Foto del docente

Antonella Coralini

Professoressa associata

Dipartimento di Storia Culture Civiltà

Settore scientifico disciplinare: L-ANT/07 ARCHEOLOGIA CLASSICA

Collaborazioni

Collaborazione formale con:
Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Paese:
Italia
Descrizione:
Convenzione di ricerca, triennale e rinnovabile, firmata in data 15 luglio 2016, fra Il Dipartimento di Storia Culture e Civiltà (DiSCi), per il tramite del Programma quadro Vesuviana (1997-) dell'Alma Mater, e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, rappresentato dal suo Direttore, il dott. Paolo Giulierini. Responsabile scientifico, per il DiSCi, Antonella Coralini. L'accordo, oltre a dare continuità alla quasi ventennale tradizione di fattiva collaborazione fra Vesuviana,e quindi l'Ateneo di Bologna, e il Museo Archeologico di Napoli, si inserisce nel Piano Strategico del Museo per il triennio 2017-2019. La convenzione, finalizzata allo sviluppo di progetti integrati (ricerca, didattica ed alta formazione, tutela e comunicazione) per la valorizzazione del patrimonio archeologico del Museo proveniente dai siti vesuviani), prevede che entrambe le parti procedano in stretta sinergia in tutte le fasi del lavoro comune, dalla definizione degli obiettivi alla pianificazione del lavoro, dalla ricerca delle risorse finanziarie fino alla comunicazione dei risultati, in itinere e ex post.
Collaborazione formale con:
Parco Archeologico di Pompei
Paese:
Italia
Descrizione:
Convenzione di ricerca, triennale e rinnovabile, con la Soprintendenza Archeologica (dal 2017, Parco Archeologico) di Pompei, firmata in data 11 luglio 2016, per la migliore conoscenza e la valorizzazione del sito della villa maritima di Villa Sora a Torre del Greco (Napoli). Responsabile Scientifico per Il Dipartimento di Storia Culture Civiltà, DiSCi, Antonella Coralini. L'accordo, che dà seguito alla lunga tradizione di collaborazione fra l'Ateneo di Bologna, per il tramite del suo Programma quadro "Vesuviana" (1997-) e la Soprintendenza Pompei, prevede la partecipazione del DiSCi ad un progetto di archeologia pubblica dedicato alla valorizzazione del patrimonio archeologico torrese, ad iniziare da un sito tanto importante quanto sino ad ora trascurato, quello della villa maritima di Villa Sora. Il progetto, voluto e diretto dalla Soprintendenza Pompei, nella persona del suo DG, prevede la definizione, per il sito di Villa Sora, di un completo status quo, sul quale fondare nuove indagini e nuovi interventi di conservazione e musealizzazione, in sinergia con l'Amministrazione Comunale, e coinvolge, oltre all'Alma Mater, anche l'Università L'Orientale di Napoli, con l'apporto fondamentale del suo CISA, e il Gruppo Archeologico Vesuviano (GAV), che garantisce un monitoraggio costante del territorio. Le competenze del DiSCi e di Vesuviana spaziano dalle prospezioni geofisiche allo scavo, dalll'archeologia degli archivi a quella dei depositi, dalla realizzazione in situ di un Laboratorio di Rilievo e Restituzione della Pittura Antica, finalizzato allo studio e alla valorizzazione degli apparati decorativi di Villa Sora, alla collaborazione alle attività di promozione del sito e delle attività che vi si svolgono, nella prospettiva di contribuire allo sviluppo, da parte della comunità torrese, di una memoria e di una coscienza storica.
Collaborazione formale con:
Parco Archeologico di Pompei
Paese:
Italia
Descrizione:
Collaborazione di ricerca, ai fini del progetto Pompei 1998- del Programma Vesuviana dell'Ateneo di Bologna, con il Parco Archeologico di Pompei. Focus di interesse, la realizzazione di un prototipo GIS "vecchi e nuovi scavi", funzionale all'ìimplementazione dei Sistemi Informativi del Parco. Casi di studio, le insulae IX 5, IX 8 e IX 9 del sito archeologico di Pompei. Le attività sul sito si concentrano sul rilievo e sulla documentazione, nella prospettiva di interventi di indagine stratigrafica "mirati".
Collaborazione con:
Università di Napoli l'Orientale
Paese:
Italia
Descrizione:
Convenzione di ricerca con il Dipartimento Asia Africa Mediterraneo (DAAM) dell''Università di Napoli L'Orientale, triennale e rinnovabile, firmata nel novembre 2016, finalizzata allo sviluppo congiunto di progetti integrati (ricerca, alta formazione, comunicazione e valorizzazione dei risultati), con particolare riguardo per l'archeologia, l'archeometria e l'archeografia dei siti vesuviani, da Pompei ad Ercolano e oltre, fino a quello che a buon diritto va considerato l'Antiquarium su scala regionale dei siti archeologici all'ombra del Vesuvio, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. In primo piano, nel 2016 e 2017, sono state le attività relative ai siti di Pompei ed Ercolano e ai relativi territori, nel quadro del Programma Vesuviana (1997-) dell''Alma Mater, e per le esigenze dei progetti "Pompei-Insula del Centenario, IX 8" (1999-) e "DHER. Domus Herculanensis Rationes" (2005-) dell'Università di Bologna. Focus di questa collaborazione è il progetto cosiddetto di "Villa Sora" (2016-) diretto dalla Soprintendenza Pompei, cui entrambi gli Atenei collaborano, per il tramite di due convenzioni di ricerca con la medesima Soprintendenza (dal 2017, Parco), fra loro complementari: un complesso progetto di archeologia pubblica, finalizzato alla migliore conoscenza e alla valorizzazione di un sito del litorale di Torre del Greco tanto importante quanto trascurato, in cui la Soprintendenza Pompei assume il ruolo di stratega di un percorso corente di documentazione, scavo, musealizzazione e promozione, al termine del quale l'evidenza archeologica, debitamente spiegata, possa diventare un volano per la promozione di una solida coscienza storica presso la comunirà torrese.
Collaborazione con:
Parco Archeologico di Ercolano
Paese:
Italia
Descrizione:
Collaborazione di ricerca, nell'ambito del progetto DHER. Domus Herculanensis Rationes (2005-), finalizzata all'edizione scientifica dell'insula III del sito di Ercolano e alla realizzazione dell'Atlante degli Apparati Decorativi di Ercolano. Attivo dal 2005, il progetto, dopo Vesuviana (2009) e DHER. SIto archivio museo, è prossimo all'edizione del terzo volume di studi.
Collaborazione con:
Università' di Siviglia, Dipartimento di Storia
Paese:
Spagna
Collaborazione formale con:
Université de Toulouse, Maison de l'Archéologie, Laboratoire TRACES
Paese:
Francia
Descrizione:
Convenzione di Ricerca (2012-, in corso). Responsabile scientifico per il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna.
Collaborazione formale con:
Centre National de Recherche Scientifique - CNRS - CEPMR /Centre pour l?etude de la Peinture Murale Antique)
Paese:
Francia
Descrizione:
Convenzione di ricerca (2012-, in corso). Responsabile scientifico per il Dipartimento di Scienze Culture Civiltà dell'Università di Bologna.
Collaborazione con:
Musei Civici di Modena
Paese:
Italia
Descrizione:
Collaborazione avviata nel 2015, nella forma di autorizzazione, da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, allo studio di lotti di materiali per tesi di diploma, di vario ordine e grado. Finalizzato alla valorizzazione delle raccolte archeologiche dei Musei Civici di Modena, ad iniziare dalla redazione di tesi di diploma di vario grado e dalla realizzazione di seminari congiunti e di laboratori in situ, con particolare riguardo per contesti di scavo interessati da una forte presenza di resti degli apparati decorativi o pertinenti a forme di insediamento rurale, l'accordo è del tutto coerente con i due principali programmi di ricerca transregionali ideati e condotti dalla cattedra di Archeologia e storia dell'arte romana di Bologna: RURI. Abitare nel territorio nel mondo romano, 2011-; PICTA FRAGMENTA. Conoscere, conservare, comunicare la pittura antica, 2013-.
Collaborazione formale con:
Università degli Studi di PARMA
Paese:
Italia
Descrizione:
PRIN 2005 - settore 03 - Dipartimento di Chimica
Collaborazione formale con:
Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA
Paese:
Italia
Descrizione:
PRIN 2005 - settore 03 - Dipartimento di Chimica
Collaborazione formale con:
Università "Cà Foscari" di VENEZIA
Paese:
Italia
Descrizione:
PRIN 2005 - settore 03 - Dipartimento di Chimica
Collaborazione formale con:
Istituto per i Beni Culturali dell'Emilia Romagna
Paese:
Italia
Descrizione:
Progetto PARSJAD (Parco Archeologico Italia-Slovenia dell'Alto Adriatico). Convenzione di ricerca (2011-, in corso). Responsabile scientifico per il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna.
Collaborazione formale con:
Università degli Studi di PADOVA
Paese:
Italia
Descrizione:
Convenzione di ricerca (2014), con il Dipartimento di Beni Culturali, finalizzata allo sviluppo di progetti comuni, con particolare riguardo alla cultura abitativa e alla cultura artistica del mondo classico. Responsabile scientifico per il Dipartimento di Scienze Culture Civiltà dell'Università di Bologna.
Collaborazione formale con:
Università degli Studi di BARI
Paese:
Italia
Descrizione:
PRIN 2005 - settore 03 - Dipartimento di Chimica
Collaborazione formale con:
CINECA, Laboratorio Vis.I.T.
Paese:
Italia
Descrizione:
Progetti di ricerca condivisi, dal 1999.
Collaborazione formale con:
Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei
Paese:
Italia
Descrizione:
Programma Vesuviana. Progetto DHER - Domus Herculanensis Rationes. Convenzione di ricerca (2005-2009), quinquennale, fra il Dipartimento di Archeologia, per il tramite del programma quadro Vesuviana (1997-) dell'Alma Mater, e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici dI Pompei, rappresentata dal Soprintendente, prof. Pietro Giovanni Guzzo. Responsabile Scientifico, per il DiSCi, Antonella Coralini. Coordinata, per la Soprintendenza, dal Direttore dell'Ufficio Scavi di Ercolano, dott. Maria Paola Guidobaldi, è stata seguita da una serie di autorizzazioni ad hoc, sulla linea di un progetto di lavoro e di cronoprogrammi definiti d'intesa con l'Ufficio Scavi di Ercolano. Nel'ambito di questa convenzione, il gruppo di lavoro di Vesuviana e i suoi sodales (équipes di ricercatori di altri atenei ed enti di ricera) ha sviluppato con coerenza e continuità il programma definito sin dall'inizio, volto a contribuire alla migliore conoscenza e valorizzazione del patrimonio archeologico ercolanese, con particolare riguardo all'indagine della cultura abitativa dell'antica Herculaneum, in tutte le sue forme. Due sono state e restano le principali linee di azione, che a più riprese si intersecano fra loro e che sono entrambe estese a scala di sito: da una parte, la realizzazione dell'Atlante degli Apparati Decorativi di Ercolano, non limitata ai resti in situ ma comprensiva dei disiecta membra alibi, in museo, e solidamente fondata su una base rigorosamente fotogrammetrica; dall'altra, lo studio di dettaglio, sulla linea del metodo di intervento messo a punto, a partire dal 1999, sul caso di studio dell'Insula del Centenario a Pompei, con il Progetto omonimo, tuttora in corso, insula per insula, del sito di Ercolano, ad iniziare dall'insula III, selezionata d'intesa con la Soprintendenza come caso di studio. Fra i prodotti della Convenzione, si segnalano, sia per la tempestività nella presentazione dei risultati alla comunità scientifica, sia per il contributo dato, a livello internazionale (come testimoniano le molte e lusinghiere recensioni), al progresso delle conoscenze sul sito di Ercolano, i due volumi, a cura di A. Coralini, Vesuviana. Archeologie a confronto (Bologna, 2009) e DHER. Domus Herculanensis Rationes. Sito archivio museo (2011).
Collaborazione formale con:
Soprintendenza Archeologica di Napoli
Paese:
Italia
Descrizione:
Programma Vesuviana (1997-). Convenzione di ricerca (2005-2010). Responsabile scientifico, per il Dipartimento di ARcheologia/DISCI dell'Università di Bologna, prof. Antonella Coralini. L'accordo, di durata quinquennale e rinnovabile, era finalizzato allo sviluppo di progetti di ricerca per la migliore conoscenza e la valorizzazione del patrimonio del Museo Archeologico Nazionale di Napoli proveniente dai siti vesuviani, con particolare riguardo per due linee di azione: da una parte, il recupero dei contesti dei vecchi scavi ("dagli oggetti ai contesti"); dall'altra, la documentazione e lo studio della Collezione degli Affreschi, in collaborazione con il Capo Curatore del Museo, dott. Valeria Sampaolo.
Collaborazione formale con:
Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei
Paese:
Italia
Descrizione:
Programma Vesuviana. Convenzione di ricerca (1999-2004), per lo sviluppo del progetto "Pompei-Insula del Centenario" (tuttora in corso). Coordinatore cientifico, per il Dipartimento di ARcheologia/DISCI dell'Università di Bologna, Antonella Coralini
Collaborazione formale con:
Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei
Paese:
Italia
Descrizione:
Programma Vesuviana (1997-). Convenzione di ricerca (2012-2016). Responsabile scientifico, per il Dipartimento di ARcheologia/DISCI dell'Università di Bologna, prof. Antonella Coralini. L'accordo, di durata quinquennale e rinnovabile, era finalizzato, come il precedente (2005-2010, con la Soprintendenza Archeologica di Napoli, allo sviluppo di progetti di ricerca per la migliore conoscenza e la valorizzazione del patrimonio del Museo Archeologico Nazionale di Napoli proveniente dai siti vesuviani, con particolare riguardo per due linee di azione: da una parte, il recupero dei contesti dei vecchi scavi ("dagli oggetti ai contesti"); dall'altra, la documentazione e lo studio della Collezione degli Affreschi, in collaborazione con il Capo Curatore del Museo, dott. Valeria Sampaolo, direttrice scientifica del progetto del corpus dei documenti di pittura parietale romana conservati nel Museo di Napoli.