Foto del docente

Andrea Serraino

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie

Settore scientifico disciplinare: VET/04 ISPEZIONE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

Temi di ricerca

Parole chiave: Sicurezza alimentare Patogeni alimentari zoonosi trasmesse per via alimentare prodotti lattiero caseari Rischio biologico valutazione del rischio

Valutazione dei rischi biologici connessi con la produzione e vendita di latte, carni, prodotti ittici e  prodotti derivati; l'attività di ricerca è sviluppata prevalentemente sui seguenti microrganismi: Arcobacter spp., Campylobacter spp., E. coli verocitotossici, Salmonella spp., Listeria monocytogenes, e Mycobacterium avium paratuberculosis.

L'Unità svolge la sua attività di ricerca nel campo delle filiere agroalimentari (produzione primaria, trasformazione, conservazione) dei prodotti di origine animale; le attività sono prevalentemente, ma non esclusivamente, orientate alla filiera lattiero; le competenze preminenti sono relative ai pericoli biologici negli alimenti, tuttavia l'Unità si occupa, sviluppando sinergie con altri gruppi di ricerca, anche di contaminanti chimici, aspetti qualitativi, nutrizionali  e tipicità dei prodotti e malattie infettive degli animali domestici. L'Unità di ricerca sviluppa la sua attività utilizzando anche il Macello e il Caseificio Didattico Sperimentale e il Laboratorio di Batteriologia Veterinaria del Dipartimento Di Scienze Mediche Veterinarie. Le principali linee di ricerca riguardano la messa a punto di strategie per la riduzione e il controllo dei pericoli biologici nelle filiere agroalimentari. Le attuali linee di ricerca riguardano: messa a punto di metodiche rapide per la determinazione dell'istamina nei prodotti ittici, diagnosi rapida delle mastiti e strategie per la riduzione dell'utilizzo dei farmaci,valutazione del rischio per il consumatore connesso con l'infezione da Mycobacterium avium paratuberculosis negli allevamenti di bovini da latte, pericoli chimici e biologici connessi con l'utilizzo di insetti come fonte proteica per i mangimi, valorizzazione dei sottoprodotti, valutazione dell'antibiotico resistenza nelle differenti filiere animali.