Foto del docente

Roberto Pinto

Ricercatore confermato

Dipartimento delle Arti

Settore scientifico disciplinare: L-ART/03 STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA

Curriculum vitae

Carriera accademica ed attività didattica  Ha insegnato “Storia dell'arte” presso l'Accademia Albertina di Torino (incarico 1998/99), “Estetica” presso l'Accademia di Firenze (incarico 1999/2000), Storia dell'Arte contemporanea all'Accademia Carrara di Bergamo (dall'anno accademico 2000/2001 al 2003/4), Storia dell'arte contemporanea all'Università degli Studi di Trento (incarico per l'anno 2003/2004 e 2004/2005), al Master per curatori presso l'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano (VII, VIII e IX edizione 2003, 2004, 2005) dove ha insegnato anche Istituzioni Museali (incarico 2004-2005), al master universitario di II livello “Sistemi e professionalità nei musei d'arte contemporanea”, facoltà di scienze della formazione-settore DAMS, in collaborazione con Castello di Rivoli-Museo d'arte contemporanea (2005).  Dal 01/02 2006 è ricercatore presso l'Università di Trento e ora (dal 2 novembre 2012) presso l'Università di Bologna
Formazione  Laurea in Lettere nell'anno accademico 1985/6 con il punteggio di 110 e lode (tesi in Storia dell'Arte Contemporanea) all'Università La Sapienza di Roma.
Ha frequentato il primo anno della scuola di specializzazione in Storia dell'arte medievale e moderna sempre all'Università la Sapienza di Roma. 
Attività di ricerca ed espositiva Ha curato le seguenti mostre:
• Periodos di Alberto Zanazzo (alle gallerie Neon di Bologna, Viafarini Milano, Rosa Leonardi Genova), febbraio 1992;
• Relazioni Personali, Guglielmo Emilio Aschieri e Gianluca Sgherri (alla galleria In Arco di Torino), marzo 1992;
• Wurmkos, collettiva (alla galleria Henry Thomas e al Carmarthenshire College of Tecnology and Art in Galles) aprile 1993;
• Forme di relazione, Almeoni, Donzelli, Fantin, Marisaldi, Premiata Ditta, Quartana, Marisaldi (Neon, Bologna e Comune di Orzinuovi), ottobre 1993, di cui è uscito un'edizione Millelire di Stampa Alternativa;
• È tra i curatori della mostra Ars Lux (1993).
• È tra i curatori della mostra Degenerata (1994), e Alfabetizzazione (1996) presso la Saletta comunale di Esposizione, Castel San Pietro, Bologna e, sempre nello stesso spazio ha curato la mostra Critica in opera (1996).
• Spazi Comuni (Falci, Lambri, Tesi, Vitone), Galerie Esca, Nîmes, Francia 1996.
• Modi e Luoghi (Galegati, Lambri, Ligorio, Pancrazzi, Premiata Ditta, Rossi, Tesi, Umbaca, Viel, Vitone, Wurmkos) presso lo spazio La Posteria, con l'organizzazione del Comune di Milano, 1996.
• Kids di Larry Clark nell'ambito di Modena per la fotografia organizzata dalla Galleria Civica di Modena, 1996.
• Otra Vida, fotografie di Manuel Piña e Martin Weber presso Modena per la Fotografia (Galleria Civica di Modena) e Openspace, Milano, 1997.
• Subway arte, fumetto, letteratura e teatro negli spazi della metropolitana del passante e delle stazioni ferroviarie (23 maggio - 5 luglio 1998) a cui hanno partecipato: Stefano Arienti, Pasquale Campanella, Umberto Cavenago, Antonio De Pascale, Paola Di Bello, Gabriele Di Matteo, Salvatore Falci, Emilio Fantin, Stefano Fontana, Paola Gaggiotti, Stefania Galegati, Luisa Lambri, Deborah Ligorio, Mauricio Lupini, Marcello Maloberti, Margherita Manzelli, Eva Marisaldi, Roberto Marossi, Pino Modica, Federico Pagliarini, Luca Pancrazzi, Marco Papa, Alessandro Pessoli, Cesare Pietroiusti, Premiata Ditta, Sara Rossi, Giandomenico Sozzi, Alessandra Spranzi, Alessandra Tesi, Bert Theis, Grazia Toderi, Tommaso Tozzi, Enzo Umbaca, Marco Vaglieri, Cesare Viel, Luca Vitone, Yumi Karsumaru, con progetti realizzati appositamente per questo evento. Hanno partecipato inoltre quindici scrittori, dieci gruppi teatrali e una quarantina di disegnatori di fumetto. La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Milano con la collaborazione dell'ATM, delle FS, delle Ferrovie Nord e con il patrocinio della Triennale di Milano.
• Basilé, Pessoli, Sabato, nella sezione Spazio Aperto, alla Galleria Comunale di Bologna, 1999.
• Stranger Knocking (insieme a Jen Budney), Padiglione Italiano alla Biennale di Melbourne 1999, e il relativo catalogo edito dal Comune di Milano in collaborazione con il Ministero per gli Affari Esteri. Hanno partecipato: Paola Di Bello, Gabriele Di Matteo, Mauricio Lupini, Marcello Maloberti, Roberto Marossi, Alessandra Spranzi, Bert Theis, Enzo Umbaca.
• 5a edizione della mostra Arte all'arte (insieme a Gilda Williams), settembre 2000 - gennaio 2001, e il relativo catalogo, a cui sono stati invitati: Sislej Xsafa (Casole d'Elsa), Wim Delvoye (Montalcino), Kendell Geers (Volterra), Alberto Garutti (Colle di Val D'Elsa), Martin Creed (San Gimignano), Tania Bruguera (Poggibonsi), Jacqueline Riva and Geoff Lowe (San Gimignano).
• Art from Wales: A New Generation, Openspace, Milano, gennaio/febbraio 2001, organizzata dal Comune di Milano, a cui erano presenti: Louise Adlam, Peter Bobby, Jonathan Brooks, Stefhan Caddick, Michael Cousin, David Cushway, Paul Emmanuel, Peter Finnemore, Paul Granjon, Tony Hall, Keith Hardwick, David Hastie, Karen Ingam, Ali Roche, Jennie Savage, Anthony Shapland & Victoria Tillotson.
• Transform (insieme a Emanuela De Cecco),1 marzo - 1 aprile 2001, e il relativo catalogo, con il contributo del Conai e il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e del Comune di Trieste, in otto spazi pubblici della città di Trieste a cui hanno partecipato: Enrica Borghi, David Hestie, Soo-Ja Kim, Alexander Melkonian, Lucy Orta, Luca Pancrazzi, René Francisco Rodriguez, Nari Ward.
• Short Stories (28 marzo - 29 aprile 2001) e il relativo catalogo, presso la Fabbrica del Vapore, organizzata dal Settore Giovani del Comune di Milano, con Apichatpong Weerasethakul, Fernando Arias Gaviria, Davide Bertocchi, Iñaki Bonillas, Nathalie Bookchin, Tania Bruguera, Maya Churi, Alison Cornyn& Sue Johnson, Nick Crowe, Darío Escobar, Kendell Geers, Prapon Joe Kumjim, Marcello Maloberti, Ottonella Mocellin, Artemio Olivar, Ordo Amoris Cabinet, Serkan Ozkaya, Sener Ozmen, Adrian Paci, Araya Rasjarmreansook, José Alejandro Restrepo, Bülent Sangar, Minnette Vari, Cesare Viel, Lourdes Aimee Villagomez, Sislej Xsafa. Nel comitato curatoriale erano presenti Apinan Poshyananda, Vasif Kortun, Anne Pasternak, Eugenio Valdes.
• Lavori in corso/Work in Progress (gennaio/febbraio 2002) e il relativo catalogo in CD, mostra collettiva in una casa privata con lavori di: Rebecca Agnes, Kristine Alksne, Paola Anziché, Katthy Cavaliere, Lucia Ciocia, Nicholas Furrow, Alexandros Kyriakides, Raffaella Panzeri, Marco Raparelli, Stefano Romano, Silvia Ronzoni, Annalisa Sonzogni, Alain M. Urrutia, Olga Vanoncini.
• Assab One (insieme a Laura Garbarino), 2-25 maggio 2002, presso l'ex tipografie GEA; esposizione patrocinata dal Comune di Milano e realizzata in collaborazione con Miart. Hanno partecipato: Gaia Alessi & Richard Bradbury, Kristine Alksne, Davide Bertocchi, Letizia Cariello, Pierluigi Calignano, Paolo Chiasera, Lucia Ciocia, Marta Dell'Angelo, Lara Favaretto, Massimo Grimaldi, Claudia Losi, Domenico Mangano, Laura Matei, Marzia Migliora, Margherita Morgantin, Federico Pietrella, Luisa Rabbia, Andrea Salvino, Roberta Silva, Francesco Simeti, Marcello Simeone, Donatella Spaziani, Italo Zuffi.
• E' tra i curatori della mostra internazionale Open House, giugno/settembre 2002 al Forum d'Art Contemporain, Casino Luxembourg (Lussemburgo).
• Americas Remixed (23 settembre – 30 ottobre 2002) e il relativo catalogo, presso la Fabbrica del Vapore, Openspace e Care of, organizzata dal Settore Giovani del Comune di Milano. Gli artisti invitati sono: Tracy Baran, McArthur Binion, Lori Blondeau, Patty Chang, William Cordova, Stephanie Diamond, Kevin Ei-Ichi De Forest, Shelley Eshkar, Rico Gatson, Diego Gutierrez, Jennie J. Jones, Lennon Jno Baptiste, Paul Kaiser, Corine Lemieux, Dave McKenzie, Robyn Moody, David Opdyke, Esther Partegas, Rammelzee, Jeff Sonhouse, Bentley Spang, Jeff Thomas. Nel comitato curatoriale sono presenti Euridice Arratia, Jen Budney, Franklin Sirmans.
• Pierluigi Calignano, Viafarini, Milano, novembre 2002
• E' tra i curatori della mostra Il possibile punto zero, gennaio 2003 Fondazione Ambrosetti, Palazzolo sull'Oglio (Brescia); catalogo Skira ed.
• Salon des Refusés, Mostra di progetti di arte pubblica internazionale non realizzati (Maria Thereza Alves, Minerva Cuevas, Carlos Garaicoa, Alberto Garutti, Kendell Geers, Eva Marisaldi, Callum Morton, Antoni Muntadas, Jorge Orta, Lucy Orta, Nedko Solakov, Bert Theis, Sislej Xhafa) e relativo catalogo, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia marzo/maggio 2003
• Private Architecture, collettiva (Kristine Alksne, Marina Fulgeri, Margherita Morgantin, Donatella Spaziani, Riccardo Previdi, Marcella Vanzo) Galleria Continua, San Gimignano (SI), aprile/maggio 2003
• Coordinamento e testo in catalogo per la mostra Linee di confine, organizzata con l'Accademia di Brera e il Comune di Milano e il Master per curatori della stessa accademia (Ottobre/novembre 2003)
• Tania Bruguera Esercizio di resistenza, Galleria Franco Soffiantini, Torino 2003
• Margherita Morgantin, Minor Error Was Found, Vitamin, Torino 2004
• Ivo Bonacorsi, Care of, Milano, 2004
• Assab One 2004, 13-30 maggio 2004, presso l'ex tipografie GEA; esposizione patrocinata dal Comune di Milano e realizzata in collaborazione con Miart. Hanno partecipato: Abbominevole, Rebecca Agnes, Maura Biava, Dafne Boggeri, Chiara Camoni, Marina Fulgeri, Gionata Gesi, Goldiechiari, Alice Guareschi, Deborah Ligorio, Valentina Loi, Alan Maglio e Gabriele Pesci, Andrea Mastrovito, Elena Nemkova, Sandrine Nicoletta, Pennacchio Argentato, Federico Pepe, Gabriele Picco, Luigi Presicce, Riccardo Previdi, Stefano Romano, Luca Trevisani, Marcella Vanzo, Milano 2004
• Surely we well be confused, mostra di fine corso 2004 (curata insieme a Giacinto Di Pietrantonio), edificio a shed ex-Ticosa, Como (luglio settembre 2004) a cui hanno partecipato, come visiting professor, Jimmie Durham e i giovani artisti: Riccardo Benassi, Marco Buzzone, Alessia Chiappino, Vanessa Chimera, Rä Di Martino, Cleo Fariselli, Sophie Franza, Linda Fregni Nagler, Mario Garcia Torres, Romain Gilet, Tiago Giora, Paul Leslie Griffiths, Elizabeth Haines, Verica Kovacevska, Armando Lulja, Shannon Lyons, Federico Maddalozzo, Hector Madera Gonzalez, Domenico Antonio Mancini, Sebastiano Mauri, Eléna Nemkova, Eivind Nesterud, Antonio Rovaldi, Lucia Uni, Nico Vascellari.
• A Grain of Dust a Drop of Water, V Biennale di Gwangju, Corea (Assistent Curator), Settembre-novembre 2004
• Dimensione Follia, Galleria Civica d'Arte Contemporanea, Trento, Settembre 2004 – gennaio 2005. Hanno partecipato: Adel Abdessemed, Marina Abramovic, Vito Acconci, Francis Alys, Ehia Lisa Athila, Monica Bonvicini, Chris Burden, Roberto Cuoghi, Amy Cutler, Patty Chang, Sue De Beer, Stan Douglas, Mike Kelley & Paul McCarthy, Yayoi Kusama, Li Wei, Maria Marshall, Marzia Migliora, Aernout Mik, Ottonella Mocellin, Bruce Nauman, Tony Oursler, Adrian Paci, Eric Parker, Federico Petrella, Pipilotti Rist, Gregor Schneider, Michael Smith, Monika Sosnowska, Vibeke Tandberg, Fred Tomaselli, Minnette Vári, Cesare Viel, Gillian Wearing.
• Spazi Atti, Fitting Spaces, PAC, Milano (curata assieme a Jean-Huber Martin), Novembre2004 – febbraio 2005, a cui hanno partecipato: Mario Airò - Massimo Bartolini - Loris Cecchini - Alberto Garutti - Marzia Migliora - Luca Pancrazzi - Patrick Tuttofuoco
• Le ragioni della leggerezza, Jimmie Durham, Galleria Franco Soffiantino, Torino Novembre 2004 – gennaio 2005
• Contemporaneo Liquido (a cui hanno partecipato: Jennifer Allora & Guillermo Calzadilla, Maja Bajevic, Lucy Orta, Manuel Piña, Galleria Franco Soffiantino, Torino, febbraio - aprile 2005
• Tracce di un seminario (curata insieme a Giacinto Di Pietrantonio), Care of e Viafarini, Milano (dal 22 marzo al 9 aprile 2005), a cui hanno partecipato, come visiting professor, Jimmie Durham e i giovani artisti: Riccardo Benassi, Marco Buzzone, Alessia Chiappino, Vanessa Chimera, Rä Di Martino, Cleo Fariselli, Sophie Franza, Linda Fregni Nagler, Mario Garcia Torres, Romain Gilet, Tiago Giora, Paul Leslie Griffiths, Elizabeth Haines, Verica Kovacevska, Armando Lulja, Shannon Lyons, Federico Maddalozzo, Hector Madera Gonzalez, Domenico Antonio Mancini, Sebastiano Mauri, Eléna Nemkova, Eivind Nesterud, Antonio Rovaldi, Lucia Uni, Nico Vascellari.
• Estetica della resistenza, mostra di fine corso 2005, edificio a shed ex-Ticosa, Como (luglio settembre 2005) a cui hanno partecipato, come visiting professor, Alfredo Jaar e i giovani artisti: Francesco Arena, Adam Avikainen, Alina Bliumis, Jeremy Boyle, Wendy Downs, Gionata Gesi OZMO, Andreas Golinski, Francesca Grilli, Juan Pablo Macías Monterrosas, Stefano Mandracchia, Andrea Nacciarriti, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, Christian Niccoli, Caterina Notte, June Pak, Annapaola Passarini, Karen Miranda Rivadeneira, Marinella Senatore, Studio Trickster, Nark Bkb (Stefano Tolio), Luca Trevisani, James Pei-Mun Tsang, Juliane Wedell, Thomas Wilkinson.
• Arte all'arte 10, (curata con Achille Bonito Oliva, Laura Cherubini, Emanuela De Cecco, Giacinto Di Pietrantonio, Elio Grazioli, Jan Hoet, Hou Hanru, Florian Matzner, James Putnam, Jerome Sans, Pier Luigi Tazzi, Vicente Todolì, Angela Vettese, Gilda Williams), artisti invitati: Cai Guo-Qiang (Colle di Val d'Elsa), Olafur Eliasson (Siena), Alberto Garutti (Buonconvento), Anish Kapoor (San Gimignano), Tobias Rehberger (Poggibonsi) e Sislej Xhafa (Montalcino), vari sedi 30 settembre 2005 – 6 gennaio 2006.
• Con altri occhi. La città vista dai giovani artisti. (curata insieme a Katia Anguelova) Palazzo della Ragione, Milano (26 ottobre al 27 novembre 2005). Artisti invitati: Kristine Alksne, Dafne Boggeri, Beatrice Catanzaro, Alex Cecchetti, Alice Guareschi, Emre Huner, Andrea Mastrovito, Margherita Morgantin, Alessandro Nassiri, Gionata Gesi Ozmo, Riccardo Previdi, Andrea Sala, Angelo Sarleti.
• Tirana Biennale 3° edizione (10 settembre - 10 novembre 2005) Sweet Taboos. Curatore della seconda sezione (gli altri curatori sono Zdenka Badovinac, Joa Ljungberg, Hou Hanru, Edi Muka and Gezim Qendro) Losing without be a loser Participating Artists: Ghazel, Nedko Solakov, Carlos Garaicoa, Ingrid Mangi, Cesare Pietroiusti, Jota Castro, Margherita Morgantin, Tania Bruguera, Rebecca Belmore, Lucy Orta, Enzo Umbaca, Maja Bajevic, Minerva Cuevas, Stefano Romano, Emily Jacir, Edi Hila, Jimmie Durham. Altre attività Dal dicembre 1988 lavora presso la rivista di arte contemporanea Flash Art, prima come redattore e, dal gennaio 1993 al marzo 1996, come caporedattore. Su questa rivista scrive dei più importanti artisti italiani e stranieri e delle più importanti mostre.

Ha scritto anche per la rivista greca Artis, per quella francese Papier Libre, per Art in America, per la rivista belga Janus, per numerose riviste italiane di settore (come Tema Celeste, Juliet, Correnti di Marea, Il Giornale dell'Arte, Luci e Design), culturali (tra cui Linea d'ombra), di costume (Dove, D di Repubblica) e per i quotidiani Il Manifesto e L'Unita. Collabora dal 1993 con la Redazione Culturale di Radio Popolare, recensendo mostre e avvenimenti artistici. 

Partecipazione a convegni e conferenze  Ha curato le otto edizioni del ciclo di incontri sull'arte contemporanea La generazione delle immagini (con i relativi cataloghi usciti per le edizioni del Comune di Milano, Postmediabooks, Milano) che si è svolta all'Accademia di Brera (prima edizione) e alla Triennale di Milano (dalla seconda edizione in poi):
• 1994/5 (curato assieme a Marco Senaldi): Incontri con l'arte contemporanea: Charles Ray, Thierry De Duve, Gary Hill, Michel Maffesoli, Peter Weibel, Slavoj Zizek, Adelina Von Fürstenberg, Dan Cameron, Arthur Danto.
• 1995/6 (curato assieme a Marco Senaldi): Sguardi planetari: Viktor Misiano, Paulo Venancio Filho, Andres Serrano, Rasheed Araeen, Fumio Nanjo, Yong Woo Lee, Michael Sorkin, Llilian Llanes.
• 1996/7: La città degli interventi Antoni Muntadas, Hans Haacke, Alfredo Jaar, Julie Ault (Group Material), Mary Jane Jacob, Vito Acconci, Marc Augé, interventi italiani (con: Stefano Arienti, Stefano Boeri, Emanuela De Cecco, Giacinto Di Pietrantonio, Piero Gilardi, Salvatore Falci, Pierluigi Nicolin).
• 1997/8: Facts & Fiction, arte e narrazione: Brian Wallis, Jimmie Durham, William Kentridge, Stan Douglas, Marina Abramovic, Pipilotti Rist, Coco Fusco, Sophie Calle.
• 1998/9: Paesaggi in movimento/Landscapes in Motion: Johan Grimonprez, Thomas Demand, Thomas Struth, Francesco Bonami, Mark Dion, Gabriele Basilico, Derrick De Kerckhove, Louise Neri.
• 1999/2000: Atmosfere Metropolitane in cui oltre ad otto incontri sulla situazione artistica di diverse città del mondo — Mexico City/Ruben Gallo, New Delhi/Peter Nagy, La Habana/Eugenio Valdés, Bangkok/Apinan Poshyananda, Paris/Jean Yeves Jouannais, Istanbul/Vasif Kortun, Barcellona/Martí Peran, Melbourne/Stuart Koop — sono state realizzate quattro mostre (Openspace, Comune di Milano) da Franklin Sirmans (New York), Gilda Williams e Clare Manchester (London), Roberto Pinto (Milano), Clive Kellner (Johannesburg).
• 2001: Racconti d'identità con Tania Bruguera, Rirkrit Tiravanija, Victor Zamudio-Taylor, Harald Szeemann, Kendell Geers, Soo-Ja Kim, Lucy Orta, Eija-Lijsa Ahtila.
• 2002: Desideri di realtà: Minerva Cuevas, Shirin Neshat, Marko Peljhan, Nedko Solokov, Fabrice Hybert, Zoe Leonard, Cai Guo Qiang, Carlos Garaicoa, edizioni Postmedia books, Milano 2003
E' stato chiamato come relatore in conferenze e dibattiti presso istituzioni italiane e straniere (selezione):
Castello di Rivoli (TO);
Padiglione d'Arte Contemporanea, Milano;
MACRO, Roma;
Museo Revoltella, Trieste;
Società economica, Chiavari
Cantieri della Zisa, Palermo;
Galleria Civica, Bologna;
Galleria Civica, Modena;
Palazzo delle Esposizioni, Roma;
Palazzo della Permanente, Milano;
Fondazione Mudima, Milano;
Fondazione Ambrosetti, Palazzolo sull'Oglio (BS)
Fondazione Lajolo, Milano
Fondazione Pistoletto-Città dell'arte, Biella
Triennale, Milano
Università degli Studi di Milano, Facoltà di Architettura,
Università Cattolica di Milano;
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino;
MACRO, Roma;
Centro per l'arte contemporanea, Berlino;
Museo Rufino Tamayo, Città del Messico;
Facolta di Arti Visive, Università degli Studi di Barcelona;
Palais de Tokyo, Parigi;
Centro per l'arte Contemporanea Skoghal (Svezia),
VII Bienal de La Habana, Centro Wifredo Lam, Cuba;
I Biennale di Melbourne, Università di Melbourne, Australia.
V Biennale di Gwangju, Corea
Platform, Center for Contemporary, Art Istanbul, Biennale di Istanbul
Whitchapel, Londra
Camden Arts Center/Goldsmith College, London
Miart, Fiera d'arte, Milano
Bologna Artefiera, Bologna
Maison de l'Architecture, Parigi