Foto del docente

Alessandra Castellini

Professoressa associata

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari

Settore scientifico disciplinare: AGR/01 ECONOMIA ED ESTIMO RURALE

Curriculum vitae

 

 

Titoli di studio e professionali conseguiti

Anno 1989: diploma di maturità classica presso il Liceo-Ginnasio Statale “M. Minghetti” di Bologna.

Anno 1995, 5 aprile: laurea in Scienze Agrarie con il punteggio di 110 su 110 e lode, presso la Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Bologna.

Titolo della tesi discussa: “Commercio internazionale dei prodotti ortofrutticoli: complementarità o concorrenza tra le produzioni dei due emisferi”. Analisi dei flussi commerciali di prodotti ortofrutticoli tra la Comunità Europea, con particolare riferimento alla situazione italiana, ed i più importanti fornitori dell'emisfero australe (Sud Africa, Brasile, Cile, Argentina e Nuova Zelanda) per determinate categorie di prodotti.

Anno 1995, Novembre: abilitazione alla professione di Dottore Agronomo.

Anni 1995 - 1997: laureata frequentatrice presso l'Istituto di Estimo rurale e Contabilità (poi Sezione di Estimo rurale e Contabilità del Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie) dell'Università di Bologna.

Anno 1997- 1999: Dottorato di Ricerca in “Economia e Politica agraria”, XII ciclo, sede amministrativa di Bologna (conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca il 23 marzo 2000).

Titolo della tesi di dottorato “Alimentazione e salute nella moderna società: aspetti normativi e di mercato dei prodotti di origine naturale”. Disamina del mercato dei prodotti “salutistici” a base vegetale (di carattere alimentare, cosmetico e farmacologico) e indagine del comparto delle piante officinali in Italia, materie prime essenziali per le trasformazioni sopraelencate.

Anno 1999, Novembre: assunzione a tempo indeterminato come Istruttore direttivo presso la Direzione Generale Agricoltura dell'Assessorato Agricoltura Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Emilia-Romagna, in forza al Servizio Piani e Programmi. [Dimissioni dalla Regione Emilia-Romagna nel 2002].

Anno 2001, Gennaio: vincitrice di un assegno di ricerca di durata biennale per uno studio dal titolo “Il mercato delle erbe e dei fitoderivati per l'alimentazione e per la salute nella moderna società” da svolgersi presso il Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie (aspettativa dalla Regione Emilia-Romagna).

Anno 2002, 1 novembre: assunta come ricercatore presso il Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Settore Scientifico-Disciplinare AGR/01 - Economia ed Estimo rurale.

Anno 2007, 18 gennaio: ricercatore confermato (n. prot. 2958 dell'Ateneo di Bologna) presso il suindicato Dipartimento, con decorrenza dal 1/11/2005. Ruolo che ricopre tuttora.

Anno 2011, 21 giugno: conseguimento di idoneità al ruolo di professore di II fascia, settore scientifico-disciplinare AGR/01 – Economia ed estimo rurale (Decreto rettorale di approvazione degli atti concorsuali n. 172 del Rettore dell'Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria)

Anno 2012, 1 novembre: Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna.

 

 

Corsi di formazione

Anno1998, 4-15 maggio: “Programmazione matematica simmetrica: teoria ed applicazioni economiche”, corso di 40 ore organizzato nell'ambito di Attività di Alta formazione presso l'Università degli Studi della Calabria (CS).

Anno1998, Ottobre-Novembre: “Spin-off accademici: dall'Università all'impresa”, corso di 90 ore, organizzato da University Enterprise Training Partnership (UETP) Alma Mater Università degli Studi di Bologna, finalizzato ad un percorso di avviamento e di gestione d'impresa.

Anno1999, Maggio-Giugno: “Istruttore direttivo addetto ad attività agro-forestali”, durata complessiva di 98 ore; corso previsto dal corso-concorso pubblico della Regione Emilia-Romagna per l'accesso a n. 140 posti di VII qualifica funzionale – profilo professionale 7.3.

Anno 2000, Marzo-Ottobre: “lingua inglese” livello intermedio per collaboratori della Regione Emilia-Romagna per un totale di 50 ore.

 

 

 

 

 

Attività didattica

In qualità di ricercatore, ha ottenuto gli incarichi di insegnamento di:

anno accademico 2003-2004

-            Marketing dei prodotti vitivinicoli (3 CFU, nel corso integrato di Economia e Marketing vitivinicoli) presso il corso di laurea specialistica in Scienze Enologiche della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, sede di Cesena-Tebano;

-            Marketing dei prodotti erboristici, (3 CFU) presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna;

anno accademico 2004-2005

-            Istituzioni di marketing (2 CFU, nel corso integrato di Economia dei mercati e Marketing), presso il corso di laurea in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Marketing dei prodotti vitivinicoli (3 CFU, all'interno del corso integrato di Economia e Marketing vitivinicoli), presso il corso di laurea specialistica in Scienze Enologiche della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, sede di Cesena-Tebano;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna, sede didattica di Imola;

anno accademico 2005-2006

-            Istituzioni di marketing (2 CFU, nel corso integrato di Economia dei mercati e Marketing), presso il corso di laurea in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Economia dei mercati agroindustriali II (2 CFU, nel corso integrato di Economia dei mercati e Marketing), presso il corso di laurea in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Marketing dei prodotti alimentari (4 CFU, nel corso integrato di Marketing e legislazione alimentare) presso la laurea triennale di Scienze e Tecnologie Alimentari, della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, sede di Cesena;

-            Marketing dei prodotti vitivinicoli (3 CFU, all'interno del corso integrato di Economia e Marketing vitivinicoli) presso il corso di laurea specialistica in Scienze Enologiche della Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna, sede di Cesena-Tebano;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna, sede didattica di Imola;

anno accademico 2006-2007

-            Istituzioni di marketing (2 CFU, nel corso integrato di Economia dei mercati e Marketing), presso il corso di laurea in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Economia dei mercati agricoli internazionali (6 CFU) nel corso di laurea specialistica in Scienze dei Sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna, sede didattica di Imola;

anno accademico 2007-2008

-            Economia dei mercati agricoli internazionali (6 CFU) nel corso di laurea specialistica in Scienze dei Sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Elementi di Economia dei mercati agricoli internazionali (6 CFU) nel corso di laurea specialistica in Ortofrutticoltura Internazionale presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna, sede didattica di Imola;

anno accademico 2008-2009

-            Istituzioni di marketing (2 CFU, nel corso integrato di Economia dei mercati e Marketing), presso il corso di laurea triennale in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), presso il corso di laurea in Tecniche erboristiche della Facoltà di Farmacia dell'Università di Bologna, sede didattica di Imola.

-            Marketing: definizione e approccio al consumatore di alimenti funzionali (2 CFU), nel Master in Nutrizione e alimenti funzionali presso l'Università di Bologna;

anno accademico 2009-2010

-            Marketing agroterritoriale (6 CFU) nel corso di laurea magistrale in Economia e Progettazione e Gestione degli Ecosistemi Agroterritoriali, Forestali e del paesaggio presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

anno accademico 2010-2011

-            Economia internazionale dei mercati agroindustriali (4 CFU, corso integrato di Economia e organizzazione nei mercati internazionali dell'agroindustria), nel corso di laurea triennale in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali, presso la Facoltà di Agraria di Bologna;

anno accademico 2011-2012

-            Economia internazionale dei mercati agroindustriali (4 CFU, corso integrato di Economia e organizzazione nei mercati internazionali dell'agroindustria), nel corso di laurea (triennale) in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali, presso la Facoltà di Agraria di Bologna.

anno accademico 2012-2013

-            Marketing dei prodotti alimentari (6 CFU, corso integrato di Marketing del sistema alimentare), corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari, Scuola di Agraria e di Veterinaria dell'Università di Bologna, sede di Cesena;

-            Economia internazionale dei mercati agroindustriali (4 CFU, corso integrato di Economia e organizzazione nei mercati internazionali dell'agroindustria), nel corso di laurea (triennale) in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali, Scuola di Agraria e di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna.

anno accademico 2013-2014

-            Principi di Economia (6 CFU), nel corso di laurea (triennale) in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali, Scuola di Agraria e di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna;

-            Economia internazionale dei mercati agroindustriali (4 CFU, corso integrato di Economia e organizzazione nei mercati internazionali dell'agroindustria), nel corso di laurea (triennale) in Economia e Marketing dei sistemi agroindustriali, Scuola di Agraria e di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna;

-            Marketing dei prodotti erboristici (3 CFU), nel corso di laurea (triennale) in Scienze Farmaceutiche Applicate, curriculum Tecniche Erboristiche, Scuola di Farmacia Biotecnologie e Scienze Motorie dell'Università di Bologna.

 

Ha collaborato a corsi di Economia del mercato dei prodotti agricoli, Economia dei sistemi agricoli e forestali e Marketing dei prodotti erboristici, tenendo lezioni e seminari di approfondimento.

Nel 1996 ha partecipato alla “costruzione” del diploma di laurea triennale in Tecniche Erboristiche attivato dalla Facoltà di Farmacia con il concorso della Facoltà di Agraria, dell'Università di Bologna.

Ha svolto presso la Facoltà di Agraria e di Farmacia (in quest'ultimo caso per quanto attiene al corso di laurea in Tecniche erboristiche), attività di tutorato per il tirocinio pratico-applicativo.

È membro della Commissione Tirocinio della Facoltà di Agraria.

È relatrice di tesi di laurea nazionali ed internazionali seguendo l'attività di studenti impegnati su temi economico-agrari, di valorizzazione dei prodotti agroalimentari ed erboristici e di marketing nelle imprese agro-industriali.

Fa parte di numerose Commissioni d'esame.

Nelle schede di valutazione da parte degli studenti ha ricevuto giudizi più che positivi nei punteggi relativi al docente.

Ha tenuto lezioni presso corsi professionali organizzati da enti provinciali/regionali per la formazione (Agriform, CSA, …).

 

 

Attività di Ricerca

L'attività di ricerca svolta si presenta differenziata ma con una linea di base coerente, improntata alla trattazione dei temi previsti dall'SSD AGR/01, attraverso approfondimenti teorici e ricognizioni di campo.

Tematiche principali trattate e approfondite nel tempo:

-            il mercato dei prodotti agricoli e agroindustriali, le caratteristiche della domanda, dell'offerta e dei canali commerciali, il commercio equo-solidale;

-            il marketing nei suoi aspetti strategici e operativi e le ricerche di marketing, l'analisi del consumatore di prodotti agroalimentari, della disponibilità a pagare per attributi legati alla certificazione e all'origine del prodotto, value chain analysis and management;

-            analisi tecnico-economiche di colture ortofrutticole, redditività delle imprese e competitività del settore;

-            contabilità ambientale di imprese agricole, indagini sulla multifunzionalità;

-            valutazioni monetarie di beni pubblici (aree marine protette, territori marginali con produzioni agricole tipiche);

-            economia e politica del settore della pesca e dell'acquacoltura: prestazioni economiche delle imprese, valutazione della sostenibilità economica, sociale e ambientale dell'attività, produzioni biologiche;

-            il comparto delle bioenergie, il legame con l'agricoltura nei suoi aspetti politici e di gestione aziendale.

Recentemente ha iniziato a portare avanti un'indagine sulle imprese biologiche impegnate nella vitivinicoltura.

 

Studi e Progetti di ricerca

Tra i più significativi, per il contributo apportato dalla Sottoscritta e per l'esperienza ricevutane, si ricordano:

internazionali

-       2005: Progetto Interreg IIIB CADSES ADRI.FISH - Promotion of a sustainable fishery in Northern Adriatic Sea, gruppo di lavoro finalizzato a “Raccolta di dati e analisi dell'occupazione nel settore ittico nell'area ADRI.FISH”: rilevamento dati e informazioni per quantificare l'occupazione e l'evoluzione della stessa nel settore ittico e successiva elaborazione tramite modelli previsionali relativi all'andamento futuro.

Partners del Patto ADRI.FISH: Regione Emilia-Romagna (Italy), Regione Veneto (Italy), Regione Friuli Venezia-Giulia (Italy), Municipalità di Izola (Slovenia), Regine Istriana (Croazia).

-       2005: Progetto Interreg IIIB CADSES ADRI.FISH - Promotion of a sustainable fishery in Northern Adriatic Sea, studio finalizzato alla stesura di “Linee guida idonee all'allestimento di una strategia di marketing comune per l'Alto Adriatico”: possibili strategie di marketing per incrementar la competitività sul mercato nazionale di mitili, vongole e cefali dell'Alto Adriatico.

-       2005-2010: Progetto Asia Link – Building a Euro-Asian network for Quality, Organic and Unique food market (http://www.bean-quorum.net/index.php). Partners: Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie dell'Università di Bologna (Italy), Xinjiang Agricultural University (China), Department for Economic and Social Sciences University of Applied Life Sciences of Boku Vienna (Austria), Faculty of Science and Technology of Thammasat (Thailand), Countryside and Community Research Unit and Food Chain Centre of University of Gloucestershire (UK). Obiettivi: sviluppare consapevolezza e opportunità di mercato per prodotti alimentari biologici e di qualità, attraverso un network euro-asiatico educativo per l'alta formazione.

-       2007-2010: Progetto “Bivalves from farm to fork (BIFF)”, durata 48 mesi, finanziato nell'ambito dell'attività UE Marie Curie Host Fellowship for the Transfer of Knowledge (ToK). Partners: Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie Università di Bologna (Italy), Daithi O'Murchu Marine Research Station (Ireland), Institute of Marine Research (Norway), Akvaforsk – Institute of Aquaculture (Norway), Fastnet Mussels Ltd. (Ireland). Obiettivo: ottimizzare la produzione e la lavorazione di molluschi bivalvi anche attraverso uno scambio di ricercatori tra le unità

-       2007-2008: Tender dell'UE “Tender negotiated procedure n° IP/B/PECH/IC/2007-039 – Marketing and Price Formation of Fisheries and Aquaculture products ” per produrre un report sulla filiera ittica nazionale in termini anche di catena del valore, per il Comitato Pesca del Parlamento Europeo. Partners: Centre for Fishery Economics Research, Erinshore Economics Limited (UK), Laboratoire d'Économie de Nantes, University of Nantes (France), Institute for Market Analysis and Agricultural Trade Policy, Federal Agricultural Research Centre (Germany), Institute of Marine Biological Resources, Hellenic Centre for Marine Research (Greece), Associação para o Desenvolvimento das Telecomunicações e Técnicas de Informática (Portugal), Universidad de Huelva (Spain).

-       2009-2011: Progetto di ricerca finanziato dall'UE nell'ambito del 7FP-Capacities “Organic Sensory Information System (OSIS): Documentation of sensory properties through testing and consumer research for the organic industry (Ecropolis)” (www.ecropolis.eu ). Obiettivo: raccogliere ed elaborare dati ed informazioni sui profili sensoriali dei consumatori europei in merito ad alcuni prodotti agroalimentari biologici per una database online interattivo(OSIS). Partners: istituti di ricerca, dipartimenti universitari e PMI in Germania, Olanda, Polonia, Svizzera, Francia e Italia. Si è concluso nel febbraio 2012.

 

nazionali

-       1996-1998: Progetto di durata biennale finanziato dal Ministero dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica e dall'Università di Bologna (ex quota 40%) relativo a “Economia dei beni e servizi ambientali in rapporto alle attività produttive tradizionali nelle aree agro-forestali montane e collinari”: possibilità di sviluppo e di diffusione di alcune colture a ridotto impatto ambientale in zone collinari e montagnose dell'Italia settentrionale. Nel 1999 i risultati di tale lavoro sono stati presentati al IX European Congress of Agricultural Economists, tenutosi dal 24 al 28 agosto a Varsavia, in Polonia.

-       1997-2000: Progetto triennale “Orticoltura” finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole: valutazioni di convenienza economica su pratiche di agricoltura integrata a confronto con quelle dell'agricoltura tradizionale nel comparto orticolo (pomodoro da industria).

-       2002-2011: analisi comparativa di sistemi alternativi di imballaggio per l'orto-frutta in termini di produzione, gestione e trasporto, indagando l'efficienza di un sistema di imballaggi reimpiegabili e riciclabili in confronto a quelli in cartone a perdere e altri alternativi.

-       2003-2004: Indagine finanziata dalla Provincia di Bologna, dalla Regione Emilia-Romagna e dall'ente di formazione Agriform Bologna, relativa al fabbisogno di formazione e alle nuove professionalità richieste dal settore agricolo della provincia di Bologna.

-       2001-2010: gruppo di lavoro finanziato dal Centro Servizi Ortofrutticoli per studi in merito a valutazioni comparative di competitività in chiave economica dei principali sistemi ortofrutticoli dell'Unione europea.

-       2000-2003: Programma di Ricerca - V Piano triennale della Pesca e dell'Acquacoltura, “Le interazioni tra settore ittico e ambiente: modelli di sviluppo sostenibile e impatto delle politiche di settore. Situazione e prospettive con riferimento alle attività in Emilia Romagna e Toscana”, U.O. di Bologna, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali – Direzione Generale della Pesca e dell'Acquacoltura: analisi tecnico-economiche di pratiche di allevamento di specie ittiche in chiave sostenibile.

-       2004: studio finanziato dal Centro Servizi Ortofrutticoli per un'analisi del fattore manodopera (locale ed extracomunitario) nel settore agricolo nazionale e europeo.

-       2004-2006: Programma di Ricerca – VI Piano triennale – tematica Risorse biologiche – progetto di ricerca “Pesca responsabile e sostenibilità: implicazioni economiche e gestionali. Modelli di valutazione multicriteriale per attività di pesca responsabile”, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali – Direzione Generale della Pesca e dell'Acquacoltura, U.O. di Bologna: valutazione dell'applicazione in Emilia-Romagna del Codice di pesca responsabile della FAO (1995) e del Codice europeo di Buone Pratiche per una Pesca Sostenibile e Responsabile (2003).

-       2005: Collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e alcuni enti della GDO per la valorizzazione del pescato dell'Alto Adriatico attraverso la costituzione di un marchio di qualità legato all'area di provenienza del prodotto ittico.

-       2007-2010: Progetto di ricerca di interesse nazionale PRIN 2007 coordinato dall'Università di Trieste “I nuovi indirizzi di politica agricola comunitaria per le filiere agro-energetiche: opportunità e rischi per gli agricoltori. Il caso dei bacini ex saccariferi nella Pianura Padana”, U.O. di Bologna: fattibilità tecnica, convenienza economica e uso responsabile delle risorse nella produzione e trasformazione di biomasse agricole per la produzione di energia, analizzando in alcune zone rurali.

-       2008-2009: studio su “Modello di analisi multicriteriale per la valutazione tecnico-economica della convenienza della trasformazione dei reflui zootecnici” finanziato da WAM Group SPA: predisposizione di un modello informatico per la valorizzazione dei reflui zootecnici nella filiera energetica.

-       2008-2010: Progetto Strategico di Ateneo dell'Università di Padova (facoltà di Economia e di Ingegneria) “Investimenti nelle fonti energetiche rinnovabili: valori, costi ed efficienza”: valutazione economica di filiere agroenergetiche alternative in distinte scale dimensionali nel territorio veneto.

-       2008-2010: Progetto finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Direzione Generale Pesca e Acquacoltura “Indicatori di sostenibilità economica, ambientale e sociale e politiche di valorizzazione per i sistemi produttivi dell'acquacoltura”: valutazione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dei sistemi di gestione di un'attività di acquacoltura (caso di studio: il comparto della vongola T. philippinarum e C. galina).

-       2009-2011: I Programma nazionale triennale della pesca e dell'acquacoltura in acque marine e salmastre 2007-2009, progetto di ricerca finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali - Direzione Generale Pesca e Acquacoltura, “Strategie per la valorizzazione commerciale del pesce azzurro dell'Adriatico: sistemi produttivi e organizzativi”, U.O. di Bologna: rilevazione analisi della redditività per imprese di pesca del pesce azzurro nel distretto Nord Adriatico.

-       2011-2012: Progetto di ricerca sulla pera Angelys finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e finalizzato a valutare l'apprezzamento del consumatore verso questa nuova varietà di pera, rilevando le preferenze tra questa varietà e le altre di uso consolidato in un campione di consumatori dell'Emilia-Romagna, attraverso una metodologia di ricerca di marketing.

-       2010-2011: studio finanziato da INRES – Istituto Nazionale di Progettazione, Consulenza, Ingegneria per una valutazione della fattibilità tecnica e della convenienza economica e ambientale della realizzazione di una filiera di produzione di energia da fonti rinnovabili mediante l'ottenimento di biogas da residui organici originati da punti vendita della GDO e da aziende agro-zootecniche.

-       2011-2012: Primo Programma Nazionale triennale della pesca e dell'acquacoltura in materia di conservazione e gestione delle risorse biologiche del mare, progetto di ricerca finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Direzione Generale della Pesca marittima e dell'Acquacoltura “Analisi economico-territoriale per la definizione dei piani di gestione della pesca nell'Alto e Medio Adriatico: aspetti metodologici e strumenti applicativi”: individuazione di parametri bioeconomietrici per la definizione dei piani di gestione più idonei per la risorsa ittica nazionale.

 

Altre esperienze progettuali (non andate a buon fine) ma formative per la possibilità di partecipazione attiva alla preparazione e presentazione di differenti tipologie di progetti nazionali e internazionali:

▪       2005: presentazione come Coordinatore di un progetto Strategico a tema libero a rilevante partecipazione di giovani ricercatori su “Fattori determinanti il comportamento del consumatore verso gli alimenti funzionali (FuFoo) ”, bando dell'Università di Bologna. Obiettivi: identificazione di eventuali relazioni tra lo stile di vita alimentare del consumatore, obesità e preferenze verso gli alimenti funzionali e stima della disponibilità a pagare dei cittadini per programmi sanitari pubblici di cura e prevenzione che cercano di risolvere il problema dell'obesità offrendo ai cittadini informazione e possibilità di seguire diete.

▪       2007: Presentazione del progetto “Governance for a regional ecosystem approach to fisheries management in different areas of EU (DOGFISH)” nell'ambito del 7th Framework Programme, ( KBBE-2007-1-4-19: Governance for an operational regional ecosystem approach to fisheries management). Obiettivo : organizzazione di un sistema di governance per il settore ittico secodno un'ottica di sostenibilità di ecosistema. Partners: Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie Universtà di Bologna (Italy), Centro Oceanografico de Baleares (Spagna), Erinshore Economics Limited (UK), Fisheries Research Institute of Slovenia (Slovenia), Institute of Oceanography and Fisheries (Croatia).

▪       2007: presentazione del progetto ITEM project - Integrated “Teach the teacher - education model on production and marketing of quality food products in Eastern Africa” nell'ambito del bando EDULINK PROGRAMME, first ACP-EU Cooperation Programme in Higher Education Obiettivo: promuovere un network multilaterale per diffondere comunicazione e istruzione in merito alla qualità alimentare nei paesi dell'Africa Orientale partecipanti (obiettivo specifico: “Teach the teacher” training model). Partners: Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie Università di Bologna (Italy), ACFS African Centre for Food Security, School of Agricultural Sciences and Agribusinnes, University of KwaZulu -Natal (South Africa), Maseno University - Center for Research and Technology Development (Kenya), University of Dar es Salaam-Department of Geography (Tanzania), Faculty of Forestry and Nature Conservation, Kampala (Uganda), University of Jimma -College of Agriculture and Veterinarian Medicine (Ethiopia ).

 

 

Attività svolta presso la Regione Emilia-Romagna (1999-2000)

Ruolo: Istruttore direttivo VII livello presso la Direzione Generale Agricoltura

Ambito di attività:

a) la programmazione e l'analisi delle politiche agricole comunitarie a livello regionale:

Þ       collaborazione alla stesura del Piano Regionale di Sviluppo Rurale, approvato dalla Commissione europea nel giugno 2000;

Þ       predisposizione, in rappresentanza della Regione Emilia-Romagna, della modulistica per l'adesione alle misure previste dal Piano, in collaborazione con AIMA ed INEA;

Þ       avvio della predisposizione con AIMA ed INEA delle procedure per lo svolgimento delle azioni di monitoraggio e di valutazione del piano regionale;

Þ       gruppo di lavoro per lo studio applicativo delle azioni di finanziamento di investimenti nelle aziende agricole e per l'insediamento di giovani agricoltori.

b) la programmazione negoziata, ossia le nuove forme di sviluppo locale territoriale, con partecipazione alle commissioni interdisciplinari di analisi dei patti territoriali, dei programmi speciali d'area e dei piani territoriali di coordinamento provinciale per il coinvolgimento del settore agricolo.

 

 

Incarichi professionali

1996: contratto di prestazione coordinata e continuativa con il Dipartimento di Economia ed Ingegneria agrarie dell'Università di Bologna, in qualità di libera professionista, per attività di rilevazione dati presso aziende agricole, implementazione su supporti informatici ed elaborazione risultati.

1997: incarico per la fornitura di materiale ai fini della predisposizione di Compact Disk per corsi di autoapprendimento in agricoltura, progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo “Sistema flessibile di autoapprendimento in agricoltura. I CD di autoformazione vanno a costituire una biblioteca ipertestuale di agricoltura in open learning, a disposizione presso il Centro Studi Aziendali di Bologna.

1998: incarico di collaborazione per il progetto “Ripercussione della nuova OCM sul settore frutticolo con particolare riferimento alla situazione dell'Emilia-Romagna” presentato dal Centro Studi Aziendali di Bologna alla Regione Emilia-Romagna, nell'ambito del Programma Interregionale “Sviluppo dell'ambiente rurale”.

1998: collaborazione ad un'indagine sui problemi e le prospettive dell'agricoltura biologica in Emilia-Romagna, relazione esposta al convegno su “Orticoltura biologica: situazione attuale, limiti e prospettive”, tenutosi a Pontecagnano (SA).

1999: incarico per analisi di dati da svolgere nell'ambito del progetto “Convenienza economico-finanziaria attinente ai programmi agro-ambientali dell'Unione europea e studio degli effetti sociali ed ambientali” promosso dal Centro Studi Aziendali di Bologna.

1999: incarico di natura professionale dal Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie per rilevazione dati presso aziende agricole site in alcune province emiliano-romagnole e loro successiva implementazione su supporto informatico.

2001: incarico da parte del Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara per un'indagine sull'actinidia nei principali paesi produttori dell'Ue ed una comparazione economica tra i principali sistemi di coltivazione e condizionamento presenti.

2002: incarico da parte di Centro Servizi Ortofrutticoli, Ferrara, per uno studio di comparazione economica tra i principali sistemi di coltivazione e condizionamento del pero nell'Ue.

2002: Incarico professionale per conto di Ergo consulting srl, in merito ad una indagine finanziata dal progetto n° 1354/02 dal titolo “Piano di sviluppo di Agriform Bologna: innovazioni organizzative e supporti informatici nell'attività di pianificazione, comunicazione e gestione formativa”. Approvato con delibera di Giunta RER n° 1510/2000 C1 azione 5 OB. 3 F.S.E. 2001, per attività di scelta e preparazione dei rilevatori, cura dello stato di avanzamento delle interviste, predisposizione del programma informatico per la elaborazione dei dati, il controllo in itinere delle interviste e della immissione ed elaborazione dei dati.

2003: incarico da parte del Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara per uno studio di comparazione economica tra i principali sistemi di coltivazione e condizionamento della fragola nell'Ue.

2003: incarico da parte di CPR system per uno studio su “Valutazione economico-ambientale di imballaggi per l'ortofrutta – Il caso del CPR System”.

2004: incarico da parte del Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara per un'indagine sul fattore manodopera in agricoltura, elemento strategico e critico per l'economia delle coltivazioni.

2005: incarico da parte di CPR system per proseguire e approfondire il lavoro su “Valutazione economico-ambientale di imballaggi per l'ortofrutta – Il caso del CPR System”.

2007 : incarico da parte di CPR system per la stesura del report di sintesi e aggiornamento del volume “Impatto ambientale e imballaggi – Una valutazione comparativa nella filiera ortofrutticola”

2008: incarico da parte di CPR system per approfondire il lavoro su “Valutazione economico-ambientale di imballaggi per l'ortofrutta – Il caso del CPR System” con un'analisi dell'impatto generato dal circuito di trasporto previsto per tale imballaggio e dalle alternative.

2008: incarico da parte del Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara per un'indagine sulla peschicoltura nei principali paesi di produzione e di consumo dell'Ue ai fini di una comparazione economica tra i principali sistemi di coltivazione e condizionamento presenti e per un'indagine della catena del valore della filiera fino alla vendita al dettaglio su mercati italiani e stranieri.

2009: incarico da parte del Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara per un'indagine sulla pericoltura nei principali paesi di produzione e di consumo dell'Ue ai fini di una comparazione economica in chiave di competitività tra i sistemi di coltivazione e condizionamento.

2010: incarico di studio da parte di CPR system su “Valutazione ambientale di imballaggi per l'ortofrutta, Una comparazione in termini di Life Cycle Analysis”.

2011 : incarico da CoopItalia per la redazione, nell'ambito del dossier “Origine delle Materie Prime” del capitolo relativo alla Politica Agricola Comunitaria.

 

 

 

Convegni, Workshop e Congressi

Ha partecipato a numerosi convegni e seminari riguardanti argomenti di economia agraria ed estimo, politica agricola e marketing dei prodotti agro-alimentari.

Come relatrice ha presentato lavori a vari incontri, tra cui:

1996(16 novembre): Tavola Rotonda “Didattica, ricerca ed impiego delle piante officinali”, tenutasi a Imola; ha collaborato ad uno studio sul mercato e le prospettive delle piante officinali in Italia.

1999 (24-28 agosto): IX European Congress of Agricultural Economists, Varsavia, Polonia; ha presentato il lavoro “Application of a model for evaluating the environmental sustainability of cultures in hill and mountain areas: The case of berries and fruit chestnuts in Northern Italy”.

2001 (27-29 settembre): XXXVIII Convegno SIDEA, Catania. Titolo del lavoro: “Studio di un modello di analisi degli obiettivi e degli impatti dei programmi agro-ambientali dell'Unione europea per il periodo 2000-2006. Un'applicazione in Emilia-Romagna”.

2003 (21 novembre): Convegno nazionale su Actinidia-La novità frutticola del XX secolo, Verona; poster “Comparazione economica della coltivazione dell'actinidia nell'Unione europea”.

2004 (28 agosto-1 settembre): 9th Joint Conference on Food, Agriculture and the Environment, a Conegliano (PD); relazione su “Fair trade between rural development and international trade – First step of analysis”.

2005 (27 maggio): workshop “L'apporto degli economisti agrari alla ricerca scientifica nel settore ittico”, Venezia; presenta la sintesi del volume “Acquacoltura sostenibile. Strategie vincoli e opportunità per allevamenti in acque interne in Emilia-Romagna e in Toscana”

2005 (24 settembre): presentazione del lavoro “Strategie di marketing dei prodotti ittici di qualità: esperienze e buone pratiche [Linee guida per una strategia comune dell'Alto Adriatico]”, Venezia, nell'ambito del progetto ADRI.FISH.

2005 (21 ottobre): IV Convegno Nazionale del Castagno, Montella (AV); relazione a invito su “La castanicoltura quale elemento di sviluppo del territorio”.

2005 (9-11 dicembre): 95th EAAE Seminar “The economics of aquaculture with respect to the fisheries”, Civitavecchia (Roma); paper “A preliminary study on the international marketing of shrimps”.

2006 (26-30 agosto): 10th Joint Conference on Food, Agriculture and the Environment, Duluth (Minnesota, USA); presentazione “The labour factor in agriculture: comparison, analysis and actions introduced in some EU countries to boost competitiveness in the primary sector”.

Compito di chairman in una sessione dello stesso convegno.

2006 (16 novembre): seminario “La valorizzazione del territorio attraverso produzioni di qualità: caso di studio Il marrone di Castel del Rio” nell'ambito del progetto europeo Equal II Fase “Laboratorio Samoggia: una terra accogliente e socialmente responsabile” Cod. PS IT-02-EMI-0032 Rif. PA 353/2004 - Macrofase n. 2 “Sensibilizzazione, informazione e qualificazione degli attori del territorio”.

2006 (17 novembre): Convegno su Paesaggio e Sviluppo sostenibile, Contributi della Facoltà di Agraria di Bologna, Imola; relazione su “La castanicoltura quale elemento per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio”.

2007 (17 maggio): workshop Gestione della pesca e aree marine protette a Fano (PU); studio su “Pesca responsabile e sostenibile in Adriatico. Applicazione del Codice FAO nelle marinerie dell'Emilia-Romagna”.

2007 (12 ottobre): convegno La nuova PCP per il Mediterraneo: strumenti innovativi di gestione sostenibile e comportamenti responsabili , Venezia; lavoro dal titolo “Zone di tutela biologica e pesca sostenibile in Adriatico. Una valutazione socio-turistica delle realtà nella costa emiliano-romagnola”.

2007 (19-20 ottobre):  XXXVII Incontro di studio CESET, Ferrara; studio su “Il futuro ruolo dell'agricoltura nella produzione di energia”.

2008 (5-6 giugno): XVI Convegno SIEA Le dinamiche del commercio agroalimentare tra commodities e prodotti differenziati, Trieste; lavoro su “L'impatto degli accordi euro-mediterranei sull'ortofrutta italiana. Alcune riflessioni preliminari”.

2008 (4 luglio): workshop Sostenibilità e governance per le produzioni ittiche, Istituto Agronomico Mediterraneo – Valenzano (BA); studio su “Pesca responsabile nelle marinerie dell'Emilia-Romagna. Alcune considerazioni per la governance”.

2009 (24 luglio): workshop Politiche a sostegno delle produzioni Ittiche dell'Adriatico, Tricase (LE); presentazione “Dallo SFOP al FEP in Emilia-Romagna: riflessioni e prime valutazioni per il settore ittico regionale”.

2009 (5-6 novembre): XXVI Convegno Peschicolo Nuovi scenari della peschicoltura: integrazione e complementarietà fra Nord e Sud, Cesena (FC); relazione principale su “Strategie per acquisire e consolidare vantaggi competitivi sul mercato nazionale ed internazionale del pesco”.

2009 (13 novembre): workshop La sostenibilità delle produzioni zootecniche nelle regioni Ob. 1 , Bari; relazione a invito “L'adeguamento alla Direttiva Nitrati per aziende zootecniche mediante la produzione di biogas da liquami. Un caso di studio nella regione Veneto” .

2010 (26 febbraio): workshop Le vongole dell'Alto Adriatico tra ambiente e mercato , Mestre (VE); relazione su “ Una valutazione tecnico-economica del comparto emiliano romagnolo della vongola”.

2010 (7 maggio): organizzazione del workshop La ricerca scientifica agraria nel settore delle energie rinnovabili: il caso del biogas, facoltà di Agraria di Bologna; presentazione “Analisi tecnico-economica dell'impresa agro zootecnica per la produzione di biogas”.

2010 (27 maggio): Interpera 2010, 3rd World Pear Forum, Ferrara, 2010; presentazione su “ Pear production costs in Europe: Costs analysis in the main growing countries”.

2010 (3-5 giugno): XVIII Convegno SIEA Strategie e strumenti di valorizzazione nelle filiere alimentari ; relazione a invito “Dalla catena del valore le chiavi per le decisioni strategiche nelle filiere della pesca”.

2010 (3-5 giugno): XVIII Convegno SIEA Strategie e strumenti di valorizzazione nelle filiere alimentari ; studio su “Sostenibilità energetica e ambientale per valorizzare la filiera carni”.

2010 (29 agosto-2 settembre): 11th Joint Conference on Food, Agriculture and the Environment , Universities of Padova and Minnesota, San Vito di Cadore; paper su “ Economic evaluation of biogas plants supplied with different biomasses”.

2010 (5 novembre): Convegno Ecomondo, Rimini; presentazione studio “Sostenibilità economica ed ambientale degli imballaggi nella distribuzione dell'ortofrutta in Italia”.

2011 (14 ottobre): workshop Strategie per la valorizzazione commerciale del pesce azzurro dell'Adriatico, Cesenatico (RA); studio su “Analisi tecnico-economica dei sistemi organizzativi imprenditoriali nella pesca del pesce azzurro”.

2011 (29 settembre-1 ottobre): XLVIII Convegno annuale SIDEA Il modello agroalimentare europeo di fronte ai mutamenti dello scenario economico globale, Udine;  paper su “La filiera agroenergetica del biogas; attuali prospettive e indicazioni per il futuro”.

2011 (1 ottobre): Convegno Portonovo, ha un futuro? Borghi rurali e centri minori nei territori di pianura, fra marginalità e prospettive di sviluppo. Il caso di Portonovo di Medicina, Portonovo di Medicina (BO); relazione a invito “Linee strategiche per la valorizzazione di aree marginali di pianura”.

2011 (7 ottobre): workshop Verde urbano e inquinamento (Progetto MIA-MiPAF), Imola; presentazione “Il verde urbano nei comuni italiani: caratteristiche quanti-qualitative”.

2012 (May 10-11): 1st International Workshop GRAB-IT su Organic farming: a sustainable model for transition in the Mediterranean, Ancona; presentazione del paper “Prospects and challenges for development of organic fish farming in Italy”

2012 (13 luglio): Incontro dibattito Il Pesce azzurro, opportunità di sviluppo sostenibile per le comunità della pesca dell'Adriatico,Bari; paper su “Strategie per la valorizzazione commerciale del pesce azzurro dell'Adriatico: Sistemi produttivi e organizzativi. Un'analisi tecnico-economica delle imprese di pesca”.

2012 (12 ottobre): workshop Nuove strategie di gestione per la pesca, Venezia; paper “Riflessioni sulla gestione della pesca a strascico in Adriatico. Elaborazione di dati e di informazioni di una marineria della Romagna”.

2013 (7-8 giugno): XXI Convegno annuale SIEA L'integrazione nel sistema agroindustriale; relazione generale di apertura su “Le componenti dell'integrazione e la scelta economico-strategica nell'agribusiness”.

 

Ha partecipato a diversi convegni, tra i più rappresentativi a livello europeo, inerenti le tematiche dei prodotti erboristici e degli alimenti per la salute:

a)        1999 e 2003: VITAFOODS congress a Ginevra

b)        1999: convegno “Piante medicinali ed aromatiche: aspetti normativi, legislativi e di sicurezza d'uso”, presso l'Istituto di Scienze Farmacologiche di Milano, organizzato dal Centro Studi e Ricerche sulla Caratterizzazione e sulla Sicurezza d'uso dei Principi Attivi di Sostanze Naturali,

c)        - diversi seminari curati da Erboristeria Domani

d)        visita a fiere tra cui SANA ed Herbora.

 

 

Associazioni e Società

E' socia di:

-          Società Italiana di Economia agraria

-          Società Italiana di Economia agroalimentare

-          Centro Studi di Estimo e di Economia Territoriale.

E' iscritta all'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Bologna dal 1996.

 

Capacità e competenze

Madrelingua: Italiano

Conoscenza Lingue straniere

Autovalutazione (da 1 a 5)

 

Lingue                               Parlato                  Letto                   Scritto

Inglese                                   3                          3                           3

Spagnolo                               3                          4                           3

[Latino                                   -                         1/2                        1]*

[Greco antico                         -                         1/2                        1]*

* decisamente da rinfrescare.

 

Corsi frequentati:

a) lingua inglese:

-          1983-1985: British Institute di Bologna;

-          1993-1998: Centro Interfacoltà di Linguistica Teorica e Applicata «L. Heilmann» dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, fino al livello F .

La conoscenza delle lingue straniere è stata approfondita attraverso viaggi di studio e di ricerca all'estero e la partecipazione a convegni e seminari internazionali.

 

Capacità e competenze informatiche

Buona capacità di operare con personal computer su sistema operativo Windows e diverse applicazioni: programmi di grafica, programmi di scrittura, fogli di calcolo e programmi per database.

E' stata referente della Sezione di Estimo rurale e Contabilità all'interno del nucleo per l'aggiornamento delle pagine web del Dipartimento di Economia e Ingegneria agrarie.

 

Capacità e competenze sociali

Ha frequentato il corso gestito dall'Area Coaching del Personale dell'Ateneo di Bologna in merito allo sviluppo di competenze trasversali utili a gestire e affrontare positivamente le relazioni ed i processi sui luoghi di lavoro, approfondendo, anche attraverso esercitazioni pratiche di lavoro in gruppo, temi tra cui il feedback su area di miglioramento, l'analisi post-azione e l'analisi transazionale.

 

Capacità e competenze organizzative

Buona capacità di lavorare in condizioni di stress legate a scadenze da rispettare, coordinamento di attività differenti (didattica, ricerca, pratiche amministrative), rapporto con studenti, tesisti, dottorandi e docenti.

Esperienze di organizzazione di workshop, seminari e gruppi di lavoro.

 

 

Pubblicazioni

E' autrice e curatrice di oltre 100 pubblicazioni di livello nazionale e internazionale.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.