Foto del docente

Giovanni Dinelli

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze Agrarie

Settore scientifico disciplinare: AGR/02 AGRONOMIA E COLTIVAZIONI ERBACEE

Coordinatore del Corso di Dottorato in Scienze e tecnologie agrarie, ambientali e alimentari

Curriculum vitae

Formazione ed esperienze professionali
• Nasce a Bologna il 19.11.1964.
• Nel 1988 si laurea con lode presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università degli Studi di Bologna.
• Nel 1995 svolge attività di ricerca all'estero in qualità di “Visiting Scientist” presso la sezione "Research and Development" della ditta CIBA (Basilea, Svizzera).
• Nel settembre 1996 consegue, con giudizio favorevole della Commissione Giudicatrice, il titolo di Dottore di Ricerca in Colture Erbacee (VIII° ciclo), discutendo una dissertazione finale dal titolo “Comportamento ambientale di erbicidi solfonilureici impiegati nelle colture erbacee”.
• Nel 1997 consegue una borsa di studio Post-Dottorato dell'Università di Bologna, nell'ambito dell'area disciplinare “Scienze Biologiche, Geologiche, Agrarie”, settore di Scienze Agrarie, presentando un programma dal titolo “Studio della resistenza agli erbicidi di piante coltivate ed infestanti”.
• Nel 1999 completa la formazione di Post-Dottorato presso l'Università di Bologna. Dal 1999 è Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali dell'Università degli Studi di Bologna e nel 2002 ottiene la conferma nel ruolo di Ricercatore.
• Nel novembre 2002 ha partecipato alla procedura di valutazione comparativa per il ruolo di professore associato (II fascia) ed è risultato idoneo.
• Nel settembre 2005 è stato chiamato dalla Facoltà di Agraria (Università di Bologna) a ricoprire il ruolo di Professore Associato nel settore disciplinare AGR/02.
• Da giugno 2007, è coordinatore del corso di dottorato in “Scienze Agroambientali” della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna.

Attività didattica
Dall'immissione nel ruolo di ricercatore universitario (dall'Anno Accademico 1999/2000 ad oggi), ha svolto costantemente attività didattica in ambito universitario. I principali moduli svolti includono:
• “Biologia e fisiologia delle colture erbacee” (3 crediti, Corso di Laurea in Biotecnologie, indirizzo in Biotecnologie Agrarie, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Università di Bologna);
• “Biodiversità delle piante coltivate” (2 crediti, Corso di Laurea triennale in Biotecnologie, indirizzo in Biotecnologie Agrarie, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università di Bologna);
• “Gestione della flora spontanea” (3 crediti, Laurea triennale in “Verde ornamentale e tutela del paesaggio”, Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna);
• “Tecniche e biotecnologie del diserbo” (4 crediti, Laurea specialistica in “Biotecnologie Vegetali” della Facoltà di Agraria dell'Università di Modena e Reggio Emilia).
• "Agronomia Generale ed Ecologia Vegetale Agraria" (6 crediti, Laurea triennale in "Verde ornamentale e tutela del paesaggio" Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna);
• "Fisiologia e Qualità delle Produzioni Erbacee" (6 crediti, Laurea Magistrale in "Scienze e tecnologie agrarie" Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna).
• "Biotecnologie per le Produzioni Agrarie" (3 crediti, Laurea triennale in "Biotecnologie" Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell'Università di Bologna).

Attività di ricerca
Nel periodo 1985-1988, ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Biochimica, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Università di Bologna, in relazione alla biochimica cellulare con particolare riferimento a studi sulla componente mitocondriale. Dal 1989, ha svolto ricerche di base ed applicate presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali, Facoltà di Agraria, Università di Bologna. I principali temi di ricerca hanno riguardato la messa a punto di tecniche analitiche innovative per il rilevamento in tracce di fitofarmaci (erbicidi) in acqua e terreno, lo studio della dispersione ambientale degli erbicidi (mobilità, persistenza, degradazione in acqua e nel terreno, adsorbimento), l'ecologia e la fisiologia di specie infestanti (con particolare riferimento al ruolo delle infestanti nell'influenzare la biodiversità degli agro-ecosistemi), lo studio dei meccanismi biochimici responsabili dei fenomeni di resistenza agli erbicidi nelle popolazioni infestanti (metabolizzazione, assorbimento e traslocazione dei principi attivi, modifica dei bersagli metabolici). Da circa una decennio, svolge il ruolo di coordinatore di un gruppo di ricerca prevalentemente interessato ad indagare diversi composti nutraceutici (flavonoidi) prodotti da diverse specie coltivate (legumi e cereali), allo scopo di migliorare le conoscenze relative al ruolo della produzione primaria per il settore degli alimenti funzionali. In particolare, gli studi sono incentrati a determinare e definire le relazioni tra tecnica agronomica (con particolare riferimento all'agricoltura a basso input), fattori ambientali (con particolare riferimento ai principali fattori di stress abiotici) e l'espressione dei composti funzionali nelle piante di interesse agrario.
L'attività scientifica è documentata da 155 pubblicazioni (di cui 75 in esteso su riviste internazionali con fattore d'impatto). Ha partecipato, in qualità di relatore a numerosi convegni nazionali ed internazionali nel campo della agronomia e della valorizzazione delle produzioni agricole nazionali. Nel 2005, su invito del Prof. F. Yildiz e Prof H. Adlercreutz, coordinatori del libro "Phytoestrogens in functional food" (CRC Press, Boca Raton, FL, 2006), ha partecipato all'attività editoriale con un capitolo dal titolo. "Biosynthesis of Polyphenol Phytoestrogens in Plants". Nel 2006 è stato invitato dal Prof. F. Yildiz coordinatore del libro "Applied Food Biochemistry" (CRC press, NY, USA), stampato nel dicembre 2009, a partecipare all'attività editoriale con un capitolo dal titolo " Physiologically bioactive compounds of functional foods, herbs and dietary supplements ".

Progetti di ricerca
• Negli anni 1999-2000 è' stato responsabile di un “Progetto Giovani Ricercatori”, finanziato dall'Università di Bologna dal titolo “Studio della biodiversità di specie erbacee infestanti (Amaranthus spp.) a scala di campo”.
• Negli anni 2001-2002 è stato responsabile di un progetto di ricerca finanziato IMONT (Istituto per la Ricerca Scientifica e Tecnologica sulla Montagna) intitolato “Valorizzazione delle produzioni agricole montane: caratterizzazione nutrizionale di specialità vegetali”.
• Nel periodo 2003-2005 ha partecipato al progetto, finanziato dal Ministero dell'Educazione e della Ricerca (Progetti PRIN) dal titolo "Implicazioni agronomiche, nutraceutiche e nuove destinazioni d'uso di leguminose tradizionali degli ambienti mediterranei", Coordinatore nazionale Prof. P. Catizone, codice progetto 2003075875).
• Nel periodo 2005-2008 è stato coordinatore della Unità di Ricerca “Studio della ecofisiologia di Chenopodiacae e Solanaceae infestanti di barbabietola da zucchero e pomodoro da industria in regime biologico” per il progetto “Nuovi sistemi di produzione di piante industriali (barbabietola da zucchero e pomodoro da industria) in regime biologico ad elevata sostenibilità, tracciabilità e competitività”, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MiPAF).
• Nel periodo 2004-2009 è stato responsabile scientifico del progetto di ricerca “Resistance to glyphosate: setting-up of strategies to protect herbicide activity”, finanziata dalla società Syngenta Lt.d. (Svizzera).
• Nel periodo 2005-2008 è stato responsabile scientifico del progetto “Nuovi adiuvanti per il controllo della flora infestante” finanziato dalla ditta Intrachem (Italia);
• Nel periodo 2007-2009 è stato coordinatore scientifico dell'unità di ricerca dell'Università di Bologna nell'ambito del progetto, finanziato dal Ministero dell'Educazione e della Ricerca (Progetti PRIN), dal titolo " Valorizzazione di genotipi di frumento tenero e duro: caratteristiche macronutrizionali e proprietà funzionali", Coordinatore nazionale Prof. C. Vazzana, codice progetto 2006070041_003 ).
• Nel periodo 2007-2009, partecipa in qualità di responsabile scientifico al progetto Strategico di Ateneo, finanziato dall'Università di Bologna, dal titolo “Leguminose quali fonti naturali di fitoestrogeni e melatonina in funzione di input produttivi innovativi e sostenibili” (Coordinatore: Prof. P. Catizone).
• Negli anni 2008-2009 è stato il referente scientifico del progetto "Gestione colturale della fragola da agricoltura biologica per la preservazione delle sue caratteristiche qualitative: verifica dell'efficacia di composti chimici ad elevata diluizione" (FROM), finanziato dalla regione Piemonte nell'ambito del programma regionale di ricerca, sperimentazione e dimostrazione agricola (DD n. 76 -28.3.2007).
• Nel periodo 2008-2011 ha partecipato al progetto " The Sustainable Greenhouse (SUSTGREENHOUSE)” European Commission DG ENV Life+ 2007 project - LIFE07 ENV/IT/000516," finanziato dalla Unione Europea -Life+ Nature & Biodiversity - call 2007.
• Negli anni 2009-2010 ha svolto l'attività di coordiantore del progetto "Genotipi di frumento di antica costituzione per il miglioramento del benessere dell'uomo e la prevenzione di intolleranze alimentari" finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.
• Nel 2010 è stato responsabile scientifico del progetto " Studio dell'efficacia dei trattamenti con bio-fertilizzante AGROSOL® su colture estensive” finanziato dall'azienda INTRACHEM BIO ITALIA S.p.a.
• Nel 2010 è stato coordinatore del progetto "Sviluppo di metodi standard per il monitoraggio e controllo della contaminazione genetica da coltura a coltura, a specie selvatiche affini in colza" finanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione Generale Protezione della Natura.
• Nel 2011 è stato responsabile scientifico del progetto " Studio dell'efficacia dei trattamenti con bio-fertilizzanti ENtricon ed ENbraso” finanziato dall'azienda INTRACHEM BIO ITALIA S.p.a.
• Dal 2009 partecipa al progetto triennale "Quinoa" finanziato dalla Unione Europea VII Programma Quadro - call FP -PEOPLE-IRSES-2008 (Coordinator D. Bazile CIRAD-France).
• Dal 2009 partecipa al progetto quadriennale "Validation of risk management tools for genetically modified plants in protected and sensitive areas in Italy (MAN-GMP-ITA)" finanziato dalla Unione Europea -Life+ Nature & Biodiversity - call 2008.
• Dal 2009 è coordiantore scientifico del progetto triennale "Pane della salute: progetto di filiera corta per la valorizzazione di antiche accessioni di frumento tenero" finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Dipartimento SVIRIS IV) -Bando OIGA DM 2065 13.02.2008.
• Dal 2009 è coordinatore del progetto triennale " Bio-Pane: progetto di filiera corta per l'agricoltura biologica e biodinamica dell'Emilia Romagna  (BIOPANE) " finanziato dalla regione Emilia-Romagna (Servizio Sviluppo del Sistema Agroalimentare- Direzione Generale Agricoltura) -Bando LR 28/1998 e delibera 124/2009.

• 2010-2014: è responsabile scientifico del progetto "Integrated study for the evaluation of the functional properties of KAMUT® khorasan grain aimed at the setting-up of specific health claims" finanziato dall'azienda Kamut Enterprises of Europe BVBA (Belgium) (President: Robert M. Quinn).
• Dal 2010 partecipa al progetto triennale " Trattamenti biologici innovativi per l'ottimizzazione della qualità fitosanitaria, organolettica e nutraceutica in fragola" (BIOFRAME) (Coordinatore Dott.ssa Lucietta Betti) finanziato dalla Provincia di Trento (Ufficio Produzioni Biologiche).
• Dal 2010 è co-coordinatore, con la Dott.ssa Lucietta Betti, del progetto di ricerca "Setting up of a molecular model for the evaluation of the effects of homeopathic treatments on the cellular metabolism of wheat and strawberry" finanziato dall'azienda Boiron (France).
• Dal 2011 è coordiantore del progetto "Frumento e salute: peptidi bioattivi per un nuovo concetto di qualità funzionale" finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.
 • Dal 2012 partecipa al progetto quadriennale "Assessing and Monitoring the Impacts of Genetically modified plants on Agro-ecosystems (AMIGA)" finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del Settimo Programma Quadro (FP7-KBBE-2011-5).
• Dal 2012 è coordinatore del progetto "Biodiversità agricola per la salvaguardia delle risorse genetiche italiane: le Brassicacee dell'Emilia Romagna" finanziato finanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione Generale Protezione della Natura.

•2013-2014: Responsabile scientifico del progetto  "Frumento duro, farro e frumento tenero: digeribilità, assimilabilità e allergenicità " finanziato da ALCE NERO & MIELIZIA S.p.A., (Monterenzio, BO).

• 2012-2016:partecipante al progetto "Beneficial effects of dietary bioactive peptides and polyphenols on cardiovascular health in humans (BACCHUS)" finanziato dalla Unione Europea  by European Union VII Framework call FP7-KBBE-2012.2.2-01, Grant Agreement 312090.

• 2013-2016: partecipante al progetto " Traditional Food Network to improve the transfer of knowledge for innovation (TRAFOON)" finanziato dalla Unione Europea VII Framework call FP7-KBBE-2013-7, Project number 613912. 

•2014-2015: coordinatore scientifico del progetto “VIRGO: Validazione e Integrazione in aree terremotate dell'emilia-Romagna di un progetto di filiera corta per la cerealicoltura biologica reGiOnale”, finanziato dalla regione Emilia-Romagna (Servizio Sviluppo del Sistema Agroalimentare- Direzione Generale Agricoltura) -Bando LR 28/1998 (DR 909/2013).

•2016-2019: Adattamento di miscugli varietali e popolazioni evolutive di frumento tenero per il settore delle produzioni biologiche emiliano-romagnole (BIOADAPT) (Adaptation of variety mixtures and evolutionary populations of common wheat for organic farming in the Emilia-Romagna region).PSR 2014-2020, Misura 2A, Codice:5005499-UNIBO, Responsabile organizzativo e Responsabile Tecnico-Scientifico.

•2016-2019: APPEN.BIO : DALL’APPENNINO CIBO PER LA SALUTE(Appen.Bio) (APPEN.ORG : FROM THE APPENINES FOOD FOR HEALTH). PSR 2014-2002, Misura 2A-11, Codice: 5005168-ALCENERO, Responsabile Tecnico Scientifico Cereali.

•2016-2019:Mais, Canapa, frumenti e ortive per la riduzione degli Input Esterni e dei Nitrati nelle Acque (MACARENA) (Maize & Vegetables using Hemp as trap crop. Reduction of cropping inputs also with Triticum spp.), PSR 2014-2020, Misura 4B-4, Codice 5005267-Cenacchi, Responsabile Tecnico-Scientifico.

 •2016-2019: Creazione di un modello sostenibile di best practices per la valorizzazione di varietà antiche di frumento tenero nella Regione Emilia Romagna (Biovant) (Development of a sustainable model of best practices for promotion of ancient wheat grains in Emilia Romagna region), PSR 2014-2020, Misura 4B-17, Codice: 5004323-Progeo, Responsabile Tecnico Scientifico.

Affiliazioni

 E' membro dell'Editorial board delle riviste Italian Journal of Agronomy, African Journal of Agronomy e Journal of Natural and Environmental Sciences. Svolge attività di revisore ufficiale per le riviste Journal of Chromatography B, Journal of Agricultural and Food Chemistry e Pest Management Science. E' membro della Società Italiana di Agronomia e della European Society of Agronomy.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.