent groups: new instruments and preventing strategies”. Qualitative and quantities research in Italy, England, Spain, Portugal, Bosnia Herzegovina, Sweden.

2012- 2013: Leader of the Research Project: Resilience, Assisted Resilience and Social inclusion: the role of school and after school time educational services

2011 – 2012 Children living outside the family: models for taking charge and resilient perspectives
A study in the Italian context to promote resilience process and social inclusion - Bologna University and San Giuseppe Foundation Rimini

2011 - 2012 Early childhood education, gender and care, research on pre-school services in Emilia Romagna

2012 - 2011: "Stereotipi di genere, relazioni educative e infanzie" realizzato per conto del Centro Studi sul Genere e l'Educazione (CSGE) Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Alma Mater Università di Bologna - e Regione Emilia Romagna.
2012:Lineamenti di un Progetto di Ricerca su: Minori che vivono “condizioni di vulnerabilità e abbandono”, famiglie in difficoltà, e modelli di comunità. Processi di resilienza, questioni culturali, di genere e prospettive inclusive”- Facoltà di Scienze della Formazione - Alma Mater Università di Bologna - Fondazione per l'Aiuto Materno di Rimini -.
2010: La costruzione di strumenti di osservazione precoce per un'educazione inclusiva
Alma Mater Università di Bologna – : la ricerca dei mediatori possibili verso un'integrazione di qualità.
2009: Alunni con disabilità, figli migranti - Facoltà di Scienze della Formazione - Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Comune di Bologna (membro del Comitato scientifico) -
2009 : Genere e handicap: la costruzione dell'identità nella persona con disabilità - (area di studio all'interno della ricerca del Dipartimento di Scienze dell'Educazione -
2009: La costruzione della resilienza: percorsi di cura del malato ematologico - dalla diagnosi alla guarigione
2008: I mediatori nell'Educazione Speciale
2008 - 2010: Studio degli incatori precoci per i Distrubi dello Spettro Autistico: indicazioni metodologiche e teoriche per gli educatori
2007 – 2008: Progetto Europeo Daphne II “An investigation into forms of peer-peer bullying at school in pre-adolescent and adolescent groups: new instruments and preventing strategies”. Ricerca quantitativa e qualitativa in Italia, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Bosnia Herzegovina, Svezia.
2007: Le sfide della scuola e l'intervento educativo per l'integrazione scolastica di bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico
2006
: Indagine sulla costruzione del Progetto di Vita per persone con disabilità secondo la logica dell'ICF
2003 - 2004 Maem MasterProgettazione di interventi formativi e formazione di docenti (ricercatori - ordinari) provenienti dai Paesi del Mediterraneo per la creazione di una rete di Università e di un Master di alta specializzazione sui processi di integrazione nel Mediterraneo
2001 Progetto "Asia - URBS- Convegno Internazionale" -
Unione Europea - Regione Emilia Romagna - Università Degli Studi di Bologna: Progetto Asia - URBS - Costruzione di incontri internazionali rivolti alla promozione di scambi culturali fra Istituzioni Asiatiche ed Europee.
1998/2000 "Bambini che sopravvivono alla guerra"
Università Degli Studi di Bologna (Cattedra di Pedagogia Speciale) Ministero Degli Affari Esteri Italiano Attività di ricerca sull'analisi dei disegni e delle storie di bambini/e che hanno vissuto o vivono in Paesi in guerra.
1996/ 1998 "Progetto Ponte" - Bosnia Erzegovina -
Comunità Europea - Ministero degli Affari Esteri Italiano- Università Degli Studi di Bologna (Cattedra di Pedagogia Speciale)- Centro Educativo Italo Svizzero: "Progetto Ponte": Scambio culturale e di cooperazione fra Istituzioni educative italiane e bosniache - attività di sostegno clinico e di laboratorio rivolti ad operatori e bambini traumatizzati dalla guerra.
1996 "Progetto Storie di vita " - Rwanda - Kigali -
Università degli Studi di Bologna (Cattedra di Pedagogia Speciale) - Ministero Degli Affari Esteri Italiano: "La costruzione di storie di vita - l'esperienza di Jean Damascène Ndayabaje-
1995 - Progetto Rumo ao Encontro" - Brasile - Salvador de Bahia
Sindacato dei lavoratori (C.I.S.L - Bologna -), Centro di Solidarietà internazionale - Pastoral do menor do Brasil -:"Progetto Rumo ao Encontro" - la riorganizzazione e sistematizzazione delle attività ludiche con ragazzi di strada
1993 - 1994 - Progetto Infanzia Vulnerabile" -Bosnia Herzegovina - Sarajevo -
Reparto di neuropsichiatria infantile - Ospedale "Kosevo" - Sarajevo : "La costruzione di sistemi di aiuto e la progettazioni di percorsi di riabilitazione in favore di bambine e bambini"
Sintesi principali ricerche e progetti Italia
2008 I mediatori nell'Educazione Speciale
Alma Mater Università di Bologna – gruppo di Rimini -: la ricerca dei mediatori possibili verso un'integrazione di qualità.
2007 (in corso): Le sfide della scuola e l'intervento educativo per l'integrazione scolastica di bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico
Società Italiana Pedagogisti Speciali: indicatori di qualità per l'integrazione dei bambini con autismo.
2006 (in corso): Accompagnare nel Progetto di Vita
Alma Mater Università di Bologna, Consorzio dei Servizi Sociali di Ravenna, CSA Ravenna: indagine sulla costruzione del Progetto di Vita per persone con disabilità secondo la logica dell'ICF.
2003 (in corso) : Progetto di ricerca: Pace al Pratello
Alma Mater Università di Bologna - Caritas Bologna - Istituto penale minorile: processi di integrazione, dinamiche relazionali e percorsi di resilienza. Ricerca volta alla conoscenza delle problematiche del minore straniero.
2003 : Progetto monitoraggio - accoglienza dei bambini stranieri -
Regione Emilia Romagna - Centro Educativo Italo Svizzero - Dipartimento di Scienze dell'Educazione - Alma Mater Università di Bologna - Studio condotto in relazione all'accoglienza di bambini e bambine stranieri in Emilia Romagna
2003: "I disturbi del comportamento alimentare: Presa in carico e cura"
Cattedra di Pedagogia Speciale, Reparto di Neuro Pediatria - Policlinico S. Orsola Malpighi. Studio condotto su un gruppo di pazienti con Disturbi del Comportamento alimentare.
2002: "La relazione fra condizione di salute e apprendimento" ( in corso di realizzazione)
Cattedra di Pedagogia Speciale, Reparto di Neuropsichiatria Infantile Ospedale Maggiore di Bologna, "Studio condotto su di un campione di bambini e bambine con epilessia all'interno di alcune scuole di Bologna"
2001: "Progetto Colibrì" ( in corso di realizzazione)
Microsoft - Cattedra di Pedagogia Speciale - Policlinico S.Orsola ( Università Degli Studi di Bologna) - Ospedale S.Gerardo di Monza - Ospedale Neurologico Besta di Milano - Ospedale de Marchi di Milano. Progetto di ricerca sugli indicatori di resilienza in bambini e bambine con leucemia.
1998 - 2001: "L'HIV non va a scuola"
Azienda USL Città di Bologna - Università degli Studi di Bologna - Cattedra di Psicologia Sociale - L.I.L:A.: "L'HIV non va a scuola" - indagine sui comportamenti a rischio in giovani non scolarizzati
2000 "Progetto di Monitoraggio":
CRUI(Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) - Università Degli Studi di Bologna - Dipartimento di Scienze dell'Educazione: "Progetto di Monitoraggio Nazionale dei corsi di formazione universitaria degli insegnanti".
1998 - 2000 "La percezione del rischio"
Consorzio Sociale - Azienda USL di Imola - Cattedra di Pedagogia Speciale: "Progetto di ricerca sulla percezione del rischio negli adolescenti e preadolescenti di Imola"
1999: "Centro di accoglienza per i disturbi del comportamento alimentare"
Neurologia Pediatrica - Policlinico S.Orsola - Cattedra di Pedagogia Speciale - Cooperativa Attività Sociali: "Indagine e progettazione di un Centro di accoglienza per giovani con disturbi del comportamento alimentare"
1997 "I rischi per la salute"
Centro Regionale di Documentazione per la Salute - Azienda USL di Bologna - Cattedra di Pedagogia Speciale : Progetto di ricerca sulla comunicazione dei rischi per la salute
1996" Centro di accoglienza per persone con HIV/AIDS
- Azienda USL della Città di Bologna: "La progettazione e realizzazione di un centro di accoglienza per persone con HIV /AIDS e tossicodipendenti.
Affiliazioni
Membro del Comitato tecnico scientifico della Rivista "L'integrazione scolastica e sociale " Centro Studi Erickson
Membro Società Italiana di Pedagogia Speciale (SIPES)
Membro dell'Osservatorio Internazionale sulla Resilienza dell'Associazione Internazionale Resilio
Membro del Centro Studi sul Genere e L'Educazione ( CSGE) -

Membro del Centro Studi Disabilità ed Inclusione (CEDEI)

2012: Steering committee - 1st World Congress on Resilience

2014: Steering committee - 2st World Congress on Resilience

2016: Steering committee - 3st World Congress on Resilience