Foto del docente

Silvia Moscatelli

Professoressa associata

Dipartimento di Psicologia

Settore scientifico disciplinare: M-PSI/05 PSICOLOGIA SOCIALE

Temi di ricerca

Parole chiave: Moralità nel giudizio sociale Sincronia e mimica comportamentale Discriminazione intergruppi Astrazione linguistica

1) Moralità nel giudizio sociale.

Questa linea di ricerca si focalizza sul ruolo delle dimensioni fondamentali del giudizio sociale - moralità, competenza e socievolezza - in diversi contesti.

In primo luogo, si esamina il modo in cui tali fattori sono utilizzati nella selezione del personale, con particolare attenzione alla rilevanza assunta da tali dimensioni nella valutazione di candidati maschi e femmine. Si indaga inoltre il modo in cui moralità e competenza percepite nei volti influenzano le decisioni di selezione.

In secondo luogo, si esaminano le conseguenze della percezione di moralità negli altri individui: diversi studi da noi condotti hanno evidenziato come le persone tendono a considerare più dotati di umanità altri presentanti come morali (piuttosto che come competenti o socievoli), ed a mettere in atto nei loro confronti più comportamenti prosociali.

In terzo luogo, si esamina il modo in cui la percezione di moralità, competenza e socievolezza del proprio gruppo contribuisce al mantenimento di una identità sociale positiva in diversi contesti di confronto.

Infine, si esamina il modo in cui il giudizio sociale lungo le tre dimensioni fondamentali sia comunicato attraverso il linguaggio degli insulti.

2) Sincronia e mimica comportamentale.

Questa linea di ricerca indaga l'influenza di alcune informazioni sull'altro - ed in particolare sulla sua moralità/mancanza di moralità - sulla tendenza a imitare spontaneamente i comportamenti dell'altro e a mostrare sincronia durante l'interazione.

3) Discriminazione intergruppi.

L'obiettivo di questa linea di ricerca è fare luce sulle condizioni che generano e/o amplificano la discriminazione sociale. Nello specifico, si indagano le conseguenze dell'esistenza di relazioni intergruppi asimmetriche vs. simmetriche rispetto a fattori socio-strutturali quali il loro status, la dimensione, il potere. Particolare attenzione è dedicata agli effetti di condizioni di deprivazione relativa e gratificazione relativa sulla discriminazione e il pregiudizio.

4) Astrazione linguistica

Si indaga il ruolo dell'astrazione di verbi e aggettivi utilizzati nel linguaggio quotidiano nella comunicazione di favoritismo per l'ingroup e discriminazione dell'outgroup. Si indagano inoltre le conseguenze del contatto con gruppi diversi dal proprio (ad es., gli immigrati) sull'astrazione linguistica utilizzata per parlare dell'outgroup.