Foto del docente

Sandro Mezzadra

Professore associato confermato

Dipartimento delle Arti

Settore scientifico disciplinare: SPS/01 FILOSOFIA POLITICA

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.doc 115KB )

Curriculum vitae et studiorum

di Sandro Mezzadra

A. Vita, corso degli studi, posizioni accademiche

22-6-1963: nasce a Savona.

1981: consegue il diploma di maturità classica presso il Liceo Ginnasio G. Chiabrera di Savona dopo essere stato ammesso «per meriti» a sostenere da privatista l'esame di maturità al termine della II liceo.

1981: è esonerato dal servizio militare.

1985: consegue con il punteggio di 110/110 e lode il diploma di laurea in filosofia presso l'Università degli Studi di Genova discutendo una tesi su Il problema del conflitto e la fondazione dello Stato nel pensiero di T. Hobbes, relatrice la prof.ssa Anna Grazia Papone, correlatore il prof. Flavio Baroncelli.

1989: consegue con il punteggio di 110/110 e lode il diploma di laurea in Scienze politiche (indirizzo storico-politico) presso l'Università degli Studi di Bologna discutendo una tesi su Tecnica e politica nel pensiero di Hans Freyer, relatore il prof. Carlo Galli, correlatore il prof. Ernesto Molinari.

1990: dopo essere risultato vincitore al termine delle previste prove concorsuali è ammesso a frequentare il corso di dottorato di ricerca (V ciclo) in «Storia del pensiero politico e delle istituzioni politiche» (sede amministrativa Università degli Studi di Torino).

1993: consegue il titolo di dottore di ricerca in «Storia del pensiero politico e delle istituzioni politiche» discutendo una dissertazione intitolata Dalla critica della sovranità alla sovranità della costituzione. Il pensiero politico e giuridico di Hugo Preuss.

1999: dopo essere risultato vincitore al termine delle previste prove concorsuali, in data primo ottobre prende servizio presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna in qualità di ricercatore in «Storia delle dottrine politiche» (settore disciplinare Q01B). Afferisce al Dipartimento di Politica, Istituzioni e Storia.

2002: al termine del triennio, viene confermato nel ruolo di ricercatore universitario.

2006: dopo aver fatto domanda per una «Professorship of cultural studies» presso il Goldsmiths College, University of London (Centre for Cultural Studies), viene selezionato nella “short list” e partecipa alle interviews in data 27 febbraio.

2006: dopo aver fatto domanda per un posto di «Professor/Reader of Sociology» presso il Goldsmiths College, University of London (Department of Sociology), viene selezionato nella “short list” e partecipa alle interviews in data 26 giugno.

2006: consegue l’idoneità come professore associato di «Storia delle dottrine politiche» (settore scientifico disciplinare SPS/02) al termine di un concorso bandito dall’Università degli Studi di Milano (Facoltà di Scienze politiche).

2007: prende servizio presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna in data primo ottobre come professore associato di «Storia delle dottrine politiche» (settore scientifico disciplinare SPS/02).

2008: entra a far parte del Collegio superiore dell’Università di Bologna, dove svolge fino a oggi attività di tutor e didattica in lingua inglese.

2010: al termine del triennio viene confermato nel ruolo di professore associato.

2012: su sua richiesta passa dal settore scientifico disciplinare SPS/02 («Storia delle dottrine politiche») al settore SPS/01 («Filosofia politica»). Dopo lo scioglimento del Dipartimento di Politica, Istituzioni e Storia confluisce all’interno del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, nel ruolo di professore associato di Filosofia politica.

2013: in data 18 dicembre gli viene attribuita l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di Professore universitario di prima fascia, settore concorsuale 14/A1 – Filosofia politica (scadenza 18 dicembre 2019).

2018: usufruisce della mobilità interna all’Università di Bologna e afferisce al Dipartimento delle Arti.

B. Borse di studio e di ricerca, posizioni all’estero

1986: partecipa come borsista al seminario di studi su «La rappresentanza» svoltosi a Reggio Emilia presso l'Istituto Banfi nei giorni 14-15-16 aprile e 12-13-14 maggio.

1993: viene giudicato idoneo al concorso a 10 borse di studio per l'estero bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche.

1994: risulta vincitore al concorso per l'attribuzione di una borsa di studio biennale post-dottorato per l'area disciplinare «Storia del pensiero politico e delle istituzioni politiche» presso l'Università degli studi di Torino, a decorrere dal 16.05.1994 al 15.05.1996.

1997: risulta vincitore di una borsa di ricerca CNR-NATO di durata bimestrale (Bando n. 217.29) nonché, su proposta dell'apposita commissione del Ministero degli Affari Esteri italiano, di una borsa semestrale del Deutscher Akademischer Austauschdienst (DAAD). E' costretto a rinunciare a entrambe le borse per incompatibilità con la borsa di ricerca della «Alexander von Humboldt-Stiftung» di cui al successivo capoverso.

1997: ottiene il conferimento di un «Forschungsstipendium» della «Alexander von Humboldt-Stiftung» di Bonn. La borsa è stata fruita presso la Humboldt Universität di Berlino, cattedra di «Theorie der Politik» della Philosophische Fakultät III (Prof. Dr. Herfried Münkler - Institut für Politikwissenschaft), dal 1.07.1997 al 30.06.1998.

1999: nel mese di luglio è borsista presso il «Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte» di Francoforte.

2003: tra il 19 settembre e il 18 dicembre svolge un soggiorno di ricerca negli Stati uniti, finanziato dal Programma Marco Polo dell’Università di Bologna, presso la Duke University di Durham, North Carolina (Literature Program).

2006-2008: consegue una borsa di ricerca della University of Western Sydney, nell’ambito dell’«Eminent research visitors scheme». Dal 2006 al 2008 è “eminent visiting fellow” presso il Centre for Cultural Research della University of Western Sydney, dove trascorre due mesi ogni anno.

2008: viene nominato come fellow per il 2009 (settembre – dicembre) presso il Columbia University Institute for Scholars at Reid Hall (Paris), nell’ambito di un progetto intitolato “Conflicts, Claims, Law, and Constitution-building”.

2010: dall’1 al 14 novembre è “visiting fellow” presso il John Hope Franklin Humanities Institute, Duke University, North Carolina.

2010: dal 28 novembre al 10 dicembre è “visiting professor” presso la Facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Ljubljana. Insegna un corso di 30 ore all’interno del Master in Scienza politica.

2012: viene nominato “Adjunct Fellow” presso l’Institute for Culture and Society, University of Western Sydney.

2013: dal 6 al 17 maggio è “visiting professor” presso la Facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Ljubljana. Insegna un corso di 30 ore all’interno del Master in Scienza politica.

2013: nei mesi di ottobre e novembre è “visiting professor” presso la Universidad Nacional de San Martín (UNSAM), Buenos Aires, Programa Lectura Mundi.

2014: nei mesi di ottobre e novembre è “visiting professor” presso Universidad Nacional de San Martín (UNSAM), Buenos Aires, Programa Lectura Mundi – IDAES (Instituto de Altos Estudios Sociales).

2015: dal 19 al 30 gennaio è “visiting fellow” presso il John Hope Franklin Humanities Institute, Duke University, North Carolina.

2015-2017: usufruisce di una aspettativa “senza assegni” ed è “research fellow” da ottobre 2015 a luglio 2017 presso il Berliner Institut für empirische Integrations- und Migrationsforschung (BIM), Humboldt Universität zu Berlin.

2017-2018: usufruisce di una aspettativa “senza assegni” ed è Visiting Professor presso la New School for Social Research di New York, Department of Politics.

C. Collaborazioni editoriali e iniziative culturali

1986-2018: collabora con diverse case editrici (Il Mulino, Marsilio, La Rosa, Carocci, Feltrinelli, DeriveApprodi, Meltemi, ombre corte, Rowman & Littlefield, McGill, Routledge, Bloomsbury, Plagrave, Duke University Press, Verso, ECPR) sia come traduttore sia come consulente editoriale.

1989-2018: è membro della redazione della rivista «Filosofia politica», pubblicata dalla casa editrice Il Mulino.

1993: in qualità di socio fondatore del «Laboratorio di ricerca sociale» partecipa all'organizzazione e al coordinamento del seminario internazionale «Le metamorfosi del lavoro» svoltosi con cadenza bisettimanale, con il patrocinio dell'Università degli studi di Genova, tra febbraio e giugno.

1995-2014: collabora con le pagine culturali del quotidiano «il Manifesto».

1997: organizza e coordina - con Agostino Petrillo - il seminario internazionale su «Integrazione mondiale e conflitti. Prospettive sulla globalizzazione» tenutosi con cadenza settimanale tra febbraio e giugno presso la Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli studi di Genova.

1998: nel quadro di un progetto internazionale di ricerca sul «Totalitarismo», coordinato dal «Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte» di Francoforte sul Meno, svolge una ricerca bibliografica su «Diritto ed economia nel fascismo italiano».

1999-2008: fa parte del «Comité de rédaction international» della rivista «Multitudes», pubblicata dalle le Editions Exils di Parigi.

2000-2002: fa parte del comitato di redazione della rivista «il Mulino».

2004-2013: fa parte della redazione della rivista «Scienza & Politica».

2004-2018: fa parte della direzione della rivista quadrimestrale «Studi culturali», il cui primo numero esce per la casa editrice il Mulino nel mese di giugno del 2004.

2005-2018: è attivo in qualità di referee per numerose riviste italiane e internazionali. Tra le altre si ricordano: «Polis», «Studi sulla questione criminale», «Stranieri in Italia», «Portal», «Citizenship Studies», «Antipode. A Journal of Radical Geography», «Cultural Studies Review», «Journal of Ethnic and Migration Studies», «Etnografia e ricerca qualitativa», «International Political Sociology», «Materiali foucaultiani», «Theory, Culture & Society», «Asylon(s)», «Journal of Civil Society», «Sociologia della comunicazione», «Politica & Società», «Culture unbound», «Revista de Estudios Sociales» (Colombia), «Migration Studies», «Security Dialogue», «Global Discourse», «AG/About Gender – Rivista internazionale di studi di genere», «Italian Studies», «International Journal of Migration and Border Studies», «Revista CIDOB d’Afers Internacionals» (Barcelona), «Environement and Planning D: Society and Space», «Journal of International Migration and Integration» «Journal of Historical Sociology», «Snodi», «Historical Materialism», «Cultural Studies», «Ephemera», «Jura Gentium», «Revista Colombia Internacional», «International Journal of Comparative Sociology», «Social Inclusion».

2006-2018: fa parte dell’«advisory board» della rivista «Historical Materialism».

2008-2012: fa parte della redazione della rivista «Subjectivity».

2008-2018: fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Istituto Gramsci Emilia-Romagna (IGER).

2009-2018: fa parte dell’«Advisory board» di «Europa», rivista di «European Alternatives» (www.euroalter.com ).

2009-2018: fa parte del Conselho editorial della rivista «Redd. Espaço de Dialogo e Desconexâo» (ISSN: 1984 – 1736).

2009-2018: fa parte, in qualità di «international contributing editor» della redazione della rivista «Interventions: The International Journal of Postcolonial Studies».

2009-2018: è membro dell’editorial collective di «Traces. A multilingual series of cultural theory and translation» (Hong Kong University Press).

2010-2013: dirige presso la casa editrice ombre corte di Verona la collana «Frontiere».

2012-2018: fa parte dell’«editorial board» della rivista «International Political Sociology».

2012-2018: fa parte del comitato scientifico della rivista «Materiali foucaultiani».

2013-2018: è membro del Global advisory board della collana «Pivot. Breaking the Boundaries of Traditional Scholarly Communication/Politics and Mobility» (Palgrave).

2013-2018: è membro dell’editorial board della rivista «Cultural Studies».

2014-2018: è membro dell’editorial review board della collana «Frontiers of the Political», Rowman & Littlefield International.

2016-2018: è membro dell’international advisory board della rivista From the South: A Transdisciplinary Journal of postcolonial Humanities.

D. Affiliazioni accademiche

Fa parte delle seguenti istituzioni scientifiche:

- Deutsche Gesellschaft zur Erforscung des politischen Denkens

- Associazione italiana storici delle dottrine politiche

- Hugo Preuss Gesellschaft (Vorstand)

- Centro Interuniversitario di Ricerca sul Lessico Politico e Giuridico Europeo - CIRLPGE

- Center for the Study of Invention and Social Process (CSISP) – Goldsmiths University, London

- Contesting Euro Visions Research Group, Univeristy of Technology, Sydney.

- Calcutta Research Group, (membro del Research Advisory Committee).

- International Studies Association, ISA (member).

- Association des Amis de la FMSH (membro).

- Centre for Postcolonial Studies, Goldsmiths, University of London, membro dell’International Advisory Board.

E. Attività professionale e didattica

1989-1998: collabora in qualità di «cultore della materia» con la cattedra di «Storia del pensiero politico contemporaneo» della facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi di Bologna (Dipartimento di politica, istituzioni e storia), di cui è titolare il prof. Carlo Galli; come risulta dall'elenco ufficiale dei corsi della Facoltà, svolge regolarmente attività didattiche in seminari ed esercitazioni per gli studenti, fa parte delle commissioni d'esame e segue numerose tesi di laurea. Tiene in particolare i seguenti seminari:

A.A. 1989-90: Il pensiero politico di Thomas Hobbes.

A.A. 1992-93: Potere e potenza nella filosofia politica di Spinoza.

A.A. 1994-95: Aspetti del pensiero giuridico e politico tedesco tra Otto e Novecento.

A.A. 1995-96: Il problema della secolarizzazione nel pensiero politico di Max Weber, Carl Schmitt e Hans Kelsen.

1995: intraprende un rapporto di attiva collaborazione con il prof. Alessandro Dal Lago, professore ordinario di «Sociologia dei processi culturali» presso la Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli Studi di Genova; partecipa attivamente all'organizzazione e allo svolgimento del seminario avanzato su «Lo straniero» svoltosi in tale facoltà nell'A.A. 1995-1996.

1996-1997: dal 25 ottobre 1996 all'1 febbraio 1997 presta servizio come insegnante supplente di «materie letterarie e latino» presso il Liceo Classico G. Da Vigo (Rapallo) e il Liceo Scientifico Nicoloso da Recco (Recco).

1996-1997: in qualità di titolare di contratto integrativo in «Sociologia dei processi culturali» presso la Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli Studi di Genova tiene un corso su «Max Weber e la sociologia della cultura».

1999-2008: è professore presso la sede di Buenos Aires dell’Università di Bologna. Tiene ogni anno un corso dal titolo L’Europa occidentale dal 1945 a oggi. Modelli di cittadinanza e linee generali di sviluppo politico nell’ambito del master in relazioni internazionali diretto dal prof. Giorgio Alberti.

1999: dopo essere risultato vincitore al termine delle previste prove concorsuali, in data primo ottobre prende servizio presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna in qualità di ricercatore in «Storia delle dottrine politiche» (settore disciplinare Q01B, poi SPS/02). Afferisce al Dipartimento di Politica, Istituzioni e Storia.

2000-2002: è titolare per affidamento dell’insegnamento di «Storia del pensiero politico contemporaneo» nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna.

2001-2002: è titolare per contratto dell’insegnamento di «Storia delle dottrine politiche» nella Facoltà di Scienze della formazione dell'Università degli studi di Genova (corso di laurea in Scienze della comunicazione, sede distaccata di Savona).

2002: al termine del triennio, viene confermato nel ruolo di ricercatore universitario.

2002-2007: è titolare per affidamento dell’insegnamento di «Storia del pensiero politico contemporaneo» e di «Studi coloniali e postcoloniali» nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna.

2007-2013: è titolare dell’insegnamento di «Le frontiere della cittadinanza» e di «Studi coloniali e postcoloniali» nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna.

2013-2014: è titolare dell’insegnamento di «Le frontiere della cittadinanza» e di «Filosofia politica» nella Scuola di Scienze politiche dell’Università di Bologna.

2003-2013: afferisce fin dalla sua fondazione al dottorato di ricerca internazionale «Europa e Americhe: costituzioni, dottrine, istituzioni politiche», con sede presso il Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia dell’Università di Bologna (a partire dal 2010 confluito nel dottorato in Politica, Istituzioni, Storia).

2014: afferisce fin dalla sua fondazione al dottorato di ricerca in «Studi globali e internazionali».

2004-2014: oltre all’attività di tutor all’interno dei dottorati bolognesi, partecipa in qualità di co-tutor, o external examiner, a commissioni di esame di dottorato presso l’Università di Utrecht (2004, candidata Rutvica Andrijasevic; titolo della dissertazione: Trafficking in Women and the Politics of Mobility in Europe), di Francoforte (2006, candidata: Manuela Bojadzjev; titolo della dissertazione: Die windige Internazionale. Rassismus und Kämpfe der Migration), di Paris Diderot – Paris 7 (2011, candidato: Matthieu Renault; titolo della dissertazione: Frantz Fanon et les langages décoloniaux. Contribution à une généalogie de la critique postcoloniale), di Sevilla Pablo de Olavide (2011, candidato: Edileny Tomé da Mata; titolo della dissertazione: La efectividad de los derechos sociolaborales de los inmigrantes negroafricanos en Andalucia), di Buenos Aires (2011, candidata Veronica Gago; titolo della dissertazione: Mutaciones en el trabajo en la argentina post 2001: entre la feminización y el trabajo esclavo), presso la Macquarie University, Sydney (2012, candidata Olivia Hamilton; titolo della dissertazione: Another(’s) Rome: Differente and Belonging in a Twenty-first Century City), il Goldmiths College, University of London (2013, candidata Martina Tazzioli; titolo della dissertazione: Countermapping Migration Governmentality. Arab Uprisings and Practices of Migration Across the Mediterranean), la Université libre de Bruxelles/LUISS Guido Carli (GEM PhD School, Erasmus Mundus Joint Doctorate, Globalisation, the EU & Multilateralism; 2014, candidata Chenchen Zhang; titolo della dissertazione: Territory, Rights and Mobility: Theorising the Citizenship/Migration Nexus in the Context of Europeanization), la Ohio State University (2014, candidato Joshua J. Kurz; titolo della dissertazione: The Figure of the Refugee); il Goldsmiths College, Centre for Research Architecture (2015, candidato: Lorenzo Pezzani; titolo della dissertazione: Liquid Traces. Spatial practices, aesthetics and humanitarian dilemmas at the maritime borders of the EU; 2015, candidato: Charles Heller; titolo della dissertazione: Liquid Trajectories. Documenting Illegalized Migration and the Violence of Borders), la Université Paris Ouest Nanterre La Défense (Dottorato in Filosofia, programma congiunto con l’Università di Torino; 2015; candidato: Davide Gallo Lassere; titolo della dissertazione: Argent et capitalisme. De Marx aux monnaies du commun); 2016; candidata: Simona De Simoni; titolo della dissertazione: Filosofia politica dello spazio: il programma di ricerca di Henri Lefebvre e le sue conseguenze teoriche), la Universität Wien (2016, candidata: Antonella Ceccagno; titolo della dissertazione: Global Labor Regimes and Local Policies: The Chinese-run Fast Fashion Industry in Prato, Italy), la Université Paris Nanterre (2017, candidato: Daniel Veron; titolo della dissetazione: Sociologie des sans-papiers. Processus d’illégalisation des migrantes et expériences clandestines (Paris, Buenos Aires, Montréal) e la Central European University, Budapest (2017, candidata: Raia Apostolova; titolo della dissertazione: Moving Labor Power and Historical Forms of Migration). È attualmente co-supervisor di una tesi di dottorato presso la Universidad Nacional de San Martín (Buenos Aires).

2005: dal 6 all’8 giugno, nel quadro del «Teaching staff mobility program Socrates» tra l’Università di Bologna e la Homboldt Universität di Berlino, tiene una Vorlesungsreihe di otto ore a Berlino (Institut für Geschichtswisenschaften), dal titolo «Bürgerschaft. Zur Geschichte eines westlichen politischen Begriffs vom 17. bis zum 20. Jahrhundert».

2005: dal 27 giugno all’1 luglio partecipa in qualità di docente al corso internazionale «Capitalismo, guerra, movimientos antisistémicos», svoltosi presso l’Euroforum di San Lorenzo de El Escorial nell’ambito dei «Cursos de Verano» della Universidad Complutense di Madrid.

2011-2016: collabora alla valutazione di progetti di ricerca con l’Austrian Research Fund (FWF), con la Research Foundation – Flanders (FWO) e con il Cooperation & Development Center, EPFL Leading House – Swiss Bilateral Programmes.

2012: partecipa in qualità di referee alla VQR 2004-2010, Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

2013: partecipa in qualità di docente alla Summer School internazionale “Teaching the Crisis” – Institut für Europäische Ethnologie, Humboldt Universität zu Berlin.

2014: partecipa in qualità di docente alla Bologna Duke Summer School on Global Studies and Critical Theory, organizzata congiuntamente dall’Università di Bologna e dalla Duke University (Durham, NC).

2014: partecipa in qualità di docente alla Summer School internazionale “Expanding the Margins” – Institut für Europäische Ethnologie, Humboldt Universität zu Berlin.

2016: partecipa in qualità di docente alla Summer School “Canarias y la mirada decolonial”, Universidad de Verano de Maspalomas, Gran Canaria.

2016: participa in qualità di docente e organizzatore alla Kosmos Summer University “Investigating Logistics”, Humboldt Universität, Berlino.

2017: partecipa in qualità di docente alla Bologna Duke Summer School on Global Studies and Critical Theory, organizzata congiuntamente dall’Università di Bologna, dalla University of Virginia e dalla Duke University (Durham, NC).

F. Finanziamenti europei e internazionali: progetti di ricerca

ATACD, A Topological Approach to Cultural Dynamics (Sesto programma quadro dell’Unione Europea), durata triennale (2007-2010), coordinatore del progetto: Goldsmiths, University of London. Sandro Mezzadra coordina l’unità di ricerca dell’Università di Bologna. Finanziamento complessivo dell’unità: ca. 10.000 euro.

GeMIC, Gender, Migration and Intercultural Interactions in the Mediterranean and South East Europe: an interdisciplinary perspective (Settimo programma quadro dell’Unione europea), durata triennale (2008-2011, coordinatore del progetto: Panteion University, Athens. Sandro Mezzadra coordina l’unità di ricerca dell’Università di Bologna. Finanziamento complessivo dell’unità: ca. 130.000 euro.

MIG@NET, Transnational Digital Networks, Migration and Gender (Settimo programma quadro dell’Unione europea), durata triennale (2010-2013), coordinatore del progetto: Panteion University, Athens. Sandro Mezzadra coordina l’unità di ricerca dell’Università di Bologna. Finanziamento complessivo dell’unità: ca. 140.000 euro.

Transit labour (http://transitlabour.asia/), Discovery project finanziato dall’Australian Research Council, di cui Sandro Mezzadra è “partner investigator” (2009-2012).

Logistics as global governance. Labour, software and infrastructure along the new Silk Road, Discovery project finanziato dall’Australian Research Council, di cui Sandro Mezzadra è “partner investigator” (2013-2016).

Data Centres and the Governance of Labour and Territory, Discovery project finanziato dall’Australian Research Council, di cui Sandro Mezzadra è “partner investigator” (2016-2019).

Politiken und Vermittlung mobile Arbeit (“Politics and intermediation of mobile labor”), progetto di ricerca finanziato dal Commissario del governo federale tedesco per la migrazione, Berliner Institut für empirische Integrations- und Migrationsforschung (BIM), Humboldt Universität zu Berlin. Sandro Mezzadra è coordinatore del progetto insieme a Manuela Bojadzijev (2016).

OECUMENE (Citizenship after Orientalism), European Research Council (ERC) Advanced Grant (Institutions, values, beliefs and behaviour ERC-AG-SH2). Principal investigator: Engin Isin (Open University, Milton Keynes, UK). Sandro Mezzadra è membro dell’Advisory Board (2011-2014).

Belonging Differently, Task force istituita presso il Canadian Institute for Advanced Research (CIFAR, http://www.cifar.ca/ ), 2011-2012.

Social Movements Lab, Franklin Humanities Institute, Duke University. Sandro Mezzadra codirige il Lab con Michael Hardt (2017-2020).

G. Principali relazioni a convegni e conferenze (2013-2018)

31 gennaio 2013: Dislocating citizenship and autonomy, keynote speech al workshop “Migration and Militant Research”, Department of Politics, Goldsmiths, University of London.

23 febbraio 2013: Borderscapes of differential inclusion: Beyond citizenship and exclusion, relazione presentata al convegno “Deportation, Detention, Drawning in la mer mortelle”, University of Amsterdam.

22 marzo 2013: Schlussbemerkungen, “Stadt und Migration. Kritische Perspektiven auf ein Forschungsfeld in Bewegung”, interdisziplinäre Fachtagung, Kulturwissenschaftliches Zentrum der Universität Göttingen.

19 aprile 2013: Confini, cittadinanza e migrazioni forzate, relazione presentata alla giornata di studio “Attraversare il Mediterraneo a due anni dalle primavere arabe. Una giornata di studio sulle migrazioni forzate”, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche, Università degli Studi di Milano.

10 giugno 2013: The Poverty of Italian Theory. Postcolonialism and Beyond, relazione presentata alla giornata di studi “Italy and Postcolonial Studies”, University of Newcastle.

20 giugno 2013: Leggere Marx oggi: la produzione di soggettività, relazione presentata al ciclo di seminari “Pensare la società”, Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia, Università degli Studi di Padova

28 giugno 2013: Migration Studies and Beyond: Mobility, Borders, Struggles, keynote speech alla Annual Graduate Conference, “Im/mobilizing In/equalities: Migration and Marginality in Times of Crisis”, Department of Sociology and Social Anthropology, Central European University, Budapest.

4 settembre 2013: The Geographies of the Crisis, Lezione inaugurale alla summer school “Teaching the Crisis” – Institut für Europäische Ethnologie, Humboldt Universität zu Berlin.

27 settembre 2013: Capital and Translation, un workshop con Sandro Mezzadra, Society for the Humanities, A.D. White House, Cornell University, Ithaca, NY.

30 settembre 2013: Border as Method, conferenza tenuta alla University of North Carolina, Chapel Hill, NC.

22 ottobre 2013: Derecho a la ciudad. Transnationalización, ciudadanía y política del espacio, conferenza tenuta alla Universidad Nacional de Córdoba (Argentina).

24 – 25 ottobre 2013: Por un nuevo derecho a la ciudad, seminario intensivo in due sessioni, Universidad Nacional de San Martín – Fundación Pasaje 865, Buenos Aires.

30-31 ottobre – 1 novembre 2013: Marx: para una crítica del presente, seminario intensivo in tre sessioni, Universidad Nacional de San Martín, Buenos Aires (programma “Lectura mundi”).

13 novembre 2013: La frontera como metodo, un incontro con Sandro Mezzadra, Instituto de Investigaciones Gino Germani, Universidad de Buenos Aires.

23 gennaio 2014: Border as Method, relazione presentata al seminario “Situations, concepts et engagements d'une anthropologie-monde”, diretto da Michel Agier, Paris, École des haute études en sciences sociales .

25 gennaio 2014: Boder as Method. Knowledge and Politics beyond the Nation, keynote speech, “L’Italian theory existe-t-elle? Does Italian Theory Exist?”, international conference, Université Paris Ouest Nanterre La Défense – Université Paris-Sorbonne.

1 marzo 2014, Europa como provincia, relazione all’incontro internazionale “El nuevo rapto de Europa: deuda, guerra, revoluciones democráticas”, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid.

29 marzo 2014, At the Multiple Borders of Politics: in Search for the Subject of the Common, relazione al simposio internazionale “Political Abilities”, Institut für Philosophie, Universität Innsbruck.

26 aprile 2014, Da teoria da dependência ao direito de fuga, conferenza alla Fundação Calouste Gulbenkian, Programa Próximo Futuro, Novos Poderes, Lisbona.

20 maggio 2014, La frontera como método. Prácticas de movilidad y espacio global, conferenza tenuta al Técnologico de Monterrey, México.

28 maggio 2014, La frontera como método. Migraciones, capitalismo y globalización, conferencia magistral, Universidad Autónoma de la Ciudad de México.

30 maggio 2014, Desafiando fronteras. Control de la movilidad y experiencias migratorias en el contexto capitalista, conferenza tenuta alla Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM), Centro de Investigaciones sobre América del Norte (CINAM).

9 giugno 2014, The Indian Mirror. Subaltern Studies, Colonialism, Postcolonialism, relazione tenuta al convegno internazionale “Religious pluralism, cultural differences, social and institutional stability: What can we learn from India?”, Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Roma “La Sapienza”.

19 giugno 2014, The Uses of Foucault in Migration and Border Studies, relazione tenuta al convegno internazionale “Foucault(s) 1984-2014”, Université Paris Est-Créteil – Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne.

26 agosto 2014, The Geographies of the Crisis, conferenza tenuta all’Institute for Culture and Society, University of Western Sydney.

26 agosto 2014, The State of Capitalist Globalization, workshop tenuto da Sandro Mezzadra e Brett Neilson, Institute for Culture and Society, University of Western Sydney.

10 ottobre 2014, Karl Marx. Per un approccio multilineare alla storia del capitalismo, seminario tenuto all’Università di Napoli, “L’Orientale”, all’interno del ciclo “Gli studi postcoloniali e la questione della soggettività politica nella teoria radicale”.

27 ottobre 2014, Repensando las fronteras: Migraciones, Estados y luchas sociales, seminario tenuto alla Universidad Nacional de Córdoba (Argentina), Centro de Investigaciones y Estudio sobre Cultura y Sociedad (CIECS) Consejo Nacional de Investigaciones Científicas y Técnicas (CONICET).

5 novembre 2014, ¿Qué es la política popular?, seminario con Partha Chatterjee e Sandro Mezzadra, Universidad Nacional de San Martín, Buenos Aires.

7-8 novembre 2014, Capitalismo extractivo, transformaciones del estado y nuevas instituciones comunes, seminario intensivo tenuto alla Facultad Libre de Rosario, Argentina.

11 novembre 2014, Finanzas y América Latina, conferenza al Centro Cultural de la Cooperación, Buenos Aires, Lectura Mundi/UNSAM – Departamentos de Economía Política y Estudios Políticos CCC.

12 novembre 2014, La cocina de Marx. El sujeto y su producción, seminario presso il Centro Universitario San Martín (CUSAM), Dentro la Unidad Penal N° 48 de máxima seguridad de José León Suárez.

24 novembre 2014, Lavoro, confini, cittadinanza, seminario tenuto all’interno del ciclo “XX anni dal Lungo ventesimo secolo di Giovanni Arrighi”, Dipartimento di Scienze della Formazione, Università di Roma Tre.

4 dicembre 2014, A Historical-Geographical Materialism? Staging a Dialogue Between Marx and Gramsci, keynote lecture al convegno internazionale “Crisis, Risks, and New Regionalisms in Europe”, Università di Milano, Polo Universitario Sesto San Giovanni.

8 dicembre 2014, Reading Marx on ‘Primitive Accumulation’ Today. Extraction, Dispossession, Exploitation, seminario tenuto all’interno del ciclo “Accumulation primitive”, Paris, École normale supérieur.

20-29 gennaio 2015, Capitalist Operations: Extraction, Finance, Logistics, Infrastructure, a two-weeks joint seminar held by Sandro Mezzadra and Michael Hardt, Franklin Humanities Institute, Duke University, Durham, NC.

13 febbraio 2015, Postcolonialismo e teoria critica: un’agenda di ricerca, lezione tenuta al corso di perfezionamento in Teoria critica della società, Università di Milano Bicocca.

20 febbraio 2015, Condizione postcoloniale, postcolonialismo, studi postcoloniali. Un provvisorio bilancio, keynote lecture al convegno internazionale “Archivi del futuro – il postcoloniale, l’Italia e il tempo a venire”, Università degli studi di Padova.

27 marzo 2015, The Multiple Shadows of the Color Line. Borders, Migration, Labor – and Race, keynote lecture tenuta alla 11. Kritnet Tagung, “Rassismus und Ökonomie im europäischen Migrations- und Grenzregime”, Zürich, Shedhalle/Rote Fabrik, co-organizzato dal Zentrum Geschichte des Wissens, Universitàt Zürich.

29 aprile 2015, From Social Struggles to Political Institutions? Processes of Institutionalization and Transformation of Social Movements between the Latin American and the European Experience, seminario tenuto all’Istituto Universitario Europeo, Fiesole.

14 maggio 2015, Il laboratorio dell’America Latina. Movimenti, governi e pratiche del comune, seminario tenuto insieme a Luigi Ferrajoli all’interno del ciclo “I confini del diritto”, Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini”, Roma.

12 giugno 2015, What is at Stake in the Mobility of Labor? Borders, Migration, Contemporary Capitalism, keynote lecture tenuta al convegno internazionale “Migration and Late Capitalism. Critical Intersections with the Asia-Pacific and Beyond”, Presented by the Migration and Mobility Program of the Centre for Asia-Pacific Initiatives at the University of Victoria, British Columbia (Canada).

26 giugno 2015, Borders, Citizenship & Mobility, a dialogue between Nicholas De Genova and Sandro Mezzadra, Department of Geography, King’s College, London.

29 giugno 2015, A Dialogue on Capital’s and Labor’s Histories, Dipesh Chakrabarty & Sandro Mezzadra, The Bologna – Duke Summer School on Global Studies and Critical Theories, 2015 edition, Dipartimento di Storia, Culture, Civiltà, Università di Bologna.

3 luglio 2015, Capital, Capitalism, Critique. Then and Now, closing lecture, The Bologna – Duke Summer School on Global Studies and Critical Theories, 2015 edition, Dipartimento di Storia, Culture, Civiltà, Università di Bologna.

9 novembre 2015, Sujetos políticos y trabajo vivo en el capitalismo global, ponencia magistral, Benemérita Universidad autónoma de Puebla, México, Instituto de Ciencias Sociales y Humanidades.

11 novembre 2015, Migración y trabajo vivo en el capitalismo global, ponencia magistral all’interno del convegno internazionale Migración y trabajo vivo en el capitalismo global. Una discusión latinoamericana sobre la perspectiva de la autonomía de las migraciones.

18 novembre 2015, La perspectiva de la autonomía de las migraciones: nuevos enfoques teóricos para comprender los movimientos humanos, ponencia magistral, Segundo coloquio de estudios migratorios, ¿Crisis de la globalización? Los derechos humanos y la nueva agenda de investigación en migración, UNAM, Città del Messico, DF.

11 dicembre 2015, The Multiple Shades of Neoliberalism. Social Movements, “Progressive” Governments, and new Political Conflicts in Latin America, keynote lecture tenuta al convegno internazionale “Spaces and Tactics of Politics: Transnational Connections, Neoliberalisation, and the Reshaping of Civil Society”, University of Turku (Finnland), Department of Social Research/Turku Political Sociology Study Group” (TURPO).

29 gennaio 2016, Concluding remarks, intervento conclusivo al simposio internazionale “The Role of (Post-)Colonial Public Intellectuals in Europe: Figures, Idea, and Connections”, The Postcolonial Initiative, Utrecht University.

1 aprile 2016, Transformando Europa: renta, fronteras y derechos del común, relazione all’interno dell’“Encuentro Internacional: Máquinas constituyentes: poder constituyente, biopolítica, democracia”, Fundación de los Comunes – con la colaboración de Museo Reina Sofía y de Intermediae, Madrid.

2 aprile 2016, Crisis sistémica y poder constituyente en Europa, conferenza tenuta al MACBA, Barcellona.

18 aprile 2016, Logistik und Migration. Neue Herausforderung für Migrationsforschung?, conferenza di Sandro Mezzadra e Manuela Bojadzijev, Think&Drink-Kolloquiums, Lehrbereich Stadt- und Regionalsoziologie, Humboldt Universität zu Berlin.

14 giugno 2016, A constituent process in Europe? Crisis, emergency government, and the chance for a new democratic invention, conferenza tenuta ad Atene, Rosa Luxemburg Stiftung, Verbindungsbüro Griechenland.

23 giugno 2016, Borders and Migration. Emerging Challenges for Migration Research and Politics in Europe, “Berlin Lecture 2016”, Berliner Institut für empirische Integrations- und Migrationsforschung, Humboldt Universität, Senatsaal, Berlin.

29 giugno 2016, Global Borders and Emerging Formations of Racism in the Contemporary World, “Critical dialogue” svoltosi a Bologna nell’ambito della Summer School in Global Studies and Critical Theory, University of Bologna, University of Virginia, Duke University. Partecipanti: Sandro Mezzadra, Achille Mbembe, Juan Obarrio.

26 luglio 2016, Repensar los márgenes. Perspectivas poscoloniales sobre la Modernidad y la Globalización, lezione inaugurale tenuta alla Summer School “Canarias y la mirada decolonial”, Universidad de Verano de Maspalomas, Gran Canaria, 26-28 luglio.

6 settembre 2016: Global borders, keynote lecture, tenuta alla Summer school “Border regimes: confrontations, configurations, transpositions”, organizzata dalla Graduate School of the Humanities, Philosophisch-historische Fakultät, Universität Bern, Kandersteg (Svizzera), 5-9 settembre.

19 settembre 2016: The Potential of the Logistical Gaze with Respect to Migration, lezione inaugurale, tenuta da Manuela Bojadzijev e Sandro Mezzadra, alla Kosmos Summer University “Investigating Logistics”, Humboldt Universität, Berlino.

10-12 ottobre 2016: Borders of the Human, a three-day discussion with Sandro Mezzadra and Naoki Sakai, A Winton Chair Cornerstone Event, University of Minnesota, Minneapolis.

30 novembre 2016: Logistics, Mobility, and Migration. A New Emerging Agenda for Migration Research?, paper presentato alla “4th SCMR-JEMS Conference. Migration & Changing Societies: Research Agendas”, Sussex Center for Migration Research, University of Sussex, Brighton.

2 dicembre 2016: Migrazioni e lavoro. L’Europa è un progetto neoliberale?, conferenza tenuta all’interno del ciclo di seminari “Migrazioni, crisi umanitarie, sicurezza”, organizzato dalla rivista “il Mulino”, Bologna.

9 dicembre 2016: Logistische Regulation migrantischer Arbeit. Eine Forschungsperspektive, presentazione dei risultati del progetto “Politiken und Vermittlung mobiler Arbeit”, panel a cura di Moritz Altenreied, Manuela Bojadzijev, Leif Höfler, Sandro Mezzadra e Mira Wallis all’interno del convegno Zwischen Migrations- und Arbeitsmarktpolitik, BIM, Humboldt Universität, Berlino.

18 marzo 2017: Il Mediterraneo e la moltiplicazione dei confini, lectio magistralis al convegno internazionale “Giovani dopo le primavere arabe. Immaginari e movimenti tra le due sponde del Mediterraneo”, Genova, Palazzo Ducale 17-18 marzo 2017.

3 aprile 2017: A Logistical Gaze on Globalization, relazione tenuta al convegno internazionale Logistics: Labor, Infrastructures, Territories, Università di Padova, 3-4 April.

10 aprile 2017: Excavating Contemporary Capitalism. Toward a Critique of Extraction Writ Large, lecture tenuta alla University of Virginia, Institute of the Humanities and Global Cultures, Charlottesville.

14 aprile 2017: Operations and Optionality, “grad student workshop” tenuto da Sandro Mezzadra e Robert Meister, Chicago Center for Contemporary Theory (3CT), University of Chicago.

19 aprile 2017: Excavating Contemporary Capitalism. Toward a Critique of Extraction Writ Large, lecture lecture tenuta al Chicago Center for Contemporary Theory (3CT), University of Chicago.

12 maggio 2017: Dopo la lunga estate della migrazione. Le molteplici crisi del regime europeo di controllo dei confini, relazione tenuta al convegno internazionale “Beyond Borders. Refugees and Struggles in Europe”, Firenze, Scuola Normale Superiore, Institute of Human and Sociale Sciences.

15 maggio 2017: Studying Europe after the Global Turn, workshop con Sandro Mezzadra e Pierre Yves Saunier, Universität Basel, Europainstitut.

20 maggio 2017: Logistical Worlds, relazione presentata al Convegno internazionale “TEU Twenty Foot Equivalent Unit”, organizzato da ON in collaborazione con il Laboratorio di Sociologia Visuale dell’Università di Genova, Sala chiamata CULMV, Genova, 19-21 maggio.

31 maggio 2017: Democracy Under Erasure? The European Union and Its Multiple Crises, lecture tenuta all’International Institute for Cultural Studies, National Chiao Tung University, Hsinchu, Taiwan.

3 giugno 2017: Bordering the Global: the Multiplication of Labor and the Challenges of Decolonization, keynote lecture tenuta al convegno internazionale “Conflict, Justice and Decolonization II: Paradigm Shift of the Colonial-Imperial Order and the Aporia of Human Sciences”, 2-3 giugno.

22 giugno 2017: The Figure of the Activist Scholar: Within and Against the Global University?, relazione tenuta al convegno internazionale “The Critical Tasks of the University”, organizzato dall’ International Consortium of Critical Theory Programs (UC Berkeley), dalla Chair on the Academic and the Civic (Utrecht University) e da The Academy of Global Humanities and Critical Theory, Università di Bologna, 22-24 giugno.

5 luglio 2017: Confronting contemporary capitalism: dispossession, exploitation, extraction, “Critical dialogue” tra Sandro Mezzadra e David Harvey, svoltosi a Bologna nell’ambito della Summer School in Global Studies and Critical Theory, University of Bologna, University of Virginia, Duke University.

14 luglio 2017: Limites y potencialidades de la ampliación de una categoría del derecho humanitario, relazione tenuta al workshop “La desaparición forzada de personas: circulación transnacional y usos sociales de una categoría del derecho humanitario”, International Institute for the Sociology of Law, Oñati, España, 13-14 luglio.

12 ottobre 2017: The “Migration crisis” in Europe and the Current Global Predicament, a seminar featuring Sandro Mezzadra and Étienne Balibar in conversation, The Committee on Global Thought, Columbia University, New York.

9 novembre 2017: Border as Method, or, the Multiplication of Labor, “The Bernard Klein Memorial Lecture,” Department of History, Philosophy, and Social Science, Kingsborough Community College – City University of New York.

4 dicembre 2017: Fortress Europe? Borders, Bodies, Politics, tavola rotonda con la partecipazione di Sandro Mezzadra, Nicholas De Genova e Françoise Vergès. The Committee on Globalization and Social Change. The Graduate Center – City University of New York.

7 dicembre 2017: Logistical Borderscapes, seminario presso lo Zolberg Institute on Migration and Mobility, New School for Social Research (Theorizing Mobility series).

8 febbraio 2018: Exploring the Landscapes of Extraction. Contemporary Capitalism, Social Struggles, and the State, conferenza tenuta presso la Università del Michigan, Ann Arbor, Department of Romance Languages and Literatures.

13 febbraio 2018 Exploring the Landscapes of Extraction. Contemporary Capitalism, Social Struggles, and the State, conferenza tenuta alla New School for Social Research, Department of Politics, New York.

13 Aprile 2018: Contemporary Capitalism and Extraction: The Politics of Social Cooperation, un dialogo tra Sandro Mezzadra e Michael Hardt, University of North Carolina, Department of Communication.

21 aprile 2018: Bordering Europe. Thinking Migration Politically in Hard Times, keynote Spring Constellations lecture, New York, New School for Social Research.

3 maggio 2018: May 3 2018: Landscapes of Extraction, conferenza tenuta alla McGill University, Montreal (Critical Social Theory at McGill).

4 maggio 2018: Understanding Extraction, seminario tenuto da Sandro Mezzadra, GEM (Global Emergent Media) Lab, Concordia University, Montreal.

11 maggio 2018: Borders, Bodies, Labor. A conversation with Sandro Mezzadra, The Graduate Center, CUNY, New York.

F. Lingue conosciute

Conoscenza attiva (scritta e parlata): inglese, spagnolo e tedesco.

Conoscenza passiva (lettura e comprensione orale): francese e portoghese.

G. Linee di ricerca

La mia attività di ricerca si è collocata sul confine tra la Storia delle dottrine politiche e la Filosofia politica fin dagli anni di studio trascorsi nella Facoltà di Filosofia dell’Università di Genova: qui, l’interesse per la teoria politica contemporanea mi ha condotto a ritroso verso il momento aurorale della filosofia politica moderna, inducendomi in particolare a concentrarmi sull’opera di Thomas Hobbes, a cui ho dedicato la tesi di laurea. Successivamente, nel corso dei miei studi nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bologna, sono andato maturando un accentuato interesse per le scienze politiche, sociali e giuridiche tedesche tra Otto e Novecento. Ho coltivato questo interesse per molti anni, a partire dall’idea che gli sviluppi di quelle scienze costituissero la rielaborazione di una serie di questioni filosofiche maturate all’interno dei dibattiti sullo storicismo e sulle «scienze dello spirito». Sia la mia tesi di laurea in Scienze politiche, dedicata all’opera di Hans Freyer, sia la dissertazione di dottorato (successivamente rielaborata in volume nel 1999) sul pensiero giuridico e politico di Hugo Preuss, collocato all’interno della storia costituzionale tedesca tra il II Reich e la Repubblica di Weimar, rientrano in questo ambito di studio, che è rimasto a lungo centrale nella mia attività scientifica, come è attestato dalle numerose pubblicazioni che a esso si riferiscono. Il lavoro all’interno di riviste come «Filosofia politica» e «Scienza & politica» mi ha contemporaneamente consentito di maturare una peculiare metodologia di ricerca, che ha preso forma all’incrocio tra le tradizioni della storia concettuale e della storia costituzionale tedesca. Negli anni successivi alla mia presa di servizio come ricercatore, anche per via delle sollecitazioni che mi sono venute dall’impegno didattico, ho altresì applicato questa metodologia nella redazione di capitoli di manuali di storia delle dottrine politiche e nella preparazione di antologie dedicate ad autori classici (Marx, insieme con Maurizio Ricciardi) o a concetti fondamentali (cittadinanza) della moderna filosofia politica.

Contemporaneamente, una serie di studi nel campo della teoria politica contemporanea mi ha condotto a concentrare la mia attenzione sulle trasformazioni della cittadinanza nel contesto dei cosiddetti processi di globalizzazione (su cui ho curato un volume collettaneo nel 2000 insieme con Agostino Petrillo, pubblicando numerosi saggi negli anni successivi), e in particolare sul rapporto tra cittadinanza, trasformazioni del capitalismo e movimenti migratori. A quest’ultimo tema ho dedicato un volume nel 2001 (riedito con sostanziali aggiunte nel 2006), muovendo dalle sollecitazioni derivate da una specifica articolazione dei miei studi “germanistici” (ovvero dalle ricerche dedicate dal giovane Max Weber nei primi anni Novanta dell’Ottocento alla condizione dei lavoratori agricoli nei territori a est dell’Elba, di cui ho anche curato insieme con Furio Ferraresi un’ampia silloge, uscita per i tipi della casa editrice Laterza). L’interesse per questi temi mi ha da una parte condotto a riscoprire, e a riproporre in una nuova edizione italiana, un classico del pensiero politico novecentesco: il saggio su Cittadinanza e classe sociale di T.H. Marshall. Dall’altra mi ha condotto a dedicare una quota crescente della mia attività scientifica all’approfondimento di un filone di studi di derivazione anglosassone, poco noto nel nostro paese negli anni in cui ho cominciato a occuparmene: i cosiddetti studi coloniali e postcoloniali. A questi ultimi ho dedicato una serie di articoli e di edizioni di testi, nonché, nel 2008, una monografia: anche la mia partecipazione alla fondazione della rivista «Studi culturali», il cui primo numero è uscito nel giugno 2004 per i tipi del Mulino, si inscrive del resto in questo filone di lavoro.

Il mio lavoro sui temi proposti dagli studi postcoloniali, condotto in un dialogo costante con alcuni dei protagonisti di questa corrente di studi, si è progressivamente concentrato su temi fondamentali del dibattito filosofico-politico contemporaneo: la soggettivazione politica, la teoria della giustizia, il rapporto tra inclusione ed esclusione nelle trasformazioni della cittadinanza, lo statuto dell’universale. Questi stessi temi, collocati sullo sfondo delle trasformazioni contemporanee del capitalismo, sono stati del resto negli ultimi vent’anni al centro dell’intera mia attività di ricerca, e hanno in particolare caratterizzato sia i miei studi su W.E.B. Du Bois e il pensiero politico afro-americano (coronati nel 2010 con la pubblicazione di un’ampia raccolta dei suoi scritti, a cui ho premesso una lunga introduzione) sia il mio lavoro sulle trasformazioni contemporanee dell’istituto del confine (su cui ho tra l’altro pubblicato un libro con l’amico e collega australiano Brett Neilson, intitolato Border as Method, or, the Multiplication of Labor, Durham, NC – London, 2013). Nel corso di questo lavoro ha del resto assunto una rinnovata importanza il confronto critico con l’opera di Marx, a cui ho dedicato recentemente una monografia (Nei cantieri marxiani. Il soggetto e la sua produzione, Roma, manifestolibri, 2014). Attualmente ho terminato un nuovo libro con Brett Neilson, intitolato The Politics of Operations. Excavating Contemporary Capitalism, in cui ci proponiamo di analizzare criticamente alcuni aspetti del capitalismo contemporaneo muovendo da un’analisi incrociata di finanza, estrazione e logistica (contratto firmato con la Duke University Press nel dicembre del 2014, manoscritto consegnato nel gennaio 2017 e accettato per la pubblicazione).

(Sandro Mezzadra)

Bologna, 25 maggio 2018