Foto del docente

Alessandra De Cesare

Professoressa associata

Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie

Settore scientifico disciplinare: VET/04 ISPEZIONE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.doc 169KB )

A. NOTIZIE GENERALI

Alessandra De Cesare è nata ad Imola (BO) il 09-02-70 ed ha conseguito il diploma di maturità classica nel 1989. Si e si è laureata in Scienze Biologiche, indirizzo biomolecolare, il 19 Luglio 1995, discutendo con la Prof.ssa M. E. Guerzoni una tesi sperimentale dal titolo “Applicazione della Spettroscopia FTIR (Fourier Transform Infrared) alla valutazione e modellazione dello sviluppo microbico”.

Dal settembre 1995 allo stesso mese del 1996 ha svolto un anno di tirocinio post lauream presso il Dipartimento di Protezione e Valorizzazione Agro-Alimentare della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna.

Nel Gennaio 1996 ha vinto una borsa di studio semestrale per svolgere attività di Tutor presso il corso di Laurea di Scienze e Tecnologie Alimentari della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna.

Nel Dicembre 1996 ha superato l’esame di abilitazione alla Professione di Biologo.

Nel Gennaio 1997 ha vinto una borsa di studio semestrale per svolgere attività di Tutor presso il corso di Laurea di Scienze e Tecnologie Alimentari della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna.

Nel Novembre 1997 ha vinto una borsa di studio triennale, erogata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, per svolgere attività di studio e ricerca in microbiologia e tecnologie delle carni.

Nel periodo Marzo-Settembre 1999 ha trascorso un periodo di ricerca presso la Qualicon Inc., Wilmington DE, USA, durante il quale ho svolto studi relativi all'applicazione della ribotipizzazione automatica mediante RiboPrinter Microbial Characterization System a batteri patogeni.

Il 20 Gennaio 2000 ha vinto il concorso per 1 posto di collaboratore tecnico VII qualifica, area funzionale tecnico-scientifica e socio-sanitaria, pubblicato sulla gazzetta ufficiale, 4a serie “Concorsi ed esami” n.78 del 1.10.1999.

Nel periodo Febbraio-Luglio 2000 ha svolto un periodo di ricerca come visiting scientist presso il Poultry Science Department della North Carolina State University, Raleigh NC, USA, riguardante lo studio della contaminazione crociata di Campylobacter jejuni tra superfici ed alimenti pronti per l’uso.

Il 4 e 5 Maggio 2000 ha partecipato al workshop: “Introduction to microbial risk analysis” organizzato dalla International Association for Food Protection.

Il 31 Luglio 2000 ha preso servizio in qualità di Collaboratore Tecnico, VII qualifica, presso l’Unità Complessa degli Istituti di Scienze e Tecnologie Agroindustriali e Agroambientali dell’Università degli Studi di Bologna, denominata Dipartimento di Scienza degli Alimenti il 1 Gennaio 2001.

Nel Gennaio 2001 ha vinto il concorso per svolgere un Dottorato triennale di ricerca in Scienze degli Alimenti che ha concluso il 31 Maggio 2004 discutendo una tesi dal titolo “Caratterizzazione genetica dei principali batteri patogeni responsabili di tossinfezioni alimentari mediante analisi di restrizione degli opern rRNA”.

Nel Luglio 2013 ha vinto un concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 1 posto di categoria EP, posizione economica 1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari (DISTAL) dell’Università di Bologna.

Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a Professore di Seconda Fascia per il settore concorsuale 07/H2 - Patologia Veterinaria e Ispezione Degli Alimenti di Origine Animale nei bandi 2012, 2013 e 2016.

Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a Professore di Prima Fascia per il settore concorsuale 07/H2 - Patologia Veterinaria e Ispezione Degli Alimenti di Origine Animale nel bando 2016.

Dal 2013 è cultore della materia per il settore scientifico-disciplinare VET 04.

Nell'anno accademico 2017/2018 è stata titolare del modulo didattico BIOLOGIA DEI MICRORGANISMI ED ISPEZIONE DEGLI ALIMENTI (C.I.) [cod. 69152] - ISPEZIONE ED IGIENE DEGLI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE [cod. 69154] - [Modulo 2] Tecniche di laboratorio per l'analisi di batteri tossinfettivi presso la Scuola di Agraria e Medicina veterinaria Corso di Studio in TECNOLOGIE ALIMENTARI sede di Cesena

Nell’Ottobre 2015 ha firmato un contratto dalla Commissione Europea per la valutazione di tre progetti presentati per H2020 FET OPEN 2014-2015 RIA, scadenza call 29 Settembre 2015.

Dal 2000 al 2005, Alessandra De Cesare è stata rappresentante italiana del Working Group 1 “Isolation, identification and typing methods” del COST 920 dal titolo “Foodborne zoonosis: a co-ordinated food chain approach” e ha partecipato a diversi progetti di ricerca Europei e nazionali.

Dal 2003 al 2006 ha partecipato alle attività dell’unità di ricerca UNIBO coordinata dal Prof. Achille Franchini all’interno del progetto EU-QLK1-CT-2002-02201 dal titolo “Improved physiological, immunological and molecular tools for the recovery and identification of emerging Campylobacteraceae in the food and water chain” (CAMPYCHECK).

Dal 1 marzo 2005 al 1 marzo 2008 ha partecipato alle attività dell’unità di ricerca UNIBO coordinata dal Prof. Gerardo Manfreda all’interno del progetto EU-FOOD-CT-200X-007076 dal titolo “Control of the intestinal flora ecology in poultry for ensuring the products safety for human consumption” (POULTRYFLORGUT). In tale progetto ha rivestito il ruolo di leader del Task 3.3 dal titolo “Study of cleaning and disinfection procedures affecting carcass microflora in broilers in Italy”.

Dal 1 agosto 2009 al 1 Novembre 2013 ha rivestito il ruolo di Coordinator Assistant e Leader del task 5.1 “Review of current sampling schemes in different European countries and selection of products and processes to study” all’interno del large collaborative project 22238 BASELINE “Selection and improving of fit for purpose sampling procedures for specific foods and risks” (www.baselineeurope.eu) coordinato dal Prof. Gerardo Manfreda dell’Università di Bologna e presentato nell’ambito della call FP7-KBBE-2007-2A del theme 2 “Food, Agricolture and Fisheries, and Biotechnology”.

Dal 1 Febbraio 2012 al 31 Gennaio 2015 è stata referente per l’Università di Bologna e Leader del WP2 “Food Safety and Quality-Conventional production” nel progetto Europeo 289262 “Decision support tools to ensure safety, tasty and nutritious advanced ready to eat foods for healthy and vulnerable consumers” (STARTEC).

Dal 1 Gennaio 2015 è Leader del Task 7 “Quality management and ring trials” nel WP2 “Harmonised standards for sample processing and sequencing” del progetto Europeo H2020 n. 643476 “Collaborative Management Platform for the detection and Analyses of (Re-) emerging and foodborne outbreaks in Europe” (COMPARE).

Dal 1 Gennaio 2017 è referente per l’Università di Bologna nel Progetto “Software for risk assessment of Listeria in ready-to-eat meat products” finanziato dal Norwegian Research Council.

Dal 1 Novembre 2018 è Leader del WP4 "Development and validation of microbiomes-tailored circular actions to improve productivity, quality, safety and sustainability in poultry and swine food chains" all'interno del progetto H2020 CIRCLES "Controlling mIcRobiomes CircuLations for bEtter food Systems".

Dal 1 Ottobre 2018 fa parte del Panel Biohazard della European Food Safety Authority (EFSA).

Attualmente Alessandra De Cesare ricopre il ruolo di collaboratore tecnico EP1 all’interno dei Laboratori di Sicurezza Alimentare del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università degli Studi di Bologna. All'interno del Dipartimento ricopre, inoltre, l’incarico di Responsabile di attività di studio e/o ricerca ed in particolare di “Esperto di analisi molecolari e genomiche finalizzate alla gestione del rischio legato ad agenti zoonotici in ambiti animale ed alimentare”.

B. ATTIVITA’ SCIENTIFICA

Alessandra De Cesare nel corso della sua attività scientifica ha trattato argomenti di microbiologia degli alimenti ed ispezione degli alimenti di origine animale. Ha lavorato prima presso il Dipartimento di Protezione e Valorizzazione Agroalimentare della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, nel gruppo di ricerca coordinato dalla Prof. Maria Elisabetta Guerzoni; poi presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, nel gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Achille Franchini; infine, nei Laboratori di Sicurezza Alimentare del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna, nel gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Gerardo Manfreda.

Le sue attività di ricerca si sono concretizzate in

Le sue attività di ricerca si sono concretizzate in 134 pubblicazioni a carattere scientifico (h-index 12), di cui 55 su riviste con comitato di revisione internazionale, 2 su riviste nazionali, 72 su atti di convegni nazionali ed internazionali, 15 delle quali presentate come relatore, 3 capitoli di libri, 1 Editorial note. Inoltre, ha prodotto 1 video di training all’interno del progetto EU BASELINE.

Le linee di ricerca maggiormente approfondite sono state le seguenti:

  1. Applicazione dello Spettrometro Infrarosso a Trasformata di Fourier (FTIR) come misura indiretta dello sviluppo microbico: è stata valutata la sensibilità del metodo per una precoce determinazione di cambiamenti chimici indotti da microrganismi in mezzi sintetici o complessi; la verifica della correlazione tra dati spettroscopici indiretti e dati diretti relativi al conteggio di cellule batteriche vive; la stima dell’idoneità dei dati di assorbanza di diversi picchi valutabili mediante FTIR ad essere analizzati usando le equazioni più frequentemente adottate per descrivere lo sviluppo microbico.
  2. Strategie di controllo dei patogeni: ricerche specifiche hanno riguardato la valutazione dell’effetto di alte pressioni di omogeneizzazione, variabili da 300 a 1500 bar, sull’inattivazione di Salmonella enterica sierotipo Typhimurium, Enteritidis, Give, Bovis, Haster, Linny inoculate in Brain Heart Infusion brodo ed uova; l’effetto inibente di Listeria monocytogenes Scott A da parte di Lactobacillus plantarum in salsicce di pollo e suino addizionate con acido ascorbico e glucosio e conservate in condizioni di refrigerazione; l’impiego di mangimi addizionati con acidi organici ed inorganici per il controllo delle Salmonelle negli allevamenti avicoli; strategie di quantificazione rapida di Salmonella enterica sierotipo Typhimurium mediante polymerase chain reaction (PCR) ed in particolare mediante co-amplificazione in una stessa provetta del DNA da testare e di una quantità nota di un DNA competitore.
  3. Valutazione dell’incidenza di patogeni nelle produzioni animali italiane: le attività di ricerca hanno riguardato patogeni emergenti, come Campylobacter, Helicobacter pullorum ed Arcobacter, ma anche ri-emergenti, come Clostridium perfringens e tradizionali come Salmonella enterica. In relazione a Campylobacter, è stata effettuata la quantificazione del patogeno in carcasse di pollo a fine lavorazione. Gli isolati ottenuti nel corso delle ricerche sono stati identificati mediante un protocollo di PCR multipla ottimizzato al fine di permettere la determinazione contemporanea delle specie C. jejuni e C. coli. La presenza di Campylobacter è stata valutata in polli da carne ottenuti da allevamenti intensivi ed estensivi, in galline ovaiole durante tutto il ciclo di allevamento ed in carcasse di suino pesante. Isolati di Campylobacter jejuni con profilo genetico noto sono stati studiati per valutarne adesività, invasività e capacità di produrre enterotossine e citotossine. Inoltre, poiché la contaminazione crociata rappresenta uno dei maggiori veicoli di infezione da Campylobacter, la sua sopravvivenza è stata valutata in presenza o assenza di materiale organico su superfici diverse. Le medesime valutazioni sono state estese anche a Salmonella. Attraverso le attività finanziate nell’ambito del progetto CAMPYCHECK è stata anche indagata la presenza di Campylobacter non termofili, definiti emergenti. In relazione a Clostridium perfringens, la sua presenza in polli da carne è stata quantificata sia in animali ottenuti da allevamenti intensivi sia in animali ottenuti da allevamenti estensivi. Nelle stesse tipologie di animali è stato messo a punto un metodo per l’isolamento di Helicobacter pullorum. La metodica identificata è stata poi utilizzata per valutare l’incidenza di H. pullorum nei contenuti ciecali di tacchini provenienti da allevamenti diversi. Sugli isolati ottenuti da tacchino e da pollo è stato analizzato il profilo di antibiotico resistenza ed è stata effettuata l’analisi genotipica con ribotipizzazione, PFGE e AFLP. La presenza di Salmonella enterica è stata valutata in uova ottenute in allevamenti convenzionali ed organici dove si è anche quantificato il livello di contaminazione ambientale. In relazione al contributo della contaminazione ambientale presente nei macelli sul livello di contaminazione finale dei prodotti avicoli, la presenza di Campylobacter, Listeria monocytogenes, Clostridium perfringens e Salmonella è stata valutata prima e dopo l’applicazione delle procedure settimanali di pulizia e disinfezione su moduli di acciaio per il sezionamento delle carcasse e sui nastri di trasporto in Teflon.
  4. Caratterizzazione genotipica e fenotipica di batteri patogeni: le attività di ricerca hanno riguardato la caratterizzazione molecolare dei principali batteri patogeni responsabili di tossinfezioni alimentari mediante diverse tecniche di biologia molecolare. In particolare, isolati di Salmonella enterica appartenenti ai sierotipi Enteritidis e Typhimurium sono stati caratterizzati geneticamente mediante ribotipizzazione con tre diversi enzimi di restrizione e random amplified polymorphic DNA analysis per verificare la possibilità di tracciare specifici ceppi da polli da carne ai prodotti derivati. L’antibiotico resistenza ed il profilo plasmidico di ceppi di Salmonella enterica appartenenti ai sierotipi Enteritidis e Typhimurium isolati in allevamenti avicoli sono stati studiati e confrontati con i ribotipi dei ceppi in esame. Inoltre, per i ceppi del sierotipo Typhimurium è stata studiata la potenziale correlazione tra profili di multiresistenza e ribotipo determinato con PvuII e PstI. Nei ceppi multiresistenti sono anche stati valutati i meccanismi molecolari alla base dell’insorgenza del carattere. In relazione a Listeria monocytogenes, la possibilità di discriminare ceppi appartenenti allo stesso gruppo clonale mediante ribotipizzazione è stata valutata. L’identificazione di un enzima appropriato ha permesso di impiegare la metodica per tracciare i ribotipi di L. monocytogenes contaminanti Gorgonzola, Taleggio, insaccati e produzioni cunicole. La clusterizzazione di isolati umani di L. monocytogenes è stata valutata mediante ribotipizzazione automatica, sierotipizzazione, PFGE. Infine, mediante diverse metodiche molecolari è stato possibile mappare i genotipi di L. monocytogenes circolanti in Italia. In relazione a Campylobacter, la caratterizzazione genotipica di isolati da produzioni avicole ha permesso il loro confronto con isolati umani per valutare il significato degli animali e degli alimenti di origine animale nell’epidemiologia di tale patogeno. Uno studio mirato ha riguardato la valutazione del numero di colonie da caratterizzare in ogni campione positivo per essere sicuri di mappare tutta la popolazione del patogeno presente. I dati di caratterizzazione ottenuti con ribotipizzazione sono stati confrontati con quelli di MLST. In relazione a Staphylococcus, la ribotipizzazione automatica con EcoRI è stata valutata come sistema di identificazione alternativo all’API. Inoltre i profili genotipici di isolati di Staphylococcus di origine umana sono stati impiegati come marker per tracciare tali isolati all’interno in un sistema chiuso rappresentato da un reparto di una clinica ortopedica. I profili ottenuti sono stati confrontati con quelli associati a ceppi tossinogeni isolati da alimenti di origine animale. In relazione a Clostridium perfringens è stato effettuato uno studio del profilo tossinogenico e del ribotipo associato ad isolati da polli da carne allevati in impianti intensivi, estensivi e biologici. I risultati ottenuti sono stati confrontati con quelli di ceppi isolati in altri paesi EU partecipanti al progetto di ricerca POULTRYFLORGUT e sono stati inseriti in una banca dati on line. I dati raccolti nelle ricerche di caratterizzazione dei ceppi batterici hanno evidenziato l’importanza della ribotipizzazione come strumento di analisi epidemiologica, con particolare riferimento agli isolati di Campylobacter, Salmonella e Helicobacter pullorum ottenuti in produzioni avicole.
  5. Valutazione ed analisi quantitativa dei nuovi criteri di sicurezza alimentare nel framework dell'analisi del rischio: ricerche specifiche finanziate nell'ambito del progetto EU BASELINE e STARTEC hanno riguardato la definizione di obiettivi di performance e relativi piani di campionamento per Campylobacter in carcasse di pollo, Salmonella e Listeria monocytogenes in carne fresca, Bacillus cereus in ingredienti per insalate pronte. Gli obiettivi di performance per diverse combinazioni di alimento/patogeno sono stati ottenuti valutando la distribuzione di prevalenza e concentrazione del patogeno negli ingredienti e simulando l’impatto di ogni fase di processo sulla crescita o la diminuzione del patogeno. Definiti gli obiettivi di performance è possibile calcolare il piano di campionamento per verificarne il rispetto utilizzando analisi con diversi livelli di sensibilità.
  6. Analisi metagenomica e metatrascrittomica del contenuto intestinale di animali ed di alimenti, finalizzata alla caratterizzazione tassonomica e genica. Ricerche specifiche sono state finanziate nell’ambito del progetto H2020 COMPARE ed in convenzioni con entri privati. Sia nel caso di animali che nel caso di alimenti l’obiettivo dell’analisi mediante Next generation Sequencing (NGS) è valutare (1) la composizione del microbiota in termini tassonomici; (2) la presenza di geni associati a specifiche via metaboliche; (3) l’associazione tra specifici geni ed i gruppi tassonomici.

C. PARTECIPAZIONE A PROGETTI DI RICERCA NAZIONALI ED INTERNAZIONALI

Alessandra De Cesare ha svolto attività scientifica e ricoperto specifici ruoli nell’ambito dei seguenti progetti di ricerca:

  1. Progetto Europeo H2020 CIRCLES (2018-2023) "Controlling mIcRobiomes CircuLations for bEtter food Systems" WP Leader.
  2. Progetto Europeo H2020 NEXTFOOD 771738 (2018-2022) “Educating the next generation of professionals in the agrifood system” Partecipante.
  3. Progetto LISTWARE finanziato dal Norwegian Research Council: Software for risk assessment of Listeria monocytogenes in ready to eat meat products. Main investigator.
  4. Progetto Europeo 643476 (2015) “Collaborative Management Platform for the detection and Analyses of (Re-) emerging and foodborne outbreaks in Europe” (COMPARE). Task Leader.
  5. Progetto Europeo 289262 (2012) “Decision support tools to ensure safety, tasty and nutritious advanced ready to eat foods for healthy and vulnerable consumers” (STARTEC). WP Leader.
  6. Progetto Europeo 222738 (2009) “Selection and improving of fit-for-purpose sampling procedures for specific foods and risks” (BASELINE). Co-Coordinatore e Task Leader.
  7. Progetto Europeo FOOD-CT-200X-007076 (2005) “Control of the intestinal flora ecology in poultry for ensuring the products safety for human consumption” (POULTRYFLORGUT). Task Leader.
  8. PRIN 2005 "Epidemiologia molecolare di Campylobacter spp e Listeria monocytogenes isolati in campo animale e negli alimenti di origine animale". Responsabile scientifico Prof. Gerardo Manfreda.
  9. RFO ex 60% 2005 "Tracciabilità di Listeria monocytogenes nei prodotti di salumeria". Responsabile scientifico Prof. Gerardo Manfreda.
  10. RFO ex 60% 2003 e 2004 "Quantificazione e caratterizzazione genotipica di Campylobacter spp in prodotti carnei di origine avicola". Responsabile scientifico Prof. Gerardo Manfreda.
  11. Progetto Europeo QLK1-CT- 2002-02201 (2003) “Improved physiological, immunological and molecular tools for the recovery and identification of emerging Campylobacteraceae in the food and water chain” (CAMPYCHECK). Responsabile scientifico Prof. Achille Franchini.
  12. RFO ex 60% 2002 "Caratterizzazione genetica di ceppi di Campylobacter spp isolati in campo animale ed umano ai fini epidemiologici". Responsabile scientifico Prof. Gerardo Manfreda.
  13. FIRB 2001 RBAU012S8F4 "Epidemiologia genetica: identificazione molecolare ceppo-specifica, mediante riboprinting, di batteri coinvolti nella sequenza animale-alimento-uomo". Responsabile scientifico Prof. Gerardo Manfreda.
  14. Progetto Pluriennale e.f. 2001 "Epidemiologia genetica: identificazione molecolare ceppo-specifica, mediante riboprinting, di batteri coinvolti nella sequenza animale-alimento-uomo". Responsabile scientifico Prof. Achille Franchini.
  15. Progetto corrente IZS VE01/2001 “Contaminazione da Campylobacter spp. in pollame vivo e prodotti di carne: studio della prevalenza e dei fattori di rischio di infezione negli allevamenti, antibiotico resistenza e caratterizzazione genotipica degli isolati”. Responsabile scientifico Prof. Achille Franchini.

D. ATTIVITA’ DIDATTICA

Alessandra De Cesare nel 1996 ha svolto attività di docenza nell’ambito del corso “Consulente agricolo per il sistema qualità nel comparto agroindustriale” organizzato dal Centro Studi Aziendali di Bologna.

Nel 1997 ha svolto attività di docenza nell’ambito dei corsi: 1. “Tecnico analista di laboratorio per il controllo qualità e/o la ricerca e sviluppo nell’industria agroalimentare” organizzato dall’Ente Nazionale di Formazione Addestramento Professionale di Bologna. 2. “Tecnico Ambientale qualità e sicurezza” organizzato dal Mathema di Ferrara. 3. “Consulente peritale esperti della qualità dei prodotti alimentari” organizzato dall’Assciazione degli Industriali della Provincia di Ravenna. 4. “Operatore di Igiene ambientale nel settore dell’industria agroalimentare” organizzato dall’IRECOOP di Forlì.

Nel 1999 ha svolto attività di docenza nell’ambito del corso “Tecnici del fresco e del refrigerato” organizzato dall’IRECOOP di Forlì.

Nel 2006 ha svolto attività di docenza nell’ambito del corso “La microbiologia rapida per il controllo della produzione farmaceutica” organizzato dalla Pharma D&S.

Ha tenuto seminari ed esercitazioni nell’ambito dei corsi di Microbiologia dei prodotti alimentari, Microbiologia generale, Microbiologia Industriale, Ispezione e controllo degli alimenti di origine animale presso il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna.

Ha coordinato e coadiuvato studenti sia nell'attività di ricerca sperimentale che nella stesura della tesi di Laurea, di Specializzazione e di Dottorato presso l’Università degli Studi di Bologna. In particolare è correlatore di:

  • 7 tesi di Laurea in Ispezione e Controllo dei Prodotti Alimentari di Origine Animale, corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari, Facoltà di Agraria;
  • 2 tesi di Laurea in Valutazione e Controllo della Qualità degli Alimenti, corso di Laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali;
  • 2 tesi di Laurea in Microbiologia degli Alimenti, Facoltà di Agraria;
  • 2 tesi di Laurea in Microbiologia degli Alimenti, Corso di Laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali;
  • 1 tesi di Specializzazione in Microbiologia e Virologia, Facoltà di Medicina e Chirurgia;
  • 1 tesi di Dottorato in Scienze e Tecnologie Agrarie, Ambientali e Alimentari.

Dal 2013 è cultore della materia per il settore scientifico-disciplinare VET 04 e partecipa regolarmente agli esami.

Il giorno 8 Giugno 2015 è stata invitata a far parte della commissione di PhD della Dott.ssa Lisa Barco presso la Faculty of Health and Medical Sciences of the University of Copenhagen (Danimarca).

Il 9 Maggio 2017 ha vinto il bando per l’attribuzione di un modulo didattico di 20 ore nell’ A.A. 2017-2018, nel corso di studi di Tecnologie Alimentari nell’attività formativa relativa alla Biologia dei Microrganismi ed Ispezione ed Igiene degli Alimenti di origine animale.

Tesi di Laurea, Dottorato e Scuola di Specializzazione seguite come correlatore
  1. Modellazione dello sviluppo di popolazioni microbiche miste: interazione tra Listeria monocytogenes Scott A e Lactobacillus plantarum E547 - Correlatore nella tesi di Laurea di Barbara Monti presentata nella III sessione AA 1997-1998.
  2. Caratterizzazione genetica di Salmonelle isolate in campo animale mediante ribotipizzazione e random ampplified polymorphic DNA (RAPD) - Correlatore nella tesi di Laurea di Valentina Bondioli presentata nella III sessione AA 1998-1999.
  3. Applicazione della Polymerase Chain Reaction (PCR) all’analisi quantitativa di Salmonella - Correlatore nella tesi di Laurea di Marco Marchesini presentata nella II sessione AA 1998-1999.
  4. Correlazione tra antibiotico resistenza e profilo plasmidico in ceppi di Salmonella Enteritidis e Salmonella Typhimurium - Correlatore nella tesi di Laurea di Frederique Pasquali presentata nella III sessione AA 1998-1999.
  5. Quantificazione di Salmonella in sistemi alimentari mediante Polymerase Chain Reaction (PCR) Correlatore nella tesi di Laurea di Chiara Boito presentata nella II sessione AA 1999-2000.
  6. Efficacia della Polymerase Chain Reaction (PCR) per l’identificazione di Campylobacter spp in carcasse di suini pesante – Correlatore nella tesi di Laurea di Micol Rossi presentata nella III sessione AA 1999-2000.
  7. Tecniche molecolari per la tipizzazione di Campylobacter spp ai fini epidemiologici - Correlatore nella tesi di Laurea di Paolo Ceccarini presentata nella I sessione AA 2000-2001.
  8. Valutazioni epidemiologiche nelle infezioni da Campylobacter jejuni e Campylobacter coli - Correlatore nella tesi di Laurea di Alessia Grimaldi Alessia Grimaldi presentata nella II sessione AA 2000-2001.
  9. Studio della contaminazione da Campylobacter spp in prodotti avicoli di terza gamma - Correlatore nella tesi di Laurea di Enrica Galassi presentata nella III sessione AA 2001-2002.
  10. Dinamica delle interazioni tra Listeria monocytogenes e batteri lattici - Correlatore nella tesi di Laurea di Laurella Scarmignan presentata nella II sessione AA 2001-2002.
  11. Studio preliminare sull’impiego del Riboprinter per la caratterizzazione di Staphylococchi isolati da infezioni in pazienti ortopedici Correlatore nella tesi della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia di Melania Vancini presentata nell’AA 2001-2002.
  12. Caratterizzazione di ceppi tossinogeni di Staphylococcus aureus isolati da alimenti di origine animale - Correlatore nella tesi di Laurea di Alessandra Romani presentata nella I sessione AA 2002-2003.
  13. Analisi del rischio da Campylobacter nel macello avicolo - Correlatore nella tesi di Laurea di Giorgia Ferri presentata nella II sessione AA 2004-2005.
  14. Profilo di antibiotico resistenza e caratterizzazione del gene FLA in ceppi di Campylobacter jejuni e Campylobacter coli di origine animale - Correlatore nella tesi di Laurea di Manuela De Benedectis presentata nella II sessione AA 2004-2005.
  15. Definition of Food Safety Criteria for Bacteria Food-Borne Pathogens in Ready to Eat products -Correlatore nella tesi di Dottorato in Science e Tecnologie Agrarie, Ambientali e Alimentari XXVII ciclo di Federica Bovo AA 2014-2015.

E. Partecipazione a convegni e Corsi di formazione

Convegni

  • COST Action 97 “Prevention of contamination of poultry meat, eggs and egg product”, Roma (Italy), 23-25 Ottobre 1996.
  • COST 914 “Predictive modelling of microbial growth and survival in foods”. Workshop “Modelling microbial growth in mixed populations”. Wageningen (Olanda), 9-10 Dicembre 1996.
  • COST 914 “Predictive modelling of microbial growth and survival in foods”; workshop “Instrumental methods for data capture for advanced predictive microbiology”. Rocca di Bertinoro, Forlì (Italia), 15-16 Maggio 1998.
  • ASM, 100th General Meeting, Los Angeles (USA), 21-25 Maggio 2000.
  • ASM, 101th General Meeting, Orlando (USA), 20-24 Maggio 2001.
  • XV European Symposium on the Quality of Poultry Meat, Kusadasi (Turchia), 9-12 September 2001.
  • XL Convegno della Società Italiana di Patologia Aviare Forlì 4-5 Ottobre 2001.
  • International Symposium Salmonella and Salmonellosis. St. Brieuc, France, 29-31 Maggio 2002.
  • 11th European Poultry Conference, Bremen (Germania), 6-10 Ottobre 2002.
  • 12th International Meeting on Campylobacter, Helicobacter, and related Organisms. Aarhus, Danimarca, 6-10 Settembre 2003.
  • XVI European Symposium on the quality of poultry meat and X European symposium on the quality of eggs and egg products. Saint Brieuc (Francia), 23-26 Settembre 2003.
  • III Workshop nazionale Enter-net Italia “Sorveglianza e prevenzione delle infezioni gastroenteriche”. Roma, 6-7 Novembre 2003.
  • V Workshop nazionale Enter-net Italia “Sorveglianza e prevenzione delle infezioni gastroenteriche”. Roma, 1-2 Dicembre 2005.
  • Emerging Campylobacter spp. in the food chain CAMPYCHECK. Crooke Park Conference Centre, Dublin, Ireland, 8 Febbraio 2006.
  • XII European Poultry Conference, Verona, 10-14 Settembre 2006.
  • 15th International Workshop on Campylobacter, Helicobacter, and related Organisms. Niigata, Japan, September 2-5, 2009.
  • VII Workshop Nazionale Enter-Net Italia. Infezioni trasmesse da alimenti e acqua: diagnostica ed epidemiologia. Roma, 3-5 Novembre 2009.
  • XVII International Symposium on Problems of Listeriosis. Porto (Portogallo), 5-8 Maggio 2010.
  • XXIV World’s Poultry Congress, Salvador, Bahia, Brazil, 5-9 August 2012.
  • EFSA’s Scientific Conference “Challenging Boudaries in Risk Assessment-Staring Experiences”. 7-8 Novembre 2012, Parma.
  • EggMeat Symposia 2013, Bergamo (Italy) 15-19 September 2013
  • XVIII International Symposium on Problems of Listeriosis, Goa (India), 19-22 Settembre 2013.
  • EFSA Scientific Colloquium N. 20 “Use of whole genome sequencing (WGS) of food-borne pathogens for public health”. 16-17 Luglio 2014, Parma.
  • XXIV Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Veterinari Igienisti “Nuove frontiere della sicurezza alimentare”, Bologna, 10-12 Settembre 2014.
  • IMEKOFOODS “Metrology Promoting Objective and Measurable Food Quality and Safety”, Roma, 12-15 Ottobre 2014.
  • European Symposium on Food Safety, Cardiff (UK), 20-22 Aprile 2015.
  • XIX EMBO Conference on Problems of Listeriosis. Parigi (Francia), 14-17 Luglio 2016.
  • Word Nutrition Forum. Vancouver (Canada) 12-15 Ottobre 2016.
  • XXVII Convegno Nazionale Associazione Italiana Veterinari Igienisti. Perugia, 13-15 Settembre 2017.

Corsi di formazione

  • Training “Introduction to Microbial Risk Analysis Workshop”, promosso dalla International Association Food Protection, 4-5 Maggio 2000.
  • Training “Le infezioni gastroenteriche. L’uomo, gli animali, gli alimenti e l’ambiente: nuovi scenari epidemiologici” – 6 crediti formative E.C.M. Roma, 6-7 Novembre 2003.
  • OGM 2004. Legislazione e Ricerca, organizzato dal Gruppo Scientifico Italiano Studi e Ricerche, Milano, 25 Marzo 2004.
  • Training Getting ready for the Framework 7 organizzato da Hyperion, Bologna 10 Novembre 2005.
  • Training Food Safety and Bacterial Risk Modelling using risk with Palisade organizzato da Palisade, 27-28 Maggio 2010.

Periodi all’estero finanziati nell’ambito dell’accordo per la mobilità Erasmus del personale (staff training), programma Lifelong Learining Programme

  • Dal 28 Giugno al 2 Luglio 2010 training riguardante “Application and management of quantitative risk assessment models” presso Ashtown Food Research Centre TEAGASC, Department of Food Safety, Dublino (Irlanda)
  • Dal 9 al 13 Luglio 2012 training riguardante "Microbioma and metagenomic analysis of caecum content of avian species" presso Dipartimento di Science Veterinarie e Biomediche dell'Univerità del Minnesota, Minneapolis (USA).
  • Dal 31 Agosto al 4 Settembre 2015 training riguardante "Statistical analysis of the taxonomic and functional data obtained by shotgun metagenomic sequencing” presso il Department of Agricultural & Biosystems Engineering, University of Arizona, Tucson (USA).
  • Dal 13 al 24 Marzo 2017 training riguardante “Metodological framework to perform integrated omic analysis and use of Meta-Omic-Pipeline (IMP)” presso Eco-Systems Biology Research Group, University of Luxembourg.

f. Elenco dei titoli

  1. Laurea in Scienze Biologiche, indirizzo biomolecolare, conseguita il 19 Luglio 1995 presso l’Università degli Studi di Bologna con una valutazione di 106/110.
  2. Abilitazione alla Professione di Biologo, conseguita a Dicembre 1996.
  3. Dottorato di Ricerca in Scienze degli Alimenti, conseguito il 31 Maggio 2004 presso l’Università degli Studi di Bologna.
  4. Abilitazione scientifica nazionale a Professore di Seconda Fascia per il settore concorsuale 07/H2 - Patologia Veterinaria e Ispezione Degli Alimenti di Origine Animale, conseguita nei bandi 2012, 2013 e 2016.
  5. Abilitazione scientifica nazionale a Professore di Prima Fascia per il settore concorsuale 07/H2 - Patologia Veterinaria e Ispezione Degli Alimenti di Origine Animale, conseguita nel bando 2016.
  6. Cultore della materia per il settore scientifico-disciplinare VET 04 dal 2013.
  7. Titolare di un modulo didattico di 20 ore nell’ A.A. 2017-2018, nel corso di studi di Tecnologie Alimentari, nell’attività formativa “Biologia dei Microrganismi ed Ispezione ed Igiene degli Alimenti di origine animale”.
  8. Certificazione IELTS B2 Inglese. 

G. ELENCO DELLE PUBBLICAZIONI

Lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali con Impact Factor
  1. De Cesare A., Dambaugh T. R., Bruce J., Guerzoni M. E., Wiedmann M. (2001). Automated ribotyping using different enzymes to improve discrimination of Listeria monocytogenes, with particular focus on serotype 4b strains. Journal of Clinical Microbiology, 39 (8): 3002-3005.
  2. De Cesare A., Manfreda G., Dambaugh T. R., Guerzoni M. E., Franchini A. (2001). Automated ribotyping and random amplified polymorphic DNA analysis for molecular typing of Salmonella enteritidis and Salmonella typhimurium strains isolated in Italy. Journal of Applied Microbiology 91: 780-785.
  3. De Cesare A., Manfreda G. (2002). Use of automated ribotyping for epidemiological investigations. Annals of Microbiology 52: 181-190.
  4. De Cesare A., Sheldon W. B., Smith K. S., Jaykus L. A. (2003). Survival and persistence of Campylobacter and Salmonella species under varying organic loads and food contact surfaces. Journal of Food Protection. 66 (9): 1587-1594.
  5. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V., Franchini A. (2003). Comparison of the BAXÒ System with multiplex PCR method for simultaneous detection and identification of Campylobacter jejuni and Campylobacter coli in environmental samples. International Journal of Food Microbiology. 87: 271-278.
  6. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V., Franchini A. (2003). Ribotyping characterisation of Campylobacter isolates randomly collected from different sources in Italy. Diagnostic Microbiology and Infectious Disease. 47: 385-392.
  7. Andollina A., De Cesare A., Bertoni G., Modelli L., Manfreda G. (2004). Identification and genetic characterisation of orthopaedic Staphylococcus isolates collected in Italy by automated EcoRI ribotyping. FEMS Microbiology Letters 234: 275-280.
  8. Pasquali F., De Cesare A., Ricci A., Kehrenberg C., Schwarz S., Manfreda G. (2004). Phage types, ribotypes and tetracycline resistance genes of Salmonella enterica subsp. enterica serovar Typhimurium strains isolated from different origins in Italy. Veterinary Microbiology 104: 71-76.
  9. Manfreda G., De Cesare A., Stella S., Cozzi M., Cantoni C. (2005). Occurence and ribotypes of Listeria monocytogenes in Gorgonzola cheeses. International Journal of Food Microbiology 102: 287-293.
  10. Manfreda G., De Cesare A. (2005). Campylobacter and Salmonella in poultry and poultry products: hows and whys of molecular typing. World’s Poultry Science Journal 61: 185-197.
  11. Manfreda G., Mioni R., De Cesare A. (2005) Surveillance and characterization of enterotoxigenic Staphylococci in foods of animal origin collected in the Veneto region. Veterinary Research Communications, 29: 331-333.
  12. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V., Stern N. J., Franchini A. (2006). Enumeration and identity of Campylobacter spp. in Italian broilers. Poultry Science 85: 556-562.
  13. De Cesare A., Manfreda G., Macrì M., Cantoni C. (2007). Application of automated ribotyping to support the evaluation of Listeria monocytogenes sources in a Taleggio cheese producing plant. Journal of Food Protection 70(5): 1116-1121.
  14. De Cesare A., Mioni R., Manfreda G. (2007). Prevalence of Listeria monocytogenes in fresh and fermented Italian sausages and ribotyping of contaminatine strains. Internation Journal of Food Microbiology 120: 124-130.
  15. Manfreda G., Mioni R., Fornasiero E., De Cesare A., Franchini A. (2007) Prevalence and Characterisation of Populations of Listeria monocytogenes during sausage ripening. Veterinary Research Communications, 31 (Suppl. 1) pp:377-379
  16. De Cesare A., Parisi A., Bondioli V., Normanno G., Manfreda G. (2008). Genotypic and phenotypic diversity within three Campylobacter populations isolated from broiler caeca and carcasses. Poultry Science 87: 2152-2159.
  17. Mammina C., Manfreda G., Aleo A., De Cesare A., Pellissier N., Romani C., Nicoletti P., Pecile P., Nastasi A., Pontello M. M. (2009). Molecular typing reveals frequent clustering among human isolates of Listeria monocytogenes in Italy. Journal of Food Protection, 72 (4): 876-880.
  18. De Cesare A., Borilova G., Svobodova I., Bondioli V., Manfreda G. (2009). Clostridium perfringens occurrence and ribotypes in healthy broilers reared in different European countries. Poultry Science 88, 1850-1857.
  19. Zanoni R., Piva S., Rossi m., Pasquali F., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. (2011) Occurrence of Helicobacter pullorum in turkeys. Veterinary Microbiology 149, 492-496.
  20. Manfreda G., Parisi A., Lucchi A., Zanoni R., De Cesare A. (2011) Prevalence of Helicobacter pullorum in conventional, organic and free range broilers and typing of isolates. Applied and Environmental Microbiology 77(2), 479-484.
  21. Pasquali F., De Cesare A., Manfreda G., Franchini A. (2011) Campylobacter control strategies in European poultry production. World’s Poultry Science Journal, 67, 5-18.
  22. Pasquali F., Bovo F., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. (2012) Evaluation of real time PCR to complement ISO 6579:2004 method for the detection of Salmonella in pork cuts. Italian Journal Food Safety. 1(5) 11-15.
  23. De Cesare A., Valero A., Lucchi A., Pasquali F., Manfreda G. (2013) Modeling growth kinetics of Listeria monocytogenes in pork cuts from packaging to fork under different storage practices. Food Control 34, 198-207.
  24. De Cesare A., Valero A., Manfreda G. 2013. Proposal of sampling protocols to verify possible performance objectives for Campylobacter spp. control in Italian broiler batches. Italian Journal Food Safety. 2:e8 21-22.
  25. Pasquali, F., De Cesare, A., Bovo, F., Serraino, A., Manfreda, G. 2013. Relative accuracy, specificity and sensitivity of a 5′ nuclease Real-Time PCR assay for Salmonella detection in naturally contaminated pork cuts. Molecular and Cellular Probes. 28(4): 133-137.
  26. De Cesare, A., Pasquali, F., Lucchi, A., Manfreda, G. 2014. Relative Accuracy, Specificity and Sensitivity of a 5′ Nuclease Real-Time PCR Assay for Listeria monocytogenes Detection in Naturally Contaminated Pork Cuts. Food Analytical Methods, 7(6), 1359-1365.
  27. Giacometti F., Serraino A., Pasquali F., De Cesare A., Bonerba E., Rosmini R. 2014. Behavior of Arcobacter butzleri and Arcobacter cryaerophilus in ultrahigh-temperature, pasteurized, and raw cow’s milk under different temperature conditions. Foodborne Pathogens and Diseases. 11(1), 15-20.
  28. Pasquali F., De Cesare A., Braggio S., Manfreda G. 2014. Salmonella detection and aerobic colony count in deep-frozen carcasses of house sparrow (Passer domesticus) and starling (Sturnus vulgaris) intended for human consumption. Italian Journal of Food Safety. 3: 1668, 117-118.
  29. Pasquali, F., Rocculi, P., De Cesare, A., Bovo, F., Olivi, P., Lucchi, A., Meluzzi, A. 2014. New technologies to enhance quality and safety of table eggs: Ultra-violet treatment and modified atmosphere packaging. Italian Journal of Food Safety, 3, 192-195.
  30. Manfreda, G., De Cesare, A. 2014. The challenge of defining risk-based metrics to improve food safety: Inputs from the BASELINE project. International Journal of Food Microbiology. 184: 2-7.
  31. Pasquali, F., De Cesare, A., Valero, A., Olsen, J.E., Manfreda, G. 2014. Improvement of sampling plans for Salmonella detection in pooled table eggs by use of real-time PCR. International Journal of Food Microbiology, 184, 31-34.
  32. Valero, A., Pasquali, F., De Cesare, A., Manfreda, G. (2014) Model approach to estimate the probability of accepting a lot of heterogeneously contaminated powdered food using different sampling strategies. International Journal of Food Microbiology. 184: 35-38.
  33. Valero, A., Hernandez, M., De Cesare, A., Manfreda, G., González-García, P., Rodríguez-Lázaro, D. 2014. Survival kinetics of Listeria monocytogenes on raw sheep milk cured cheese under different storage temperatures. International Journal of Food Microbiology. 184: 39-44.
  34. De Cesare, A., Valero, A., Rodríguez-Lázaro, D., Hernández, M., Pasquali, F., Manfreda, G. 2014. Proposal of performance objectives and sampling schemes for Listeria monocytogenes in fresh meat intended to be eaten cooked under different storage practices. International Journal of Food Microbiology, 184, 50-54.
  35. Manfreda, G., Valero, A., Rodríguez-Lázaro, D., Hernández, M., Pasquali, F., De Cesare, A. 2014. Performance Objectives for Salmonella in fresh pork meat intended to be eaten cooked: How to derive them and verify their achievement. International Journal of Food Microbiology, 184, 55-59.
  36. Valero, A., Hernandez, M., De Cesare, A., Manfreda, G., García-Gimeno, R.M., González-García, P., Rodríguez-Lázaro, D. 2014. Probabilistic approach for determining Salmonella spp. and L. monocytogenes concentration in pork meat from presence/absence microbiological data. International Journal of Food Microbiology. 184: 60-63.
  37. Comin, D., Valero, A., Manfreda, G., García-Gimeno, R.M., Paiusco, A., De Medici, D., Terza, P., Ferrarini, S., De Cesare, A. 2014. Microbiological criteria for Campylobacter in broiler carcasses in Italy: A possible approach to derive them. International Journal of Food Microbiology, 184: 64-68.
  38. Gianfranceschi, M.V., Rodriguez-Lazaro, D., Hernandez, M., González-García, P., Comin, D., Gattuso, A., Delibato, E., Sonnessa, M., Pasquali, F., Prencipe, V., Sreter-Lancz, Z., Saiz-Abajo, M.-J., Pérez-De-Juan, J., Butrón, J., Kozačinski, L., Tomic, D.H., Zdolec, N., Johannessen, G.S., Jakočiune, D., Olsen, J.E., De Santis, P., Lovari, S., Bertasi, B., Pavoni, E., Paiusco, A., De Cesare, A., Manfreda, G., De Medici, D. 2014. European validation of a real-time PCR-based method for detection of Listeria monocytogenes in soft cheese. International Journal of Food Microbiology. 184: 128-133.
  39. Delibato, E., Rodriguez-Lazaro, D., Gianfranceschi, M., De Cesare, A., Comin, D., Gattuso, A., Hernandez, M., Sonnessa, M., Pasquali, F., Sreter-Lancz, Z., Saiz-Abajo, M.-J., Pérez-De-Juan, J., Butrón, J., Prukner-Radovcic, E., Horvatek Tomic, D., Johannessen, G.S., Jakočiune, D., Olsen, J.E., Chemaly, M., Le Gall, F., González-García, P., Lettini, A.A., Lukac, M., Quesne, S., Zampieron, C., De Santis, P., Lovari, S., Bertasi, B., Pavoni, E., Proroga, Y.T.R., Capuano, F., Manfreda, G., De Medici, D. 2014. European validation of Real-Time PCR method for detection of Salmonella spp. in pork meat. International Journal of Food Microbiology, 184, 134-138.
  40. De Cesare, A., Parisi, A., Caruso, M., Pasquali, F., Manfreda, G. 2014. Preliminary investigation on multiple-locus variable number tandem repeat analysis profiles of Listeria monocytogenes isolates from pork meat tested from packaging to fork. Italian Journal of Food Safety, 3 (1), 1660, 6-8.
  41. De Cesare, A., Valero, A., Pérez-Rodríguez, F., Chemaly, M., Manfreda, G. 2015. Derivation of performance objectives for Campylobacter in broiler carcasses taking into account impact of selected factors on pathogen prevalence and counts. Food Control, 47, 77-85.
  42. Bovo, F., De Cesare, A., Manfreda, G., Bach, S., Delaquis, P. 2015. Fate of Salmonella enterica in a mixed ingredient salad containing lettuce, cheddar cheese, and cooked chicken meat. Journal of Food Protection, 78(3), 491-497.
  43. De Cesare A., Krishnamani K., Parisi A., Ricci A., Luzzi I., Barco L., Lucchi A., Miccolupo A., Manfreda G. 2015. Comparison between Salmonella Enteritidis genotyping methods and phage type. Journal of Clinical Microbiology, 53 (9), 3921-3031.
  44. De Cesare A., Parisi A., Giacometti F., Serraino A., Piva S., Caruso M., De Santis E. P. L., Manfreda G. 2016. Multilocus sequence typing of Arcobacter butzleri isolates collected from dairy plants, and comparison with their PFGE types. Journal of Applied Microbiology, 120(1) 165-174.
  45. Manfreda G., Parisi A., De Cesare A., Mion D., Piva S., Zanoni R. G. 2016. Typing of Campylobacter jejuni isolated from turkey by genotyping methods, antimicrobial susceptibility and virulence gene patterns: a retrospective study. Foodborne pathogens and diseases. 13(2): 93-100.
  46. Manfreda G., De Cesare A. 2016. Novel food trends and climate changes: impact on emerging food-borne bacterial pathogens. Current Opinion in Food Science, 8: 99-103.
  47. De Cesare A., Vitali S., Trevisani M., Bovo F. Manfreda G. 2017. Microbiological and modelling approach to derive performance objectives for Bacillus cereus group in ready to eat salads. Risk Analysis, 37 (3), 408-420.
  48. De Cesare A., Parisi A., Mioni R., Comin D., Lucchi A., Manfreda G. 2017. Listeria monocytogenes circulating in rabbit meat products and slaughterhouses in Italy: prevalence data and comparison among typing results. Foodborne Pathogens and Diseases, 14(3): 167-176.
  49. De Cesare A., Sirri F., Manfreda G., Moniaci P., Giardini A., Zampiga M., Meluzzi A. 2017. Effect of dietary supplementation with Lactobacillus acidophilus D2/CSL (CECT 4529) on Caecum Microbioma and Productive Performance in Broiler Chickens. PlosONE 12(5): e0176309. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0176309.
  50. Skjerdal T., Gefferth A., Spajic M., Estanga E. G., De Cesare A., Vitali S., Pasuali F., Bovo F., Manfreda G., Mancusi R., Trevisani M., Tessema G. T., Fagereng T., Moen L., H., Lyshaug L., Koidis A., Delgado-Pando G., Stratakos A. C., Boeri M., From C., Syed H., Muccioli M., Mulazzani R., Halbert C. 2017. The STARTEC decision support tool for better tradeoffs between food safety, quality, nutrition, and costs in production of advanced ready to eat foods. Biomed Research International, Art ID 6353510, doi: 10.1155/2017/6353510.
  51. Palma F., Pasquali F., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. 2017. Whole genome sequencing for typing and characterisation of Listeria monocytogenes isolated in rabbit meat processing plant. Italian Journal of Food safety. 6, 6879: 625-630.
  52. De Cesare A., Doménech E., Comin D., Meluzzi A., Manfreda G. 2018. Impact of cooking procedures and storage practices at home on consumer exposure to Listeria monocytogenes and Salmonella due to the consumption of pork meat. Risk Analysis 38 (4), 638-652.
  53. Pasquali F., Palma F., Guillier L., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. 2018. Listeria monocytogenes sequence types 121 and 14 repeatedly isolated within one year of sampling in a rabbit meat processing plant; persistance and ecophysiology. Frontiers in Microbiology, 9, art 596, doi: 10.3389/fmicb.2018.00596.
  54.  De Cesare A., Palma F., Lucchi A., Pasquali F., Manfreda G. 2018. Microbiological profile of chicken carcasses: a comparative analysis using shotgun metagenomic sequencing. Italian Journal of Food Safety, 7, 6923, 62-67.
Lavori pubblicati su riviste nazionali
  1. De Cesare A., Vannini L., Guerzoni M.E. (1996). Impiego della Spettroscopia FTIR per l’ottenimento di modelli dello sviluppo microbico e di reazioni enzimatiche. Biologi italiani, 6: 26-30.
  2. Manfreda G., De Cesare A., Franchini A. (2003). Strategie di controllo delle salmonelle nell’allevamento avicolo. Rivista di avicoltura. 5: 18-25.
Lavori scientifici presentati in qualità di relatore a convegni internazionali e nazionali, pubblicati negli atti
  1. De Cesare A., Manfreda G. (1998). Application of quantitative PCR to the analysis of Salmonella. Proceedings COST 914 “Predictive modelling of microbial growth and survival in foods”; workshop0 “Instrumental methods for data capture for advanced predictive microbiology”. Rocca di Bertinoro, Forlì (Italia), 15-16 Maggio, pp 325-332.
  2. De Cesare A., Manfreda G., Bondioli V., Franchini A. (2001). Isolation and genotyping characterization of Campylobacter strains isolated in poultry production. Proceedings XV European Symposium on the Quality of Poultry Meat, Kusadasi (Turkey), 9-12 September, pp. 231-237.
  3. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V., Franchini A. (2001) Studi epidemiologici mediante RiboPrinterÒ di ceppi di Campylobacter. XL Convegno della Società Italiana di Patologia Aviare Forlì 4-5 Ottobre. Large Animals Review 7 (6): 101-102.
  4. De Cesare A., Bondioli V., Serafin A., Pezzotti G., Manfreda G. (2003). Genetic relationships between Campylobacter coli isolated from poultry. Atti del XVI European Symposium on the quality of poultry meat and X European symposium on the quality of eggs and egg products. Saint Brieuc (Francia), 23-26 Settembre, pp 102-108. Zootecnical International. N. 7/8, pg 52-55
  5. De Cesare A., Manfreda G., Bondioli V., Franchini A. (2006). Isolation and Characterisation of Campylobacteriaceae from pork and poultry meat in Italy. Proceedings Emerging Campylobacter spp. in the food chain CAMPYCHECK. Crooke Park Conference Centre, Dublin, Ireland, February 8th, p.31-34.
  6. Manfreda G., Rossi M., Sanguinetti V., Gavioli R., Lozito P., De Cesare A., Zanoni R. G. (2006). Prevalence of Helicobacter pullorum in broiler chickens reared in intensive and extensive farms. Proceedings XII European Poultry Conference, Verona, 10-14 Settembre. World’s Poultry Science Journal Supplement, 62, p. 551-552.
  7. De Cesare A., Mioni R., Gallocchio L., Manfreda G. (2009) Prevalenza e genotipi di Listeria monocytogenes in carcasse e sezionati di coniglio. VII Workshop Nazionale Enter-Net Italia. Infezioni trasmesse da alimenti e acqua: diagnostica ed epidemiologia. Roma, 3-5 Novembre 2009. p. 31.
  8. De Cesare A., Valero A., del Rosal S., Chemaly M., Manfreda G. (2012) Definition of sampling protocols and performance objectives for Campylobacter control in broiler batches. RE_FS_2012pc945_1 World´s Poultry Science Journal, Supplement 1, 380-383.
  9. Manfreda G., Rodriguez Lazaro D., Hernandez M., De Cesare A., Lucchi A., Valero A. (2013) Definition of Performance Objectives for Listeria monocytogenes in pork cuts. Proceedings ISOPOL XVIII, Goa (India), 19-22 September 2013, p. 198-199.
  10. Valero A., Comin D., Mioni R., Manfreda G., Pasquali F., De Cesare A. (2013) Modelling approach to estimate the impact of cooking treatment on the establishment of food safety objectives for Listeria monocytogenes in pork cuts. Proceedings ISOPOL XVIII, Goa (India), 19-22 September 2013, p. 199-200.
  11. De Cesare A., Bovo F., Pasquali F., Manfreda G. (2014) In field implementation of risk based metrics to promote food safety. Proceedings 1st IMEKOFOODS “Metrology Promoting Objective and Measurable Food Quality and Safety”, Rome (Italy), 12-15 October 2014, p. 59.
  12. De Cesare A., Parisi A., Lucchi A., Miccolupo A., Palma F., Ricci A., Manfreda G. (2014) Analisi comparativa di profili di tipizzazione di ceppi di Salmonella enterica sierotipo Enteritidis ottenuti mediante MLVA, PFGE e ribotipizzazione automatica. XXIV Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Veterinari Igienisti “Nuove frontiere della sicurezza alimentare”, Bologna (Italy), 10-12 September 2014, p. 15.
  13. De Cesare A (2015). Definition of safety criteria in RTE products: a whole chain approach from ingredient selection up to consumption. European Symposium on Food Safety, Cardiff (UK), 20-22 April, p. 53.
  14. De Cesare A. Manfreda G. (2016). Metagenomic approaches for driving the interactions among nutrition, microbioma and host. Biomin World Nutrition Forum, Vancouver, 12-15 Ottobre 2016.
  15. De Cesare A., Palma F., Lucchi A., Pasquali F. Manfreda G. 2017 Indagine comparativa del profilo microbico di carcasse di pollo mediante analisi metagenomica. XXVII Convegno Nazionale Associazione Italiana Veterinari Igienisti. Perugia, 13-15 Settembre 2017.
Lavori scientifici presentati come poster a convegni internazionali e nazionali, pubblicati negli atti
  1. Manfreda G., De Cesare A., Guerzoni M. E. (1999). Application of the Quantitative PCR to Salmonella risk assessment. Proceedings XIV Euroean Symposium on the Quality of Poultry Meat, Bologna (Italy), 19-23 Settembre, pp. 627-635.
  2. Manfreda G., De Cesare A. (1999). Recovery of Salmonella in broiler feed with diet containing a blend of protect organic and inorganic acids. Proceedings 12th European Symposium on Poultry Nutrition. Veldhoven, The Netherlans, August 15-19. pp 54-57.
  3. De Cesare A., Dambaugh T. R., Mangiaterra E., Cole E. M., Guerzoni M. E., Manfreda G., Franchini A. (2000). Identification and subtyping of Italian poultry industry isolates of Salmonella ser. Enteritidis, ser. Typhimurium and other serovars by automated EcoRI, PvuII and PstI ribotyping. Proceedings ASM, 100th General Meeting, Los Angeles (USA), 21-25 Maggio 2000, p 520.
  4. De Cesare A., Dambaugh T. R., Bruce J. L., Guerzoni M. E., Wiedmann M. (2000). Automated ribotyping with multiple enzymes to improve discrimination of L. monocytogenes, with particular focus on serotype 4b strains. Proceedings ASM, 100th General Meeting, Los Angeles (USA), 21-25 Maggio 2000, p149.
  5. De Cesare A., Manfreda G., Bondioli V., Pasquali F., Franchini A. (2001). Preliminary study on the characterization of multidrug resistance S. typhimurium strains by using automated ribotyping. Proceedings ASM, 101th General Meeting, Orlando (USA), 20-24 Maggio 2001. p 157.
  6. Manfreda G., De Cesare A., Pasquali F., Franchini A. (2002). Molecular characterization of multiple antibiotic resistance of Salmonella typhimurium strains isolated in Italy. Proceedings International Symposium Salmonella and Salmonellosis. St. Brieuc, France, 29-31 Maggio, pp 519-520.
  7. De Cesare A., Manfreda G., Bondioli V., Pasquali F., Franchini A. (2002). Antibiotic resistance and ribotyping profiles of Campylobacter isolates from a poultry meat processing plan. Proceedings 11th European Poultry Conference, Bremen 6-10 Ottobre. Archiv Für Geflügelkunde, 66: 62.
  8. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V., Franchini A. (2002). Comparison of two multiplex PCR methods for the rapid detection of Campylobacter jejuni and Campylobacter coli in a poultry slaughterhouse. Proceedings 11th European Poultry Conference, Bremen 6-10 Ottobre. Archiv Für Geflügelkunde, 66: 162.
  9. De Cesare A., Bondioli V., Parisi A., Lanzillotta G., Manfreda G. (2004). Evaluation of the genetic variability within two Campylobacter populations in relation to the number of colonies tested. Atti in CD Rom 104o American Society for Microbiology General Meeting. New Orleans, LA, USA 23-27 Maggio 2004.
  10. De Cesare A., Bondioli V., Manfreda G. (2006). Comparison between Campylobacter prevalence and species in Italian broilers reared in intensive and extensive farms. Proceedings XII European Poultry Conference, Verona, 10-14 Settembre. World’s Poultry Science Journal Supplement, 62, p. 545
  11. Langen M., Peters, U., De Cesare A., Manfreda G., Klein G. (2009) Characterisation of C. jejuni and C. coli isolates of Italian broiler flocks by ribotyping and multilocus sequence typing. Proceedings 15th International Workshop on Campylobacter, Helicobacter, and related Organisms. Niigata, Japan, September 2-5, 2009. p. 87.
  12. Manfreda G., Lucchi L., Zanoni, R. G., De Cesare A. (2009) Preliminary investigation on suitability of automated ribotyping and PFGE for Helicobacter pullorum typing. Proceedings 15th International Workshop on Campylobacter, Helicobacter, and related Organisms. Niigata, Japan, September 2-5, 2009. p. 151.
  13. De Cesare A., Parisi A., Latorre L., Manfreda G. (2010) Mapping of molecular profiles associated to Listeria monocytogenes food isolates circulating in Italy. Proceedings XVII International Symposium on Problems of Listeriosis. Porto (Portogallo), 5-8 Maggio 2010. p. 121.
  14. Manfreda G., De Cesare A., Lucchi A., Langhout P., Franchini A. (2012). Preliminary evaluation of supplementation of Adimix 30 in feed to reduce Campylobacter jejuni colonisation in broilers. PB_2012pc350_1 World´s Poultry Science Journal, Supplement 1, 124-127.
  15. De Cesare A., Trevisani M., Mancusi R., Costanza C., Bovo F., Manfreda G. (2013) Preliminary assessment of the key variables impacting survival and growth of Listeria monocytogenes and Listeria spp. in RTE products during storage. Proceedings ISOPOL XVIII, Goa (India), 19-22 September 2013, p. 217.
  16. Valero, A., De Cesare A., Chemaly M., Perez-Rodriguez F., Garcia-Gimeno R. M., Manfreda G. (2013) Estimation of performance objectives for Campylobacter in broiler carcasses taking into account impact of selected factors on pathogen prevalence and concentration. Proceedings International Conference on Predictive Modelling in Food. ICPMF8, Paris, 16-20 September 2013, p 193-194.
  17. Manfreda G., De Cesare A. (2015). How to move to risk based metrics to improve food safety in the European Union. EFSA’s 2nd Scientific Conference: “Shaping the Future of Food Safety, Together” Milan, Italy - 14, 15, 16 October 2015.
  18. De Cesare A., Viatli S., Trevisani M., Manfreda G. (2015). Performance Objectives for Bacillus cereus in RTE salads: a whole food chain approach. . EFSA’s 2nd Scientific Conference: “Shaping the Future of Food Safety, Together” Milan, Italy - 14, 15, 16 October 2015.
  19. Trevisani M., De Cesare A., Mancusi R., Vitali S., Manfreda G. (2016). Impact of lactic acid bacteria and lactate on survival and growth of Listeria monocytogenes in ready to eat pasta salads. Proceedings ISOPOL XIX, 14-17 June, Paris. p. 105.
  20. De Cesare A., Parisi A., Mioni R., Comin D., Lucchi A., Manfreda G. (2016). Prevalence and genotyping of Listeria monocytogenes in rabbit meat products and slaughterhouses. Proceedings ISOPOL XIX, 14-17 June, Paris. p. 103.
  21. De Cesare A., Vitali S., Tessema G. T., Trevisani M., Fagereng T. M., Beaufort A., Manfreda G., Skjerdal T. (2016). Modelling the growth kinetics of Listeria monocytogenes in pasta salads at different storage temperatures and packaging conditions. Proceedings ISOPOL XIX, 14-17 June, Paris. p. 182.
Lavori scientifici presentati come co-autore a convegni internazionali e nazionali, pubblicati negli atti
  1. Guerzoni M. E., Lanciotti R., De Cesare A., Chaves Lopez C. (1996). High pressure homogenization of egg products and its effects on the inactivation of Salmonella serotypes. Proceedings COST Action 97 “Prevention of contamination of poultry meat, eggs and egg product”, Roma (Italy), 23-25 Ottobre, pp 87-94.
  2. De Cesare A., Gardini F., Lanciotti R., Guerzoni M. E. (1996). Interaction between Lactobacillus plantarum and Listeria monocytogenes in poultry and pork sausages. Proceedings COST 914 “Predictive modelling of microbial growth and survival in foods. Workshop “Modelling microbial growth in mixed populations”. Wageningen, The Netherlands, 9-10 Dicembre, pp 221-223.
  3. Manfreda G., De Cesare A. (2000). Colonization control of Salmonella by protected organic and inorganic acids. CD Rom on abstracts and proceedings XXI World’s Poultry Congress. Montreal, Canada, 20-24 Agosto 2000.
  4. Manfreda G., Bertuzzi S., De Cesare A., Cerchiari E. (2001) The effect of Formyl® blend of micro-encapsulated acids on intestinal microflora and performance of turkey. Proceedings 13th European Symposium on Poultry Nutrition. Blankenberge (Belgium), 30 Settembre-4 Ottobre 2001.
  5. De Cesare A., Sheldon B. W., Jaykus L. A. (2001). A comparison of the survival rates of Campylobacter jejuni and Salmonella species under varying organic loads and food contact surfactes. Abstract T29. International Ass. Food Protection 2001 Meeting, Minneapolis. P 97.
  6. Manfreda G., De Cesare A., Bondioli V. (2002). Isolamento di Campylobacter in carcasse di suino pesante. Atti della Società Italiana delle Scienze Veterinarie. Vol. LVI pp. 359-360.
  7. De Cesare A., Manfreda G., Bondioli V., Franchini A. (2002). Determinazione di Camylobacter jejuni e Campylobacter coli in macelli suini ed avicoli mediante PCR multipla. Atti della Società Italiana delle Scienze Veterinarie. Vol. LVI pp. 363-364.
  8. Bondioli V., De Cesare A., Manning G., Newell D., Manfreda G. (2003). Preliminary study on cytolethal distending toxin activity in Campylobacter jejuni isolated in Italy. Atti 42° Convegno della Società Italiana di Patologia Aviare. Forlì, 2-3 Ottobre. Large Animal Review 6: 75-76.
  9. Sado S., Patrignani F., De Cesare A., Gardini F., Guerzoni M. E. (2004). Comparative analysis of the effects of different strategies to reduce the Listeria monocytogenes growth extent in Italian flash fermented sausages. Proceedings FoodMicro 2004, Portroz, Slovenia, 12-16 Settembre 2004 a cura di New Tools for Improving Microbial Food Safety and Quality. p 115, Slovenian Microbiology Society.
  10. Manfreda G., Pasquali F., Braggio S., De Cesare A., Franchini A. (2004). In vitro development of resistance to quinolones in Salmonella Typhimurium. Proceedings XXII World’s Poultry Congress. Istanbul, 8-13 Giugno, p.787
  11. Camarda A., Dionisi A. M., Circella E., Carattoli A., Manfreda G., De Cesare A., Mioni R., Ricci A. (2005). Monitoraggio di Campylobacter coli nelle galline ovaiole nel corso del ciclo di allevamento. Atti del V Workshop nazionale Enter-net Italia “Sorveglianza e prevenzione delle infezioni gastroenteriche”. Roma, 1-2 Dicembre 2005.
  12. Baffone W., De Cesare A., Campana R., Patrone V., Vittoria E., Bondioli V., Manfreda G. (2005). Caratteristiche di virulenza di ceppi di Campylobacter jejuni caratterizzati geneticamente mediante ribotipizzazione con PstI. Atti convegno AMCLI Napoli 16-10 Ottobre, Bollettino SIM, 7 (1), p. 37.
  13. Manfreda G., Bondioli V., Lucchi A., De Cesare A. (2006). Comparison between the antibiotic resistance profiles of human and poultry Campylobacter Italian isolates. Proceedings 2nd Annual General Meeting Med-Vet-Net, Malta, 3-6 Maggio, p. 17.
  14. Manfreda G., Bondioli V., De Cesare A. (2007). Preliminary investigation on ribotypes and toxinotypes associated to Clostridium perfringens Italian strains isolated from poultry reared using different technologies. Proceedings XVIII European Symposium on quality of poultry meat, Praga, 2-5 Settembre 2007.
  15. Manfreda G., De Cesare A., Sirri F., Meluzzi A. (2007). Evaluation of the influence of the housing system on bacterial egg and environmental contamination in Italy. Proceedings XII European Symposium on quality of eggs and egg products, Praga, 2-5 Settembre 2007.
  16. Sirri F., De Cesare A., Minelli G., Meluzzi A., Franchini A. (2007). "Oxidative stability and lipid composition of hen eggs laid in organic and conventional systems" Proceedings of XII European Symposium on the Quality of Eggs and Egg Products, Praga, 2-5 Settembre (2007)
  17. Rossi M., Manfreda G., Lucchi A., Revez J., De Cesare A., Zanoni R.G. (2007). Occurrence and antibiotic susceptibility of Helicobacter pullorum from turkeys intensively reared in northern Italy. CHRO2007, Rotterdam, 2-5 Settembre 2007. Zoonoses and Public Health. September 2007 - Vol. 54 Issue S1 Page IV-165.
  18. Manfreda G., Lucchi A., De Cesare A., Gianotti A., Franchini A. (2007). Valutazione dell’efficacia delle procedure di pulizia e disinfezione impiegate nei macelli avicoli sulla sopravvivenza di batteri patogeni. Atti LXI convegno Società Italiana delle Scienze Veterinarie. Salsomaggiore Terme, 26-29 Settembre.
  19. Mammina, C., Manfreda G., Aleo A., De Cesare A., Ferretti V., Pellissier N., Romani C., Nastasi A., Pontello M. (2008) Cluster of human listeriosis cases traced by molecular typing to taleggio cheese, Italy. Proceedings 18th European Congress of Clinical Microbiology and Infectious Diseases Barcelona, 19-22 April. CD Abstract ECCMID08_P1692 Contact View.htm
  20. Manfreda G., Steinhauserova I., Borilova G., Klein G., Reich F., De Cesare A. (2008) Comparative nalysis of the incidence of Campylobacter spp. and Clostridium perfringens in broiler farms located in the Czech Republic, Germany and Italy. Proceedings XXIII World’s Poultry Congress, Brisbane (Australia), 30 Giugno-4 Luglio. World’s Poultry Science Journal Supplement, 64, p. 507.
  21. Manfreda G., Steinhauserova I., Borilova G., Klein G., Langen M., Peters U., De Cesare A. (2008) Comparative analysis of the molecular profiles associated to Campylobacter spp. and Clostridium perfringens broiler strains collected in the Czech Republic, Germany and Italy. Proceedings XXIII World’s Poultry Congress, Brisbane (Australia), 30 Giugno-4 Luglio. World’s Poultry Science Journal Supplement, 64, p. 226.
  22. Manfreda G., Pasquali F., Lucchi A., De Cesare A., Giovanardi D., Stonfer M. (2010) Study on selection and transfer of antimicrobial resistant Escherichia coli from broiler breeders to their progeny. Proceedings International Conference on Antimicrobial Research, Valladolid, 3-5 Novembre 2010. p. 455.
  23. Manfreda G., Pasquali F., De Cesare A., Petracci M., Franchini A., Cavani C. (2011) Enteric bacteria enumeration in free range chickens. Proceedings EggMeat Symposia, ref c-064.
  24. Valero A., Chemaly M., Manfreda G., De Cesare A. (2011) Setting of sampling plans to check Campylobacter safety levels in broiler batches and poultry meat. Proceedings CHRO 2011.
  25. Manfreda G., De Cesare A. (2012) Food safety criteria for poultry meat: present and future. XXIV World’s Poultry Congress, Salvador, Bahia, Brasile, 5-9 Agosto 2012, World´s Poultry Science Journal, Supplement
  26. De Cesare A., Valero A., del Rosal S., Chemaly M., Manfreda G. (2012) Definition of sampling protocols and performance objectives for Campylobacter control in broiler batches. RE_FS_2012pc945_1 World´s Poultry Science Journal, Supplement 1, 380-383.
  27. Pasquali F., Bovo F., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. (2012) Valutazione della Real Time PCR come complemento al metodo ISO 6579:2004 per la rilevazione della Salmonella nelle carni. Atti XXII Convegno Nazionale AIVI, Torino, 19-22 Settembre 2012.
  28. Valero A., Perez-Rofriquez F., Carrasco E., Posada D., Zurera G., Rodriguez M., Garcia-Gimeno R.M., De Cesare A., Manfreda G. (2012) Modelling growth kinetics of Listeria monocytogenes under different storage practices in the pork chain from dispatch to consumption: estimation of food safety criteria. Proceedings Food Micro2012, Istanbul, 3-7 September 2012.
  29. Pasquali F., Valero A., Olsen J. E., Lucchi A., De Cesare A., Manfreda G. (2013) Effect of eggshell pooling on fit-for-purpose sampling plans for Salmonella detection in positive table eggs. Proceedings EggMeat Symposia 2013, Bergamo (Italy) 15-19 September 2013, p. 84.
  30. De Cesare A., Valero A., Pasquali F., Manfreda G. (2013) Verification of performance targets for Campylobacter spp. in Italian broilers through the development of a “moving window” approach. Proceedings EggMeat Symposia 2013, Bergamo (Italy) 15-19 September 2013, p. 52.
  31. Pasquali F., De Cesare A., Manfreda G. (2014) Novel and rapid molecular method for enumeration of bacterial pathogens contaminating food at low levels. Proceedings 1st IMEKOFOODS “Metrology Promoting Objective and Measurable Food Quality and Safety”, Rome (Italy), 12-15 October 2014, p. 56.
  32. Manfreda G. & De Cesare A. (2014) Criteri microbiologici e obiettivi di sicurezza alimentare: quali prospettive? XXIV Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Veterinari Igienisti “Nuove frontiere della sicurezza alimentare”, Bologna (Italy), 10-12 Settembre 2014, p. 2.
  33. Hauge S. J., Skjerdal T., De Cesare A., Alvseike O. (2017). Listware project: developing a new Listeria assessment tool. Proceedings 10th International Conference on Predictive Modelling in Food. Cordoba (Spain), 26-29 September 2017, Poster n. 82.
  34.  Skjerdal T., Estanga E. G., De Cesare A., Koidis T., From Cecilie, Mulazzani R., Halbert C. (2017). The STARTEC decision support tool for better tradeoffs between food safety, quality, nutrition and costs in production. Proceedings 10th International Conference on Predictive Modelling in Food. Cordoba (Spain), 26-29 September 2017, Oral presentation n. 48.
Altre pubblicazioni e video
  1. De Cesare, A., 2014. Identification Methods: Bacteria RiboPrint™: A Realistic Strategy to Address Microbiological Issues outside of the Research Laboratory. In: Batt, C.A., Tortorello, M.L. (Eds.), Encyclopedia of Food Microbiology, vol 2. Elsevier Ltd, Academic Press, pp. 282–288.
  2. Manfreda, G., De Cesare, A., Rodríguez-Lázaro, D., (2014) "Selection and improving of fit-for-purpose sampling procedures for specific foods and risks" Editorial International Journal of Food Microbiology, 184, 1.
  3. Pasquali F., De Cesare A., Meunier M., Guyard M., Rivoal K., Chemaly M., Manfreda G. (2017). Currant challenges in poultry meat safety. In Poultry Quality Evaluation, quality qttributes and consumer values. Woodhead Publishing Series in Food Science, Technology and Nutrition. pp. 159-195.
  4. De Cesare, A., 2018. Salmonella in Foods: a Reemerging problem. In Advances in Food and Nutrition Research – in press.
  5. Training video http://www.baselineeurope.eu/video.asp

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.