Foto del docente

Roberto Farnè

Professore ordinario

Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Settore scientifico disciplinare: M-PED/03 DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Wellness culture: sport, health and tourism

Curriculum vitae

Scarica Curriculum Vitae (.docx 15KB )

Formazione

Laureato in Pedagogia all’Università di Bologna con una tesi in Antropologia dell’educazione, ha lavorato per 10 anni come educatore e animatore culturale nel Comune di Carpi (MO). La partecipazione, dalla metà degli anni Ottanta, al gruppo di “Pedagogia fenomenologica” del prof. Piero Bertolini, ha orientato la sua formazione scientifico-culturale.

Carriera accademica

Nel 1983 ha vinto il concorso per ricercatore nel raggruppamento scientifico-disciplinare M.PED 03 (Didattica) ed è entrato nel dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna. Nel 1998, nel ruolo di professore associato, è chiamato dall’Università degli Studi di Bari, dove ha insegnato Didattica generale. Nel 2001 rientra nella sede di Bologna, nella Facoltà di Scienze motorie, di nuova istituzione, dove sviluppa l’ambito delle discipline pedagogiche. Per l’attività di ricerca afferisce al dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin”. Nel 2002 diventa professore ordinario e nel 2012 opta per il nuovo dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, nel polo scientifico-didattico di Rimini (a cui afferiscono i Corsi di Studio in Scienze motorie).

Attività didattica

Alla fine degli anni Settanta ha iniziato a collaborare all’attività didattica presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Bologna, con i proff. Piero Bertolini e Antonio Faeti. È stato il primo in Italia a tenere insegnamenti di “Metodologie del gioco e dell’animazione” e, dal 2001, di “Pedagogia del gioco e dello sport”, disciplina che costituisce tuttora il suo principale impegno didattico nel corso di studio in Scienze delle attività motorie e sportive nell’Università di Bologna. Per 10 anni, fino al 2012, ha insegnato “Iconografia e iconologia didattica” nei corsi di studio della Facoltà di Scienze della Formazione.

Attività scientifica

L’attività di studio e di ricerca, documentata da oltre 70 pubblicazioni (alcune internazionali), verte principalmente sui temi della pedagogia del gioco, sul rapporto fra i media e l’educazione, sulle istituzioni educative per l’infanzia e sugli ambiti extrascolastici dell’educazione. Ha partecipato e coordinato ricerche promosse da vari Enti tra cui: RAI, Istituto Nazionale degli Innocenti, Regione Emilia-Romagna, Disney Italia.

Dalla fine degli anni Novanta ha svolto studi e ricerche sulla figura di Alberto Manzi, contribuendo alla costituzione del “Centro Alberto Manzi” (www.centroalbertomanzi.it ) sull’archivio donato dalla moglie del maestro all’Università di Bologna, collaborando alla realizzazione di mostre e convegni e della fiction RAI in due puntate "Non è mai troppo tardi" dedicata alla figura di Alberto Manzi (prod. BiBi Film di Angelo Barbagallo, regia di Giacomo Campiotti, 2014).

Dal 2013 è fortemente impegnato sui temi dell’Outdoor education; ha fatto nascere il Centro di Ricerca e Formazione sull' Outdoor Education all’interno del proprio dipartimento e, nel 2019, il promo Master universitario in Outdoor education. 

Attività istituzionali e incarichi accademici

Dal 2007 al 2012 è stato direttore del dipartimento di Scienze del Educazione “Giovanni Maria Bertin”. Nel dipartimento di Scienze per Qualità della Vita è stato vicedirettore per due mandati, è coordinatore della commissione biblioteca del Campus universitario di Rimini. E' coordinatore del Corso di Laurea magistrale internazionale in Wellness Culture: Health, Sport and Tourism.

Appartenenza a comitati scientifici e editoriali

Dal 2006 al 2017 è stato direttore della rivista “Infanzia”, di cui ora è condirettore, che ha sede scientifica nel dipartimento di Scienze dell’Educazione. È vicedirettore (insieme a Marco Dallari) della rivista internazionale “Encyclopaideia” dell’Università di Bologna. Fa parte di comitati scientifici della riviste “Movimento”, “Liber”, “Doxa Comunicacion” (Universidad S.Pablo CEU, Madrid). È direttore insieme a Luisa Santelli della collana di monografie “Processi formativi e scienze dell’educazione” (Editore Guerini, Milano) e della collana “Infanzia, studi e ricerche” (editore Junior-Spaggiari, Parma). Svolge attività di referee per riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Premi e riconoscimenti

Nel 2003 ha vnto "Lo Stilo d'oro", Premio nazionale di Pedagogia "Raffaele Laporta", nella sezione "Didattica", con il libro Iconologia didattica. Le immagini per l'educazione dall'Orbis pictus a Sesame street, Zanichelli, Bologna.

 

 

Contributi internazionali

2019, May 7-10, Universty of Bologna, Board Game Studies Colloquium XXII, paper "Playing the City".

2018, settembre: Universidad de Granada, II Simposium Internacional de ocio y calidad de vida. Conferencia titulada "Identidad pedagogica del juego y el deporte en la cultura occidental".

2018, May 26th, Ritsumeykan University, Kyoto (Japan), International Symposium "City and Landscape. The images of Italian cities from the time of Baroque to Modern". Paper: The town, the square and play.

2017, maggio, Joao Pessoa (Brasile), Universidad Federal de Paraiba: SILAQ - Simposio intrnacional del Lazer e Qualidade de Vida. Relazione sul tema "Gioco e qualità della vita"

2013, May 8th, Istanbul, Marmara University and Italian Institute of Culture: The IV World Play day Panel in Turkey. Relazione su "Play and education: biodiversity and ludodiversity".

2010, Strasbourg, Musée de la Ville, relazione alla "journée d'étude: Roberto Rossellini, entre voir et savoir".

2008, Zhejiang University, Hangzhou, SEECO Educational Research Centre, International Conference "Youth, Learning an Media", relazione su "Reading education and media education".

2007, ottobre, Madrid, Universidad S.Pablo CEU, Congreso Internacional "La Televisiòn y la Infancia"; relazione "El problema de la investigación sobre los niños y la televisión".

2007, aprile, Madrid, Istituto Italiano di Cultura e Università Complutense: tavola rotonda con Piero Angela su "La divulgacion cultural en la television".

2007, marzo, University of Malta, seminario su "Pedagogy of Play".

2006, Zhejiang University,Hangzhou, China-Italy Simposyum on Educational Innovation and Student Development, relazione sul tema "Pedagogy of Play".

2005, Torino, Congresso internazionale "Time to Play". Relazione sul tema.

2003, Atene, Istituto Italiano di Cultura, relazione sul tema "Per una pedagogia iconica: culture visive e comunicazione culturale nell’educazione moderna".

2002, Bologna, relazione sul tema Educazione e potere e conduzione di un workshop nell'ambito del convegno internazionale "Educazione e Politica" (Education and Politics), organizzato dalla rivista Encyclopaideia e dall'Università di Bologna.

2000, Parigi-Eurodisney, conduzione di un workshop sul tema "I bambini e la lettura dei fumetti", nell'ambito del meeting di formazione dei collaboratori Diseny, organizzato dalla W.Disney Company Italia.

1997, Faro (Portogallo), relazione nel Workforum “Children and Media” nel congresso organizzato dal IFCW (International Forum for Child Welfare).

1995, Bad Segeberg (Germania), relazione sul tema Children and media nell’ambito del Convegno internazionale “The Culture of Children” organizzato da Evagelische Akademie in collaborazione con Institut fur Popular und Kinderkultur, dell’Università di Brema.

1993, Barcellona, relazione sul tema Prevenzione e televisione, nell’ambito del convegno internazionale su “Prevenciò per a la infancia desde la perspectiva del benestar social”, organizzato dalla Generalitat de Catalunya e dal Departament de Benestar Social.

1993, New York, partecipazione alla tavola rotonda coordinata da Furio Colombo su “Il mondo dell’infanzia e la tutela dell’informazione” e, all'Università di Yale, comunicazione nel gruppo di lavoro su “Le politiche per l’infanzia”, nell’ambito del convegno “Listening to children”. Entrambe le iniziative organizzate dall'Associazione italiana per la prevenzione dell'abuso all'infanzia "Il Telefono Azzurro" e dall'Università di Yale.

1991, Valencia, relazione sul tema Ninos, TV y sugestiones ambiguas, in “Que Miras? Primer Congreso Internacional sobre Infancia, Juventud y Comunicacion Audiovisual”, organizzato dalla Generalitat Valenciana e dal Ministerio de Asuntos Sociales.

1990, Bologna, relazione su Education and Peace Research, nell’ambito della "International Summer School for Desamement and Peace", organizzata dall’Associazione Scienziati per il Disarmo e dal Centro Interdipartimentale di Ricerca “Università per la Pace” dell’Università di Bologna.

Ultimi avvisi

Al momento non sono presenti avvisi.