Foto del docente

Federico Bertoni

Professore ordinario

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/14 CRITICA LETTERARIA E LETTERATURE COMPARATE

Nota biografica

Federico Bertoni è nato nel 1970. Dal 2000 insegna Teoria della letteratura all’Università di Bologna. È autore di molti saggi di critica e di teoria letteraria, dedicati in prevalenza alla narrativa europea tra Otto e Novecento. Tra i suoi lavori principali: Il testo a quattro mani. Per una teoria della lettura (La Nuova Italia 1996, Ledizioni 2010), Romanzo (La Nuova Italia 1998), La verità sospetta. Gadda e l’invenzione della realtà (Einaudi 2001), Realismo e letteratura. Una storia possibile (Einaudi 2007), Letteratura. Teorie, metodi, strumenti (Carocci, 2018). Ha curato l’edizione critica di Italo Svevo, Teatro e saggi, in Tutte le opere di Italo Svevo (“I Meridiani” Mondadori, 2004). Nel 2016 ha pubblicato Universitaly. La cultura in scatola (Laterza), che è al tempo stesso un racconto e un saggio di critica culturale sull’università e sulla società del XXI secolo. Nell'aprile 2017 è uscito il suo primo romanzo, Morire il 25 aprile (Frassinelli), storia di guerre, generazioni e resistenze. È membro della Giuria dei Letterati del Premio Campiello. Vai al Curriculum

Contatti

E-mail:
federico.bertoni@unibo.it
Tel:
+39 051 20 9 8577

Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica
Via Zamboni 32, Bologna - Vai alla mappa

Risorse in rete

Orario di ricevimento

A partire dal 1 novembre 2022, il ricevimento si terrà solo in presenza, nello studio 33, terzo piano, scala C, dip. di Filologia Classica e Italianistica, via Zamboni 32.

Non è più necessario chiedere appuntamento per e-mail ma basta presentarsi direttamente nella fascia oraria prevista (naturalmente potranno esserci attese più o meno lunghe in base all'ordine di arrivo).

Di norma il ricevimento si tiene giovedì mattina, ma all'inizio di ogni settimana pubblicherò un avviso dal titolo "Prossimo ricevimento" con eventuali variazioni di giorno e orario (controllare sempre il sito docente prima di venire).

Come stabilito dagli organi d'Ateneo, le attività didattiche a distanza sono possibili solo per gli studenti in condizione di disabilità, in regime detentivo o in circostanze comunque eccezionali.