Foto del docente

Roberto Brigati

Professore associato confermato

Dipartimento di Filosofia e Comunicazione

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE

Contenuti utili

Istruzioni, scadenze e temi per le tesi di laurea

Chi intende chiedermi la tesi deve contattarmi per e-mail per presentarmi in generale la sua idea. Prima di scrivermi leggete per favore le seguenti istruzioni e, possibilmente, fate una ricognizione bibliografica preliminare. Il progetto può anche essere solo un abbozzo, che verrà definito meglio in seguito, dopo un primo colloquio.

LAUREE TRIENNALI:

A seconda dell'appello in cui ci si vuole laureare, occorre rispettare le seguenti scadenze. Se le scadenze non sono rispettate, non posso garantire che la laurea si svolga nell'appello inizialmente previsto.

Tema/titolo provvisorio: il progetto di tesi dev’essere accettato e messo a punto tematicamente, di regola, almeno 6 mesi prima della data di consegna (cioè dell'upload della tesi entro il termine indicato nel sito del corso di laurea); il titolo definitivo potrà essere stabilito in corso d'opera.

Consegna dell’outline e bibliografia provvisoria: dopo l'accettazione del progetto chiederò di farmi avere un indice ragionato della tesi (outline), ovviamente rivedibile in corso d'opera. L'outline dovrebbe idealmente essere lungo circa un 5% del lavoro finale. Se l'outline non va bene ed è necessario rifarlo, questo può portare a una dilatazione dei tempi. I candidati devono poi autonomamente raccogliere e schedare tutto il materiale bibliografico rilevante (per la triennale è richiesta la conoscenza almeno dei testi principali). Condizione necessaria è la competenza nell'uso delle banche dati bibliografiche di ateneo.

Consegna progressiva dei capitoli. Prima stesura: 1° cap: almeno 3 mesi prima della data di upload; successivi capitoli ogni due-tre settimane, a seconda del numero previsto di capitoli (tipicamente, per un lavoro di tre capp., ogni 20-25 giorni). La seconda stesura, riveduta secondo le mie correzioni, sarà consegnata cap. per cap., già durante l’esecuzione della prima stesura. Può essere necessaria una terza stesura; in ogni caso non è garantita la laurea nei tempi previsti finché il risultato non è soddisfacente.

Consegna finale in ultima stesura: dovrò ricevere una stesura completa entro almeno 5 giorni dall’upload finale, per gli ultimi controlli. Dopo l'upload, non saranno possibili modifiche.

Requisiti: alla triennale, di norma, ci si può laureare solo in una materia di cui si è sostenuto l'esame. In linea generale non esamino progetti di tesi prima dell'esame, per imparzialità.

Richiedo una conoscenza dell'inglese almeno passiva, tale da poter leggere e comprendere i testi. Per norme redazionali e consigli sulla preparazione dell'outline e sulla stesura fornirò un prontuario e chiederò di leggerlo e attenervisi con la massima attenzione. La guida alla redazione del saggio finale per il Laboratorio di Filosofia del II anno è un buon complemento ma non è sufficiente.

Non accetterò elaborati gravemente insufficienti dal punto di vista ortografico, sintattico, lessicale e redazionale. Gli studenti la cui prima lingua non è l'italiano dovranno prendersi cura della revisione linguistica del testo, oppure considerare la possibilità di scrivere la tesi in inglese.

LAUREE MAGISTRALI:

Tempi di consegna

All'incirca vale lo stesso schema della triennale, coi tempi aumentati di due mesi (quindi ad es. il tema dev'essere concordato almeno 8 mesi prima). Tendenzialmente accetto di seguire tesi magistrali solo se i candidati hanno eseguito in precedenza qualche prova scritta con me (tesine o tesi triennali) e solo su temi strettamente concordati. Se il/la candidata non ha mai fatto scritti con me potrei richiedere un capitolo di prova.

Alla magistrale la conoscenza dell'inglese dovrà essere ottima; la conoscenza di un'ulteriore lingua (francese, tedesco) è fortemente auspicata, specialmente se il tema prescelto coinvolge autori di tale lingua. Chi vuole scrivere la tesi in inglese deve considerare scadenze più dilatate (in partic. la consegna del primo capitolo deve avvenire almeno 5 mesi prima della data finale). La letteratura primaria e secondaria, almeno in italiano e in inglese, e possibilmente nelle altre principali lingue, dovrà essere presa in esame in modo ragionevolmente esaustivo; benché sia impossibile generalizzare, in una tesi magistrale non ci si può aspettare una bibliografia di meno di trenta titoli.

TEMI PROPOSTI PER PROSSIME TESI DI LAUREA:

  • La recente letteratura contro la psicoanalisi freudiana: significato, meriti e demeriti (consiglio di impostare una spiegazione generale di queste aggressioni e prendere un autore o due come casi di studio. Ad es. Michel Onfray, Crepuscolo di un idolo; Todd Dufresne, Killing Freud; ecc. Un testo utile in materia è Jonathan Lear, La psicoanalisi e i suoi nemici, trad. it. di Maria Rosaria Fasanelli, Milano: McGraw-Hill, 1999).
  • Aspetti della psicoanalisi postfreudiana: in particolare Melanie Klein, John Bowlby, Wilfred Bion (con focus su aspetti specifici).
  • Le teorie della personalità e della clinica di Harry Stack Sullivan.
  • La "svolta ontologica" in antropologia: premesse e valenze (consigliato un focus su specifici autori o precursori di questo movimento: E. Viveiros de Castro, Marilyn Strathern, Philippe Descola, ecc.).
  • L'influsso della fenomenologia nell'antropologia contemporanea, in particolare nell'opera di Tim Ingold.
  • Qualsiasi autore o corpus di autori in relazione a cui analizzare la dicotomia natura/cultura.
  • Intrecci fra antropologia e filosofia (il campo è molto vasto; occorre scegliere bene un aspetto su cui concentrarsi).
  • Teorie della embodied cognition e il loro significato antropologico.
  • Scelta di vari autori del Novecento per studi monografici (su aspetti determinati della loro opera): Michael Polanyi, Gregory Bateson, Stephen Toulmin, Hubert Dreyfus, Alfred Whitehead, Robert Brandom, Joseph Margolis, Iris Marion Young, Sidney Hook, John Wisdom, Iris Murdoch.
  • Temi di filosofia della malattia (in senso distinto dalla filosofia della medicina; temi da specificare).
  • Wittgenstein e il pragmatismo (con focus su aspetti selezionati).
  • Qualunque aspetto della filosofia di William James.
  • Bioetica pragmatista.
  • Pragmatismo e filosofia analitica (con focus su aspetti o autori).
  • L'umanismo pragmatista di F.C.S. Schiller.
  • Fortuna critica e ricezione del cinismo nella filosofia di età moderna e/o contemporanea (focus su un aspetto e/o un autore, da d'Alembert a Rousseau a Sloterdijk a Foucault, ecc.).
  • Le teorie casuistiche del giudizio morale.
  • Il particolarismo morale (Jonathan Dancy e altri autori).
  • Teorie del merito e della valutazione (da declinare in sensi specifici: merito/valutazione morale, estetica, educativa, ecc.).
  • La dicotomia fatto/valore e la 'fallacia naturalistica': senso e limiti.
  • La nozione di fortuna morale (moral luck): stato dell'arte e analisi del problema.
  • L'intellettualismo etico (descrizione della concezione nella storia della filosofia, da Socrate a Descartes e oltre; focus su specifici aspetti/autori).
  • Teorie del piacere o dell'edonismo, in ambito antropologico e/o morale, dall'antichità a oggi.
  • Il relativismo conduce al populismo? Analisi critica di un luogo comune.
  • Il linguaggio politicamente corretto in relazione alla disabilità [o in relazione ad altri fenomeni: sessismo, razzismo, sovranismo].

Chi è interessato a qualcuno di questi temi farà anzitutto una ricognizione bibliografica e qualche lettura per capire di cosa si tratta, ancor prima di sottopormi il progetto.