Foto del docente

Silvana Hrelia

Professoressa ordinaria

Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Settore scientifico disciplinare: BIO/10 BIOCHIMICA

Temi di ricerca

Parole chiave: neurodegenerazione/neuroprotezione nutraceutici trasduzione del segnale cardiotossicità/cardioprotezione stress ossidativo neuroinfiammazione

Ha collaborazioni stabili con docenti e ricercatori di numerose istituzioni. I principali interessi di ricerca riguardano i campi della biochimica cellulare e biochimica della nutrizione con focus sulla nutraceutica ed in particolare:

- Ruolo di micronutrienti antiossidanti e di fitocomponenti citoprotettivi nella prevenzione del danno ossidativo in colture di cardiomiociti di ratto.

- Fitocomponenti nutraceutici della dieta come biomodulatori della trasduzione del segnale generato dallo stress ossidativo nella cellula cardiaca, loro biodisponibilità cellulare e identificazione dei bersagli molecolari a livello dei processi di apoptosi/necrosi. Nutraceutici nella cardioprotezione di genere: ruolo degli estrogeni e dei componenti bioattivi degli alimenti nella protezione del danno ossidativo.

- Nutraceutici ad azione neuroprotettiva: ruolo di fitocomponenti della dieta nella prevenzione del danno neurodegenerativo a base ossidativa in sistemi di cellule in coltura ed in  modelli animali di neurodegenerazione.

- Alimenti funzionali e componenti nutraceutici nella prevenzione del danno muscolare in seguito ad attività fisica esaustiva.

- Biomarcatori di stress ossidativo: studi in vivo nell'uomo e nell'animale da esperimento



Ha contribuito alla definizione di nuove strategie di intervento nutrizionale nella riduzione dei fattori di rischio di patologie legate alla dieta, quali le malattie cardiovascolari, mediante:

identificazione di alimenti funzionali e nutraceutici e loro ruolo nella prevenzione/protezione dal danno ossidativo nella cellula cardiaca ;

studio dei meccanismi di citoprotezione mediante approcci di studio innovativi in vitro ed in vivo tesi a valutare l'attività antiossidante diretta ed indiretta, la biomodulazione di vie di trasduzione del segnale intracellulare;

studi nutrigenomici e proteomici di modulazione dell'epressione genica e proteica in cellule cardiache e neuronali mediante l'utilizzo di tecnologie high-throuhput da parte di componenti bioattivi degli alimenti.

individuazione di componenti bioattivi degli alimenti con ruolo di induttori chimici, in grado di modulare le difese antiossidanti endogene cellulari;

individuazione di componenti bioattivi degli alimenti ad azione neuroprotettiva in modelli in vitro i cellule neuronali e microgliali in coltura esposte a diversi agenti stressori;

individuazione di componenti bioattivi degli aliementi ad azione protettiva nei confronti del danno muscolare indotto nell'animale da esperimento dall'attività fisica esaustiva ad esaurimento;

valutazione di biomarcatori di stress ossidativo in soggetti sani ed affetti da patologie e ruolo di biomodulazione da parte di componenti nutraceutici della dieta.

La ricerca è tesa inoltre alla valorizzazione di prodotti tipici della dieta italiana attraverso la dimostrazione della loro valenza funzionale e biomodulatoria ed alla identificazione di strategie nutrizionali ed interventi dietetici finalizzati all'aumentata assunzione di alimenti funzionali e componenti nutraceutici nella prevenzione delle patologie cronico-degenerative, comprese le patologie neurodegenerative.