Foto del docente

Valeria Righi

Ricercatrice confermata

Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Settore scientifico disciplinare: BIO/10 BIOCHIMICA

Temi di ricerca

Parole chiave: cancer Brain, CRC, breast, SCC Binge eating, e disturbi del comportamento alimentare (DCA) Spettroscopia di Risonanza Mgnetica Marker Metabolici e processi Biochimici Biobanca

I principali interessi di ricerca riguardano i campi della biochimica dei tessuti neoplastici e del metabolismo

Analisi di Neoplasie (cerebrali, gastrointestanali) attraverso Spettroscopia di Risonanza Magnetica Nucleare (ex vivo, in vivo MRS e MRI)  e individuazione dei potenziali Marker Biochimici coinvolti nel metabolismo tumorale, studio dei cicli metabolici coinvolti nella patologia attraverso studi di genomica analisi multivariata dei dati.

Binge Eating Disorder: analisi della farmacocinetica, della dipendenza da cibo, individuare le possibili alterazioni metaboliche attraverso NMR in alta risoluzione sui fluidi biologici.

Progetto BioB: studio della conservazioni di campioni di tessuto nel corso del tempo attraverso l'analisi del pattern metabolico con spettroscopia HR-MAS NMR.

AgroAlimentare: Analisi della composizioni di prodotti vegetali (es: citrus), di uso erboristico (es: alghe).

 



L'attività di ricerca è focalizzata all'individuazione di marker biochimici in neoplasie umane di diverso tipo e grado istologico e alla loro correlazione con gli aspetti clinici delle neoplasie stesse (diagnosi, trattamento e prognosi) attraverso la spettroscopia di risonanza magnetica nucleare, secondo quelle che sono le finalità di una moderna diagnostica molecolare.

Le applicazioni ex vivo su tessuti umani sono inserite nell'ambito di progetti di ricerca multidisciplinari che coinvolgono vari gruppi di ricerca, operanti in ambito biochimico e clinico, delle Università di Bologna e Università di Modena e Reggio Emilia, del Policlinico Universitario S.Orsola-Malpighi e dell'Ospedale Bellaria di Bologna, dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena,  e sono volte a identificare i marker tumorali con significato diagnostico e prognostico.

La tecnica ex vivo High Resolution-Magic Angle Spinning Nuclear Magnetic Resonance (HR-MAS NMR) spectroscopy permette di ottenere spettri direttamente sul tessuto (ottenuto per biopsia o in seguito ad intervento chirurgico) senza nessun pretrattamento. Dopo aver identificato i metaboliti di vari tessuti e/o organi umani sani e quelli delle rispettive neoplasie di differente tipo e grado istologico, si sono ricercati nel tessuto tumorale quali metaboliti che possono assumere il significato di markers delle neoplasie, in relazione anche al grado e all'evoluzione del tumore stesso, con evidenti implicazioni cliniche (diagnosi, trattamento e prognosi). Inoltre, si sono valutati quei metaboliti che, anche se presenti in basse concentrazioni, appaiono tuttavia coinvolti nel metabolismo tumorale e possono essere anch'essi importanti modulatori della proliferazione neoplastica.

Per quanto riguarda i tessuti cerebrali, un aspetto rilevante da un punto di vista clinico è la correlazione dei dati biochimici ottenuti con la HR-MAS NMR condotta ex vivo (direttamente sul tessuto espiantato) con quelli neuroradiologici (MRI e spettroscopia NMR in vivo). Studi di questo tipo hanno dimostrato che è possibile integrare MRI, spettroscopia in vivo ed ex vivo.

Le neoplasie studiate sono state quelle cerebrali (astrocitarie, oligodendrogliali, metastasi), extra cerebrali (meningiomi), renali (carcinomi renali a cellule chiare) e gastro-intestinali (adenocarcinomi).

La tecnica HR-MAS NMR è stata anche applicata a campioni interessanti in ambito alimentare, tessuti animali (muscoli di vitello e maiale, fegato di pollo, biopsie di topo) e vegetali (pericarpo, mesocarpo ed endocarpo del limone, cavolo e kiwi). In ogni applicazione sperimentata, l'HR-MAS NMR ha rivelato enormi potenzialità applicative, sia per quanto concerne la diagnosi, se utilizzata in ambito clinico, sia per quanto riguarda il controllo qualità, se utilizzata in campo alimentare. Si è dimostrata, infine, efficace anche nello studio della Drosophila Melanogaster.

Ho approfondito anche la Risonanza Magnetica per Imaging e Spettroscopia in vivo durante le mie esperienze all'estero. Mi sono occupata di MRI funzionale per valutare la riabilitazione delle zone cerebrali lese in pazienti affetti da infarto ischemico, dello studio di Infezioni da Pseudomonas Aeruginosa e studi dell'attività delle cellule staminali in modelli animali (topi) interessati da ustioni studiati attraverso in vivo MRS. Infine, ho affrontato lo studio di gliomi in modelli animali (ratti), derivanti dall'impianto delle cellule tumorali C6 di glioma, con MRI per seguire la crescita tumorale, analisi della biopsia attraverso HR-MAS e studio di specifici geni coinvolti nel ciclo di Kennedy.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.